Statistiche per blog: quali usare?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Monitorare gli accessi è importante...

Anche oggi rispondo ad un piccolo quesito:

“Ciao tagliaerbe, sul mio blog ho un contatore delle visite, ma vorrei mettere qualcosa di più professionale. Tu cosa usi?”

Inizio subito col dirti che i contatori eran cose di moda una dozzina d’anni fa 🙂 : un contatore ti dice solo quante visite registra la pagina sulla quale è posizionato… quindi offre esclusivamente un grezzo conteggio di tipo quantitativo.

Torniamo dunque alla domanda: quale sistemi di statistica uso sul TagliaBlog?

Ne utilizzo 2:

Google Analytics

Google Analytics

Nato ufficialmente nel novembre del 2005 (a seguito dell’acquisizione di Urchin Software Corp.), Google Analytics ti dice come gli utenti usano il tuo sito: quante pagine visitano, in che percentuale “rimbalzano”, quanto tempo rimangono.

I più curiosi si divertiranno a sbirciare la provenienza geografica, il tipo di browser, il sistema operativo, i colori e la risoluzione dello schermo dei visitatori. GA offre anche una completa panoramica/analisi sulle sorgenti di traffico: diretto, da altri siti o da motori di ricerca. E da poche settimane, Analytics integra pure AdSense.

L’unica perplessità? alcuni non amano fornire certi tipi di informazioni a Google, temendo che la cosa possa influenzare (ovviamente in negativo) la posizione del loro sito sul motore di ricerca… personalmente credo invece siano molti più i pro che i contro (perlomeno se non hai nulla da nascondere…), quindi lo utilizzo senza pormi particolari problemi.

LLOOGG

LLOOGG

Lanciato in beta nella primavera del 2007, LLOOGG è un servizio di statistiche web completamente italiano (qui la mia intervista al suo sviluppatore, Antirez).

LLOOGG è un servizio asciutto, essenziale, che offre i Top referers, le Top searches, le Top pages e anche la Browsers war. E (motivo principale per cui lo uso) mostra in tempo reale il flusso degli accessi al proprio sito.

Prova Seozoom

Perchè utilizzo due diversi sistemi di statistiche per il mio blog?

Semplicemente perchè fanno cose assolutamente diverse. Certo, entrambi i sistemi sono in grado di “contare” visite e visitatori, ma operano su piani completamente differenti; mi spiego meglio:

Google Analytics è la differita, con tanto di moviola annessa. Va guardato uno (o meglio due) giorni dopo rispetto al giorno che si intende monitorare.
LLOOGG è la diretta. Va guardato in real time, in una tab del browser a lui dedicata, più volte al giorno.

In pratica, con Google Analytics faccio le mie belle elucubrazioni “a bocce ferme”, ragionando sul passato.
LLOOGG invece registra e trasmette tutto quello che avviene in quel preciso momento sul mio blog: va guardato “al presente”, per prendere decisioni fulminee.

Fammi un esempio pratico…

Se vieni citato/linkato da qualche importante sito/blog/forum, puoi ricevere un consistente numero di visite concentrate in pochissime ore. Magari si parla di te, o del tuo blog, in un contesto dove (nel bene o nel male) è bene che tu intervenga immediatamente (magari anche solo per lasciare un semplice commento).

In questa situazione, Google Analytics è inutile, in quanto dovresti aspettare il giorno dopo per capire il motivo di quel picco di accessi… ed ecco che entra in gioco LLOOGG 🙂 : con LLOOGG basta una occhiata ai Top referers, e capisci subito se e da chi sei stato citato, e quanti accessi ti ha portato quel determinato link.

Conclusione

In ultima analisi, utilizzare 2 diversi sistemi può essere utile per avere una sorta di “backup”: nel caso in cui uno fa cilecca (raramente, ma è già capitato), ecco che l’altro mantiene traccia di ciò che accade.

Attendo comunque i commenti di qualche esperto di web analytics, che sicuramente avrà da (ri)dire 🙂

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

41 Comments

  • grazie per la spiegazione ,io infatti non capivo come mai su google analytics non avevo le statistiche in tempo reale grazie mille

    Reply
  • Traffico totale ieri utenti unici con histat 378 mentre con statcounter 535(First Time Visitors)

    differenza di 157 utenti…

    qualcosa non quadra.. in questo monetet sono 51 histats 59 statcounter vediamo fine giornata..

    Riguardo ad alexa prima di usare histats usavo vivistats e non ero presente in alexa , sono apparso con histats che comunica i miei dati senza dirmi nulla a quanto pare..

    statcounter ha legami con alexa qualcuno lo sa?

    Reply
  • Anch’io uso Statcounter, che effettivamente da un sacco di dettagli sui visitatori, ma purtroppo segnala un po’ di accessi in più. Ho confrontato i risultati con Hitstat, Google analytics e Statcounter. Mentre tra i primi due normalmente c’è uno scarto di massimo 10 visite, con Stat. la differenza può essere anche di diverse decine di visitatori (normalmente in più)
    ciao

    Reply
  • Ciao a Tutti uso da qualche mese histats , da qualche giorno ho inserito anche statcounter per curiosità visto che é quello piu usato al mondo.

    Bestiale Statcounter comunica molti piu dettagli di histats ad esempio in una pagina con dei link che portano a pagine che non centrano col mio sito registra questi link quando vengono cliccati..

    Ha un sacco di altre opzioni per questo ho pensato di toglire histats.

    Ho solamente una domanda con histast in questa giornata fino a questo momento mi ha contato 205 utenti unici mentre con statcounter 295( First Time Visitors)

    quale dei due é corretto?

    Reply
  • Ho usato Lloogg,

    li piace,

    ma non sono più riuscito ad aggiungere un sito,

    neanche registrandomi con un’altra email

    Reply
  • Salve a tutti, intervengo con molto ritardo nella discussione.

    Sono sempre stato un appassionato di ShinyStat: molto intuitivo, facile da installare ed utilizzare, notizie chiare e precise. L’unico limite è che per la versione free è previsto un tetto massimo di 2000 pagine viste giornaliere.

    Se questo può non essere un problema per piccoli blog, lo è per blog dalle dimensioni più importanti. Ad esempio, ho visto che il sito di L’Aquila utilizza proprio ShinyStat e durante i tragici giorni del terremoto è stato superato più di una volta (come prevedibile) il tetto delle 2000 pagine viste e le pagine viste ulteriori non sono state contate.

    Usando (da poco) Google Analytics, Lloogg e ShinyStat ho notato delle vistose incongruenze, soprattutto nelle pagine viste. Questo può essere dovuto ai differenzi fusi orari? Di quale mi devo fidare di più?

    Reply
  • Io !! Però non arrivano ai destinatari 🙁 Sapete se ci sono dei problemi ?

    Reply
  • Buongiorno,

    chi è così gentile da mandarmi un invito per LLOOGG??

    Grazie mille

    Reply
  • Io uso HiStats e Analytics di google… Sinceramente trovo histats abbastanza semplice, pratico e intuitivo… poi se voglio sapere altre info vado su analytics…

    P.s.
    Davide quando clicchi sui link degli articoli visualizza un arancione fastidiosissimo 😉

    Reply
  • @ Danilo
    Anch’io ho provato a lasciarti un commento nella pagina da te indicata, ma credo che non sia stato inserito nulla!

    Reply
  • Ho provato a contattarti tramite il plugin di wordpress, ma mi da qualche problema e non so se ti è arrivata la mia email..se non ti è arrivata, fammi presente per un eventuale invito!

    Reply
  • Io ho ancora 18 inviti per LLOOGG, lasciate la richiesta sul mio sito al link legato al mio commento.

    Penso anche che le statistiche vanno anche interpretate e studiate. Questo richiede qualche ora alla settimana. Tempo che purtroppo non ho 🙁

    Si possono creare nuovi post con argomenti suggeriti dalle statistiche. Parole chiavi più ricercate, dai browser che utilizzano i lettori, scrivendo notizie su di esso.

    Insomma si possono trovare tanti notizie e spunti ….

    Reply
  • Mi spiace Albert, ho finito gli inviti parecchio tempo fa 🙁
    Prova comunque a cercare su Google con la chiave “inviti lloogg”: qualcuno probabilmente ne ha ancora… 😉

    Reply
  • Ottima dritta Davide. Io uso da tempo Google Analytics, ma dopo aver letto questo post vorrei anche usare lloogg. Hai modo di inviarmi un invito per favore? Grazie,

    Albert.

    Reply
  • Ciao, anche io utilizzo GA perchè mi pare che tra tutti sia il più completo e concordo anche io sul fatto che inviare dati a GG in questo senso (se non hai niente da nascondere) possa essere più un vantaggio che uno svantaggio. Utilizzo anche AwStats per il monitoraggio degli accessi. Pensate che possa essere uno strumento valido?

    Reply
  • Anche io ne usavo due ed in certi momenti tre, ora ad esser sincero ho smesso e ne uso solo uno.
    La Web Analytics per le mie necessità è solo in differita. Sapere chi mi cita oggi non è tra le mie priorità e se anche avviene, rispondere domani non mi pare da fine del mondo.

    Parto dal presupposto, infatti, che come tutto la web analytics è un costo, io voglio lavorare 8 ore (diciamo 9) e non di più, quindi devo darmi delle priorità. Se faccio quella differita ed anche quella real-time, quando produco fatturato?

    Quindi, dovendo sacrificare qualcosa, ho sacrificato il guardare minuto per minuto cosa succede sul sito.

    Ovviamente per altri è importante (come nel commercio elettronico), ma lì ci pensano alcuni miei colleghi.

    Reply
  • Ciao.
    Anche io uso GA e Histats.
    Google Analytics è sicuramente un ottimo servizio anche se personalmente non sto sfruttando a fondo tutte le caratteristiche per ora.
    Anche Histats come servizio gratuito mi sembra ottimo considerando che per siti di medie dimensioni e con una mole di traffico non elevatissima,offre caratteristiche di tutto rispetto,con statistiche dettagliate.
    Personalmente ho scelto Histats per la sua praticità e immediatezza mentre GA mi permetterà in futuro probabilmente di avere caratteristiche piu’ professionali sfruttando i vari servizi (Adsense ecc.) che vengono integrati.
    Mi sembra una scelta sensata infine,usare 2 buoni servizi di statistiche anche per confrontare i dati tra di essi nel caso di qualche imprevisto o problema;non piu’ di due servizi pero’ in quanto oltre a rallentare il caricamento,i vari codici potrebbero interferire tra loro falsando i dati.

    Reply
  • Ciao, io uso Google Analytics e LLOOGG, che sono senza dubbio i migliori, per i motivi che il tagliaerbe ha perfettamente spiegato.
    Qualcuno parlava di statpress, mi sembra KaranSjet, ma crea un database enorme perché registra tutto sul tuo server… Se proprio si vuole usare un plugin per wordpress, allora consiglio wordpress.com stats, che fornisce dati in tempo reale sulle page views, i referral, top searches, top pages; questo non registra niente sul database e può essere una buona soluzione (ma è molto meglio LLOOGG). Ci vuole un’apikey di wordpress.com per questo plugin, ma la hanno tutti dato che probabilmente qualunque utilizzatore di wp usa akismet; altrimenti, se non la avete, basta registrarsi su wordpress.com per averne una. A presto!

    Reply
  • Anch’io ne uso due, Histats più GA.

    E per lo stesso motivo citato da Davide, ‘diretta’ e ‘differita’.

    Ultimamente anche Histats sta avendo problemi, ma solo perchè sta rinnovando completamente il servizio (in meglio).

    Non vorrei sbagliarmi, ma credo che anche queso sia un contatore italiano…

    Reply
  • LLOOGG è il migliore, vedi in tempo le visite. Bisogna anche dire che in queste ultime settimane ha avuto qualche problema.
    Ci sono altri due interessanti soluzioni:

    Statpress un plugin per WordPress. l’unico difetto che le statistiche vengono archiviate sul server del blog, creando un database enorme.

    Histats.com non mi dispiace affatto, interessante il grafico che visualizza le possibili visite.

    Reply
  • Dopo qualche tempo che usavo Hitstats sono passato ad Analytics che a mio parere fornisce risultati più dettagliati e personalizzabili, anche se i primi tempi bisogna prenderci confidenza per usarlo veramente bene.
    Il vecchio programma di stats era comunque ottimo, credo fra i migliori nella sua categoria: le visite non venivano aggiornate in tempo reale ma bastava un refresh della pagina e tutto era di facile consultazione! Ottimo!

    Reply
  • Anch’io uso statcounter + G.Anlaytics +sitemeter
    statcounterdevo dire da informazioni molto dettagliate anche se non so perchè conteggia ogni accesso effettuato da un utente anche nel giro di pochi minuti , quindi a fine giornata spesso mi trovo con molte più visite di quelle effettive che vengono invece conteggiate in Analytics e Sitemeter (che si differenziano invece di qualche unità).
    Sitemeter non mi piace assolutamente lo uso solo per avere idea degli accessi in tempo reale (il terzo incomodo diciamo 😉 ).
    ciao
    G.

    Reply
  • Anche io uso il plugin integrato di statcounter, le statistiche sono accurate e anche in tempo reale unica pecca la soglia delle 500 visite.

    Reply
  • Forse due sistemi di tracking che si integrano possono servire, ma solo per determinati volumi di traffico direi. Altrimenti si rischia solo di perdere il doppio del tempo analizzando dati. Per i dati in tempo reale direi che è più interessante poter monitorare i rendimenti AdSense piuttosto.

    Reply
  • Io uso StatCounter (http://www.statcounter.com/): gratis, invisibile, veloce, interfaccia semplice ma ricca di informazioni. Ovviamente fornisce risultati in real-time, con tantissime statistiche da consultare.
    Unica pecca: conserva solo 500 dati dei vostri visitatori, perciò, dopo avere avuto più di 500 visite, inizia a cancellare i dati del primo visitatore e così via…

    Reply
  • vi consiglio veramente di affiancare, a lloogg e analytics, il contatore di utenti online among.us, che funziona bene ed è secondo me utilissimo

    Reply
  • @karan
    Lo uso e lo trovo molto utile.

    Aggiungo che utilizzare più strumenti di analisi permette di capire se ci sono incongruenze nei dati forniti. Quindi è bene usarne anche tre se è possibile 😛

    Reply
  • di recente ho provato woopra, che a quanto pare si avvicina molto più a LLOOGG che Analytics. Funziona solo previa installazione del client su pc/mac/linux ma vale la pena provarlo.

    ciao

    Reply
  • domandina… avere 2 analizzatori di traffico (e quindi 2 codici nell’html delle pagine) non rallenta il caricamento del sito?

    Reply
  • non del tutto corretto. GA non è real time, ma selezionando il giorno corrente si possono vedere i dati non definitivi fino a tre ore prima. quindi se vieni citato e ricevi vagonate di traffico te ne accorgi eccome! 🙂

    In secondo luogo mi risulta che a causa di problemi di dimensionamento, LLOOGG stava per essere reso a pagamento. Questo non cambia la bontà del prodotto, ma le valutazioni se implementarlo o meno si…
    http://zzimma.antirez.com/post/lloogg-disservizi-futuro.html

    Reply
  • Interessante il servizio di LLOOGG, non mi dispiacerebbe avere un invito 🙂
    Sul dare informazioni a Google vedo anche io molti vantaggi.

    Reply
  • Occorrerebbe un’invito di presentazione per tutti i commentatori di “Tagliaerbe” 🙂

    Reply
  • Si, a quanto pare occorre essere presentati… nessuno che fa n invito collettivo? 🙂

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Statistiche per blog: quali usare?
Scroll to Top