Il Nuovo TagliaBlog

Ieri era lunedì, e non ho pubblicato il solito post quotidiano sul TagliaBlog.

Qualcuno mi ha contattato chiedendomi se si è trattato di un problema di schedulazione di WordPress, di qualche inceppamento del feed, o cose del genere.

Nulla di tutto ciò: è che da oggi inizia una “nuova era” del TagliaBlog; anzi, direi una “nuova era” per il sottoscritto 🙂

Inizio col precisare che con “nuovo TagliaBlog” non intendo una nuova grafica: anche se sono mesi/anni che sto pensando di installare un tema più pulito e “minimale”, per ora ho accantonato l’idea mettendola qualche riga più sotto nella mia infinita to-do list.

Con “nuovo TagliaBlog” intendo invece che cambierà sostanzialmente la frequenza di post: da 5 ogni 7 giorni si passerà infatti ad un paio di post a settimana. (Da qualche giorno è cambiata anche l’ora di pubblicazione dei post: non più a mezzanotte ma verso le 07:00 di mattina; sto facendo alcuni test per capire se esista o meno un’ora più “performante”, e per ora sembra che effettivamente il mattino abbia l’oro in bocca).

Questa (sofferta) decisione arriva dopo parecchi anni di “5×7” e dopo oltre 1.600 post pubblicati, ed è stata presa per un motivo molto semplice: mi sono accorto che praticamente l’unica cosa che facevo nella mia vita (a parte mangiare – in fretta – dormire – poco – e lavorare, ovviamente 🙂 ), era quella di scrivere post e leggere feed per trovare ispirazione.

In pratica, ero finito in un loop nel quale tutti i giorni leggevo (anzi, scansionavo titoli con gli occhi) a raffica e scrivevo post. Non che questo mi dispiaccia, ma il problema è che così facendo non riuscivo a trovare il tempo per altri progetti (anche di “crescita personale”, intendo).

Per esempio, non leggo un libro (neanche di web marketing) da anni. Leggo solo post e articoli online. Rarissimamente qualche mini-ebook. Perché? Perché per assaporare a fondo un buon libro ci vuole parecchio tempo, che purtroppo non ho.

Per esempio, non uso (quasi per nulla) i social. I miei post si auto-diffondono ovunque, ma la mia presenza sociale, quella attiva, è quasi nulla. Perché? Perché, oltre ad essere parecchio “orso”, per interagire sui social occorre tempo, e fino ad oggi non l’ho avuto.

Ho quindi deciso di forzarmi a cambiare un po’ rotta, e la riduzione del numero di post va in questa direzione: il tempo tolto alla scrittura verrà investito in nuove attività, prima fra tutte la mia nuova newsletter… che verrà lanciata nella giornata di domani! (se non ti sei ancora iscritto ti consiglio di farlo ora, o rischi di perdere il primo numero della serie).

Solitamente le mie idee migliori nascono da un cambio della routine quotidiana… vedremo cosa inventerò nei prossimi mesi 😉

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

32 Comments

  • Settembre mese di buoni propositi, ti capisco perfettamente… anche io ultimamente sto cercando di gestire meglio il mio tempo per leggere, fare sport e staccare gli occhi da questo schermo.
    Un po’ mi dispiace però perchè i tuoi post erano diventati un appuntamento quotidiano mentre facevo colazione… anche per me il mattino ha l’oro in bocca 😉

  • Scelta saggia: meglio diminuire che forzare e togliere tempo ad altre risorse.

    Ti seguo sempre, ciao!

  • Dai Taglia, speriamo che questa nuova ispirazione, dettata poi da motivazioni che comprendo a pieno, possa regalarti grande successo!

    Naturalmente mi mancheranno i tuoi post quotidiani, ma mi rifarò seguendo la tua Newsletter! 🙂

  • Ah mi spiace un sacco!

    I tuoi post erano una lettura quotidiana divertente e stimolante: quasi tutte le mattine, arrivato in ufficio, era il primo post che leggevo in assoluto.

    Non approvo la soluzione di diminuire le pubblicazioni, ma mi adeguerò.

  • mi pare una scelta saggia, per un problema con cui si vengono a scontrare molti di noi…

  • Sono sicuro che saranno contenuti ancora più sapidi, se possibile.
    E’ un po’ come con il latte da agricoltura biologica dove le mucche vengono munte con meno frequenza.
    A parte gli scherzi, sono ansioso di vedere l’evoluzione, perché trovare la frequenza giusta di pubblicazione è il punto cruciale del blogging: è il punto di equilibrio fra qualità dei post, quantità di accessi, qualità della vita.
    Puoi sceglierne solo due, il terzo parametro è determinato.

  • Se diminuisce la periodicità, aumenterà la qualità…
    Condivido la necessità di un equilibrio.
    In bocca al lupo

  • Ne gioverà della tua salute, e poi quindi, della tua ispirazione / creatività. In bocca al lupo per questa nuova scelta, sicuro che farà bene 🙂

  • Io non condivido afffatto questa scelta.
    Ogni mattina quando mi sveglio faccio le solite cose. Controllo i miei siti. Segno i guadagni del giorno prima, verifico i report delle statistiche e vado nel Tagliablog a leggere l’ultimo articolo. Solo dopo questo inizio a lavorare.
    Questa tua scelta danneggia la mia routine quotidiana…

    Come farò a eliminare dalle mie abitudini la lettura giornaliera del Taglia…
    Dovevi riflettere anche alla mia e a quella di tantissimi altri lettori affezionati. Petanto inoltrerò una lettera di proteste al direttore del web, chiedendo espressamente di ritirare la licenza per qualsiasi altra attività su internet.

    P.s. Buona nuova vita 😉

  • Mi dispiace davvero molto, anche per me era il primo post in assoluto della giornata; comprendo tuttavia le motivazioni alla base e, anche se mi mancherà, non posso fare a meno di pensare che al tuo posto avrei fatto la stessa scelta.

  • La vita è giustamente fatta di priorità personali. Devo però ammettere che mi mancherà la quotidianità feriale dei tuoi post. 🙂

  • Consiglio: pubblica tra le 9.30 e le 10.
    Non è il mattino ad avere l’oro in bocca, sono le persone appena arrivate in ufficio che non hanno troppa voglia di lavorare 😉

    In bocca al lupo per tutto, da un affezionatissimo e silenzioso lettore

  • Ti sei fatto influenzare dall’articolo sul karma marketing? 🙂

  • @Davide: nono, è un progetto di cambiamento che parte da molto prima… 😉

  • Anche se ti leggo tutte le mattine prima di iniziare a lavorare e mi mancheranno i tuoi post, appoggio la tua decisione: la qualità della vita viene prima di tutto! Mi sono sempre chiesta come facessi ad essere così prolifico… io non riesco ad andare oltre i 2 post a settimana, anche se vorrei!
    e poi ti vogliamo un po’ più social, un po’ più “umano”! ti aspettiamo su twitter, google+ o dove vorrai…

  • Ciao,
    non è mai facile auto-imporsi di cambiare “rotta”, ma a volte è perfino “terapeutico” o comunque generatore di “buone nuove”… te lo auguro 🙂
    Un tempo i Massimo Volume cantavano così:
    “Cambiare il corso delle cose
    é una regola che bisognerebbe darsi
    Non importa trovare qualcosa di meglio
    basta qualcosa di differente
    Mettere la freccia
    prendere una direzione, un’uscita qualsiasi…”

    In bocca al lupo e attendo la newsletter 🙂
    Ciauz!

  • Leggerti è sempre un immenso piacere, penso che molti si identifichino nelle tue osservazioni.

    Avrei però una domanda per te Davide (tagliaerbe), se fossi all’inizio, in fase di start-up del blog utilizzeresti di nuovo il 5×7 o partiresti con questa nuova linea editoriale?

  • @DanielSem: partirei sicuramente 5×7, o comunque con almeno 1-2 “pillar article” a settimana. Infatti ritengo ci voglia sia quantità che qualità, per attrarre visite/traffico dai motori (=quantità) e fidelizzare gli utenti e fare brand (=qualità).

    E partendo oggi c’è anche un sacco da fare sui social…

  • bravo,conosci te stesso, vivi la vita sii felice e poi scrivi post, ma solo poi

  • Ciao Taglia,
    Ti seguo da molti anni e reputo che tu sia un ottimo professionista.
    Premesso questo leggendo questo post mi sono veramente rattristato per la causa della tua scelta e per quello che non sei riuscito a fare.
    In questi anni con tanti apprezzamenti, follower e dimostrazioni di stima non sei stato capace di creare un tuo staff che ti aiutasse, di creare un progetto con il tuo nome su cui potevi fare un controllo qualità per dare a tutti un prodotto di qualità (nel web italiano pochi sono al tuo livello) ma sei rimasto nella tua piccola botteguccia cercando di fare tutto da solo come tipicamente succede a molti di noi italiani.
    Capaci di creare ma incapaci di delegare.

    Lo dico con tristezza e dispiacere perché ti stimo e perché credere che 3 post di qualità alla settimana manterranno in vita questo “luogo di informazioni e scambio di opinioni” penso che sia una illusione visto che siamo su internet e la rete ha fame di notizie e non dorme mai.

    Spero che la mia opinione oltre ad essere criticata pesantemente arrivi a te e possa farti riflettere sulla tua scelta.

    Buone letture spero non solo markettare e mi permetto di consigliarti vivamente la serie di Montalbano, merita davvero.

    Un caro saluto da un tuo lettore che vuole rimanere anonimo finché non avrà l’occasione di rivederti e dirti di persona le stesse cose visto che so che non ti sarai offeso per queste mie parole. 🙂

    Un caro saluto

  • …a chi lo dici, è la “serialità” che ti frega, io sto andando nel pallone ultimamente, sto cercando un equilibrio e un modus operandi che non mi faccia assorbire totalmente dal mio lavoro sul web.

    Ti seguo da sempre e continuerò a farlo… 😉

    p.s. io mi sono già iscritto alla newsletter.

    See You Soon

  • @Davide: da sempre ho cercato collaborazioni (vedi la sezione “Collabora” di questo blog: https://blog.tagliaerbe.com/collabora ) e da sempre – probabilmente sono stato uno dei primi – ho accettato di buon grado i guest post (vedi https://blog.tagliaerbe.com/2009/07/come-deve-essere-un-guest-post.html ).

    Purtroppo, e qui ti ribalto il “come tipicamente succede a molti di noi italiani” 🙂 , si sono presentate pochissime persone valide, e tutte queste sono già immerse in tante loro attività.

    Le restanti, in realtà cercano solo di ottenere visibilità/link, tramite articoli tra l’autopromozionale e l’imbarazzante.

    A ciò aggiungo che questo blog non è una attività in grado di poter pagare collaborazioni esterne e articolisti di qualità. Il tema del web marketing NON attira milioni di visitatori e soprattutto (o di conseguenza) NON attira inserzionisti dai grossi budget: sommando tutti questi concetti, capisci bene che la strada che sto percorrendo è probabilmente l’unica che ha un po’ di “senso pratico” 🙂

  • Grande Taglia, ancora una volta un passo avanti 🙂

  • Caro Davide,

    sono felice di questa tua decisione perchè penso che entrare in un loop di questo tipo sia piuttosto pericoloso per la nostra capacità, a lungo termine, di continuare a vivere con gioia la propria passione/professione.

    Anche se, conoscendoti da una decina di anni, penso che sarà piuttosto difficile per te! 🙂

  • Ciao Davide…Mi chiedevo quando avresti deciso di mollare un po’ con questo blog…

    Le pErsone che hanno troppo tempo occupato prima o poi arrivano ad un punto in cui si stufano e cominciano a dare peso ad altre cose…

    E ci son molte altre cose che trascuriamo (mi ci metto anche io di mezzo) e alle quali,FINO ad un certo punto diamo meno TEMPO.

    Io sono 3 anni circa che ho un mio TM bello rigoroso (ma con un 10 % di flessibilita’) e NON dedico piu’ di 30-32 ore alla settimana ai BUSINESS e al lavoro..

    Quindi capisco il Taglia…Probabilmente da esperto quale e’ ha compreso che, oggi per restare e GUADAGNARE con internet occorre entrare in una nicchia (E il Seo-Webmarketing non e’ piu’ una nicchia da diversi tempo) stretta e profittevole…

    Mi sono infatti sempre chiesto come mai non hai creato, DAVIDE,dei prodotti ,corsi,seminari dal vivo con il tuo NOME / PERSONAL BRAND…Forse lo hai fatto ma ME LO SONO PERSO…Non so’…

  • @Sergio: beh, non è che ho mollato del tutto, ho solo un po’ rallentato per concentrarmi su altro 🙂

    Circa il fatto di non aver mai creato prodotti/corsi/seminari, da un lato è legato al solito “fattore tempo” (per fare certe cose per bene ce ne vuole parecchio, e io sono piuttosto perfezionista…), dall’altro da una certa “ritrosia” nei confronti del mettersi in mostra (sono fondamentalmente un orso, l’ho detto più volte 😉 ).

  • Ehi, ha detto che rallenta, non che smette!
    Credo che buona parte del materiale prodotto in questi anni sia ancora valido e suggerisco allora un sistema di ricerca più immediato, in modo da permettere a chi ti segue e a chi comincerà a farlo di raggiungere più facilmente i post che cerca.
    Che ne pensi?

  • @Edoardo: è una vita che penso di organizzare i contenuti più validi in un ebook… 😉

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social
Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top