Il link building, secondo Matt Cutts

Ottenere più link verso le pagine del proprio sito è un annoso problema, e stavolta è l’illustre Matt Cutts che prova a darci qualche indicazione utile rispondendo alla domanda di un utente che chiede “puoi indicarmi 5 metodi efficaci per ottenere link (a parte quello di creare ottimi contenuti)?

Ecco i consigli di Cutts:

Sii polemico, controverso. Una nota tecnica di link baiting è quella di insultare qualcuno. Ci sono persone che sono dei professionisti nell’odiare tutti, ma non è una cosa che consiglio di fare: essere sempre troppo sopra le righe non paga, ci sono molti metodi più “soft” per attrarre attenzione – come l’humor o l’originalità – quindi non punterei molto sulla polemica.

Partecipa attivamente ad una community. Un ottimo sistema è quello di aiutare gli altri frequentatori di un blog o di un forum, rispondendo alle loro domande: si ricorderanno di te, e certamente linkeranno il tuo sito se ne avranno l’occasione, identificandoti come un esperto di un determinato tema.

Crea recensioni. Crea articoli unici, originali, di qualità, nei quali vengono comparati più prodotti o servizi.

Newsletter. Crea una lista di email dei lettori del tuo blog, alla quale inviare periodicamente i contenuti che produci.

Social media. Partecipare a blog e forum non basta, occorre essere presenti su Twitter, FriendFeed, Facebook. Pensa ai social dove le persone trascorrono il loro tempo, e frequentali. Anche fare una presentazione ad una conferenza è un ottimo modo per ottenere link, perché le persone che vi partecipano potrebbero fare un live blogging, linkare l’evento nel loro sito, etc.

Crea liste. Crea articoli del tipo “50 modi per ottenere link”, che si prestano parecchio ad essere “diggati” e a prendere link: non abusarne però, scrivili raramente, perché articoli del genere tendono a stancare i lettori.

Lancia un blog …e diventa una autorità nel tuo campo. Non ci sono più scuse per non avere un blog. Ci sono tantissime piattaforme gratuite, non c’è nulla di difficile da fare. Puoi ricevere link postando cose curiose/divertenti, ma puoi utilizzare il blog anche per affermare te stesso. Il blog è il tuo biglietto da visita, il tuo profilo. Puoi usarlo per mostrare ciò che vuoi essere su Internet, e quindi è importante che sia una fonte di ottimi contenuti.

How-to e tutorial. Di recente ho avuto la necessità di cambiare la stampante di default presente nel mio browser su Linux, e quando l’ho fatto mi son detto “OK, ora mi scrivo tutti i passaggi, così me li ricordo per la prossima volta”. E perché non mettere il tutto online in una piccola guida?

Lancia un servizio / una applicazione gratuita. Un servizio molto utile o un prodotto rilasciato gratuitamente per una community possono portare link, come una estensione di Firefox o Chrome, oppure un plugin per WordPress. Questo genere di servizi è ottimo perché le persone verranno a visitare il tuo sito, scaricheranno l’applicazione e sicuramente alcuni di questi ti linkeranno.

Dai al tuo sito una buona struttura. Molte persone non si pongono domande del tipo “Il mio sito è a prova di crawler? I miei URL possono essere bookmarkati? Google riesce a vedere tutte le pagine del mio sito?”, e non hai idea di quanti siti presentano problemi di vario genere: fai quindi in modo che i singoli contenuti del tuo sito siano linkabili in modo semplice.

Video. Concludo con un suggerimento: produci più video. Fare video può essere davvero il modo più semplice per far si che le persone parlino di te. I video possono essere visti su varie piattaforme, possono essere divertenti e anche portare un sacco di valore.

Se conosci o utilizzi qualche altra tecnica, postala pure nei commenti 🙂

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

13 Comments

  • Non sono tutte ste grandi novità, mi sembrano cose risapute ed in atto da tempo. Solo che sentite pronunciate da lui assumo carattere di ufficialità.

  • Dopo il SEO, nascerà anche il Link Builder?
    L’unico problema è che mi sembra che come figura professionale debba avere un pò troppe conoscenze…

  • @Tagliaerbe Hai ragione scusa, mi sono espresso male, volevo dire che il Link Builder diventa la professione più complicata del mondo Web…di solito il SEO pensa anche al link building, se uno deve fare tutte queste cose indicate da Matt non ne ha a sufficienza di 24 ore al giorno. Credo che il problema della visibilità su Internet in futuro sarà proprio questo…

  • Un bel momento diventerà una questione di costi, per potersi permettere un supporto webmaser-seo-link builder così massiccio. Già oggi per mettere in pratica tutte le pratiche seo (scusate il bisticcio) per un cliente il tempo impiegato (da noi) si estende oltre la ragionevole richiesta economica.

  • E’ un ottimo riassunto di quanto molti di noi hanno imparato in mesi e/o anni di studio e di esperienza. Il concetto fondamentale è e continua ad essere creare un valore, ovvero rispondere alla domanda: “Per quale motivo tu dovresti scegliere il mio blog o il mio sito rispetto ad un altro?”

    Se non riusciamo a dare un valore aggiunto sarà difficile essere linkati, se daremo un qualcosa di unico e utile i link arriveranno da soli. Aggiungi alla ricetta un pò di social e qualche video e tutto funziona ancora più rapidamente!

  • Tutto bello, vero e valido, soprattutto se si parla di un blog. Ma, in fondo in fondo, se tutti facessero link building in questo modo lui stesso rimarrebbe senza lavoro! 😀

  • E’ ovvio che quando si parla di strategie di marketing evolute il soggetto non potrà mai essere i sito del salumiere o della parruccheria.

    Come è stato già ribadito da me e da altri l’utilità di queste linee guida rimane ancorata alla disponibilità di risorse umane ed economiche, oltre che alle personali esigenze contingenti.

    Ovviamente chi vorrà potrà trarre gli spunti migliori e più convenientemente applicabili alla propria realtà, ma saranno davvero pochi coloro che potranno permettersi di diventare o pagare un link builder.

    Ciao

  • Quando uno vi supera in autostrada con un Audi a5 cabrio vi chiedete quanti link ha?
    Seo, link building etc sono a mio avviso pratiche che hanno un costo / tempo / beneficio minore di fare lo spargi asfalto o le pulizie in casa.
    E’ più che tutto una fissa d’orgoglio. “essere primo in qualcosa” anche se non mi occupo di quella cosa.

    Lo dimostra Google che con il migliore product placement al mondo, il suo, sta vendendo una bazzeccola di Google Phone (Nexus 1) rispetto ad Iphone. Poteva concentrarsi di fare un prodotto migliore, piuttosto che posizionarlo così bene. (li ho avuti entrambi e non c’è confronto)

    Ritengo con questo che “la sostanza delle cose” la validità di un sito, articolo, prodotto, servizio, non possa ancora emergere naturalmente con la tecnologia di ricerca attuale.

    Senza considerare che i costi di cpc (adwords) spesso rendono troppo dispendiose le attività di marketing online per determinati prodotti a margine molto basso (es. turismo).

    Quindi in tal senso Google ha poco da criticare chi compera link. E’ spesso l’unico metodo possibile per divulgare un contenuto senza spendere più tempo ad elemosinare collegamenti che a fare il proprio lavoro.

  • @Osvaldo: In effetti quello che sostieni non è in conflitto con quello che dice Cutts, che consiglia come rendere interessante il tuo sito. E’ anche vero che dietro i “consigli” si celano delle regole. In pratica ci sta dicendo come dovremmo NOI gestire i siti ed interagire in rete secondo il SUO modo di vedere. Detta i comandamenti. Sarebbe ora che tutti se ne fregassero.
    Comunque è vero, a volte sono così preso dei problemi del posizionamento che me ne faccio una malattia.

  • Sì, ma sembrano troppo consigli lontani dalla massa! Fai n’estensione di firefox o wp! Sì mo mi metto a farla, aspetta Matt!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy