Analisi SWOT: come pianificare una strategia di successo

Spread the love

Spesso seguendo la mia attività di consulente incontro clienti che da tempo lavorano con “la rete”.

La scena più comune consiste nel vederli entrare in ufficio presentando quella che per loro è l’idea del secolo, una di quelle che potrà fargli fare il cosiddetto botto, convinti che un’intuizione così non potrà che funzionare e che l’unico problema consista solo nel farla conoscere.

Raramente noto una certa curiosità per un’analisi accurata dei fattori positivi e negativi adatti alla formulazione di una strategia che non corrisponda unicamente alla fase pubblicitaria.

Alcuni strumenti appartenenti al marketing convenzionale possono essere utili, anzi, essenziali nella formulazione di progetti vincenti e devono essere utilizzati per la creazione di un piano efficace che non lasci spiragli al caso.

Uno di questi è la S.W.O.T. Analysis, uno strumento di pianificazione strategica, usata per valutare i punti di forza (Strengths), di debolezza (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto in una determinata fase del suo ciclo di vita, permettendo così di analizzare la strutturazione di un’idea osservandola da quattro punti di vista diversi e contrastanti.

Tale utilizzo permette di prendere decisioni su quali sono i punti di forza su cui puntare o i punti deboli su cui intervenire e, in particolar modo, su quali sono le minacce presenti in un mercato trasformabili in opportunità.

In questa analisi vengono raggruppati i principali fattori interni (punti di forza e di debolezza) ed esterni (opportunità e le minacce) permettendo creare un quadro preciso della situazione in cui si svolgerà il nostro piano marketing.

E’ essenziale, nel momento in cui si formula una strategia, prefissare i differenti obiettivi e, tramite la matrice S.W.O.T., sviluppare azioni marketing in sinergia fra loro, evitando così che una determinata decisione aiuti il raggiungimento di uno scopo danneggiandone un altro.

Mettere nel giusto rapporto le caratteristiche del team con cui lavoriamo con il mercato in cui vogliamo agire permette di poter individuare, nel giusto ordine, gli obiettivi da raggiungere e i fattori esterni che potrebbero aiutarci o ostacolarci.

Personalmente ho seguito, collaborando in seguito al progetto, il lancio di Melascrivi.com, un prodotto che ben si presta alla spiegazione dell’utilizzo pratico della S.W.O.T.: questo portale infatti ha introdotto nel mercato italiano la realtà dei Content Marketplace, un sito che permette a differenti Editori nel Web di richiedere ed ottenere articoli e contenuti unici per i propri portali collaborando con tutti i web writers iscritti al sito a costi ottimali.

Il Content Marketplace è un prodotto nuovo, difficilmente spiegabile unicamente con messaggi pubblicitari, e con molteplici vantaggi da far apprendere ai Publisher.

La formulazione dello schema applicato per questo prodotto è stata:

Com’è facile notare tale matrice permette di visualizzare i punti chiave per lo sviluppo strategico, evidenziando i fattori di particolare interesse e da non trascurare.

Per esempio:

• l’arrivo di Google Panda, il nuovo algoritmo di Google che penalizza i contenuti di scarsa qualità e i relativi portali, è sicuramente un fattore esterno da prendere in considerazione poiché estremamente “pubblicizzato” e di evidente interesse per un target comune al Content Marketplace.

• la concorrenza da parte di aziende presenti nel settore con prodotti simili ma differenti o di aziende con forti risorse è una minaccia da tenere notevolmente in considerazione.

• è evidente la difficoltà di attirare l’attenzione di un target al quale si vuole spiegare le caratteristiche di un nuovo prodotto.

Brevemente, analizzando nel dettaglio anche gli altri fattori, si evidenzierà che una strategia di successo in questo caso potrebbe far leva principalmente sull’identificare tale prodotto grazie alla sua caratteristica principale, fornire articoli unici e di qualità, rappresentando quindi così un valido aiuto nella lotta contro “il Panda”, argomento che interessa notevolmente il target da prendere in considerazione. Mentre investendo molto sul “reclutamento di autori” in grado di soddisfare una grande produzione di articoli, si otterrà un forte vantaggio verso i competitors, diminuendo le minacce relative alla concorrenza.

Queste sono solo alcune delle scelte assolutamente propedeutiche rispetto al lancio di un prodotto, rappresentano considerazioni essenziali da tenere sempre “vicino” nello sviluppo di qualsiasi scelta; senza questi passaggi il prodotto potrebbe trascurare fattori di potenziale aiuto. Da qui in poi è ora di parlare di lancio, e per quanto riguarda le attività di SEO e SEM a voi le scelte.

Autore: Federico Pesce, Responsabile Ufficio Marketing di Melascrivi, per il TagliaBlog.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

7 Comments

  • Provo a segnalare quello che per me è un punto di debolezza di un progetto come questo. L’utente tipo di un marketplace del genere è un sito/portale editoriale oppure una società che ha bisogno di realizzare contenuti di qualità da pubblicare sul proprio blog aziendale, quindi un rapporto piuttosto continuativo, non proprio “spot”, penso infatti che abbia poco senso utilizzare questo servizio una volta sola.
    Di solito in questi casi il cliente, cioè chi commissiona il lavoro non ha tanta voglia di avere intermediari a cui pagare una commissione ogni volta che richiede un articolo ma preferisce avere un rapporto diretto con il proprio fornitore, una volta che lo ha selezionato e lo apprezza come professionista.
    Un servizio di intermediazione del genere lo vedo meglio per servizi “una tantum” come la realizzazione di un logo o la grafica per un sito web, come avviene in tanti siti nati negli ultimi anni che pubblicano contest per creativi.

  • Fra i Punti di forza inserirei i molti autori iscritti, io lo uso e riesco ad ottenere articoli veramente in pochi giorni. A volte alcuni contenuti sono da rivedere ma Il rapporto qualità prezzo è veramente ottimo.

  • 🙂 In Italia pare essere carente una cultura di marketing vera e propria e tanto efficace da poter fare la differenza. Credo sia una delle ragioni (tra le principali) dello spegnersi della competitività delle nostre imprese e aziende. Questo è un articolo semplice e chiaro che spiega bene la SWOT Analisys. Anche generoso, dal momento che l’esempio pratico, estremamente esplicativo, viene dall’interno dell’azienda dell’autore. Ci sono pochi commenti, il che dà da pensare…

  • Ti ringrazio Ilaria per il tuo commento, penso che sia essenziale, come dicevi tu, per rendere competitiva un’ azienda o un progetto studiare bene l’ambiente in cui si agisce, Melascrivi è un semplice esempio di come un’azienda giovane possa ottenere ottimi risultati ponderando bene ogni azione e creando sinergia fra i mezzi a disposizione

  • Sto personalmente seguendo un progetto molto simile ma al contempo molto diverso e credo che il più grande punto debole dei content marketplace sia la qualità dei contenuti assolutamente scadente, prova tangibile ne è il costo ad articolo così basso da far intuire già fin da subito la qualità del prodotto che si va ad acquistare, perchè per 2/4 euro ad articolo non posso certo aspettarmi che il povero writer scriva un piccolo capolavoro, giusto? Credo che la differenza la debba fare la qualità dell’articolo, proprio poi in virtù del Google Panda che premia contenuti originali e di qualità e di interesse per gli utenti…

  • @Federico: ho utilizzato Melascrivi per alcuni articoli per un blog.
    In effetti, come fa notare Jacopo, manca la possibilità di commissionare un lavoro più articolato.
    Mi spiego: nel mio caso gli articoli (per lo stesso blog) sono stati scritti da autori diversi. In una fase iniziale di conoscenza può andar bene, ma una volta identificato un autore valido, sarebbe utile poter instaurare un rapporto continuativo o poterlo contattare direttamente (ovviamente sempre tramite Melascivi ed in maniera anonima per non bypassare il servizio).

  • Molti dei nostri clienti sono molto soddisfatti della qualità dei contenuti che riusciamo ad offrire, sono comunque d’accordo che cercare di offrire sempre una qualità migliore sia un compito necessario proprio in forza alla filosofia e mission di Melascrivi . La nuova versione, rilasciata da poco, sarà infatti propedeutica alla fruizione di nuovi servizi adatti a “combattere” ,sempre con maggiore forza , il famigerato panda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy