ShoeMoney e JohnChow: quanto hanno guadagnato nel 2007?

Gli ultimi e i primi giorni dell’anno sono da sempre tempo di bilanci.
Anche 2 fra i più noti Make Money Blogger hanno postato nei giorni scorsi il loro rendiconto relativo al 2007, e i numeri sono davvero da paura.

ShoeMoney: oltre 200.000 dollari

Negli ultimi 12 mesi, Jeremy Schoemaker è riuscito ad intascare oltre 200.000 dollari con il suo blog.
Ma partiamo dai costi: Shoemoney.com gira su di un server Dell 2950 2x Dual Core (modello 5120), con 8GB di RAM e 5x160GB di Hard Disk SATA in RAID5; la macchina “nuda” ha un costo di circa 3.000 dollari, al quale va aggiunto il canone relativo alla banda internet (il consumo medio di Shoemoney.com è di circa 2MB), che non viene però specificato.
Possiamo ora ai ricavi: da gennaio a maggio, Jeremy ha incassato “solamente” 5.000 dollari al mese col suo blog. A seguito dell’aggiunta della pagina Advertising on ShoeMoney, le revenue si sono moltiplicate di ben 4 volte, e dal successivo mese di giugno tutti gli spazi pubblicitari del blog risultavano prenotati, spesso anche con 3-4 mesi di anticipo. A novembre ShoeMoney.com ha generato l’incredibile cifra di 30.000 dollari, permettendo a Jeremy di chiudere l’anno con oltre 200.000 dollari di fatturato pubblicitario, generati principalmente da sponsorizzazioni dirette o link affiliati.
I “premier sponsor” del 2007 sono stati Azoogleads, ClickBooth, Facebook Ads, e Rocketprofit.

John Chow: 180.305,94 dollari

Anche John Chow ha seguito nel 2007 un cammino molto simile a ShoeMoney: parte a gennaio con “soli” 3.440,66 dollari, e in un crescendo costante arriva ai 25.040,36 di dicembre.
Fra le sue maggiori fonti di reddito, sponsorizzazioni dirette, affiliazioni varie, recensioni a pagamento (ReviewMe) e vendita di link testuali (Text Link Ads).
E l’obiettivo di John Chow per il 2008 è ancora più ambizioso: superare i 300.000 dollari.

Conclusioni

Ci sono almeno 3 dati sui quale ci sarebbe molto da discutere (e anche parecchio su cui riflettere):

  • ShoeMoney.com riceve solamente il 10,46% di traffico dai motori di ricerca. Il 41,73% sono accessi diretti, mentre il 47,80% da referring sites (siti di provenienza).
  • L’eCPM di JohnChow.com è di 102,56 dollari. Significa che guadagna mediamente più di 100 dollari ogni 1000 pageviews. ShoeMoney ha fatto più di 200.000 dollari con 4 milioni di pageview. Significa che per ogni pagina visualizzata guadagna circa 5 centesimi di dollaro.
  • Google AdSense non è una voce di ricavo per i “problogger”. Le fonti di reddito sono parecchie, ma del noto programma di Google non vi è traccia.

In pratica, sembra che tutto ciò che vale per i normali siti non valga per ShoeMoney e John Chow: i motori di ricerca sono solo una piccolissima fonte di traffico, l’eCPM dei banner è enne volte superiore agli standard mondiali, e il più noto programma pubblicitario (AdSense) è completamente ignorato dai 2 Six Figure Blogger.
Esempi da imitare o casi più unici che rari?

Fonti: 2007 Blog Statistics e Blog Income Report – December 2007

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

14 Comments

  • Direi che ormai sono talmente tanto influenti e letti che le regole per loro non valgono. Possono fare praticamente quello che vogliono e non è detto che chi li segue abbia gli stessi risultati. Per me caso a parte. Qualche volta mi viene voglia di mettermi a scrivere inglese…

  • Mi limito ai numeri di shomoney.

    Dal 1 agosto al 31 agosto 2005
    ha registrato una media di almeno (13.477.628/31) = 434.762 pagine viste al giorno
    rif: https://blog.tagliaerbe.com/wp-content/uploads/2007/11/shoemoney-report-adsense.jpg

    Dal 1 gennaio al 31 dicembre
    ha registrato una media di (4.004.463/365)= 10.971 pagine viste al giorno
    rif: http://www.shoemoney.com/gallery/d/16658-1/Dashboard+-+Google+Analytics.jpg

    Quindi un crollo verticale, da 434762 pv/giorno a un misero 10971 pv/giorno

    E Alexa che dice?

    agosto 2005
    pv giorno -> 434.762
    alexa rank -> oltre 100.000a posizione

    tutto 2007
    pv giorno -> 10.971
    alexa rank -> circa 3.000a posizione

    rif: http://www.alexa.com/data/details/traffic_details/shoemoney.com

    Nel 2005 tu Tagliaerbe quanti link hai dato a Shomoney? e nel 2007?

    Ricapitolando:

    Quando non godeva della campagna di link baiting, e pochi lo conoscevano e alexa lo sottovalutava,
    era visitatissimo e molto remunerativo,
    ora che c’è la campagna di link baiting, e alexa lo sopravaluta,
    è molto meno visitato.

    Come te lo spieghi?

    a) il link baiting porta sfiga
    b) è tutta una magia di photoshop
    c) … ????

  • ERRATA CORRIGE
    su quanto ho scritto

    ERRATA
    Dal 1 gennaio al 31 dicembre
    ha registrato una media di (4.004.463/365)= 10.971 pagine viste al giorno

    CORRIGE
    Dal 1 gennaio al 26 dicembre 2007
    ha registrato una media di (4.004.463/360)= 11.123 pagine viste al giorno

    comunque esageratamenbte meno rispetto all’agosto 2005

  • @Miki: dalle voci che girano, ShoeMoney è un mago dell’arbitraggio. Ipotizzo quindi che per portare traffico sul suo sito/blog, abbia usato (o utilizzi tuttora) in modo massiccio AdWords.
    Significa che i numeri che vediamo (sia dal punto di vista quantitativo, che da quello puramente economico) potrebbero essere clamorosamente falsati (intendo dire: per fare 200.000 dollari, magari ne spende 100.000 in AdWords).
    Ricordo inoltre che nel disclaimer del suo blog ( http://www.shoemoney.com/disclaimer/ ) è riportato: “You should assume everything written on this blog is a lie”. Pertanto vale tutto e il contrario di tutto…

  • Già non mi fiderei tanto dei numeri e soprattutto di quel 41,73% di accessi diretti. Tanto AdWords anche secondo me.

  • Tagliaerbe io credo che sia quasi impossibile che con quelle visite, comunque le abbia ricevute, sia passato inosservato ad Alexa, che è si falsabile, ma al rialzo, non al ribasso.

    434.762 pagine viste al giorno,
    con un rapporto di 2,75 pagine viste a visita (vedi 2° screeshot),
    corrispondono a (434.762/2,75)=158.095 visite al giorno.

    Una enormità per un blog, che in Italia solo Beppe Grillo riesce a fare distaccando notevolmente tutti gli altri, ma Beppe Grillo è uno che ha portato in piazza centinaia di migliaia di persone.

    Chi è invece Jeremy Schoemaker?

    Uno che è famoso solo perché guadagna tanto col suo blog,
    o meglio dice di guadagnare tanto,
    e per dimostralo ha pubblicato la foto di un assegno, e degli screen shot,
    ma qualsiasi buon grafico sarebbe in grado di generare assegni e screen shot con i numeri che vuoi.

    Cosa pubblicava nell’agosto 2005 di così tanto interessante?

    Archive.org non ha alcuna pagina archiviata perché tramite robots.txt glielo ha impedito,
    sono andato così a vedere nell’archivio dei suoi post.

    Qui ci sono i suoi primi articoli:
    http://www.shoemoney.com/page/62/

    1° articolo “October 11th, 2004”
    (foto che ritrae lui insieme a paris hilton, post snobbato dai commenti fino all’8 agosto 2005)
    2° articolo “May 14th, 2005”
    3° articolo “August 1st, 2005”
    4° articolo “August 4th, 2005”
    eccetera, insomma si è messo a scrivere con costanza solo in quel magico agosto 2005.

    E il primo agosto 2005 grazie al suo post:

    “Hello world!
    Welcome to WordPress. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!”

    (ma come? non era quello di paris hilton il primo post?)

    avrebbe guadagnato, secondo il suo screenshot,
    314.760 page impression e, udite udite, 1.106 dollari!

    … e circa altrettanto per ogni giorno seguente.

    E tutti questi milioni di visitatori che hanno letto l’interessante articolo, si sono dimenticati di commentarlo (il primo commento risale al 22 giugno 2006).

    Regola numero 1 di un buon giornalista: verificare l’attendibilità delle fonti.
    Spero che anche i blogger prima o poi imparino a farlo,
    e a sollevare dubbi quando è il caso, o meglio ancora, non parlarne.

  • Miki, come ti ho scritto sopra (te lo traduco a spanne), è Shoemoney stesso a dichiarare che “ogni cosa che è scritta su questo blog potrebbe essere una bugia”.
    Le fonti, in questo caso, non sono verificabili: è la sua parola (che può benissimo essere falsa, come lui stesso ammette) contro elucubrazioni statistiche che possiamo fare noi.
    Circa il “famoso” assegno, dichiara di averlo fatto NON col blog, ma con Nextpimp.com (ShoeMoney è infatti principalmente noto per essere il “Re delle Suonerie”)…

  • Chiedo venia,
    se si tratta di due siti completamente diversi, ok, cadono tutti i paragoni che ho fatto fra le statistiche agosto 2005 e quelle del 2007.

    Non mi pare che lui sia così chiaro nel specificare che lo screenshot adsense e l’assegno sono di un altro suo sito.

    Continuo a ritenere leggittimi i dubbi, più che altro per il blog, perché se non avesse dichiarato quei guadagni tu e tantissimi altri non ne avreste mai parlato, e lui non avrebbe tutti questi link diretti, che come afferma gli portano la maggio parte del traffico.

    Per rispondere all’ultima domanda, non credo sia un modello applicabile su larga scala, è come il caso di onemilliondollarpage, in tanti hanno tentato di copiarlo ma senza risultati, perché l’idea non era più nuova perntanto non faceva più notizia.

  • Miki, ShoeMoney e John Chow sono stati abilissimi nell’arricchirsi con una tecnica molto semplice: “I Make Money Online by Telling People How Much Money I Make Online”.
    E questa non è una frase inventata da me, ma il title del blog di John Chow… 😉

  • Ho provato a cercare su Google, ma non sono riuscito a trovare altri siti di Shomoney con AdSense, ma oltre NextPimp non ne ho trovati altri.

    Voi ne conoscete altri?

  • Bel link;-)

    Quindi nel magico agosto del 2005 ha fatto 132k di adsense solo con siti di suonerie.

  • Secondo me l’assegno adsense di ShoeMoney è vero per questo semplice motivo: nello screenshot dell’account adsense si vedono dati che google di solito vieta di pubblicare, infatti Jeremy ha chiesto il permesso e non penso che AdSense permetta di far vedere uno screenshot falso;-)

  • io mi accontenterei di guadagnare in un mese quello che lui guadagnava in un giorno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy