I link di Google influenzano il PageRank?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

In un video di qualche giorno fa, Matt Cutts ha parlato di come i link di Google possano o meno influenzare il PageRank della pagina che li riceve. Ecco la domanda alla quale Matt ha dato risposta:

“Google considera i propri link ai fini del PR/Linkjuice? I link inseriti in Google Bookmarks, Google Profiles, etc. non compaiono mai nei Webmaster Tools…”

Google ha un sacco di servizi che “generano” link, quindi la domanda è perfettamente legittima. Ci sono Google Bookmarks, Google Profiles, Google Knol, YouTube, Blogger e molti altri. Matt non passa in rassegna ogni singolo servizio e non specifica come Google si comporta per ogni singolo caso, ma fornisce una spiegazione generale sulle politiche di Google per quanto riguarda i link in uscita da siti di sua proprietà.

“A volte lasciamo “fluire” il PageRank, ma cerchiamo di stare piuttosto attenti, perchè sappiamo che alcuni cercano di abusarne” dice Cutts, e continua con “un esempio tipico è quello di Knol: la maggior parte dei link esterni è col nofollow, ma agli autori più affidabili il nofollow è stato eliminato.”

Interessante questo concetto finale: Google potrebbe (manualmente o algoritmicamente) mettere/togliere il nofollow in base all’affidabilità/autorevolezza dell’utente? Come viene misurato questo parametro? Forse in base alla qualità degli altri link esterni che inserisce nei servizi a marchio Google? O forse ha a che fare col “famoso” FriendRank/PersonalRank? 😉

Fonte: Is PageRank Affected by Google Links?

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

3 Comments

  • Forse ha ragione Google,

    forse no,

    ma l’importante che non faccia sparire le visite.

    Reply
  • La policy sul nofollow vs follow di Knol è nota : http://tinyurl.com/mbmtgn

    La rimozione del nofollow avviene automaticamente; a dire il vero per ottenere quel minimo di trust che porta all’apposizione del FOLLOW nel meta robots non credo bisogna fare miracoli…

    Questo autore, ad esempio, iscritto il 20 Agosto ’09 e addirittura 1 (uno) knol all’attivo, non ha il nofollow nell’unico articolo pubblicato: http://tinyurl.com/nqeca6

    P.S. (e O.T.): ma il video è antecedente alla metà di agosto vero? No perchè altrimenti va fatto un applauso al tricologo di Mr. Cutts 😀

    Stuart D

    Reply
  • Interessante, non ho ben capito però se la consideri una buona cosa o una brutta cosa.

    A me non sembra male, ma non sono esperto e potrei sbagliarmi.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

I link di Google influenzano il PageRank?
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi