Le 100 keyword più costose di Google AdWords (Italia)

Parole chiave più costose di Google AdWords
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

È risaputo che Google ha molte fonti di reddito, ma la principale resta la pubblicità, che nel 2015 ha costituito il 90% del suo fatturato. E la crescita di Google nello scorso anno è stata di circa il 15%, che si traduce in diversi milioni di dollari.

La tendenza generale è che la pubblicità digitale sta diventando sempre più popolare, in quanto sempre più aziende la preferiscono a discapito delle opzioni tradizionali. Secondo un recente studio di eMarketer, nel 2017 la spesa pubblicitaria digitale supererà quella nella TV.

Se hai già creato una campagna su Google AdWords, probabilmente sai che può essere estremamente costoso. Negli ultimi anni i marketer hanno visto un aumento significativo del costo per clic per le parole chiave più popolari, e questa tendenza probabilmente continuerà.

In pratica, il costo per clic è calcolato su una sorta di “asta” che si svolge durante le ricerche. Le parole chiave più costose sono semplicemente quelle più cercate, sulle quali i concorrenti fanno un’offerta. Ma si può sempre indirizzare il proprio budget sulle cosiddette “long tail keyword”, che sono meno competitive, ma possono ancora portare una notevole quantità di traffico.

I costi per clic differiscono moltissimo a seconda del settore e della posizione geografica, variando da uno a tre cifre per un visitatore. Ti sei mai chiesto quali sono le parole chiave più costose per Google AdWords Italia?

Abbiamo effettuato un’analisi utilizzando i dati del database di keyword di SEMrush per determinare la top 100 delle parole chiave più costose in Italia. Quest’elenco di parole chiave è suddiviso per categorie e, per semplicità, presentato attraverso l’infografica, che si può consultare qui sotto.

Parole chiave più costose di Google AdWords

Tutte le parole chiave che si trovano in questa lista sono long tail molto mirate. E come si può vedere nell’infografica, il 90% delle keyword più costose sono legate a quattro settori: giochi d’azzardo (gambling), trading online, elettronica e informatica.

I dati parlano chiaro: ora in Italia c’è un vero e proprio boom di siti che offrono soluzioni per guadagnare online in modo semplice. Una parte degli utenti del web vuole imparare ad utilizzare le piattaforme di trading online , un’altra gioca sui casinò online. Queste attività non sono più riservate ad esperti del settore o persone con grandi capitali a disposizione. Sia il trading che il gioco d’azzardo si sono aperti all’utente medio. Da qui la presenza consistente di keyword relative a questi 2 settori nella top 100 delle parole più costose su AdWords Italia.

Oltre l’80% delle frasi chiave più costose sono costituite da tre o più parole, cosa che le rende dettagliate e altamente mirate. Ogni parola aggiuntiva dice di più sull’intenzione dell’utente, in modo tale che quanto più una frase chiave è lunga, più clienti mirati si raggiungono e, di conseguenza, è possibile ottenere risultati più rilevanti.

Autore: Daryana Solntseva, PR & Events Manager Italy di SEMrush, per il TagliaBlog.

P.S.: a me risulta difficile credere che certe keyword abbiano valori del genere, ma sono certo che SEMrush saprà darci più dettagli su come vengono calcolati i costi per clic.

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

8 Comments

  • Mi sembrano costi un po strani, mi fa strano vedere che una keyword come la prima o la quinta costino così tanto, vabbe , comunque post molto interessante .

    Reply
  • Ma di queste keyword ce n’è qualcuna che rispecchia davvero i costi reali? Mi sembra una lista fatta veramente a caso… Prendendone giusto due o tre dalla lista, oltre a quelle gia menzionate negli altri commenti:
    “allison stokke wiki” – non è una serp in cui ci sono gli annunci adwords, in italia non è cercata da nessuno tanto che non esiste nemmeno una pagina wiki in italiano..
    “big data definition” – altra keyword che chiaramente non è cercata su adwords italia, nemmeno il completamento di google lo suggerisce (ovviamente suggerisce definizione e non definition)
    “forex uk login” – chi pagherebbe mai una cifra del genere per un utente che sta cercando la pagina di login per un conto che ha già aperto su una piattaforma specifica?

    Reply
  • Concordo su qualche dubbio. Nel mucchio vedo anche qualche query Local e quello ci sta perché se vuoi targettizzare e affinare potresti dover spendere di più

    Reply
    • Rispondo a tutti quelli che hanno dubbi su come è stato fatto il calcolo del valore delle parole chiave. Ho chiesto alla rappresentante di SEMrush, e questa è stata la risposta:
      =====
      I nostri dati provengono dall’analisi di diversi annunci pubblicitari, così come da fonti interne. I metodi che usiamo per calcolare volumi di ricerca, CPC e livello di concorrenza sono di proprietà, il che rende i nostri dati unici, ma sempre molto simili a fonti autorevoli come Keyword Planner. Le stime, in particolare per quanto riguarda i trend, sono molto vicine a quelle di Google, come è naturale.
      I prezzi sono indicati in dollari, in quanto valuta internazionale, ed è così chiara anche per gli esperti stranieri.

      SEMrush non può accedere agli AdWords interni di nessuno o ai dati di Google Analytics. Possiamo fare solo le nostre stime in base alle parole chiave più popolari nel nostro database, che contiene 12 milioni di parole chiave in Italia.
      Google non mostra sempre gli stessi annunci, ogni volta che si esegue una ricerca per una parola chiave. Il CPC cambia ogni minuto, e noi raccogliamo i dati una volta al giorno, solo Google può mostrare il proprio costo preciso.
      =====
      Per quanto riguarda invece lo strano problema che hanno alcuni nel non riuscire a leggere l’infografica, provate da questo link diretto: https://blog.tagliaerbe.com/wp-content/uploads/2016/07/keyword-piu-costose-google-adwords.png

      Reply
  • Penso che “mysql workbench” sia un errore o sia stata estrapolata in un momento particolare. Non c’è concorrenza che possa giustificare una cifra così alta.

    Reply
  • Forse una lettura alla lista prima della pubblicazione sarebbe stata molto utile.
    Fatemi capire chi pagherebbe 70$ per “hotel come” e cosa significa questa kw.
    Inoltre, il keyword planner stima per mysql workbench un’offerta di meno di 6€ e la kw si riferisce ad un tool specifico, quindi chi spenderebbe cifre folli per offrire qualcosa che molto probabilmente non è quello che l’utente cerca?
    Credo si possa far di meglio, grazie.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Le 100 keyword più costose di Google AdWords (Italia)
Scroll to Top