Guadagno delle principali criptovalute nel corso del 2017

I termini bitcoin e criptovalute, fino a pochi anni fa conosciuti solo da pochi personaggi nell’ambito del trading, dal 2017 sono entrati nel vocabolario della gente comune.

Durante quell’incredibile anno, il prezzo della più famosa moneta virtuale passò dai circa 1.000 dollari di Gennaio ai 20.000 di Dicembre: un sacco di trader, improvvisati e non, si buttarono quindi su questa nuova forma di investimento, sognando di diventare ricchi in pochi istanti.

Qui a fianco puoi vedere le percentuali di crescita nell’arco dei 12 mesi, da parte di 9 delle principali crypto presenti allora sul mercato: incredibile, vero?

Dopo una brusca discesa, c’è oggi chi scommette sul fatto che il bitcoin potrà iniziare una nuova cavalcata ed arrivare a 100.000 o addirittura a 1 milione di dollari entro pochi anni, con una crescita parabolica. Altri sono certi che emergeranno nuove criptovalute interessanti, in grado di performare addirittura meglio del bitcoin.

Ma procediamo per gradi.

Cos’è il bitcoin e cosa sono le criptovalute?

Il bitcoin è una valuta digitale, creata da Satoshi Nakamoto nel 2009.

Non è emessa da una banca centrale e non esiste sotto forma fisica (di moneta o di banconota): è creata, detenuta e spesa solo elettronicamente.

Il bitcoin non è unico nel suo genere: esistono decine, anzi centinaia di altcoin (ovvero criptovalute alternative) tradabili, e di 14 di queste parleremo in coda a questa guida.

Perché i trader amano le criptovalute?

Fondamentalmente per 2 motivi:

  1. È un mercato sempre aperto: il mercato delle valute, delle materie prime e quello azionario sono chiusi durante i fine settimana e nelle varie festività nazionali. Quello delle criptovalute, invece, è sempre aperto, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno!
  2. È un mercato altamente volatile: possono esserci enormi oscillazioni giornaliere, e quindi grosse opportunità di entrare long o short. Attenzione però: se è vero che oscillazioni del 5, 10 o addirittura 20%, in poche ore (se non pochi minuti), possono generare ottimi guadagni, è altrettanto vero che questi sbalzi possono farti perdere parecchi soldi. Poni la massima cura al money management!

Che tecniche e che strumenti usare?

Ottime notizie: se sei già un minimo pratico con il trading, puoi applicare le stesse logiche anche alle criptovalute.

Puoi lavorare con i trend, i supporti e le resistenze. Puoi usare gli stessi indicatori e oscillatori.

Personalmente amo i grafici puliti e propendo quindi per utilizzare qualche media mobile più l’RSI.

Grafico del Bitcoin

Le variazioni di prezzo delle crypto possono essere fortemente influenzate da news e rumors: ecco perché, se vuoi operare su questo mercato, è bene restare sempre informati su tutte le novità, leggendo (per esempio) siti come Cointelegraph o The Cryptonomist e seguendo i canali Twitter e YouTube delle personalità di spicco del settore.

HODL o Trading: 2 filosofie diverse

Se nel trading è normale pensare di comprare e vendere con una certa regolarità, nel mondo delle crypto è presente l’idea del tenere un asset per un tempo indeterminato, nella speranza che possa decuplicare, se non centuplicare, il suo valore.

È il concetto di HODL: il termine, emerso per la prima volta su un forum nel lontano Dicembre 2013, non è altro che un errore di digitazione della parola hold, che – nell’ambito del trading – significa “tenere” (ovvero acquistare e non vendere): HODL è oggi uno dei termini più popolari all’interno della comunità Bitcoin.

Ovviamente nessuno ti impedisce di tradare le crypto sia long che short, con leva o senza, su base giornaliera o settimanale…

Le migliori criptovalute per il 2019

Esistono centinaia di crypto, ed ogni giorno ne emergono di nuove. Pertanto potresti avere grossi dubbi su quale valuta comprare e su quale asset investire.

Personalmente preferisco tradare le monete più “serie”, che hanno una maggior capitalizzazione di mercato. Nello specifico, concentro la mia attenzione su queste 15:

Bitcoin (BTC)

Bitcoin

È la più famosa e più scambiata criptovaluta a livello mondiale: da sola capitalizza infatti più della metà dell’intero mercato delle crypto.

Bitcoin è la moneta virtuale che tutti i trader hanno in portafoglio, e difficilmente il suo primato potrà essere scalfito negli anni a venire.

Ethereum (ETH)

Ethereum

È una piattaforma decentralizzata per la creazione e pubblicazione peer-to-peer di smart contracts.

Fondata dall’iconico programmatore russo Vitalik Buterin, è stabilmente al secondo posto nella classifica delle criptovalute: viene definita all’unanimità come la principale alternativa al Bitcoin (almeno nel trading).

Ripple (XRP)

Ripple

È pensata per consentire transazioni istantanee e senza commissioni; viene utilizzata, ad esempio, per conteggiare le miglia dei programmi frequent-flyer.

Su Ripple c’è una enorme attenzione da parte di molti membri della community crypto, i quali pensano che il prezzo possa letteralmente esplodere nel breve periodo arrivando alla incredibile cifra di 589 dollari.

Bitcoin Cash (BCH)

Bitcoin Cash

Nata da un hard fork di bitcoin avvenuto nell’agosto 2017, ha subito ottenuto un’ampia diffusione ed adozione da parte di chi fa trading in criptovalute.

Bitcoin Cash, infatti, si è attestata stabilmente al quarto posto della classifica delle monete virtuali.

Litecoin (LTC)

Litecoin

È una valuta digitale peer-to-peer che permette pagamenti istantanei quasi a zero costo a favore di un destinatario, ed è anche una rete di pagamenti globali, open source, pienamente decentralizzata e senza autorità centrale.

Litecoin vanta una maggiore frequenza nella conferma delle transazioni e una migliore efficienza nella conservazione dei dati (rispetto al Bitcoin), ed è attualmente al quinto posto in classifica.

EOS (EOS)

EOS

Si auto-definisce come “la più potente infrastruttura per applicazioni decentralizzate”.

EOS è stata progettata per garantire transazioni veloci e grande scalabilità; attualmente si posiziona al sesto posto fra le valute più capitalizzate.

Binance Coin (BNB)

Binance Coin

È la moneta nativa del più grande exchange mondiale di criptovalute (per volume d’affari).

Binance Coin viene utilizzata per pagare le commissioni all’interno della piattaforma, ed ha subito una formidabile ascesa fino ad arrivare al settimo posto delle crypto a maggior volume.

Stellar (XLM)

Stellar

È una piattaforma che collega banche, sistemi di pagamento e persone, pensata per spostare denaro in modo rapido, affidabile e quasi senza costi.

Stellar è la seconda creatura di Jed McCaleb, il programmatore di Ripple, ed è già nella top 10 delle crypto più amate.

Cardano (ADA)

Cardano

È sia una blockchain pubblica decentralizzata, che una criptovaluta completamente open source.

Cardano è una piattaforma progettata per gli smart contract, e si attesta stabilmente attorno al decimo posto della classifica crypto.

TRON (TRX)

Tron

Più che una valuta è un protocollo open source per il settore dell’intrattenimento digitale globale.

TRON è stata creata da Justin Sun, ragazzo prodigio supportato da personaggi di altissimo livello nel mondo della finanza (fra cui Jack Ma); si pensa quindi che possa avere un futuro assai luminoso.

Dash (DASH)

Dash

Il motto dell’azienda è offrire fee molto basse e transazioni istantanee.

Dash è adottato ad oggi da più di 4.800 merchant e servizi, è si posiziona stabilmente fra le prime 15 crypto.

IOTA (MIOTA)

IOTA

È un progetto open source che ha prodotto un token crittografico già distribuito, e quindi non minabile.

IOTA è focalizzata all’ambito IoT, con lo scopo di fornire sistemi di comunicazione e forme di pagamento sicure per l’Internet delle cose.

Ethereum Classic (ETC)

Ethereum Classic

Anche in questo caso siamo in presenza di un fork, ovvero di una valuta che nasce da una costola di un fratello maggiore.

Ethereum Classic ha visto la luce a Luglio del 2016, e pur avendo una capitalizzazione inferiore rispetto ad Ethereum è stabilmente nella top 20.

NEO (NEO)

NEO

È un progetto open source che, usando una network distribuito, mira a creare e diffondere la “Smart Economy”.

NEO è stata la prima moneta virtuale lanciata in Cina, ed è attualmente fra le prime 20 crypto a livello mondiale.

Zcash (ZEC)

Zcash

È studiata per offrire privacy e trasparenza selettiva delle transazioni.

Zcash consente che il mittente, il ricevente e il valore della transazione, benché pubblicati su una blockchain pubblica, rimangano totalmente privati.

Scopri le principali criptovalute in cui investire oggi!

Torna all’indice della Guida Forex
Vai alla – Guida eToro


DISCLAIMER: la presente guida ha finalità esclusivamente educative e didattiche, e non costituisce servizio di consulenza finanziaria né sollecitazione all’investimento. Le indicazioni riportate vengono fornite come semplici spunti di riflessione, e pertanto si declina qualsiasi tipo di responsabilità per le eventuali conseguenze che dovessero derivare da una operatività fondata sulla loro osservanza.

AVVERTENZA GENERALE DI RISCHIO:

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia investimenti in azioni e criptovalute, sia negoziazioni di attività in CFD.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di correre il rischio di perdere i propri soldi.

Gli asset in criptovalute sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Non viene offerta protezione per gli investitori dell’UE.

Questo contenuto è destinato esclusivamente a scopo informativo e formativo e non deve essere considerato un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento.