Perché investire nel Social Media Marketing?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Come emerge da un sondaggio condotto da Wildfire App su 700 esperti di marketing in tutto il mondo, il 97% dei manager pensa che il Web Marketing e l’utilizzo dei Social Media rechi benefici al loro business.

Social Media Marketing benefits & spending

La diffusione e l’investimento nel marketing 2.0 è in costante aumento e secondo una rilevazione di Borrell Associates, a pochi mesi dall’inizio del 2012, le piccole e medie imprese hanno raddoppiato il budget di investimento per la pubblicità online. Eppure:

1. le imprese, ancorate a sistemi tradizionali di pubblicità e marketing, sottovalutano la complessità, la cura e le competenze che, invece, il Web marketing necessita;
2. non vi sono indicatori standard per misurare il successo della attività svolte sui social media: gli stessi fan di una pagina, i likes di Facebook, i commenti ad un post (la cui quantità certamente conta) non possono, però, essere interpretati esclusivamente attraverso il dato numerico. Questo spaventa le imprese che spesso rinunciano anche a calcolare il ROI del social media marketing, errore estremamente dannoso, come confermato dai dati raccolti nella ricerca “The Social Media Data Stacks“.

Per poter sfruttare al meglio e in modo oculato questa grande risorsa bisogna iniziare a pensare al web marketing e al social media marketing come un investimento a lungo termine: dedicando una parte di budget destinato al marketing all’implementazione di questa attività, scegliendo risorse umane qualificate e competenti, integrando nell’organizzazione dell’impresa e nei processi di business i social media e la promozione web.

COSA CONTA NEL WEB MARKETING

Secondo una ricerca svolta da InSites Consulting “Social Media Integration Study” le imprese che hanno elaborato un piano di integrazione dei social media con la promozione e l’advertising sul sito aziendale e con il web marketing, hanno avuto risultati finanziari nettamente superiori alle imprese che non lo hanno fatto.

Il sito aziendale tradizionale, in cui il cliente va per cercare informazioni sta diventando la base imprescindibile per la promozione web, a cui, però, deve essere accompagnata tutta una serie di azioni mirate che portino al coinvolgimento attivo del clienti con l’azienda stessa.

Ciò che davvero conta nel web marketing è l’interazione tra azienda e consumatore, il rapporto diretto con il prodotto, la brand perception (percezione del brand), ancora di più del brand awareness (conoscenza del brand) e, soprattutto, la partecipazione delle persone a cui viene chiesto di prendere una posizione attiva nei confronti dell’azienda: il brand diventa parte del tuo mondo quotidiano.

PERCHÉ AFFIDARSI AD UN SOCIAL MARKETER ESPERTO

Molte imprese, assumendo un atteggiamento già in partenza inconcludente, credono che la figura del Social Media Marketer sia ricopribile da chiunque: l’idea più diffusa è che anche un ragazzo neolaureato, che non ha mai avuto esperienze aziendali importanti, abbia le competenze per poter “giocare” con Facebook, mettersi a Twittare per i followers o scrivere un post sul blog aziendale.

Questo pensiero è assolutamente erroneo, dettato soprattutto dal fatto che le aziende o i manager spesso hanno un’idea poco chiara di cosa sia il social media marketing o il web marketing in generale e di cosa davvero comporti elaborare una strategia efficace di image building volta alla partecipazione e alla condivisione sui temi che l’azienda ha interesse a promuovere.

Vediamo perché, invece, è proficuo investire su una risorsa competente:

1. il social media marketer ha ottime capacità di scrittura, padroneggiando registri linguistici differenti e tutti in modo impeccabile, in questo modo potrà comunicare a target differenti e a tutti in modo efficace. È, a tutti gli effetti, un copywriter;
2. ha una cultura generale molto vasta sia umanistica che economica che gli permette di interfacciarsi con diversi tipi di interlocutori in modo adeguato, scegliendo toni e contenuti proficui per il successo della comunicazione;
3. ha una conoscenza del web approfondita, ne conosce i meccanismi, le dinamiche e l’estrema flessibilità, per questo è continuamente aggiornato sulle ultime novità e le strategie di engagement sui social network;
4. ha una buona conoscenza dei più comuni software informatici, ma anche una conoscenza discreta del linguaggio html;
5. ha un’ottima conoscenza del marketing tradizionale.

Investire nel web marketing, aprire un canale per la social communication permette, dati alla mano, di attivare delle campagne con rischi calcolati e vantaggi misurabili ma l’investimento in risorse professionali esperte del settore, in tempo e in un budget calcolato, è la conditio sine qua non per avere successo in questo campo.

Le aziende sono avvertite: il web inizia ad essere una realtà matura che richiede competenze specifiche. Le PMI italiane sono pronte a capirlo?

