Perché NON ci si iscrive a Facebook

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Facebook cresce sempre di più, vale sempre di più, ma c’è qualcuno che di iscriversi al popolarissimo social network non ci pensa nemmeno lontanamente.

Un ricerca di Wedbush Securities (ripresa da Business Insider), effettuata su un campione di 2.500 persone over 18, ha evidenziato i motivi per cui si evita di iscriversi a Facebook:

Perché non ti iscrivi a Facebook?


A parte i dubbi sulla privacy e la mancata conoscenza del servizio (percentuali, queste, che sembrano comunque avviarsi verso un calo), ciò che colpisce maggiormente è la parola tempo: 1/4 degli intervistati dice di non avere tempo, e più della metà (unico dato, fra tutti, in crescita) crede che Facebook sia fondamentalmente un time-waster, una gran perdita di tempo.

Anche io, come dicevo già 18 mesi fa, penso che seguire un social come Facebook implichi spendere del tempo, parecchio tempo. Più aumentano i contatti e più aumentano i messaggini diretti, gli inviti ad iscriversi a gruppi o ad usare strane applicazioni: tutte cose che erodono il nostro “monte ore” quotidiano dedicato alla rete, che magari è già rivolto ad un serie di attività e di letture ben determinato.

E questo tempo, che NON è infinito, alcuni preferiscono probabilmente indirizzarlo verso pratiche meno inutili e più produttive, forse meno ludiche e più seriose, ma comunque lontano dal più noto dei social network, che puzza di contenitore giocoso e inconcludente.

Forse, per convincere gli ultimi riottosi, Facebook dovrebbe integrare un motore di ricerca web un po’ meglio di come ha fatto sino ad ora con Bing, e magari anche un flusso di news selezionate e di alta qualità.

Mettendo motore, notizie e social (e ora anche email, SMS e chat tutti integrati…) dentro un recinto nel quale ci sono già 600 milioni di persone, quante di queste andrebbero a visitare il web che rimane fuori? 🙂

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Strumenti in google search console per webmaster
  • intervista alessia martalò
  • web stories
  • seo checklist

27 Comments

  • ho da poco uno smart phone e sta mattina ho aspetto facebook per provare ad iscrivermi ma poi ho pensato “forse è meglio che mi informo…perchè no? ma anche perchè si?” allora ho letto i vostri commenti ed concordo pienamente con Uluru….comunico preferibilmente di persona, anche se faccio delle gaffe paurose; contatto per campanello, telefono, sms, e-mail chi mi interessa e ultimamente mi son iscritta a Whats App, carino ed immediato, lì i compagni delle superiori son riusciti a scovarmi per invitarmi alla cena “twenty dopo la maturità”! Poi, a momenti devo andare su facebook per sapere dov’è andato mio fratello in vacanza!!!!! Ma scherziamo!!!! Va bene il virtuale ma fino ad un certo punto, siamo fatti di materia, ragazzi! VIVIAMO ALLA GRANDE!!!! Ciao Facebook……non mi iscrivo!

    Reply
  • Mai avuto la necessita di iscrivermi a facebook, nonostante le pressioni di alcuni amici e parenti. Il motivo? Se devo passare del tempo sul Web preferisco farlo in modo costruttivo e non per leggere che tizio o caio che conosco, stamattina hanno avuto il mal di pancia e hanno passato un ora al cesso. Ci sono molti altri social piu costruttivi o comunque siti web dove oltre che a divertirti in maniera sana hai l’opportunità di imparare qualcosa. Facebook fomenta la curiosità morbosa, il pettegolezzo, la voglia di far sapere agli altri cosa fai e che magari hai una vita interessante (anche se non ce l’hai). Insomma…una perdita di tempo. Volete un Social utile? Reddit!

    Reply
  • Facebook è frequentato, per la maggior parte, da gente che ha bisogno di fare sapere che esiste, che vuole fare schiattare altri mostrando ciò che fa e dove va, gente che posta frasi che non sono sue e che possiede una cultura mediocre (se non inesistente), che non sa scrivere in italiano corretto.
    Sinceramente compatisco queste persone.
    Ma si sa, la madre dello scemo è sempre incinta.
    Sono pochissimi gli utenti che posseggono una buona cultura, che usano questo social network per informarsi (notizie, annunci di lavoro), o per inviare messaggi a persone veramente lontane e che non possono vedere spesso, o che non stanno on-line diverse ore.

    Reply
  • Ma sì, Alessandro, non c’è nulla da capire… ognuno faccia ciò che crede, no?
    Io non sono iscritta ma molte mie amiche lo sono. Io son serena così.
    Sicuramente ci son lati positivi e negativi, ognuno valuti e faccia ciò che preferisce.
    Buona giornata
    Elena

    Reply
  • Non capisco chi si collega per lungo tempo a facebook ma altrettanto chi, con le più disparate argomentazioni, non si iscrive e/o comunque non gli interessa per niente. Personalmente mi collego 3-4 volte la settimana semplicemente per “sentire” amici se hanno novità, se hanno scritto una poesia o un semplice pensiero, se hanno una nuova ricetta culinaria e altro; dato che, non potendoli incontrare tutti, tutti i giorni, penso che dando una scorsa a quanto inseriscono riesco a mantenere un contatto al quale posso anche aggiungere il mio parere. Tutto qui.

    Reply
  • Io non sono iscritta a Facebook semplicemente perché non mi piace e non mi iinteressa. Ci hanno stra-provato a farmi cambiare idea dandomi della snob ma non capisco l’importanza di tanta insistenza. Ho whatsapp che è divertente e anche utile e… ne ho d’avanzo. Un bacio

    Reply
  • io non sono iscritta a facebook semplicemente perché non sono interessata a sapere i fatti di tutti e perché credo sia uno strumento che fa perdere la bellezza del “raccontare le cose”. ormai nessuna ti racconta più nulla perché l’ha anticipata su facebook, oppure gli argomenti di discussione sono diventati “hai letto su facebook che…” quindi io ne sto lontana e mi tengo la mia vita privata e le mie foto appese. SOno iscritta a twitter però , lo trovo meno invasivo e dispersivo più concreto senza chat o altro senza che la home sia invasa da stati idioti e foto di cui nessuno ha interesse e a livello di argomenti , ce ne sono di molto più interessanti.
    ciao a tutti

    Reply
  • se avessi fb starei 23 ore al giorno collegata e la 24esima mi dovrei riposare dalle 23 precedenti…ho una vita.nn posso permettermelo.buona giornata e guardate il cielo e le stelle stasera anziche collegarvi.pensate e rilfettete.fa molto bene.love.

    Reply
  • FB è banalizzazione dei sentimenti di amicizia e initimità. (quasi) tutti devono sapere tutto di me in qualunque momento, più amici ho più sono figo. Si delegano al sito in blu tutti i nostri rapporti interpersonali, il nostro desiderio di estrema socializzazione. Personalmente preferisco decidere io cosa, come e quando far conoscere a chi scelgo io. Preferisco mantenere la scelta di raccontare la mia vita a chi merita e non indistintamente a tutti per solo per farsi fighi e appagati dal “vedi che vita sociale che ho?”. Preferisco non regalare i miei dati a FB ed attivare una profilazione spaventosa.Sono geloso della mia vita, della mia privacy ma non così tanto da negarla a tempo debito a chi mi dimostra la sua amicizia. E non su facebook.

    Reply
  • Non sono iscritta ma senza nessun motivo in particolare, semplicemente mi piace comunicare con le persone in altro modo…tutto qui,
    invece spesso sento parlare di snobbismo o paura per la privacy nei confronti dei non iscritti, allora io mi domando: ma è un obbligo essere iscritti??
    Non credo!!

    Reply
  • Articolo interessante, credo che fb sia il miglior metodo per perdere tempo e ingabbiare gli utilizzatori del web, ha i suoi lati positivi, ma quanti realmente li usano?

    Reply
  • Io lo uso come strumento per generare traffico verso miei siti ma non ho un mio account reale e non ho internzione di crearlo.

    Reply
  • Mi piacerebbe sapere la percentuale che differenzia gli iscritti attivi da quelli passivi (come mè)
    Penso che questo sia un dato interessante che potrebbe darci qualche sorpresa

    Reply
  • Pur lavorando in ambito web, non mi sono mai iscritto a FB e, a meno di cause di forza maggiore, non penso lo farò.
    Forse perché:
    – ho 40 anni (sono old!)
    – non sono desideroso di mettere in piazza gli affari miei
    – non mi interessa essere contattato da un compagno di liceo di cui non so nulla da 20 anni (e se non ne so nulla un motivo ci sarà, altrimenti saremmo rimasti in contatto..)
    – non ho fisicamente il tempo per “cazzeggiare” e per rispondere a tutti
    – non mi fido di FB per quanto riguarda la protezione della mia privacy.
    Poi, se sarò “costretto” per ragioni di business ok, per il momento ne sto alla larga 😉

    Reply
  • Facebook?!?!… ottimo strumento per veicolare visite automatizzando il tutto in modo da perderci il minor tempo possibile.

    Reply
  • Non concordo con chi afferma di non iscriversi perchè ritengono FB una perdita di tempo. Alla fine mica sottoscrivi un contratto quando ti iscrivi, che ti obbliga a mandare un tot numero di messaggi al giorno. Uno si iscrive e si connette come può quando può.

    Reply
  • ..che poi i motivi indicati in questa ricerca sono gli stessi che vengono proposti da Facebook quando si richiede di disattivare un profilo

    Reply
  • Beh, bisogna considerare che parallelamente all’aumento dei nuovi iscritti, una percentuale di vecchi iscritti comincia a disertare il campo.
    Questo si tramuta in uno scarso numero di utenti veramente attivi che pubblicano e condividono contenuti di puro svago, futili, trivial.
    Motivo per cui gli utenti attivi continuano a frequentarlo: Facebook è un momento di svago della giornata, in cui ci si diverte a curiosare tra la vita degli altri, dimenticandosi però che essere presenti su Facebook e partecipare in modo attivo contribuisce a rappresentare qualcosa che spesso viene sottovalutata: la propria identità online.

    Reply
  • Domanda (seria): ma se voi voleste far iscrivere a Facebook un amico/conoscente, quali vantaggi gli elenchereste?
    Ve lo ricordate il “mai più senza” della rivista “Cuore”? 🙂 😀

    Reply
  • Personalmente non sono iscritto, perché penso sia davvero la negazione del web.

    Non sono iscritto ufficialmente, ho un account con cui lavoro e creo pagine ai miei clienti, perché un fenomeno così esteso non può essere ignorato.

    Come “Espressione Regolare” intravedo il bel pollaio recintato. Vedo il rischio di perdere un sacco di tempo. Vedo una povertà di contenuti che equivale allo Spam.

    Vedo lo strumento che ha migrato il popolo della televisione sul web.

    Non è lo strumento che non mi piace è la gente che lo frequenta. 😀

    Reply
  • Ora che “the social network” ha vinto il golden globe saranno sempre di più coloro che per semplice curiosità andranno ad iscriversi.
    Personalmente ritengo che la sottile (?) critica alla frivolezza dei contenuti di facebook rispetto ad altri siti sia ingiusta. Possiamo fare un parallelo con i contenuti televisivi che seguono e non formano i gusti degli utenti. Chi guarda Emilio Fede forse non vuole un telegiornale imparziale. Pur condividendo la necessità di far uscire le persone dalla scatola facebook credo sia il caso, almeno fino a questo momento, di spostare il discorso sulla neutralità di facebook rispetto ai contenuti degli utenti.
    Inoltre, la grande sfida ora è tra un futuro webcentrico ed un futuro appcentrico, sfida che vedo propendere verso una vittoria delle App…
    Marco Costanzo

    Reply
  • Io sono uno degli esemplari ancora non iscritto su Facebook!!!

    Se volete mi metto come cavia per capire questo orribile peccato dei nostri tempi. Il mio caso è ancora più paradossale visto che lavoro su internet gestendo numerosi siti e portali.

    Il motivo primario per cui non mi iscrivo su facebook così come ben si evince dai dati dello studio è il tempo. Lavorando tutto il giorno ed a volte anche la sera davanti al computer sarebbe una distrazione imperdonabile. Non sono contrario a priori, penso che mi iscriverò fra qualche anno, quando avrò accumulato delle risorse e una prospettiva economica di rilievo e più tempo da deicare allo svago.

    Uno dei motivi per cui mi piacerebbe iscrivermi su Facebook è ritrovare i vecchi amici ed i compagni di scuola perduti (ma va, chissà per cosa era nato facebbok).

    Reply
  • Beh anche secondo me va saputo usare bene. Può essere utile, ma non è tutto. Il web è una cosa più ampia e offre contenuti molto più ampi.

    Facebook è quasi una bacheca dove appendere qualcosa da condividere con amici e conoscenti.

    Reply
  • Meno male che qualcuno ancora resiste ad iscriversi a facebook. Gli iscritti su facebook sono un’infinità ed effettivamente porta via molto tempo, tanto che tutte le aziende bloccano l’accesso per evitare che i dipendenti ci passino le giornate invece di lavorare.
    Se facebook vuole conquistare quella parte di popolazione che ancora non si è iscritta, deve renderlo “utile” e non solo un passatempo (o perditempo).

    Reply
  • > Mettendo motore, notizie e social dentro un recinto nel quale
    > ci sono già 600 milioni di persone, quante di queste
    > andrebbero a visitare il web che rimane fuori?

    Ed ecco che torniamo alla AOL del ’94, e il cerchio si chiude. Un bel pollaio recintato.

    Buonanotte.

    Reply
  • Personalmente penso che Facebook bisogna saperlo utilizzare. Può essere uno strumento che fa perdere tantissimo tempo, ma se si utilizza al meglio può essere molto utile.

    Ad esempio potremmo eliminare dallo stream tutte le persone che postano contenuti inutili e lasciare solo alcune persone che inseriscono contenuti che ci interessano o le persone più importanti.

    Per il resto, dalle analisi che ho effettuato personalmente fra amici e parenti, confermo che è molto importante il tema privacy e “situazioni sentimentali” che potrebbero complicarsi proprio per l’utilizzo di Facebook! (a detta di alcuni)

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Wordlift
Prova Seozoom
Perché NON ci si iscrive a Facebook
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi