Marco Montemagno, un imprenditore e un comunicatore di successo!

Marco Montemagno
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Per chi non lo conoscesse, Marco Montemagno (Monty) è un imprenditore di successo che tramite i canali social, racconta quotidianamente le sue esperienze e attività, sperando che possano essere utili agli altri.
Ha lavorato in tv per diversi anni in SkyTg24 curando direttamente i programmi di tecnologia: Io reporter e Reporter Diffuso.

Inoltre ha creato startup come: “Blogosfere”, “Startup School”, “Slashers”. La più recente è 4books, un servizio in abbonamento che permette di avere mensilmente sintesi e riassunti di libri legati alla tecnologia, l’innovazione e all’economia.

I punti fondamentali per un Brand di successo.

Il 14 Luglio 2020  è stato pubblicato, sui canali ufficiali di Marco Montemagno, un video dal titolo “Ho fondato un partito” che ha generato molta curiosità da parte degli utenti.

Nel video vengono messi in evidenza otto punti, utilizzati durante la carriera di Marco che, se usati in modo corretto, possono aumentare la forza e la reputazione di un Brand.

Ecco i punti che sono stati descritti:

  1. Posizionamento
  2. Innovazione
  3. Presenza nell’offline
  4. Coinvolgimento attivo degli universitari
  5. Tecniche di persuasione
  6. Il featuring
  7. Endorsement
  8. La potenza dello slogan

Lo stesso video è stato pubblicato per la prima volta nel Dicembre del 2018 da una web agency specializzata nell’ideazione e produzione di campagne video diffuse su web e tv. Ecco cosa hanno detto a riguardo:

“Perché abbiamo fatto questo video? Il mercato del videomarketing è in costante evoluzione e noi come sempre testiamo nuovi format per trovare forme di comunicazione che funzionino.” 

La comunicazione: Una caratteristica di successo di Marco Montemagno.

Il saper comunicare, è l’abilità, oggi fondamentale, di spiegare concetti difficili, in modo semplice e chiaro e di essere facilmente compresi.

Marco Montemagno è l’esempio di comunicazione efficace e di autorevolezza, acquisita nel tempo e cresciuta negli ultimi anni, al punto da avere una platea di oltre un milione di persone sui vari canali social.

Molte imprese e professionisti si sono resi conto di quanto la comunicazione e le tecniche di marketing online possono dare uno slancio alla propria attività. E tu cosa aspetti? 

 

Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Google Ranking
  • Google search
  • Sviluppo App
  • Google shopping

29 Comments

  • Davide, vedevo le date dei vari commenti. Tutti aprile 2012. Un tuffo nel passato? 😀

    Reply
  • Il post di Davide mi pare molto equilibrato: non trovo uno schieramento di fondo ma solo una riflessione che definirei più “strategica” che politica. Entrando del merito della scelta di Montemagno come responsabile della comunicazione social sono d’accordo con Lola e condivido, con lei, l’esperienza di aver lavorato per un breve periodo con lui. Marco ha un’indubbia presenza scenica che gli ha permesso di diventare uno speaker e un divulgatore di tutto rispetto. Ma la presenza scenica è l’unica qualità che gli riconosco: il resto è tutta apparenza e poca, pochissima sostanza. I sostenitori dei partiti avversari del Pdl possono stare tranquilli: non sarà sui social che vincerà Alfano & C. almeno fino a che ci sarà Montemagno (e socio) come regista.

    Reply
  • già ora va un sacco di moda il termine “startup”, è sulla bocca di tutti i politici e un sacco di altra gente che nemmeno sa cosa significa, che noia… prima di questa versione modaiola era una parola che a me piaceva perché aveva un sapore retro, molti informatica anni 80…

    Reply
  • Sono contento, che pur non conoscendo Monty di persona ed avendo solo visto qualche intervista che ha fatto su SKY e qualche evento organizzato, mi sia fatta un’idea molto comune alle persone che lo conoscono. Come sempre la TV è la tana dell’ipocrisia e delle belle facce. Queste persone comunque raccatteranno sempre la maggior parte dei voti della massa perché alla fine diciamocelo chiaro, per la massa, è meglio un Monty che ci parla di cose ottimistiche e che fanno sognare gli “startuppari” o un Grillo che ti parla della realtà ?

    PS: parlo di startuppari perché ora va di moda, e come si sa le mode vanno cavalcate da queste persone che cercano di raccattare qualche voto giovane. Ne conosco uno simile a Monty, a cui anche lui fece un’intervista, che tempo fa firmò su questo sito “Lettera aperta agli imprenditori italiani” parliamo di elementi molto simili che puntano molto alla bella faccia, vi basta andare a vedere il post per confermare le mie parole https://blog.tagliaerbe.com/2010/09/startup-imprenditori-italiani.html

    Reply
  • @Tagliaerbe
    su Internet si giocherà poco o nulla della prossima campagna elettorale perché ci sarà poco o nulla da giocare…
    Ma veramente questi signori pensano realisticamente che questa classe politica, che deve essere spazzata via per intera, abbia una qualche credibilità per elemosinare voti sulla rete o su qualsiasi altro media? vivono fuori dalla realtà, come dimostrano ogni giorno.
    Campagna elettorale… la gente non sa come cavolo fare a pagare le bollette e questi pensano alla campagna elettorale…

    Reply
  • Messa così è tutta un’altra storia.
    Ma sai com’è, noi italiani quando si parla di politica e calcio spegnamo il cervello… 🙂

    Reply
  • Ti seguo da diversi anni ed è per questo che ho scritto che mi puzza di campagna elettorale.
    Tutti i tuoi post, a mio parere e indipendentemente dall’ideologia politica, non hanno niente a che vedere con questo.

    Reply
    • @Enrico, ho cercato di scrivere questo post mantenendo toni neutrali, proprio per far emergere la discussione nei commenti: infatti, se noti bene, nel post non sono presenti giudizi verso i politici o verso Marco Montemagno, ma solo una sorta di “elenco didascalico” (se Monty si fosse schiarato a sinistra, avrei fatto lo stesso identico post).

      A mio parere è interessante notare (per tornare al tema del blog) il fatto che i vecchi politici italiani (di entrambe le fazioni) inizino a pensare che sulla Rete si giocherà una bella parte della prossima campagna elettorale. Quindi il tema non dovrebbe essere quello di attaccare o meno Montemagno – anche se appena uno si schiera, è quasi normale che accada 🙂 – semmai quello di iniziare a studiare le mosse – più o meno goffe – dei “nuovi politici” (detto ironicamente) su Internet, da qui alle prossime elezioni.

      E anche di capire se basta una buona comunicazione online, per guadagnare voti e consensi…

      Reply
  • Il “NUOVO CENTRO-DESTRA”?

    Berlusconi e Alfano sarebbero il nuovo centro-destra? Pensa il vecchio…

    Mi sa tanto di campagna elettorale questo articolo, ma, a vedere da commenti, non propriamente riuscita…

    Reply
    • @Enrico, evidentemente non conosci l’autore, il tema e fini di questo blog…

      Reply
  • Tutti a copiare il Movimento 5 Stelle 🙂

    Peccato che quest’ultimo è autofinanziato mentre per il solito Partito S.p.A. saremo noi a pagare (nonostante il referendum del 93) lo stipendio a Montemagno.

    Reply
  • Una risata ci seppellirà. Il problema è che saranno questi personaggi qui a ridere.
    Mamma mia…
    E’ proprio vero che comunicare fa male.

    Reply
  • Che gli imprenditori imparino a fare imprenditoria…dopo potranno pensare a Fare l’Italia!

    Reply
  • Macché, qui crolla addosso a noi… e loro giocano con twitter… e noi li seguiamo come se fossero dei guru… ce la faremo mai a capire che l’apparenza inganna??!!

    Reply
  • e nella situazione in cui siamo ancora stiamo a parlare di centrodestra e centrosinistra e pagliacciate varie… questi non capiscono che sta per crollargli tutto addosso e continuano a giocare ai politici…

    Reply
  • @Me
    ok, ma la sostanza di quello che dico non cambia assolutamente…

    Reply
  • @Marco dal Pozzo, si vede che non l’hai conosciuto, altrimenti eviteresti di parlare di Etica 🙂

    Reply
  • Una faccia da …. perfetta per il pdl. Chi lo conosce bene sa che è fuffa come il partito che rappresenta ora. Ho lavorato per lui, so di cosa parlo. E naturalmente insieme al Monty c’è l’immancabile MaM. Verificare per credere…

    Reply
  • Davide,
    non si puo’ assolutamente trascurare l’aspetto etico della vicenda.

    “Aiutare” un “gruppo di persone” che hanno letteralmente “diffamato e affamato” la Nazione negli ultimi anni lo trovo imperdonabile. Soprattutto per un tipo, come Monty, che ha fatto credere a parecchi di essere un progressista.

    Pecunia non olet, e’ vero, ma a tutto c’e’ un limite. E del fatto che sia stato abbondantemente superato non ne parla nessuno. Purtroppo!

    Reply
  • Peccato però che Monty abbia sempre chiuso tutte le sue attività in forte passivo e con grandi debiti nei confronti di fornitori e impiegati. Probabilmente è questo il motivo per cui è adatto alla politica italiana.

    Reply
  • Il problema è sempre lo stesso…per poter parlare agli altri bisogna sapere di cosa si parla innanzitutto e soprattutto essere coerenti tra public speaking e azioni… Forse il PDL ha scelto il giusto rappresentante: Apparenza per Apparenza. Certo è che chi ha conosciuto da vicino il personaggio sa la verità, tutti gli altri ovviamente si fermano alla demagogia… Probabilmente è esattamente quello che ci meritiamo, una comunicazione che comunichi quello che vogliamo sentire e non la realtà… chissà..

    Reply
  • Come sempre in Italia prendiamo ad esempio “gli altri”, già Veltroni uso il motto “yes we can” e sappiamo come è andata a finire.
    Ora dopo “Grillo” dove dietro c’è Casaleggio Associati, avremo il PDL con Montemagno (oratore all’americana), il PD va verso il modello Hollande (che secondo me non sta vincendo ma è Sarkozy che perde) dopo la Serracchiani.
    Praticamente plagiare le menti con le TV è sorpassato quindi diamo il via al plagio via internet…il nuovo grande fratello (anche il format è stantio, infatti)!
    Questo è il nuovo mezzo per creare consenso o sobillare le piazze ma su cosa? Prima c’erano i comizi ora ci sarebbe la piazza virtuale…
    Prevedo solo nuove contrapposizioni, violente visto il tono di alcuni commenti…
    Senza amare la propria Patria non c’è futuro. Senza un sistema legale (veloce, meno garantista ma ugualitario), senza un sistema fiscale diretto (cittadino, statale e comunale), meritocrazia, liberalizzazioni, abolizione di enti pubblici inutili, riduzione dei dipendenti pubblici, integrazione delle banche dati, abolizione del valore legale della laurea, ecc.
    Gli italiani sono in gamba ma devi “far fare” come dopo la seconda grande guerra ora tutti difendono ciò che già hanno e per chi lavora con internet da anni nota che “arrivare” è dura anche per lui, mentre all’estero (prevalentemente negli USA) c’è chi traina il proprio paese con l’informatica ed internet!

    Reply
  • L’idea di avvicinare Internet alle persone è ottima e necessaria, ma non puoi entrare in rete con il cappello di MOntezemolo/Berlusconi e Alfano, andresti incontro a un massacro.

    Reply
  • Sicuramente una persona brillante, non metto in dubbio, ma tutti gli ‘imprenditori’ hanno i loro scheletri nell’armadio… e alcuni più di altri…E’ facile costruire la propria carriera passando sui cadaveri altrui… Impariamo a guardare oltre l’apparenza e forse l’Italia sarebbe un posto migliore… FORSE…

    Reply
  • Tempo fa in attesa di una conferenza ho parlato con Montemagno per 10 minuti, e mi ha fatto una ottima impressione per l’affabilità, la disponibilità …. Altre qualità come il carisma, la simpatia, l’entusiasmo … si possono notare anche nei video.

    Un bel colpo per il partito che l’ha preso.

    Purtroppo però la gente tende a seguire chi ha carisma, ma chi ha carisma non necessariamente ha buone idee e la capacità di realizzarle. Obama ne è un esempio (opinione personale). Montemagno vedremo.

    Reply

Rispondi

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO GRATUITO
ancora per i prossimi

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
anzichè 399€+iva