iPhone: ecco perchè l’ho preso

Ebbene si, ho acquistato l’iPhone.
Non datemi però del mela-invasato o dell’early-adopter: ho sempre avuto pessimi telefoni cellulari dal costo massimo di 50 euro, utilizzati fino alla loro morte fisica, e non ho MAI posseduto prodotti marchiati Apple.

La scelta dell’iPhone è stata quindi ben ponderata e soppesata: 6 mesi di pensate e valutazioni, che mi hanno portato infine al faditico acquisto.

Ecco i 6 motivi della scelta

  1. Internet
    Essendo internet addicted, cercavo qualcosa di piccolo in grado di connettersi ovunque: e l’iPhone ha un ottimo browser, l’accesso diretto ai più noti servizi di posta elettronica (fra i quali Gmail), alla Borsa, al Meteo e alle Google Maps. E per i blogger accaniti esistono 2 fantastici plugin (per WordPress): iWPhone (che mostra, esclusivamente ai visitatori del vostro blog che utilizzano un iPhone o un iPod Touch, un tema ottimizzato per i 2 prodotti Apple) e iPhone Mobile Admin (che rende l’area admin di WordPress “iPhone friendly”).
  2. WiFi
    Rifiuto però di connettermi via WAP/GPRS/EDGE(che comunque l’iPhone ha)/UMTS (fino a che non sarà sul mercato una tariffa DAVVERO economica). Meno male che l’iPhone è fra i pochi telefoni con dentro il wifi (802.11b/g).
  3. Schermo
    Generalmente, i telefoni concorrenti hanno un monitorino da 320×240. L’iPhone arriva invece a 320×480… e vi assicuro che la differenza di vede, eccome.
  4. Tastiera
    La tastiera DEVE essere QWERTY. Non amo (anzi, lo ammetto, non sono proprio capace…) digitare lettere su un tastierino numerico… e l’iPhone ha una touch-keyboard QWERTY con i tasti che si ingrandiscono quando gli posi sopra il dito: ci vuole un pochino ad abituarsi, ma poi si va via come un treno.
  5. Installabilità
    Per l’iPhone sono già disponibili decine di applicazioni e giochi gratuiti. Apple ha già un sito ufficiale (denominato iPhone Dev Center), e a brevissimo dovrebbe arrivare l’SDK (sbav 🙂 ).
  6. Interfaccia
    Last but not least, l’iPhone non necessita di un manuale d’uso: è di una semplicità disarmante, e il (multi)touch è davvero fantastico. Non mi è facile ammetterlo, ma sembra davvero avanti anni luce rispetto ad altri telefoni attualmente in commercio.

P.S.: evito di elencare tutte le “funzionalità iPod” e quelle telefoniche che ovviamente l’iPhone ha, ma vi garantisco che ci sono anche quelle 🙂

…e le 3 note dolenti

Vabbè, non sono tutte rose e fiori: ci sono anche 3 punti che potrebbero farvi evitare (o quantomeno rimandare) l’acquisto.

  1. NO UMTS
    L’iPhone attuale è SOLO EDGE. NON è UMTS. Se lo volete UMTS, dovete aspettare la prossima versione (suppongo arriverà a breve, ma non c’è ancora una data certa).
  2. Sblocco
    Il telefono NON è ancora disponibile in Italia. Significa che va comprato all’estero (generalmente negli USA), e sbloccato con una procedura che non è proprio a “prova di imbecille”. Tra l’altro, io ho acquistato (e sbloccato) la versione 1.1.2, ma pare che per l’attuale versione in commercio (1.1.3) lo sblocco sia un pochino più complicato. Meglio aspettare se non si vuole rischiare di acquistare un prodotto inusabile.
  3. Prezzo
    All’attuale cambio, l’iPhone costa circa 280 euro, ai quali vanno aggiunti circa 100 euro per la TurboSIM (necessaria per lo sblocco completo delle funzionalità telefoniche). E’ vero, fa anche il caffè, ma non è certo un cellulare fra i più economici.

Conclusione

L’iPhone è una cosa più da vedere che da leggere.

P.S.: NON chiedetemi dritte circa lo sblocco dell’iPhone: NON sono assolutamente in grado di aiutarvi, in quando a mia volta mi sono fatto aiutare da un collega :-). Fate comunque MOLTA attenzione alle guide che trovate online: spesso sono riferite a firmware superati e/o sono piene di errorini, che rischiano di trasfomare per sempre il vostro amato iPhone in un inusabile iBrick 🙂

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

14 Comments

  • tu dici “Rifiuto però di connettermi via WAP/GPRS/EDGE(che comunque l’iPhone ha)/UMTS (fino a che non sarà sul mercato una tariffa DAVVERO economica)”

    hai certamente ragione ma a quel punto a che ti serve l’ipone? Non poter usare il telefono in mobilità è come comprare un telefono per casa ma non poter telefonare fuori 🙂

  • Ciao, ti lascio un commento anche se il titolo “ecco perché l’ho preso” sottolinea e giustifica il TUO personalissimo punto di vista.

