VOLUNIA, il motore di ricerca… “misterioso”

Il 9 Novembre mi arriva nella mailbox questo invito:

Invito a VOLUNIA

Non ci capisco molto, il nome VOLUNIA mi sembra quello di una medicina, il sito mi sembra una roba anni ’90, ma comunque mi iscrivo (e poi vuoi mettere la possibilità di diventare un esclusivo utente Power User? 🙂 ).

Da quell’iscrizione ricavo solo una email che mi invita a mia volta ad invitare altri utenti. Non amando certi meccanismi virali un po’ forzati mi dimentico della cosa fino a poche ore fa, quando un sacco di testate iniziano a pubblicare articoli a raffica su VOLUNIA e soprattutto sul suo creatore, Massimo Marchiori.

Marchiori infatti non è il classico “Signor Nessuno”.

Nonostante il nome sia ignoto alla massa, dietro questo informatico padovano c’è un forte legame con Google, e in particolare con il PageRank: nello storico documento The Anatomy of a Large-Scale Hypertextual Web Search Engine di Brin e Page, Marchiori è infatti citato più volte, in quanto all’italiano si deve uno studio sugli Hyper Search Engines al quale hanno attinto a piene mani proprio i 2 fondatori di Google.

Ora però Marchiori si toglie il camice del ricercatore e scende in campo in prima persona, annunciando “una differente esperienza del web”

“VOLUNIA è un nuovo motore di ricerca. Nasce da una idea che ho avuto alcuni anni fa, ed ora è operativo.

Ha una prospettiva diversa, non è classico motore di ricerca: ci sono tanti motori di ricerca, Google prima di tutti, ma VOLUNIA non è uno di questi, è una nuova visione radicale di come il motore di ricerca del futuro dovrebbe essere.

E’ un progetto ambizioso, localizzato in 12 lingue, che copre tutti i contenuti del mondo: andate dunque su www.volunia.com e iscrivetevi, per essere uno dei primi a provare questo innovativo motore di ricerca”.

Che stia arrivando il tanto atteso motore semantico?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

29 Comments

  • Mah… ho i miei dubbi su questa rivoluzione.
    Sicuramente il logo non è un granché 🙂

  • Sono solitamente repellente verso servizi pubblicizzati con questi video che annunciano cose mirabolanti ma dicono nemmeno un minimo di cose concrete.
    Se qualcuno lo prova fateci sapere qualcosa in più sulla ciccia, che di parole se ne sentono abbastanza 🙂

  • E’ vero. Creare tutte queste aspettative senza dire niente ricorda troppo disastri come Google Wave (Marchiori è però un geniaccio)

  • Sembra proprio anni ’90 la grafica…è bella proprio per questo. 🙂

  • Speriamo che questo motore sia così intelligente da mettere al primo posto tutto i miei siti. 🙂

  • Bah, stiamo a vedere… Davide, per caso ti avanza qualche invito?

  • Sì diciamo chegraficamente la pagina sa molto di ‘landing page’ da vendita di ebook, però se poi sotto si nasconde qualcosa di bello, non possiamo saperlo.

  • Considerando il profilo accademico del prof. Marchiori, e il campo occupato in W3C… mi sa che sta arrivando il tanto atteso motore semantico.

    Se guardo alla modalità di comunicazione del progetto… (video, grafica ecc) il “bah… chissà” richiede il grassetto.

  • Niente da dire su quel genio di Marchioni – chapeau ma dovrebbero cambiare grafico…logo e sito web sono orribili – per non parlare dei videos palesemente amatoriali.

  • Son 10 anni che vengono presentati prodotti semantici, ne state usando qualcuno? Nemmeno io.

    Non sarebbe ora di archiviare semantica alla voce epic fail? E basta dai!

  • mah … sono scettico … troppo mistero … troppo “scarsa” la parte di marketing …. vabbeh che siamo in Italia … ma se ci fosse davvero un progetto rivoluzionario in atto da 3 anni … forse un po’ più di attenzione alla presentazione del prodott/servizio sarebbe quantomeno necessaria

  • Aggiungo una cosina.

    Il nome VOLUNIA inizia per VOL, e mi ha fatto subito pensare a Video On Line (chi si connetteva ad Internet nel secolo scorso se lo ricorda di sicuro).
    E guardacaso il co-founder di VOLUNIA HOLDING è sardo – tale Mariano Pireddu, qui: http://it.linkedin.com/pub/mariano-pireddu/7/84/a17 quale dato in più – che fra i gruppi e associazioni in firma al suo profilo ha messo proprio un bel “VOL Alumni”.
    VOL rinasce in VOLUNIA, tipo araba fenice? 🙂

  • Mah, secondo me è un grosso errore parlare di un epic fail della semantica. Ci sono alcuni esempi come http://www.wolframalpha.com/ che dimostrano tutt’altro. Concordo con l’ultimo commento, anche a me è venuto in mente Video On Line, anche perché le radici prese dalle parole volo e luna, come spiegato da Marchiori, mi sembra un po “stridente”… Staremo a vedere cosa viene presentato..

  • La “Semantica = epic-fail” è quasi peggio della grafica di volunia.

  • @degans perche secondo te quello e un motore semantico? ma anche se fosse non e comunque usato da tanti e quindi di successo. la parola semantica serve solo per incantare vc che hanno soldi da sprecare.

  • io mi sono iscritto… non si sa mai cosa puo’ venire fuori

  • Un attimo: mi pare ci sia un’idea distorta sulla semantica da diverso tempo, e alcuni commenti (che ho letto non soltanto qui) lo dimostrano. La semantica riguarda in senso largo l’associazione di tag/ricerche ed altro a generiche “entità”, ma non si tratta di una cosa astratta per accademici: il formato Goodrelations è un microformato semantico adottato anche da Google e (anche se in Italia non s’è visto) permette di visualizzare in modo più razionale, dentro i risultati di ricerca, prezzi, metodi di pagamento e feature del prodotti: scusate se è poco…

    Non so, se devo essere sincero ho l’impressione che si confonda deliberatamente il semantic-web con i motori semantici, il che ammazza la discussione in partenza, e mi sembra un po’ fuori misura che si arrivi a considerarlo addirittura un “epic fail” (senza sapere neanche di cosa si tratta, ricordiamo).

  • Belano tutti in coro, senza manco una citazione. Parlano alle spalle perché sono molto più avanti!

  • ma qualcosa in piu’ lo abbiamo scoperto su questo volunia o no?

  • un esempio di motore semantico di buon successo per ció che concerne la lingua tedesca é sicuramente semager.de

    cmq mi piacerebbe testare questo nuovo motore di ricerca…io mi sono iscritto ma ovviamente se avanzano inviti non mi tiro indietro 😉

  • Sembrano i video che fa Madri tante parole e senza fatti anche un pò alla giacobbo “stiamo per scoprire ” ma dai o la dite una cosa o evitate di farci perdere tempo

  • io mi ricordo alcune interviste fatte l’anno scorso a Marchiori.. diceva che stava lavorando su un progetto in grado di profilare l’utente in base ai suoi comportamenti nel web. che volunia si muova in questa direzione?

  • Noto molta sfiducia..io credo che progetti di questo tipo possono aiutare veramente a cambiare un po le cose..io sono sempre stato un sotenitore di google, ma purtroppo ci stiamo troppo focalizzando sulle sue direttive..siamo diventati google-dipendenti..un po di sana e ottima concorrenza non farebbe male a mio avviso!

    Che ne pensate?

  • puoi invitare me?!? ::)
    grazie mille…

    la mail è npalinfo chiocciola gmail.com

  • Se ti avanza un invito me lo potresti inviare? marcot90[at]virgilio.it grazie mille

  • Sul sito di Volunia è appena comparsa la data ufficiale del lancio: 6 Febbraio 2012 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy