Le 5 Dure Verità su Chi Lavora e Guadagna Online

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

D’accordo, è ora di mostrare le carte!

Alzi la mano chi è stanco di ascoltare dei cosiddetti guru che dispensano consigli su come diventare milionari in 5 semplice passi!

La mia è alzata…e la tua?

Parliamoci chiaro, non sono fesso e neanche tu!

Se hai creato il tuo business su Internet allora sai quanto è stato difficile.

Per questo, ogni volta che qualcuno ti mostra quanto ha guadagnato con la sua SUPER-MEGA-ULTRA strategia o sistema, prima sorridi e poi clicchi indietro. Non ci caschi!

Sai bene che quelle strategie non raccontano tutta la verità.

Perché, per esempio:

• Non ci mostrano quanto tempo e soldi ci vogliono veramente?
• Non ci dicono quali sono le problematiche legate a lavorare con Internet e ai lavori online?
• Non ci parlano di quanto è veramente difficile quando inizi da zero?

Per questo motivo, oggi, la verità provo a raccontarla io…

Cominciamo!

Verità #1: O sei pronto a combattere, oppure…sarai subito sconfitto!

1 verita guadagno online

Troppi imprenditori wannabe toppano subito quando:

● Credono di avere l’idea del secolo, e che mettendola in atto diventeranno sicuramente ricchi
● Hanno un’idea poco originale, e non appena vedono i primi concorrenti prendono paura, chiudono bottega e corrono dalla mamma

In entrambi i casi, queste persone non mi sembrano degli imprenditori lucidi!

I primi sbagliano perché non sanno che una carenza di competizione non è un buon segno. Agli albori del web forse potevano essere sulla strada giusta, ma oggi il web è grande (non saturo), cresciuto ed evoluto, pertanto è naturale che ci sia competizione.

I secondi sbagliano perché, al contrario, vedono la concorrenza come un fattore negativo, e quindi credono che entrando in quel determinato mercato verranno subito schiacciati da chi è arrivato lì prima di loro.

La verità è semplice. Per vincere e quindi per guadagnare on line, devi avere le spalle larghe ed essere sempre pronto a competere! E’ un’antica legge della natura. Darwin lo aveva capito e Bob Marley ne aveva cantato “only the fittest of the fittest shall survive!”

Se non te la senti di competere, nessun problema, non hai niente da perdere. Ma ricorda che se non competi online… non guadagni online …punto.

Verità #2: Se lo costruisci e basta… non verranno!

2 verita guadagno online

Ormai lo avrai capito che creare un sito e caricare qualche foto e qualche testo non basta a portare traffico.

Lo so è brutto. Anzi… frustrante.

L’errore principale che viene commesso da chi è all’inizio, è quello di sperare che creando un blog, le tasche comincino a riempirsi senza problemi…

Non fraintendermi… tutto ciò è fattibile ma a due condizioni: che ci metti o tanto tempo (ore) o tanto cash (soldi).

Non servono tutti e due quando si è all’inizio. Ne serve uno solo, ma in larga misura. Io per esempio, per coronare il sogno di una vita (lavorare e guadagnare su Internet), ho lasciato un contratto a tempo indeterminato in una grande multinazionale. Sì! Mi sono licenziato da un contratto a tempo indeterminato, dai suoi benefits e da tutte le sue sicurezze.

Oggi ho tutto il tempo del mondo a disposizione. Non ho tanti soldi ma ho tanto tempo, e lo uso tutto per il mio obiettivo. Molti come me e te si chiedono… “OK, ma quanto tempo devo investire ogni settimana?”

Ti direi che il minimo, secondo me, sono 20 ore a settimana (fai tu il conto delle ore per giorno).

Il massimo del tempo, invece, che dedicherei per raggiungere il mio obiettivo? Tutto!

Scegli tu cosa preferisci investire, ma non sperare… o meglio …non aspettarti che qualcuno porti il tuo sogno davanti alla porta di casa tua.

Scegli oggi e convivi con la tua scelta. Nell’arco di 6 mesi vedrai i primi frutti.

Verità #3: Se scegli questa strada, la tecnologia sarà il tuo padrone!

3 verita guadagno online

Sembra una gran cosa, e lo è! Io adoro tutto ciò che è tecnologia (escluso il telecomando della mia TV che è un reperto storico!)

Scherzi a parte… se non sei a conoscenza di come si crea un sito in WordPress, di come lo si modifica e di tanti altri piccoli dettagli… allora hai due strade:

1. O paghi qualcuno che lo faccia per te, o meglio ancora
2. Impari a fartelo da solo.

Perché la seconda opzione è migliore? Semplice! Non solo risparmierai tempo e denaro nel corso dei mesi o anni che verrano, ma ti risparmierai tante rogne.

Io ho assunto freelance in India per circa 3 anni per creare siti web dai quali promuovo prodotti in affiliazione. Solo pochi mesi fa, ho veramente preso in mano la mia vita e mi sono detto:

“Ho speso migliaia di euro in freelance…”
“Ho perso centinaia di ore ad aspettare che si dessero una mossa…”
“Ho perso un sacco di opportunità di guadagno nell’attesa…”

La verità? Se avessi saputo – come so oggi – come mettere in piedi un sito web sicuro, solido, snello e veloce avrei avviato più di 15 siti web in più lingue e in più nicchie…

Una volta che conosci le basi del web (e non parlo di programmazione avanzata), mettere in piedi un sito con contenuti e fanfare richiede poco meno di un paio di giorni. Da lì in poi è tutta promozione!

Vuoi un consiglio? Impara come funziona il tuo business a livello tecnico e sarai veramente indipendente!

Non essere dipendente, come ho fatto io, da freelance di alcun genere… scegli la tecnologia!

Verità #4: Nessuno da un euro a… Nessuno!

4 verita guadagno online

Ricordi Ulisse? Bella mossa contro Polifemo a dirgli che si chiamava Nessuno!

Purtroppo questa tattica non funziona con i tuoi potenziali clienti… se sei un “Nessuno”, non si fideranno di te!

Assicurati quindi, di lavorare sodo sulla tua credibilità. Deve diventare un pallino ossessivo… almeno per i primi tempi, fino a che non ti entrerà nel DNA.

Ma la dura verità #4 è proprio questa. Se nessuno ti conosce, allora nessuno comprerà mai da te.

Il motivo intrinseco è che le persone (noi inclusi), sono bombardate da offerte su offerte, da più fonti autorevoli come Amazon, Groupon, eBay e tanti, troppi altri!

Per ovviare a questo fenomeno, focalizzati nel diventare un aiuto vero per i tuoi visitatori cercando di costruire con loro un dialogo genuino. Io cerco di farlo chiedendo loro di registrarsi alla mia newsletter, attraverso la quale mantengo con loro un canale aperto. Questa lista, nei mesi e negli anni crescerà, e così potrò restare a contatto sempre con più persone.

Quindi ricorda… se il tuo nome è Nessuno, Nessuno si fiderà di te!

E ancora… per costruire un rapporto che vince l’erosione del tempo – scusa il gioco di parole – ci vuole tempo!

Verità #5: Solo una percentuale minuscola arriva al milione!

5 verita guadagno online

Non serve che ti mostri una statistica per dirti che sono pochissime le persone che guadagnano oltre il milione di euro lavorando con Internet.

Lo sai… è semplice statistica e logica.

Quindi che fai? Lasci perdere?

Meglio di no! Infatti… pensa piuttosto a quante persone guadagnano sotto il milione di euro! Pensa a quanti guadagnano persino sotto i € 100.000!

Più guardi verso il basso, più la base si allarga.

Adesso chiediti: “Sarei felice se guadagnassi anche solo (!!!) € 90.000, € 60.000, € 50.000 l’anno?”

Se la risposta è si, allora le tue chance di farcela sono molto più alte rispetto a chi cerca (tipo me qualche anno fà) di fare i milioni!

In più pensa a questo… lavorando su Internet, diresti adios al traffico della mattina per andare in ufficio, alle rogne legate ai colleghi, ai capi e cosi via!

Potresti andare in vacanza piu spesso… certo dovresti portarti la baracca con te – ovvero un portatile – ma saresti senz’altro più libero e forse, più contento e soddisfatto della tua vita!

Quindi, se sei all’inizio, permettimi di suggerirti di lasciar perdere il milione e di pensare ad un obiettivo più realistico. Ragiona passo per passo e le cose arriveranno!

Questo è il metodo che applico con me stesso.

Conclusione

6 verita guadagno online

Questo articolo sembra più un bagno di realtà che una vera guida a fare chissà cosa.

Sono sicuro però, che se sei stanco di inseguire falsi guru e false chimere, allora sei pronto per rimboccarti le maniche e fare come quelli che con Internet veramente ci vivono.

Parti dal basso. Impara il mestiere. Mettici impegno, buona volontà e anche un pò di amore. Non pensare all’obiettivo finale, ma goditi la passeggiata.

Non sono Osho, ma un semplice essere umano che è stanco di farsi fregare da falsi miti.

E tu?

Autore: Andrea Di Rocco di SOS WordPress, per il TagliaBlog.

