“Perché ottieni tanti Like, Retweet e +1?”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ieri un nuovo lettore del TagliaBlog mi ha detto (più o meno): “Mi sono spulciato un po’ di tuoi post e ho visto che ricevi un sacco di click sui like, retweet e +1. Chissà quanto traffico e quanti soldi fai!

Ciclamente il discorso qui sopra riemerge, e trovo persone che pensano che io faccia chissà quanti utenti unici e pageview e di conseguenza chissà quanti soldi col mio blog (anche se ho già spiegato più volte che non è così).

Oggi però voglio spiegare il legame fra il numero di “mi piace”, retweet e +1 e il traffico che un sito/blog riceve. Legame che, incredibile a dirsi, non c’è (o almeno non nella misura in cui si pensa).

Questo blog riceve tanti “click sociali” per 2 ordini di motivi:

Ha una tipologia di utenti più unica che rara. Molti dei lettori fidelizzati del TagliaBlog sono geek, nerd, early adopter o comunque persone che lavorano sul web: sviluppatori, SEO o marketer di vario tipo, come testimoniato dai risultati di un sondaggio di un paio d’anni fa. E quindi sono i primi a conoscere ed utilizzare i bottoncini sociali, in una misura incredibilmente superiore agli altri utenti del web.

Tratta di argomenti che si prestano ad essere socializzati. Dopo vari “carotaggi”, posso testimoniare che ci sono temi che si prestano alla socializzazione (o al “Social Baiting“) molto più di altri. E sono proprio gli articoli legati ai social a ricevere più “apprezzamenti sociali”: in altre parole, se parli di Facebook ricevi più Like, se parli di Google+ ricevi più +1 (incredibile a dirsi, ma ho notato – a livello di media – proprio una prevalenza di click sul bottone del social del quale si parla nel post: Facebook = + Like (e meno +1), Google+ = più +1 (e meno Like) 🙂 ).

In estrema sintesi: non sempre c’è un legame diretto fra traffico e click sui pulsanti sociali, ed ecco perché alcuni post di questo blog superano di gran lunga le interazioni sociali di certi mega portali o quotidiani online, che fanno numeri ben superiori a quelli del sottoscritto.

Ma io ho gli utenti giusti e i contenuti giusti, loro no 🙂

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

8 Comments

  • “non sempre c’è un legame diretto fra traffico e click sui pulsanti sociali”.

    Non mi torna. A più condivisioni, sopratutto su facebook, devono corrispondere più page view. Se non è così significa che i tuoi lettori vengono regolarmente ignorati dai loro contatti, ed è un’ipotesi ai limiti della fantascienza.

    Al massimo, trattandosi di un blog, si può forse parlare di una differenza misurabile ma trascurabile?

    Reply
    • @valerio: intendo dire che non c’è un legame, a livello assoluto, fra il traffico che “atterra” su un sito e i click sui bottoni social. Basta fare il paragone con qualsiasi noto quotidiano online: se facciamo il raffronto fra certe condivisioni di certi articoli dei vari Corriere.it/Repubblica.it, questo blog dovrebbe fare milioni di visitatori/mese, e ti assicuro che non è così 🙂

      Reply
  • Haha, ottimo articolo 🙂 riguardo all’asimmetria che hai rilevato… può stupire, ma in realtà trovo una spiegazione: se scrivi un articolo su Facebook e questo viene inizialmente condiviso su Facebook, troverà terreno fertile in un’audience che saprà leggere l’articolo ed eventualmente contribuire alla sua diffusione.

    Discorso speculare (e a maggior ragione vero) per Google+, dove solo chi usa Google+ riesce a capire appieno ed ha interesse a diffondere l’articolo.

    Insomma: si innesca un circolo virtuoso che spinge i Like/+1 relativi alla piattaforma di cui si sta parlando.

    Reply
  • Sono una geek-girl 🙂 che nella vita si occupa di SEO e social per un’azienda (quindi rientro nella tua statistica) e, personalmente, quando qualcosa è di mio interesse (o penso possa esserlo per i miei social-friend), lo condivido (ovunque).

    Reply
  • Bè ormai per me passare quotidianamente a leggere il “nuovo post” nel tuo blog è un “rito”, la condivisione è una prova del fatto che “anche oggi sono passato di qui”…eheheh 😀

    Reply
  • Questo non spiega cmq il numero di retweet 🙂

    @Roberto dipende dal browser, ad esempio firefox 3.5 non lo supporta, prova con il 4

    Reply
  • Semi-OT : Io per qualche motivo il pulsante +1 non lo vedo…al suo posto vedo scritto : {lang: ‘it’} non so se è un problema solo mio…

    Reply
  • Io ho messo il primo +1, anche se di solito sono il classico utente che legge l’articolo via rss e poi scappa via! ^_^ A me piace quello che scrivi, sono un nerd! ^_^ Spero che continuerai a deliziare i nostri occhi con i tuoi articoli. Che parlano di seo, marketing o del blogging.

    Un anno fa sono capitato su questo blog quasi per caso cercando info su come fare blogging beh da allora ho quasi letto tutti i tuoi articoli e ho consigliato a tanti amici di seguirti! Anche se io non sono un utente che usa i pulsanti! Alla fine il passaparola è più importante no?!? E’ sempre una delle P predominanti 🙂

    Ciao e Buona Notte

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

“Perché ottieni tanti Like, Retweet e +1?”
Scroll to Top