Autore: Martina Ercoli, Content Manager presso New Com Agenzia Web di Roma, per il TagliaBlog.

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Strumenti in google search console per webmaster
  • intervista alessia martalò
  • web stories
  • seo checklist

11 Comments

  • ciao

    stavo cercando alcuni spunti per spiegare i vantaggi concreti per una PMI per investire in social media marketing. Nella prima parte tutto sembrava portare verso questa direzione del discorso poi mi sa che l’articolo si è perso…

    Reply
  • I grossi portali come Libero, Virgilio, Tgcom ecc.. ormai sono pieni di pubblicità, i nostri piccoli siti web possono sperare sono in Adsense, i Social Network possono portare visite ma senza mai stravolgerle.

    Reply
  • C’è una contraddizione che mi balza sempre all’occhio quando leggo queste cose.. il social media marketer fa fatica ad avere i famosi ‘anni di esperienza’, perché, anche solo 2 anni fa, il social media marketing in Italia era più un miraggio che una realtà. Quindi, onestamente parlando, l”esperto di social media’, rispetto a chi inizia ora, di esperienza in più non ne ha poi così tanta! Al massimo ha esperienza in web marketing.. ma quella è tutta un’altra cosa, l’engagement di una campagna adwords o seo è diverso da quello di una complessa campagna di social media marketing!

    Reply
  • @flokant @ Guadagnare on line @ kekrica: grazie e grazie a tagliablog per aver ospitato il mio post!

    @ Marco: anche io ho ancora i miei dubbi, soprattutto per l’inafferrabilità di alcune variabili che non permettono di avere un riscontro di tutte le singole mosse. Ma c’è qualcosa, un quid nei social media che, una volta innescato è difficile da bloccare, come un virus che si propaga. Sempre di più le persone contano, singolarmente, ed è quello che rende forte un social network piuttosto che un altro guarda Google+ ad esempio e confrontalo con Facebook. A questo proposito è molto interessante un altro articolo pubblicato sempre da tagliablog https://blog.tagliaerbe.com/2012/04/pubblicita-facebook-google.html. Il dibattito comunque resta aperto e la partita è ancora da giocare ed è questo che lo rende interessante! Resto cmq dell’idea che adsense da solo non basta più e il solcial media marketing sia un ottimo modo di integrare questo tipo di campagne.

    @ Alfio T.: Alfio, il fai da te può anche non finire, l’importante è che vengano fatti i doverosi distinguo. Io mi confeziono gli abiti da sola, ma di certo non li spaccio per dei Donna Karan 🙂 spariamo che pian piano tutti inizino a fare un po’ più di autocritica

    Reply
  • Non credo molto in questa formula, penso che l’unico guadagno su internet rimanga sempre e solo adsense e simili!

    Reply
  • Effettivamente credo che nel lungo termine la pubblicità su Internet supererà quella televisiva, considerato soprattutto che con il Social Marketing non ci sono i confini fisici che si hanno ad esempio con il digitale terrestre. Allo stato attuale la pubblicità sui social media è più economica rispetto a quella televisiva, e raggiunge un numero enorme di utenti. Il futuro pubblicitario si giocherà sul web.

    Reply
  • Finalmente le persone si affideranno a gli esperti del settore..o almeno spero..è veramente triste non essere riconosciuti com professione, ma come “millantatori” di fantasticherie.
    A me capita spesso, esclusivamente con le piccole ditte “artigiane”, che non si rendano conto del potenziale del Web.
    Comunque bisogna avere fiducia..speriamo bene!

    Reply
  • I miei complimenti a Martina Ercoli per il post ed a Davide per aver dato l’opportunità a Martina di scrivere quest’articolo interessante. Sarebbe a questo punto interessante anche sapere quali sono, secondo Martina, le fonti da cui imparare, quali quelle da seguire, …. Che ne dite?

    Reply
  • Molto interessante l’articolo. Sono anche d’accordo con @flokant sulla difficoltà di far capire alle PMI come usare efficacemente le reti sociali. Affidare l’attività in rete ad un giovane neolaureato che si suppone sappia almeno ‘smanettare’ su internet è comunque un’eccezione: la regola purtroppo è aprire un profilo su fb per lasciarlo poi vegetare.

    Reply
  • Ottimo articolo, condivido ogni singola frase.
    Purtroppo molte PMI, soprattutto in questo periodo, fanno fatica a capire persino il valore del “semplice” sito web… D’altro canto lavorare con aziende propositive e sensibili alle dinamiche del SMM può dare grandi soddisfazioni.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Wordlift
Prova Seozoom
Perché investire nel Social Media Marketing?
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi