Home » Mobile » Il tuo sito è pronto per il mobile?

Il tuo sito è pronto per il mobile?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Secondo una ricerca di Chitika datata Novembre 2010, solo il 3,54% dei primo milione di domini web (della classifica di Alexa) aveva allora un sito web dedicato a chi vi accedeva via mobile.

Percentuale di siti Mobile Ready, secondo Chitika

Il che significa che poco più di 2 anni fa oltre il 96% dei siti ignorava quasi completamente gli utenti dotati di smartphone: li faceva atterrare sulla “versione desktop” del sito, e – probabilmente – forniva loro una brutta esperienza d’uso.

Nel 2012, nonostante si continui a parlare di boom del mobile, è cambiato qualcosa? Stranamente ben poco.

Come riportato su Search Engine Land, negli USA – e non solo – la percentuale di accessi via mobile si sta avvicinando alla doppia cifra: StatCounter segna circa il 9%, e anche Quantcast è sulla stessa falsariga.

Secondo una ricerca Mongoose di quest’anno, però, su un campione di circa 882.000 siti web solo 79.133 ha una versione mobile sullo stesso URL – o un redirect verso un URL dedicato – numero che scende a 76.241 quando l’accesso avviene tramite un feature phone.

Eppure gli m-site, ovvero i siti web fatti apposta per dispositivi mobili, risultano addirittura preferiti alle app quando si tratta di comparare prezzi, leggere recensioni e fare acquisti:

Gli m-site son preferiti alle app, nel caso di shopping

Secondo i dati raccolti da Google nella sua iniziativa denominata GoMo, fornire una cattiva mobile experience può addirittura far perdere clienti:

Se offri una brutta mobile experience...

• il 57% degli utenti evita di raccomandare un’attività con un brutto m-site
• il 40% ammette di essere passato ad un competitor a causa di una brutta mobile experience
• il 23% dice di “aver lanciato maledizioni” allo smartphone trovandosi davanti un sito non funzionante

Il tuo sito è pronto per il mobile? Se come me usi WordPress, basterebbe un plugin

Max Valle
Max Valle
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Altri articoli correlati

Ciclo di vita di una startup - Tagliaerbe

Ciclo di vita di una startup

Una startup dalla nascita fino al consolidamento sul mercato o almeno fino alla perdita dei requisiti propri di una startup, attraversa diverse fasi, le quali

9 risposte

  1. dico solo una cosa, fino a poco tempo fa trovare il sito in versione mobile era gratificante, oggi con i sempre più potenti dispositivi mobile ogni volta che trovo un sito mobile cerco il link per mettere la versione desktop…

    tra 1 anno ci sarà davvero bisogno di una versione mobile del sito ?

  2. Io ho creato una versione del mio photoblog facilmente navigabile anche da smartphone e tablet. E non sopporto alcune versioni mobile di siti e blog: i soliti plugin preconfezionati sarebbero da abolire!

  3. Gli m-site li considero ormai una soluzione obsoleta, gli smartphone hanno schermi e risoluzioni tali per cui è molto più preferibile una soluzione di RWD rispetto ai siti mobile.

  4. Anche secondo me da Tablet la versione desktop è molto meglio… e si vede anche dai commenti degli utenti.
    Su smartphone sarei curioso di sapere quanto incide la versione mobile sugli adsense… Qualcuno ha qualche esperienza?

  5. Come al solito articoli interessanti e mi permetto di replicarlo nella nostra pagina facebook.
    Ma sapete quanti siti non hanno un telefono in evidenza tale che dal telefonino sia immediatamente contattabile? Viaggio spesso e gli hotel hanno seri problemi di questo tipo.

  6. Purtroppo anche io, nonostante utilizzi giornalmente il mio iPhone per collegarmi ad internet, ancora non ho impostato la versione mobile dei miei siti.

Lascia un commento