Il Redirect 301 non passa tutto il PageRank!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

13 Febbraio 2007. Adam Lasnik, nel gruppo Google Webmaster Help, dichiara che il “301s pass PR and related signals appropriately. Usually takes a couple of weeks for things to smooth out, though.” Tradotto significa che il redirect 301 passa il PageRank – e tutti i fattori correlati – in modo appropriato, in un paio di settimane.

14 Marzo 2010. Eric Enge pone a Matt Cutts questa domanda: “Let’s say you move from one domain to another and you write yourself a nice little statement that basically instructs the search engine and, any user agent on how to remap from one domain to the other. In a scenario like this, is there some loss in PageRank that can take place simply because the user who originally implemented a link to the site didn’t link to it on the new domain?”

Cutts risponde in questo modo: “That’s a good question, and I am not 100 percent sure about the answer. I can certainly see how there could be some loss of PageRank. I am not 100 percent sure whether the crawling and indexing team has implemented that sort of natural PageRank decay, so I will have to go and check on that specific case. (Note: in a follow on email, Matt confirmed that this is in fact the case. There is some loss of PR through a 301).”

In poche parole, Matt Cutts ammette in prima battuta di non essere al 100% sicuro della risposta che sta per dare, ma poi conferma, in una email successiva, che c’è effettivamente una perdita di PageRank con un 301.

Qui la cosa si fa spessa. OK, oramai lo sappiamo tutti, il PageRank è solo uno dei 200 fattori che Google esamina per determinare importanza e rank di una pagina web. E se nell’operazione di redirect si perdesse anche qualcos’altro, oltre al PR? se il 301 non trasferisse tutte le proprietà, ma lasciasse qualcosa di importante per strada? cosa è cambiato dall’affermazione di Lasnik, di “soli” 3 anni fa?

Se hai fatto di recente un 301 e hai notato una perdita di posizioni, traffico o altro, condividi pure la tua esperienza nei commenti.

UPDATE: il 25 Febbraio 2013, Matt Cutts ha dichiarato in questo video


che “la quantità di PageRank che si disperde attraverso un 301 è attualmente identica alla quantità di PageRank che si disperde attraverso un link.” Quindi la nuova dichiarazione di Cutts sembra smentire la precedente.

UPDATE n.2: il 14 Febbraio 2014, John Mueller è intervenuto in questo hangout


precisando che “GoogleBot segue fino a 5 redirect quando cerca di scansionare una pagina […] Generalmente raccomandiamo di ridurli a 1, quando possibile. Se non lo fosse per qualche ragione tecnica, van bene un paio di redirect”.

Prova Seozoom
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

17 Comments

  • Ciao e complimenti per i tuoi articoli. Avrei una domanda: il redirect 301 perde un po’ di link juice solo in caso di spostamento di domini? In caso di reindirizzamento a singole pagine dello stesso sito, a quanto ho letto su questo articolo http://moz.com/learn/seo/redirection, non dovrebbe esserci nessuna perdita, giusto? Devo fare dei redirect di una decina di pagine (alcune di esse con un discreto traffico) e vorrei trovare il modo migliore per non perdere link jiuce. Grazie e complimenti ancora per il sito.

    Reply
    • Come indicato nel primo video che vedi nel post, nel 2013 Matt Cutts sembra aver smentito il fatto che il 301 fa perdere un pochino di link juice…

      Reply
  • qualcuno sa se il redirect della google webmaster central aiuta o meno a indicizzare il nuovo sito?

    Reply
  • Cavolo, siete tutti troppo ‘secchioni’ per i miei gusti…Io sono autodidatta e i termini che uso (e userò) NON SONO tecnici come i vostri quindi scusatemi…
    Ho da poco spostato il mio blog da blogspot a un host a pagamento con piattaforma WordPress…Ho cercato di utilizzare le stupide impostazioni di blogger per effettuare un redirect al nuovo indirizzo il problema è che le visite sono diminuite di 2/3!!! Caspita! Non ho un super sito infatti da quando ho aperto il blog (a novembre) ero solo a Pagerank 2 e AlexaRank 143000 con poco più di 2000 visitatori unici al giorno ma adesso ho circa 600 visitatori! Che devo fare? Consigli?
    Premetto che non posso prendere un aereo per andare a MountainView e picchiare tutti quindi avete idee? Se registrassi un altro dominio lo ‘collegassi’ come dice blogger al mio vecchio blog modificando quindi i server e tutto e poi mettessi un redirect301 al nuovo secondo voi la perdita sarebbe meno ingente?
    Con l’importazione del blog a WordPress per fortuna i link hanno mantenuto la stessa struttura a parte naturalmente il dominio.

    Reply
  • Più che perdita di posizioni io vedo che dopo un 301 fatto diverse settimane fa il sito originale è ancora in prima pagina e il sito destinatario è li che langue in 3 pagina.
    La cosa mi pare alquanto imbarazzante.

