Home » Start up » Come scegliere il nome a dominio perfetto per la propria startup

Come scegliere il nome a dominio perfetto per la propria startup

Il dominio perfetto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Il successo del proprio business, può anche essere legato alla scelta del dominio che si andrà a scegliere. Deve essere ben legato al proprio marchio e facile da identificare. Vediamo alcuni punti fondamentali da tenere in considerazione al momento della sua registrazione.

Il proprio dominio internet, per una startup nata da poco, è da considerarsi come un biglietto da visita che serve a farsi conoscere dai nuovi potenziali fruitori del servizio offerto. Se al momento della registrazione del dominio non si è in grado di scegliere un dominio rilevante e memorabile, tale scelta si potrebbe rivelare problematica nel futuro sviluppo della propria attività.

Per chi ha intenzione di acquistare un nome a dominio perfetto sotto ogni punto di vista, e quindi evitare problemi, ecco 5 consigli che permetteranno a ogni startup di assicurarsi il nome a dominio più corretto per le proprie esigenze.

1: Sceglie un nome a dominio corto

I domini con un nome corto sono sicuramente più facili da ricordare, da digitare e da scrivere. Infatti, domini come apple.it, dell.it e barilla.it permettono a ogni utente di ricordare con facilità il dominio. Inoltre, si possono scrivere nella barra di ricerca senza incappare in errori ortografici. Più il nome a dominio è complicato, più ci sono probabilità che l’utente sbagli a scriverlo.

È bene ricordare, che nel mercato delle compra/vendite di domini il 50% delle trattative è rappresentato proprio da domini composti da parole corte o composti da parole di facile pronuncia. Uno degli esempi più calzanti di quanto affermato, è rappresentato dal dominio fb.com, acquistato da Facebook per 8,5 milioni di dollari nel 2010.

2: Memorabile, positivo e intuitivo

Se una persona associa il dominio di un’azienda a qualche cosa di negativo, non è detto che il nome di tale azienda vada a creare una connessione emotiva positiva con il proprio pubblico. Nomi intuitivi, anche se non spiegano necessariamente quello che è il core business dell’azienda, possono esprime un senso di come e del campo in cui si opera in modo positivo. Sensazioni, che alla fine andranno a legarsi al proprio brand e lo aiuteranno ad imprimersi nella mente delle persone.

3: Verificare che il nome a dominio non sia coperto da copyright

Quando si prende la decisione di registrare un nome a dominio per la propria azienda, è bene controllare che sia libero da qualsiasi controversia legale e che la o le parole che lo compongono non siano presenti già in un marchio. Per eseguire una prima ricerca, si può utilizzare il database dei marchi registrati presente a questo indirizzo:
https://www.uibm.gov.it/bancadati/home/index/

Se si acquista o si registra un nome a dominio coperto da copyright, si può incappare in una serie di problematiche non da poco conto. Problematiche che possono portare a cause legali, alla perdita del dominio e al pagamento di royalties nei casi di sfruttamento di un marchio registrato.

4: Scegliere la giusta estensione

Scegliere la giusta estensione o le estensioni, per il proprio nome a dominio è importante per generare familiarità con i propri utenti. Spesso, quando si digita un dominio nella barra degli indirizzi, si tende a concludere la scrittura con l’estensione che più ci è congeniale.

Se il proprio servizio è disponibile in più nazioni, è bene registrare il proprio nome a dominio in tutte le estensioni di riferimento. Questo, permette di mettere al sicuro il proprio nome a dominio da ogni eventuale “furto” del proprio brand in una determinata nazione.

5: Verifica la disponibilità degli username sui principali social network

Idealmente, è anche bene accertarsi che il nome utente del proprio dominio sia libero sui principali social network presenti in rete. Facebook, Linkedin, Instagram e Pinterest.

Questo fattore, sarà di vitale importanza nel momento in cui andrete a utilizzare questi social network per farvi conoscere e/o incrementare il numero di utenti che utilizzano il vostro servizio o prodotto.

Come è facile comprendere da questi 5 punti, registrare un nome a dominio non è sempre semplice o immediato. In molti casi, è bene impiegare del tempo prima di registrarlo e assicurarsi che sia la scelta migliore che si può fare.

Articolo redatto da Serverplan per il Tagliaerbe.com

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Max Valle
Max Valle
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Altri articoli correlati

Ciclo di vita di una startup - Tagliaerbe

Ciclo di vita di una startup

Una startup dalla nascita fino al consolidamento sul mercato o almeno fino alla perdita dei requisiti propri di una startup, attraversa diverse fasi, le quali

Lascia un commento