    Io ho l’iPhone già da cinque mesi, sono un early-adopter (non c’è da vergognarsi: è una figura prevista nel mondo economico i cui tratti fondamentali sono “disponibilità a spendere di più” e “non saper aspettare”, che generalmente fanno a cazzotti col comune buon senso – ma certo NON è un reato, nè una cosa di cui vergognarsi!).
    Dicevo: tra i gadget tecnologici che ho acquistato e che NON mi hanno stancato (anzi!), rientra nel 2007 il solo iPhone.
    La MIA personalissima valutazione dei pregi stride un po’ con la tua, ma questo è fisiologico perché tutto dipende da come si usano le cose.
    Innanzitutto, IMHO, tenere in Italia l’iPhone senza un collegamento GPRS/EDGE (dati attraverso l’operatore telefonico) è come tenerlo “castrato”: l’attuale assenza di hot-spot gratuiti wi-fi (diversamente da altri Stati) implica che nel 95% della mia giornata (praticamente quando sono fuori casa) io acceda ai servizi via EDGE (diversamente da te uso TIM). Se usi i dati, non si può prescindere dall’accesso EDGE, il quale (come velocità di trasmissione dati) è più che sufficiente per supportare le applicazioni ad oggi presenti sull’iPhone (intendo mail, web, mappe, YouTube). Non essendo interessato a videochiamate, non ho MAI avuto un telefono UMTS, sebbene il throughput dati più elevato non potrebbe che giovare ad applicazioni che però sono già godibili via EDGE.
    Per gli altri aspetti (interfaccia utente che rende preistoria qualsiasi altra cosa vista finora, schermo enorme, tastiera QWERTY di una precisione disarmante) non posso che essere d’accordo.
    Altri aspetti che consideravo difetti (tipo allegare foto ad una mail) vengono colmati da applicativi ad-hoc rilasciati dalla community.
    Non ritengo l’assenza degli MMS una mancanza, non ne ho mai inviati! (anche per gli MMS comunque esiste l’applicativo non ufficiale)
    Non so se firmware più recenti abbiano colmato ufficialmente queste lacuna.
    Quello che mi manca davvero è, IMHO, l’interfacciamento a ricevitori GPS e l’applicazione di navigazione (una utilità che mi costringe a portare con me – per quelle rare volte mensili che mi serve – il “vecchio” palmare strapagato tre anni fa).
    Ad oggi è così che lo vivo, magari tra 6 mesi queste osservazioni saranno anacronistiche, ma nell’era digitale 6 mesi sono ERE !
    Per completezza, le applicazioni d’ufficio non le ho mai utilizzate sul palmare… Il poco reattivo Windows Mobile, il browser IE, il pennino di precisione, la barra di scorrimento sono state eliminate dal darwinismo tecnologico con l’avvento dell’iPhone.

    Più che un commento volevo sottolineare come uso diverso e attitudini diverse a spendere possano cambiare il punto di vista delle specifiche tecniche del prodotto e, ovviamente, dei pregi e dei difetti.

    Tutto questo, IMHO.

    Ciao,
    MaxLarocca

  • Congratulazioni per l’acquisto.
    Uso molto feliceente un iPhone da ormai 4 mesi (sei meni early di quel che pensi :P) e ne sono entusiasta (ne ho scritto già in lungo e in largo).
    Due precisazioni: il firmware 113 NON é ancora stato sbloccato interamente (solo la parte jailbreak); l’112, invece, NON ha bisogno di turbosim o altre spese oltre all’acquisto di telefono e qualche software.

  • Io credo che tariffe economiche per la connessione dati effettivamente non ci siano ma abbordabili sicuramente sì. Io con Wind a 8 euro al mese ho 1500 euro di traffico, email, navigazione, e quant’altro … non riesco mai a consumare più di 500 euro di traffico. Se la connessione dati la usi per avere dati sul telefono credo che le tariffe di oggi si possano considerare quasi flat, se poi vuoi usare la connessione dati per il desktop di casa allora è un altro paio di maniche. Se poi vuoi una connessione dati a costo 0 … tu nn te vu cunnett!!!

  • Beh mi sa che Apptapp.app (o meglio conosciuta come Installer) diventerà una tua grande amica 😀
    Complimenti per l’acquisto e buon divertimento 😉