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

55 Comments

  • Dal 2017 lavoro online con differenti talenti, Voiceover,Music production,Sync di video e tutto cio’ che ho a mia disposizione dalla mia professionalita’ e creativita’. Lavorare online e’ possibilissimo.Un grande problema e’ la apertura italiana al lavoro online.Il limite della lingua, la poca conoscenza dell’inglese o spagnolo, impediscono crescere in abbondanza alle persone nel nostro paese.Da 17 anni vivo in Messico e la rete mi ha dato l’opportunita’ di monetizzare qualsiasi minuto che investo nel LAVORARE.L’italia in generale deve fare un JUMP enorme capendo il mercato globale e togliersi l’aspetto Provinciale globale soffermandosi sui limiti della cultura o della lingua. La rete richiede mettersi le pile giuste!!! Qualcuno menzionava l’India. Giusto un paese che sta crescendo SMISURATAMENTE grazie alle rete. Consiglio vivamente di mettersi a studiare l’inglese e partire da li’. I lavori verranno!

    Reply
  • Complimenti! finalmente un articolo che mostra quella che è la realtà dei fatti! non serve illudersi di poter diventare milionari semplicemente creando un sito web senza poi spendere tutto il proprio tempo! Creo siti web e community da anni ma attualmente non ho ancora fatto il grande salto e mi dedico alla mia passione solo nel tempo libero, ovviamente sono consapevole che non basta per trasformare un hobby in fonte di reddito.

    Reply
  • Ciao tagliaerbe 🙂 io uno di questi Guru (ci ho avuto a che fare purtroppo) e l’inculata me la son presa.

    Se lo becco prima lo denuncio e poi lo tiro sotto con la macchina come minimo :D, è un notissimo guru che fa corsi sul Network Marketing e ho detto tutto.

    Purtroppo chi ottiene risultati con una determinata disciplina:

    – Infomarketing
    – Network
    – Forex
    – Vendita

    ecc… Non fa corsi. Infatti questo cazzone qui come tutti coloro che fanno corsi riguardo alla nicchia del guadagnare online e non Applica il : PARADOSSO DELLA PRATICA.

    Ossia insegna delle strategie e delle tecniche. Ma non è attraverso quelle tecniche che guadagnano ma facendo altro.

    Infatti fanno come gli americani e NON COME INSEGNANO gli americani. Infatti li vedi
    tutti che fanno:

    – Libri
    – Infoprodotti
    – Corsi in aula
    – Coaching

    ma difficilmente li vedi sul campo ad “applicare” ciò che insegnano in quei corsi.
    E in più rivendono cose che (per la maggior parte delle volte) sono di dominio pubblico
    in america.

    Se ne approfittano della scarsa conoscenza della lingua inglese degli italiani.

    Reply
  • Volendo essere super stringati:
    ciò che può far guadagnare con internet tanti soldi è offrire un TUO prodotto e/o servizio di alto valore, che le persone sono disposte a comprare online.

    Per essere concreti e volendo fare un elenco di quello che funziona di quello che non funziona io direi quanto segue;

    Le attività online NON funziona sono…

    Guadagnare con le mail guadagnare
    navigando guadagnare con i sondaggi
    guadagnare con le recensioni
    guadagnare con i banner
    guadagnare con Forex
    guadagnare con Google Adsense
    poker online casinò…
    O perlomeno si può dire in alcuni casi che funzionano poco o funzionano per pochi.

    Le attività più PROFITTEVOLI che si possono fare invece sono queste:

    Guadagnare con le affiliazioni
    guadagnare con gli infoprodotti
    guadagnare con un blog
    guadagnare con Amazon
    guadagnare con Ebay
    guadagnare tramite facebook
    guadagnare con i nomi a dominio
    guadagnare con il Network Marketing…

    Anche se in ogni caso queste forme di guadagno prevedono l’utilizzo di un blog è la miglior forma di guadagno e comunque sempre legata alla possessione di un proprio prodotto da vendere finché ci affidiamo agli altri avremo pochi risultati.

    Reply
  • Solo poche ce l’ha fanno veramente. Gli altri vivono in un’illusione fino a capirlo 🙂 // bell’articolo…

    Reply
  • A volte è difficile non pensare all’obiettivo finale! Bell’articolo complimenti

    Reply
  • Ciao complimenti per l’ottimo scritto con cui mi trovo in parte d’accordo comunque devo dire che per conquistarsi il proprio spazio nel web non serve solamente lavorare duro. Ho alcuni siti che fanno molto più di 1000 visitatori (come dice uno dei ragazzi che commenta) ma i guadagni non derivano solamente dal numero di visite bensì anche da quanto vengono pagati i click (con step inerenti un insieme di fattori che non vengono certo detti in internet con cui google paga differentemente i siti che fanno lo stesso numero di visite… e mi fermo qui…).

    Poi c’è da dire che se bastasse solamente lavorare duramente e impegnarsi all’inizio dovrei avere il mercedes. Capisco che magari gli argomenti di cui parlo io non abbiano un mercato così ben disposto o ben pagato come altre categorie, ma nemmeno farsi il culo per due soldi!!! E parlo di due soldi a ragione!! Poi niente niente che ti trovi in serp anche siti che non valgono niente (niente SEO, contenuti copiati, argomenti trattati male, ecc…) e la cosa fa girare … e non i CD..

    Diciamo che ci vuole ben di più che lavoro duro e impegno per cominciare a ritagliarsi un proprio posto nel web. Serve anche avere la possibilità di investire somme di denaro (e credo sempre poco a chi dice che è partito dal nulla e ha fatto fortuna… tranne pochissimi soggetti veramente fortunati nell’azzeccare il settore giusto).

    Ho visto anche soggetti che aiutati con tecniche poco “premianti” almeno per la qualità o il livello di preparazione, sono arrivati dove sono (non parlo del proprietario di questo sito ma di altri) nonostante non sappiano nemmeno ad esempio cosa sia l’insieme di conoscenze del SEO. E che dire di quelli che, poiché hanno soldi da investire in pubblicità, arrivano là dove nessun umano normale è arrivato? Ok richiamo a Star Treck XD …

    Comunque voglio svegliare chi dovesse leggere questo scritto che le cose non sono proprio come quelle descritte: si tratta di un insieme di cose che se non presenti insieme, non daranno frutti anche se vi doveste investire l’anima. Io i primi 10 mesi di impegno (ed ho dovuto apprendere da zero a quasi 40 anni come mettere su un sito, gestirlo, cosa fosse il SEO, ecc…) ho rischiato l’esaurimento nervoso perché non avendo soldi dovevo fare tutto da solo… ora a 3 anni dall’inizio della mia avventura, posso dire di non aver raggiunto niente se non uno step senz’altro ragguardevole rispetto alla moltitudine ma comunque che non mi permette di vivere solo con il web.

    Poi pensate quello che volete ma le cose non sono così “facili” come vengono presentate o smorzate nemmeno da questo di scritto…

    Ho messo su più di 10 siti e blog e sono messo così anche se sono già contento delle visite che ricevo e degli introiti che ho anche perché molti altri gli stessi soldi li fanno con 50 o più siti fatti a fuffa… però la cosa mi soddisfa poco ….

    Scusate la lunghezza dello scritto ma volevo essere il più preciso possibile 😉

    Reply
  • Contenuti molto veritieri ma credo che le vide del signore siano infinite non sono un guru e nemmeno osho… ma si può incanalare la potenza… come esprime il video e libro THE SECRET…qui non è questione di sogni da raggiungere …. ma di far sognare la gente, è l’emozione che genera l’azione… il vero obbiettivi è creare un modo dove tutti ci vogliono andare o cmq avere la sensazione di ESSERE in un percorso che porta in quella direzione …. nel web c’è di tutto ma serve molto discernimento nel cogliere ciò che realmente a valore.

    Reply
  • Perfettamente d’accordo. Io ho sputato sangue, e continuo a farlo per inseguire il mio sogno.

    La parola segreta? Non esiste. Tocca acquisire delle competenze e sperimentare…

    Reply
  • Ciao Andrea,complimenti per l’articolo, la penso proprio come te.

    Oltre a questo vorrei aggiungere che ogni giorno in internet nascono centinaia di nuovi business ed aziende, la maggiorparte destinate statisticamente a chiudere(pensa che solo il 2-3% delle aziende e business online che nascono riescono a superare il primo anno d’attività,questo per diversi fattori, la maggior parte è il desiderio di arraffare e volatilizzarsi).
    Bisogna quindi stare molto attenti a ciò che si ha di fronte prima di intraprendere una strada.

    Io dopo molto tempo e soldi buttati ho iniziato a pormi delle domande specifiche e a porle alle aziende che incontravo o che parenti o amici mi proponevano.

    Prima di valutare la mia partecipazione e metterci quindi la faccia volevo avere una mia sicurezza sia sulla realtà aziendale che sulla fattibilità e statistica di riuscita del business.

    Ho capito a mie spese che chi vuole intraprendere l’attività lavorativa online seriamente e vuole avere una possibilità di riuscita deve considerare che si sta creando un’azienda in proprio e come tale bisogna avere prima le risposte che ti diano prospettive di riuscita e sicurezza e poi intraprendere il viaggio.

    Da quando ho iniziato a valutare l’azienda ed il relativo business in base alle risposte ed ai dati che avevo in mano, non ho più avuto difficoltà a individuare in partenza quello che andava e poteva darmi ampie chance da quello che non era fattibile.

    Parlo per chi ovviamente partiva a quel tempo da zero come me e voleva creare la propria attività in modo genuino, considerando come unica ed importante ogni persona che ne faceva parte e non un semplice numero, condividendo con loro lo stesso obbiettivo.

    Se avessi avuto la possibilità di avere subito quelle informazioni che ho accumulato col passare degli anni,non avrei di certo perso dei soldi e anni di lavoro.

    Per questo ho creato un blog, in firma, dove ho riassunto le mie esperienze vissute e cerco di trasmettere tutte le domande e le risposte che mi sono servite per trovare un’azienda seria online ed il lavoro che mi ha appassionato veramente.

    Un imbocca al lupo a tutti!
    Andrea

    Reply
  • Le dure realtà del web ma anche della vita. Io all’inizio mi bloccavo appena vedevo un sito che faceva la stessa cosa poi ho deciso di creare il mio sito nonostante tutto. Non ci guadagno niente ma ricevere tanti commenti positivi mi aiuta ad andare avanti. Alessandro

    Reply
  • Ottimo articolo sono in una fase particolare ho costruito un sito seguendo dei video corsi (joomla) ora il problema è che ho trovato la nicchia di mio interesse che è lo sviluppo personale ,ma mi mancano le idee per quanto riguarda il contenuto del sito qualche idea?

    Reply
  • Alzo anch’io la mano contro quei ciarlatani che promettono il guadagno facile e veloce! infatti ho anche scritto un articolo a tal proposito: Smascheriamoli!!

    Reply
  • si,ben scritto,ma alla fine non ci aiuti a raggiungere nulla,se non vuoi vendere, se sei un benefattore aiutaci,non a rubarti il lavoro,tanto in internet non c’è nulla da rubare…..

    Reply
  • Io sono giovane e ho iniziato da poco con Bonofa. L’opportunità è davvero grande però è difficile farlo capire alle persone. Molti punti dell’articolo mi sono davvero utili. Io per fortuna sono utile perciò non punterò molto in alto ma a quello che mi basta per vivere un vita degna, tranquilla e normale 🙂

    Reply
  • Ciao Andrea,
    sono assolutamente d’accordo con te! Rimboccarsi le maniche e battersi per l’obbiettivo.
    Purtroppo non tutti hanno la stoffa dell’imprenditore, pochi sono veramente motivati a diventare “padroni di se stessi” per questo si scoraggiano e scelgono vie più semplici.
    Ma come te, sono convinta che perseverare possa portare soddisfazioni personali altissime. Magari non si concretizzano in milioni di euro, ma quanto è più prezioso il tempo per “vivere liberamente”?
    Io mi sto battendo per spingere il lavoro da casa, in tutela della famiglie, delle mamme, dei papà, dei mariti…di tutti coloro che non vogliono più essere schiavi del sistema tradizionale del lavoro!
    In Italia siamo solo al 6% di occupati in telelavoro, mentre nel resto del mondo è una realtà ben concretizzata.
    Sarebbe un grande vantaggio anche per le aziende italiane, meno spese di gestione, e una società più stabile, e soddisfatta, meno problemi familiari di gestione dei figli.
    Vogliamo o no migliorare la qualità di vita anche in Italia, creando una società sana?
    Saluti
    Laura

    Reply
  • la passione fa muovere il mondo. io adoro questo lavoro anche se mi porta via intere nottate e weekend ma chi la dura la vince. mi rivedo molto in quello che hai scritto. complimenti

    Reply
  • Non posso far altro che farti i miei complimenti e le congratulazioni per questo articolo interessante e completo!

    Reply
  • Ciao TagliaBlog,

    Sono fiero di aver letto questo tuo articolo, direi che persone come te ce ne sono troppo poche, sono tutti “distratti”, alcuni sembrano branchi che mirano a tutto senza raggiungere nulla, io invece penso la tua stessa cosa..
    Quasi un anno fa ho aperto un blog, ma mi sono fermato dopo poche settimane, mi farebbe molto piacere ricevere alcuni tuoi consigli..

    A presto =)

    Reply
  • Ciao Taglia,

    complimenti per l’articolo, parole sante: per realizzare il mio progetto on line, mulfarimbianchino.com, ci sono volute tantissime ore di studio e sperimentazione! La soddisfazione che ti danno peró i risultati ottenuti ti ripaga di tutta la fatica!

    Reply
  • Concordo pienamente, solo con la fatica e la determinazione puoi sperare di ottenere risultati che ti daranno delle soddisfazioni, non solo economiche ma soprattutto come uomo (o donna).

    Reply
  • Sto costruendo un progetto e sono partito da 0 totale, ci sto lavorando sopra da 6 mesi e ancora non ho finito.
    Ma sono sicuro che porterà soddisfazioni.

    Reply
  • Grazie stavo per acquistare on-line uno di quei famosi tutorial di 7 regole per lavorare in internet

    Reply
  • Sono capitato per caso su questo articolo, grazie dello spunto di riflessione!

    La mia esperienza è simile a quella di un utente che ha commentato su, avevo un progetto che purtroppo per divergenza di opinioni è stato accantonato dopo tanto sudore buttato!

    Penso che bisogna essere furbi quando si tratta di entrare in un mercato e ricordiamoci sempre che la conoscenza è potere. Condividere la conoscenza porta quindi ad un traffico altissimo.

    Detto questo, io di mio non ho tanti guadagni ma cerco di arrotondare un po’. Diciamo che riesco a pagarmi la benzina per andare a lavoro.

    Reply
  • ciao, come posso iniziare un programma di affiliazione?
    puoi darmi qualche dritta?
    grazie

    Reply
  • GRAZIE!!! GRAZIE!!! GRAZIE!!! a te che fatto l’articolo e a voi che avete risposto sono due ore che sto navigando questo ovviamente oggi ma sono mesi che sto cercando di capire se veramente si guadagna in internet ora ho smesso di navigare mi hai risposto alla grande è sicuramente vero e giusto quello che dici almeno tu non hai chiesto soldi o offerto cifre tipo 0,02 cent per ogni email letta etc… grazie ancora, articolo e altruismo grandiosi per noi poveri ignoranti in materia.

    Reply
  • Molte considerazioni di Davide sono, come del resto spesso accade giustissime, da ormai anni apprezzo questo mio lavoro che, nonostante mi impegni davvero molto, sa farsi amare per alcune sue caratteristiche che non baratterei con nessun’altra cosa.

    Non vorrei però che passasse il messaggio che far successo su internet sia facile, non lo è, specie in questo momento dove si assiste ad un proliferare esponenziale di pseudo esperti che, avendo seguito un corsetto online, magari solo per aver guardato qualche filmatino su Youtube, si convincono di essere oracoli del Web Marketing.

    La crisi sta creando moltissime figure di persone che improvvisandosi, si propongono come guru da un giorno all’altro, spesso anche perchè sentono dire “su internet si guadagna facile”.

    Comunque benvengano coloro che oltre al bisogno di guadagnare, mettono passione in quel che fanno, anche perchè senza passione il loro viaggio sarebbe molto corto.

    Reply
  • Per guadagnare con Google Adsense bisogna avere molto traffico verso i propri siti e non è cosa facile. Risulta molto difficile arrivare a 1000 visite al giorno, ci vuole un lavoro impressionante circa 12 mesi, per far arrivare un sito sulla prima pagina di Google. Ultimamente poi con il nuovo algoritmo di ricerca introdotto da Google, il Penguin, molti siti che erano sulla prima pagina sono precipitati oltre la 5, e addio traffico comprese le entrate pubblicitarie. Non dimentichiamo che Google si è alleata con Pagine Gialle E Virgilio che offrono siti web a prezzi stracciati, e hanno tutto l’interesse di mettere i loro siti sulla prima pagina delle SERP. Insomma con Internet si può guadagnare, ma bisogna lavorare sodo, e direi a tempo pieno.

    Reply
  • Con siti in lingua inglese forse ce la Si può fare… Per la lingua italiana la vedo durissima…

    Reply
  • Lavorare e guadagnare online con siti web e blog è possibile, ma non è per tutti. 🙂

    I guadagni di Google provengono anche dagli inserzionisti AdSense, non ne parla nessuno? In Italia ci sono Webmaster che hanno intestati a proprio nome centinaia di domini con AdSense. Cosa credete che facciano, la raccolta per far bella figura con gli amici? 🙂

    Reply
  • C’è pure un altro detto che recita: chi sa fa, chi non sa insegna.
    Non è del tutto vero, ma penso che sarebbe piu utile una birra con @Luca in una giornata che ha voglia di mostrare ad un suo caro amico come ha fatto, quanto ci ha messo (quanto rende quel sito al mese, molto importante) e via dicendo. Il giorno dopo l’amico, se davvero ha voglia, è in grado di replicare.
    Invece chi insegna, oltre a non poter dimostrare ciò che insegna (perchè sa, ma non sa fare), non avrebbe neanche interesse ad insegnare davvero. Altrimenti in breve non avrebbe piu studenti.

    Reply
  • Grande articolo, realistico e pungente al punto giusto, ma sempre con umorismo, che non guasta mai.. Complimenti!

    Reply
  • Mi sono trovato tantissimo nella prima parte dove si parla di come su internet ci siano siti che propongono soluzioni clamorose per fare vagonate di soldi. Sempre con lo stesso schema: 7 tecniche per… Landing page con video… Testimonianze false… Clickbank… Spam sui blog. Sempre la solita solfa. La verità è che i guru autoproclamati fanno soldi facendo i guru. Per tutto il resto, articolo con ottimi spunti di riflessione.

    Reply
  • Da qualche anno ho cominciato a lavorare in proprio, insieme a mio fratello. Mi interesso anche di guadagno on line, e dedico proprio una ventina di ore a settimana ad una piccola rete di blog, che spero in futuro possa portarmi dei profitti. L’ ispirazione ad aprire più di un blog, mi venne proprio leggendo un tuo articolo. Sto cercando di mantenermi, in tutti, sempre in tema, rispettando la nicchia che ho scelto per ognuno. Vederemo in futuro i risultati.

    Reply
  • Se ci sono la passione, le possibilità e le capacità nessuno o niente può fermarti da quello che ti sei prefissano, meglio se non molto ambito.

    La verità è che si impara da tutti e da tutto, dalle persone che hanno sbagliato e da quelle che hanno avuto successo, dai tuoi sbagli e dai tuoi successi.

    Ho trovato questo post molto bello, informativo e soprattutto reale. Complimenti! 🙂

    Reply
  • Ciao Andrea,

    Si condivido il tuo pensiero sull’impegno nel lavoro. Aggiungerei che oltre a passione, impegno e carica emotiva occorra anche fortuna.

    Soprattutto per superare l’imponderabile che ogni progetto si porta con sè.

    Sul valore dell’insegnamento sono d’accordo, ma ritengo due figure diverse l’imprenditore e l’insegnante.

    L’imprendore fa ed il suo know how è la sua ricchezza. L’insegnante insegna ed il know how sono semplici concetti da trasmettere.

    La differenza sostanziale tra chi fa e chi insegna sta nelle proprie aspirazioni di vita.

    Non voglio criticare il tuo bell’articolo, volevo semplicemente dire che io non insegnerei il mio lavoro, ma lo faccio per me. Anche se spesso mi sono ritrovato a dare consigli a qualche amico/collega.

    Reply
  • Ciao Luca! Beh per scrivere quell’articolo ci ho messo qualche anno e apprezzo che anche tu condividi parte di ciò che scrivo.

    Il discorso del condividere le tecniche ed i modi per guadagnare online è molto legato ad una filosofia che ho fatto mia quando ho studiato negli usa e cioè…più impari, più puoi guadagnare.

    Tu lo definiresti l’anti-business se qualcuno decidesse per lavoro di dedicarsi ad imparare qualcosa ed una volta fatto insegnare ad altri quello che ha imparato?

    Se andiamo alla Feltrinelli nella sezione business o in altri reparti è pieno di libri di autori che si rivendono la loro esperienza e quello che hanno imparato. Perchè non condividere con le persone le proprie tecniche? Perchè però non ricordargli anche che senza passione ed impegno non andranno mai da nessuna parte?

    Io sono del parere che alla fine della giornata la differenza tra un business vincente ed uno non vincente sia l’impegno, lo sforzo, la passione, la spinta e la carica emotiva. Se non hai quelle, con le tecniche ci fai poco!

    A presto
    Andrea

    Reply
  • Sarà che passerò da Troll, ma mi sembra un articolo di marketing ben studiato.

    L’articolo comincia con:

    “Alzi la mano chi è stanco di ascoltare dei cosiddetti guru che dispensano consigli su come diventare milionari in 5 semplice passi!”

    E poi sul sito dell’autore leggo:

    “Internet offre una miriade di opportunità a chi vuole guadagnare online…Basta essere “preparati” a coglierle..
    E’ proprio quello che faccio con Gurify: ti fornisco guide e tutorials per vendere e gudagnare sul web. Ti sembrerà la solita frase di circostanza, ma faccio proprio questo!
    Lavoro per fornirti tutto ciò di cui hai bisogno, per raggiungere passo passo i tuoi obiettivi. Non c’è trucco ne inganno, la mia filosofia è quella di dare a tutti la possibilità di creare da sè il proprio business, o di portarlo avanti brillantemente, senza ricorrere ad agenzie o a professionisti costosi.”

    Ora io sul web ci guadagno sul serio. Ho decine di siti web e non mi posso lamentare. Condivido l’articolo, ma francamente non mi verrebbe mai in mente di insegnare a qualcuno come guadagnare.
    Lo faccio e basta.

    Scusami Taglia per la Trollata 😉

    Reply
  • Alla base di un successo duraturo, solitamente, abbiamo tanto, tanto e ancora tanto lavoro.

    Reply
  • Ciao, sono d’accordo con l’utente “Siti Internet”: le ore necessarie a gestire bene tali attività sono molte di più. Inoltre se è vero che non è corretto “to put all your eggs in one single basket” ecco che il lavoro si moltiplica a dismisura, quando si hanno multipli progetti aperti.

    Mi è comunque piaciuto particolarmente il punto #2, anche se – come spesso avviene in queste analisi pragmatiche – quella è la verità… ma la strategia?

    Reply
  • Ciao,
    sicuramente sono io che non sò come fare soldi su internet, però mi sembra nel complesso un’impostazione un pò facilistica; 20 ore la settimana e molto tempo libero in più rispetto a chi lavora da dipendente? Nel mio caso è sicuramente il contrario: faccio molte più ore di un dipendente e spesso anche sabato e domenica… 20 ore settimanali sono veramente poche: solo per tenere aggiornati tutti i social, rispondere alle email, fare preventivi e scrivere qualche articolo per il blog ed ecco le 20 ore; poi c’è tutto il lavoro. Io dico minimo 40 ore. Se poi vuoi fare molti soldi anche di più. Ovviamente raggiunto un certo regime forse puoi diminuire i ritmi.
    Invece concordo appieno su: amore per il lavoro, godersi “la passeggiata”, evitare traffico ed uffici! Tutto ciò non ha prezzo… per tutto il resto c’è… 🙂
    Grazie per aver raccontato la tua esperienza! ciao!

    Reply
  • ciao, articolo sacrosanto… posso chiederti (finanza permettendo 🙂 quanti siti di affiliazione hai creato, cosa vendono, quanto traffico hanno complessivamente e grosso modo quanto ricavi nettamente? è solo per aggiungere un dato concreto alle premesse (ovviamente senza entrare troppo nei dettagli..) se preferisci in pvt…grazie inifinite

    Reply
  • Parli di non essere diventato milionario…Ma vuoi mettere con il tempo libero che ti ritrovi?!? 🙂

    Reply
  • Ciao, lavorare online, come tutte le cose ha i suoi pregi e i suoi difetti. La mia fortuna è che è i difetti del lavorare online mi importano poco, mentre i pregi mi premono molto!!!

    Buona giornata a tutti.

    Reply
  • parole sante!! Mi rivedo in tanti passaggi, nemmeno io sono milionario, ma anche io ho lasciato un lavoro a tempo indeterminato che mi avrebbe portato fino alla pensione. Ora sono più libero e anche se a volte passo nottate intere a risolvere problemi e a inserire nuove funzionalità ai miei siti, posso esserne fiero, perchè il sudore buttato è tutto per me, per qualcosa che ho fatto nascere e crescere con passione e dedizione.

    Si, la passione innanzitutto. Quando ci si butta in un progetto è la cosa che più può spingerti a farlo in maniera “continuata” e “sistematica”, una valore aggiunto per darti la spinta e il sostegno nei momenti di “down psicologico”.

    Buttatevi in qualcosa che vi piace fare, coltivatelo, fatelo da soli, evitate di farlo insieme ad altri, se tenete davvero al vostro progetto, perchè rischiate alla prima discussione di buttare all’aria qualcosa a cui tenevate… io ho fatto questo errore e ho buttato 3 anni all’aria per poi ripartire da zero da solo…. erano tre anni importantissimi che andavano dal 2004 al 2007…. ho peso 3 anni di forum… una tragedia… ma mi sono armato di coraggio e forza interiore e sono ripartito alla grande.

    Non arrendetevi mai!!

    ..e sopratutto non pensate di diventare milionari, ma di guadagnare il giusto per vivere una vita degna, ma “autonoma”, senza dover dire SIGNORSI’ a nessun CAPO DI TURNO….

    Un caro saluto.

    Reply
  • Gli indiani li trovi ad esempio su elance … Ma perché questa voglia di regalare soldi agli indiani? Ci sono fior fiore di freelance italiani , anche su elance …

    Reply
  • Parli di aver pagato indiani.
    Voglio provare questa strada per pura curiosità e cultura professionale.

    Dove e come hai fatto?

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Le 5 Dure Verità su Chi Lavora e Guadagna Online
Scroll to Top