    Reply
  • A metà Marzo ho fatto un pesante restyling del mio portale passando da tecnologia proprietaria a WordPress e quello che ho riscontrato, dopo un doveroso e massiccio uso di redict 301, è una perdita di posizioni su molte key… C’è da dire che è ancora presto per fare una valutazione completa e che Google Webmaster è alquanto “ballerino”.
    Esperienze passate mi consigliano di aspettare almeno un paio di mesi prima di allarmarmi, ma certo notare un costante decremento degli url indicizzati della sitemap non è incoraggiante…
    Qualche esperienza in merito?

    Reply
  • Di recente Blogger ha annunciato che chiuderà la pubblicazione via FTP. Quindi o ti trasferisci da loro: tuoblog.blogspot.com o ti registri un terzo livello tuoblog.tuodominio.it

    Loro poi ripubblicano sul vecchio blog mettendo due meta tag: canonical e redirect. Anche perchè molti ISP tipo Aruba (su hosting windows) non lasciano gestire il 301.
    La perdita di pagerank è praticamente certa. Un bel danno per molti blog, non credete?

    Reply
  • Come dice Graficando, aspettiamo a dire che il page rank è morto fino a che non verrà omesso da Google stesso.

    A me sembra che i fattori legati al posizionamento organico siano sempre gli stessi da anni e che la rivoluzione caffeine sia una minchiata ideata solo per far parlare i giornali.

    Reply
  • Personalmente, in alcune occasioni, non ho usato il 301, ma una pagina html con un link alla nuova pagina e, nel tempo, ho avuto buoni risultati.

    Ci andrei piano con l’affermazione sul tipo: “il PR è morto”, non è morto, ma declassato. Inoltre se non passa tutto il PR chi mi dice che non “filtri” anche altre cose?

    Reply
  • Niente di nuovo mi sembra, e comunque un redirect 301 non è sempre la miglior opzione.

    Reply
  • Il pagerank è morto! Questo non farebbe presupporre alcun problema di fondo per questa notizia.

    Il problema giunge nel momento in cui si verifica quello che dice anche Luca Bove. Perdita di posizionamento… 🙁 verificata la stessa cosa anche io!

    Reply
  • In una sessione di chat, un webinar organizzato da Google a novembre o dicembre, cercai proprio di indagare sulla differenza fondamentale tra redirect 301 e canonicalizzazione… In molti consigliano il redirect per tutto… Anche per linkare le pagine interne tipo:

    link a /directory, link a /directory/index.html, link a http://www.bblabla.com/directory/, http://www.bblabla.com/directory/index.html …. In tali situazioni, cioè pagine che possono essere raggiunte con più percorsi, più del redirect, secondo me è utile la canonicalizzazione dell’url…

    A quanto mi sembra di aver capito da diversi post: il redirect dovrebbe servire quando si cambia proprio la pagina (la pagina era pippo.html, ora è paperino.asp), sia internamente che esternamente al sito…

    Vabbè… that’s all folk 🙂

    Reply
  • E’ una cosa che avevo notato da circa un annetto

    personalmente ne ho anche parlato all’ultimo Convegno GT

    E se ne parla un po anche su SEOMOZ che ha stimato che con un 301 viene passato circa il 65% del link juice.

    Personalmente su vari esperimenti fatti non è solo questione di PR, ma anche di posizioni. con un 301 su key competitive si perde qualche posizione.

    Reply
  • Per fortuna che il PageRank è morto.
    L’importante è che le SERP si aggiustino in poco tempo senza penalizzazioni nella posizione.

    Reply
  • Non è una novita, lo avevano già detto da tempo che il Pagerank passato dal 301 è meno del 100%, ed è circa pari a quello del canonical, ed è di più del link, che secondo la formula originaria è l’85%.

    Comunque funziona alla grande, tutte le volte che l’ho fatto, pure recentemente, le SERP hanno ballato un po’, ma come visite non ho mai avuto crolli né cali nemmeno temporanei, piuttosto dopo 1-2 mesi già cominciavo a beneficiare della migliore struttura delle url.

    Funziona talmente bene che a me fa fare delle riflessioni.

    A parte la perdita permanente di PageRank (un ipotetico 10%) c’è sopratutto il fatto che per essere ricalcolato, se seguisse la logica dei link, occorrebbe che tutte le url siano di nuovo indicizzate, e sia ricalcolato il pagerank sull’intero indice con numerose iterazioni, operazioni che richiedono molto tempo.

    Come fa tutto ciò a non incidere significativamente nei posizionamenti per tutte le keywords almeno per un mese?

    Secondo me perche il pagerank viene semplicemente spostato, e non necessita quindi di un ricalcolo, e perché entra in funzione un componente dedicato al 301, che cerca di evitare traumi ai webmaster e disagi agli utenti da una operazione di razionalizzazione delle url.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Il Redirect 301 non passa tutto il PageRank!
Scroll to Top