La potenza dello Storytelling

Centinaia, migliaia di anni fa, quando l’uomo non sapeva ancora scrivere, si tramandavano sapere e conoscenza di generazione in generazione raccontando storie.

“C’era una volta, …”: così iniziano tutte le storie che ci raccontavano da bambini, che quelli della mia generazione ricordano molto bene riprodotte anche all’interno delle “Fiabe Sonore” (ti dice nulla “A mille ce n’è nel mio mondo di fiabe da narrar…”? 😉 ).

Credo quindi che nello Storytelling ci sia qualcosa di magico che risveglia nel nostro cervello meccaniche ancestrali e primordiali, qualcosa che alza immediatamente il livello d’attenzione e nello stesso tempo ci rende più ricettivi circa ciò che stiamo leggendo, ascoltando o guardando.

Chi si occupa di branding, marketing e management conosce molto bene la potenza dello Storytelling (che, a differenza di secoli fa, ora utilizza strumenti digitali e quindi può diffondersi e raggiungerci ovunque, 24 ore su 24, 7 giorni su 7): si parla ormai di Storytelling Management, per indicare una vera e propria disciplina che pare sia stata alla base di tanti recenti successi personali e aziendali (e soprattutto politici).

In altre parole, lo Storytelling è una prassi, ormai consolidata, che utilizza la narrativa per coinvolgere l’interlocutore (come ci viene raccontato in Storytelling And Your Quest For Business Success): “per ottenere il massimo impatto bisognerebbe far leva su tutti i 5 sensi, far leva sulle emozioni più che sull’intelletto”, spiega Nancy Lamb, autrice di vari libri che parlano proprio di Storytelling.

Pat Lencioni, autore di libri e business fable, crede che “le persone sono in cerca di qualcosa che cattura l’attenzione e che fornisce loro una piacevole esperienza. Penso che la gente impari meglio quando si sente coinvolta”.

C’è pure chi ha coniato un acronimo per spiegare in 6 punti come dovrebbe essere un storia: SUCCES, ovvero Simple, Unexpected, Concrete, Credibility, Emotion e… Stories.

E siccome la buona pratica dello Storytelling prevede che si racconti una storia coinvolgente e motivante, chiudo questo post con uno dei video probabilmente più citati quando si parla di Storytelling: si tratta del famosissimo “Stay Hungry, Stay Foolish” di Steve Jobs (qui con sottotitoli in italiano), discorso nel quale ci sono tutti gli elementi cardine della storia perfetta: fallimento, sogno, riscatto e successo.


Condividi questo articolo:
Default image
Max Valle
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.