John Chow svela i suoi segreti

John Chow è uno dei problogger più noti, e probabilmente quello che fra tutti è riuscito a monetizzare meglio il suo blog (oltre 180.000 dollari guadagnati nel corso del 2007, con un crescendo impressionante: dai 3.440 dollari di gennaio agli oltre 25.000 dollari di dicembre).
Un paio di giorni fa, John è stato intervistato durante l’Ad:Tech di San Francisco, ed ha rivelato alcuni dei suoi segreti… eccovene una lista (un pochino “manipolata” dal sottoscritto):

  • Cerca di provare quanto prima possibile i nuovi programmi di affiliazione; successivamente, cerca di far iscrivere altri editori tramite il tuo link di affiliazione
  • Non utilizzare Google AdSense
  • Frequenta fiere, BarCamp ed altri luoghi d’incontro relativi ai tuoi interessi
  • Costruisci e mantieni solidi rapporti, basati su buone relazioni
  • Scrivi buoni contenuti
  • Mettici del tuo!
  • Sii coerente
  • Trova sempre buoni argomenti
  • Scrivi almeno 2 post al giorno (la media di John Chow è di 2,6 post al giorno, 7 giorni su 7)
  • Fai in modo di incrementare i lettori del tuo feed (la voce di traffico più importante, secondo John Chow)
  • Compra pubblicità per acquisire nuovi lettori (John Chow spende circa 400-500 dollari al mese in annunci AdWords)
  • Fai in modo di ottenere traffico tramite il passaparola
  • Cerca di essere più internet marketer (e meno blogger)

Riassumendo, questa è la ricetta di John Chow per un blog di successo:

  • qualità e coerenza
  • diversifica al massimo la pubblicità
  • attira traffico
  • massimizza le revenue

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

15 Comments

  • Sai per quale motivo ha sconsigliato di usare Google AdSense?

  • Non so perchè ma pensavo che una persona che viene nominata così spesso come questo personaggio guadagnasse ben altre cifre..

    Così ad occhio eh, non mi sono messo ad indagare 🙂

  • Molti putroppo non sono applicabili al mercato italiano. Per dire, Geekissimo usa solo AdSense…

  • Buongiorno a tutti,

    confermo quanto FabioG3, per i blog di nicchia, nanopublisher e publisher le affiliazioni non sono la risposta unica e sostituiva ad AdSense.

    Per questo motivo vedo molto meglio, concludente ed economico una costruzione di networks di affiliazione dirette alle aziende che non tramite intermediari troppo generalisti.

    a voi un opinione …

    Buon lavoro a tutti!

    Daniel – GenitronSviluppo.com

  • Aggiungiamoci anche:
    – blogga in inglese

    Altrimenti il resto non vale!

  • Si Dami, John Chow è sparito da Google causa vendita di link e recensioni (effettuata senza alcun ritegno).
    Il suo è un caso più unico che raro: riesce infatti a crescere (soprattutto economicamente) anche senza il traffico di Google…

  • interessante! grazie per la risposta.

    Si sa come riesce a veicolare il traffico? Se principalmente backlinks o visitatori “affezionati”?

  • Ovviamente mi sono dimenticato di citare gli altri MDR 😀

  • Se non ricordo male, è riuscito inizialmente a farsi conoscere grazie ad un uso massiccio di Digg (dal quale, guarda caso, è stato bannato).
    Inoltre, come egli stesso ha precisato, investe costantemente in pubblicità (con AdWords).
    Ma soprattutto credo sia riuscito furbescamente (e anche molto fortunosamente) a crearsi “un personaggio”, quello del problogger che partito dal nulla è diventato straricco, nel quale migliaia di piccoli blogger cercano di riconoscersi… ovviamente senza riuscirci 🙂

  • Il fatto di poter scrivere in lingua inglese credo che faccia la differenza.
    Personalmente l’ho potuto verificare con i miei blog. Quello in lingua inglese rende più o meno come quello in italiano con quasi la metà degli accessi.
    Jhon Chow si è potuto permettere di mandare a quel paese Google e incrementare comunque i suoi guadagni anche ad un gran lavoro di viral marketing sul suo personaggio che si è costruito soprattutto all’inizio e che oggi gli permettono di avere tantissimi accessi pur essendo quasi completamente sparito da google.

  • Potevi metterlo il link di questo john Crow,

    L’ho trovato, ma adesso non so dove sia

    Francesco Martino

  • Il bello di avere un blog scritto in inglese… Ottimo articolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy