Post off-topic… solo per fare traffico?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Qualche settimana fa, ho dato un’occhiata a HotWords.com, servizio che classifica le keyword più cercate online (e che definirei come uno dei servizi “meno ipocriti” del web).
Tutti gli altri siti che restituiscono elenchi delle parole più cercate, dallo Zeitgeist di Google allo screensaver di Virgilio, non includono infatti alcun termine vicino al mondo adult, cosa assai improbabile (visto che 1/4 di tutte le richieste ai motori di ricerca è di natura pornografica).
Partendo da queste considerazioni, ho fatto un test con una dozzina di blogger che conosco, ponendo loro la seguente domanda:

“Quali sono, in assoluto, i post che ti portano il maggior traffico dai motori di ricerca?”

Le risposte, per quanto me le aspettassi, sono state un pò… come dire… avvilenti (avvilenti perchè la maggior parte dei blog in questione NON parla abitualmente di questi 3 temi, ma ha utilizzato l’espediente del “post furbetto” solo per truccare le sue statistiche).
Ecco comunque i 3 argomenti che generano (in alcuni casi costantemente) accessi (provenienti da Google) verso i blog presi in esame:

  1. Google logo
    Come certemente saprai, ogni tanto Google modifica il suo logo: lo fa in occasioni particolari, solitamente nel caso di anniversari o ricorrenze: i loghi modificati sono chiamati Google doodles (o holiday logos), ed il bello è che puntano ad una keyword particolare, legata a quanto rappresentato sul logo stesso.
    Un esempio: qualche giorno fa, in occasione del primo giorno d’estate, il logo è stato modificato e puntato alla chiave “first day of summer 21 june”. Qualcuno ne ha prontamente approfittato riuscendo a fare ben 16.350 visitatori in un giorno.
    Non posso purtroppo citare (non me lo ha permesso 🙂 ) il caso di un amico blogger che ha replicato la cosa in un’altra occasione simile, ma ti assicuro che i risultati sono stati notevoli.
  2. Peer to peer
    Qualcuno dei blogger in questione ha ammesso di fare parecchi accessi anche con post (ovviamente creati ad hoc) sul P2P: i titoli più utilizzati sono del tipo “lista server emule” (e relative combinazioni), nonchè cose del tipo “scaricare film (o software) gratis”. Il trionfo dell’illegalità porta dunque visite “a mazzi”?
  3. Adult
    Questo è stato in assoluto l’ambito più gettonato. Post con incluse parole come youporn, pornotube, pornhub, redtube o simili, mi hanno assicurato, portano valanghe di visite quotidiane. No comment.

Aggiungo: in almeno un paio di casi, mi è stato addirittura risposto che la maggior parte del traffico quotidiano è generato da qualche post off-topic.
Come dire: ho un blog che parla di tecnologia, ma il 60% degli accessi giornalieri proviene da gente che cerca cose legate al porno.

Conclusioni

Sarò pure un vecchio moralista bacchettone, ma certe cose non le gradisco.
Sapere che c’è gente che si vanta (anche pubblicamente) di certi numeri, ma poi non dice COME li fa, è davvero triste.
Per un attimo, mi son messo nei panni di un inserzionista: investirei in un bel blog che si proclama “di nicchia”, con ottimi numeri a livello di utenti unici e pageviews, quando in realtà il traffico che mostra è un colossale fake?

A voi la parola.

Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Google Ranking
  • Google search
  • Sviluppo App
  • Google shopping

18 Comments

  • Concordo. Sto proprio analizzando le visite di un blog del mio settore e trovo tra le keyword che portano centinaia di visite al giorno roba che niente hanno a che fare col tema del blog, giusto perché ogni tanto questo pubblica un articolo off topic furbo

    Reply
  • No pomhey, il porno tira sempre parecchio, ma non devi fare un post come questo per spingere al click certi utenti che arrivano da Google: devi lavorare sul title (il mio title non credo attiri chi cerca certe cose), l’immagine nel post (l’immagine qui in testa non ha alcun appeal, per certa gente…) i link (devi offrire collegamenti a… “risorse”), etc etc… 😉

    Reply
  • e quindi il porno tira meno di quanto si pensi soprattutto con l’uscita dei pornotube e compagnia; allora i blog para…. possono fare recensioni su tutti questi siti ma in effetti i risultati non saranno cosi elevati.
    Assolutamente fuori moda poi i blog porno; la cosa migliore è un sito d annunci e l’amatoriale semmai…ma qui mi fermo dai!

    Per il cinema ci sarebbe da parlare parecchio, alcuni siti guidano bene altri invece straboccano di pubblicità spesso ingannevole e hanno pochi contenuti veri; il futuro della musica invece è su internet ormai e se ne stanno rendendo conto in parecchi. cmq per essere breve, la parola illegale su internet ha confini molto nebulosi…ne riparleremo

    Reply
  • @pomhey: ho controllato or ora con Google Analytics: la parole chiave in questione mi ha portato la bellezza di 3 (tre) accessi dal primo luglio ad oggi… non male vero? 🙂
    P2P: ovviamente non è illegale di per se, ma è illegale (per le leggi di parecchi paesi) l’uso che ne fa il 99% della popolazione (come scaricare film e musica, per esempio). E non dirmi che pensi che Emule & Co. vengano utilizzati per scaricare ricette o software gratuito… 😀

    Reply
  • Tagliaerbe dici che certe cose non le gradisci poi però volente o no ne approfitti anche ti visto che con la chiave “pornhub simili” esci quinto su google e di sicuro tanti vengono su questo post cercando “altro” o no?

    Altra cosa, p2p è illegale? stiamo scherzando o volevi solo fare un po’ di accessi facendo polemica anche tu?

    attendo una risposta…un saluto

    Reply
  • A parte che è pure pericoloso in termini di posizionamento…
    Quando arriva troppo traffico su un tema Adult, Google ti mette sotto una lente di ingrandimento sorvegliata H24 ed entrano in gioco algoritmi totalmente diversi rispetto a quelli impiegati in tutti gli altri settori (e vari ne sanno qualcosa…)

    Poi a che serve avere traffico non attinente? Dio, ma siamo ancora a questo livello? Capisco se uno vive di pubblicità ed impression, ma anche così la cosa è pericolosa. Credibilità ed immagine sono continuamente a rischio, senza contare il concetto sempre più importante di Autorevolezza che anche Google sta cominciando a misurare.

    Via, per favore, non caschiamoci 🙂

    Reply
  • A volte si ottengono visite clamorose con post OT a cui nessuno da rilevanza.
    Sono testimone di uno sproposito di accessi interessati al catalogo dell’Ikea.
    Il tuo post Tagliaerbe, non fa che mettere in mostra quanto le persone nel mondo internet come nella vita reale, tendano a recepire le informazioni con superficialità.
    Un forum fa 20’000 unici al giorno? Un coro estasiato si leva tra la folla, ma ben pochi si chiedono cosa stia alla base del successo.
    Qualità, furbizia o fortunate circostanze?

    Reply
  • verissimo soprattutto il porno è un business… da cinico che sono ti dico che sto pensando proprio di creare qualcosa sul tema… infondo se la gente visita o paga per guardare queste cose perchè non guadagnarci dei soldi? E’ immorale? Se 1/4 delle persone cerca materiale pornografico o non legale capisci bene che l’etica, i valori si stanno mano a mano perdendo. Se fossi un gran figo mi sarai fatto già una bella pornochat in cam! E parlandoci chiaramente esser pagati per far sesso, per trastullarsi o per far sognare qualcuna/o sicuramente è la miglior forma di guadagno.

    Reply
  • concordo con te, anche se ammetto e non me ne vergogno che è utile utilizzare magari immagini di carattere adult che invogliano in un certo senso a leggere(ne è un esempio il mio ultimo articolo), che non hanno niente di male di per se, ma senza probabilmente il post di un certo livello e non una cazzata scritta per compassione, sarebbe passato inosservato.

    Reply
  • Qualche trucchetto è sempre consentito, il problema è non abusarne…
    Conosco blogger seo che hanno parlato dell’argomento indicizzazione solo per, appunto, essere indicizzati, o altri con lo stesso trucchetto…

    Bisogna cercare di mantenere sempre una certa qualità, altrimenti si perde la fiducia dei lettori e gli accessi che vengono fatti sono solo di gente occasionale.

    ps: ho fatto lo stesso pensiero di FabioG3, non volermene, è stato più forte di me 😀

    Reply
  • > Come dire: ho un blog che parla di tecnologia, ma
    > il 60% degli accessi giornalieri proviene da gente che
    > cerca cose legate al porno.
    Chissà se un blog che parla di porno otterrebbe il 60% degli accessi da un eventuale post che tratti la tecnologia 🙂

    Nel mio blog ho un problema simile… Ho notevoli accessi da gene che cerca: befunky, il famoso striscione tarocco google forse cercavi bla bla, il quiz sulla religione e la ballerina che cambia verso di rotazione… Tutti post che sinceramente mi sarei risparmiato 🙂

    Reply
  • La riflessione finale è molto interessante.
    E’ raro trovare blog che aiutano a distinguire la qualità dalla quantità, come questo.

    Reply
  • Eheheh, giusta osservazione FabioG3, ma non credo possano bastare quelle poche keyword nel corpo del post per farlo scalare nelle SERP… per esempio, avrei dovuto inserirne qualcuna nel TITLE 😉

    Reply
  • Taglia, spero tu sappia quanto ti apprezzi e che ti ritengo uno dei migliori SEO e blogger italiani ma non ho potuto fare a meno di sorridere pensando al traffico che ti porteranno tutte queste keyword che hai usato per fare esempi di keyword che non useresti mai per ottenere traffico… 🙂

    Reply
  • Sono dell’idea di puntare sempre sul traffico di qualità, senza eccezioni. Probabilmente è un tipo di traffico più lento e difficile da costruire, ma più stabile sul lungo periodo.

    Senza contare che la reattività di un traffico fuori target rispetto a ciò che scriviamo è tipicamente molto bassa.

    Reply
  • L’argomento del post secondo me è terrificante!

    E concordo con il Tagliaerbe in pieno. Da Nanopublisher di http://www.genitronsviluppo.com dove la qualità dei contenuti di nicchia è un “obbligo etico” prima di tutto, vedere blog che giocano in questi modi mi fanno un pò ridere. Sicuramente l’impatto qualitativo deve necessariamente trasparire, quindi dubito che un blog si può definire credibile e di nicchia quando gioca in questo modo.

    Per quanto riguarda il discorso NEWS invece.

    A mio parere invece è un altro discorso quando si “surfano” eventi o argomenti mediatici che creano un buzz intorno ad un argomento. A questo punto sì che i blogger possono creare la differenza e sfruttare “l’evento” per creare contenuto di qualità. Lì a mio parere poi sta la bravura, diventare il “primo” nelle liste di G nell’argomento di punta e quello che soprattutto fornisce le informazioni e i contenuti migliori, a quel punto il circolo diventa vizioso. L’unica difficoltà-bravura del blogger sta nel riuscire a precedere la news interessante che creerà buzz e produrre-gestire i contenuti migliori rispetto agli altri.

    Così si crea la differenza, qualità e completezza. Ma naturalmente questo riguarda un determinato settore di publisher e blogger, quelli a mio parere che riescono davvero a fare la differenza.

    Buon lavoro a tutti.

    Daniel – GenitronSviluppo.com

    Reply
  • Poi magari il tuo inserzionista tanto ricercato su blog di nicchia ti spara un banner con donna nuda che pubblicizza un software gestionale.

    Non sarebbe male, eh?

    Il sesso tira, è innegabile. E qualche trucchetto è consentito a tutti. 🙂

    Reply

Rispondi

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO GRATUITO
ancora per i prossimi

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
anzichè 399€+iva