  • Ciao Taglia, benvenuto nel milione di utenti che stanno nel limbo tra la Apple e At&t 🙂 La periferica in discussione è disarmante, decisamente avanti di 12-18 mesi rispetto a chiunque, io mi ritengo di essere tra uno di quei fortunati che avendo aquistato l’iphone entro la seconda settimana di novembre 07 si è ritrovato ancora con il flessibile firmware 1.1.1 che ancor oggi dopo 4 mesi buoni riesce ad essere upgradato e sbloccato senza l’uso di tessere turbo, silver ecc.ecc mi sembra di rivivere il periodo di tele+… programmatori multipippo ecc.. :P.
    Questo per dire che sono pro a tutti gli sviluppatori che in 6 mesi hanno portato questa periferica al di la di ogni aspettativa, dalle cose piu inutili a quelle piu simpatiche e divertenti (anche se aime l’80% sono proprio quelle inutili). Quello che manca però è della sana chiarezza, è ovvio che non ci puo essere visto che stiamo parlando di operazioni non ufficiali, pero ti senti obbligato a rimanere aggiornato, ed intendo che minimo 2 volte al giorno devi leggerti i forum più hot (tipo il VOIP che penso sia una cosa che tutti stanno aspettando.. sul touch funziona già) sull’argomento perchè di continuo nascono nuove problematiche, e di continuo si trovano nuove soluzioni sempre diverse che vengono implementate a loro volta, per carità lode a tutti quelli che lavorano sui forum per aiutarsi l’un l’altro, ma la mole di informazioni è talmente vasta che basta restare in dietro un giorno per sentirti un pesce fuor d’acqua. In wikipedia sono sicuro che sono stati aggiunti nuovi vocaboli “tecnici” che sono emersi dal primo sblocco quali : Jailbrekkare, Oktopreppare, Verginizzare. Fanno sorridere si, sono d’accordo, ma descrivono delle tecniche particolari per raggiungere un certo scopo, e di danni ti assicuro non ne mancano. Ti rimando a questo mio divertente post “tecnicioso” fatto qualche settimana fa subito dopo aver fatto il nuovo upgrade all’1.1.3 ed essermi reso conto di aver fatto un a cagxxa pazzesca (a’mo di corazzata potimkin)
    Ciao Max

    http://tinyurl.com/3cmxzk

  • Visto l’argomento del post non posso esimermi da invitarvi a fare un giro sul mio sito: http://www.iphoneplanet.it, e se naturalmente Tagliaerbe od altri hanno consigli per l’ottimizzazione ed il miglioramento del posizionamento.. sono bene accetti!

    Posso ripubblicare il video sul mio blog naturalmente citando la fonte? Grazie.

    Davide

  • introw: se vado in Google.it e cerco iphone, il tuo sito è in prima pagina davanti a http://www.apple.com/iphone... e vieni qui a chiedere consigli per il posizionamento? semmai sei tu che devi darli agli altri! 😀
    Per la ripubblicazione del video con citazione della fonte, ovviamente nessun problema 😉

  • In realtà potremmo parlare le ore del posizionamento del mio sito, del lavoro che ci sta dietro, e di cosa vorrei fare per ottimizzarlo ancora, ma ne approfitto per chiederti solo una cosa e ti fornisco lo spunto per un riflessione e forse un nuovo post… www . iphone . it si trova primo per la chiave “iphone”, ora la struttura di tale sito ed i contenuti mi sembrano abbastanza discutibili, vi è inoltre del buon testo nascosto sotto il menu nella home page… eppure è primo! Non ha neanche un gran numero di backlink, quindi è così importante il nome del dominio? o secondo te ha altre caratteristiche che ne favoriscono il posizionamento?

  • Non ho avuto modo di studiare il sito, ma in effetti non vedo nè contenuti super esclusivi, nè link in ingresso così importanti… credo quindi sia proprio un caso nel quale il nome a dominio è stato considerato estremamente rilevante.
    In ogni caso, visto che non sembra si tratti di un dominio registrato da Apple, non dormirei sonni tranquilli: ai miei tempi, con yahoo.it, le cose andarono diversamente 😀 : https://blog.tagliaerbe.com/2006/09/quel-giorno-che-registrai-yahooit.html

  • Complimentoni per aver acquistato Iphone, veramente!! Volevo chiedere alcune considerazioni a livello “burocratico”, dato che leggendo di qua e di là cosa può fare questo giocattolino mi sta venendo voglia, sempre se posso, ad acquistarlo anch’io. Il fatto è che nn ho ben capito alcune cose circa lo sbloccaggio, firmware, lingua:
    -nel caso lo acquistassi dall’America (per il cambio molto favorevole) ho visto che molti o quasi tutti lo vendono già sbloccato con il firmware 1.1.3, e quindi a me arriverebbe già sbloccato e ho solo più da mettere la mia sim e basta, se funge così;
    -altra cosa è però nel caso uscisse un nuovo firmware e io debba aggiornarlo, e aggiornandolo ad una versione successiva si perde anche lo bloccaggio che c’era prima o non cambia niente? E come si fa ad aggiornarlo?;
    -facendolo arrivare dall’America arriva di sicuro in inglese, e quindi non essendo uscito in Italia l’Iphone non c’è nelle impostazioni la lingua italia, giusto? Oppure tramite qualche ciocco si riesce a mettere la italiana o bisogna per forza tenerselo in inglese?

  • Scusate ma il cellulare in questione è l’iPhone 2G o 3G o 3GS??
    Grazie.

  • @Tony: è il 2G (l’articolo che ne parla è infatti di inizio 2008).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy