Prima impara a guadagnare online, poi farai la bella vita

Guadagnare online e bella vita

È Ferragosto e sto lavorando dalla piscina.

Se avessi sentito dire questa frase una ventina d’anni fa, avresti pensato che a pronunciarla fosse un bagnino o un istruttore di nuoto: nessun altro poteva svolgere un lavoro dalla piscina in quell’epoca, in un giorno festivo.

Oggi invece sono in molti a lavorare con un computer portatile in qualsiasi luogo, in qualsiasi giorno della settimana, a qualsiasi ora del giorno e della notte, perché campano grazie a Internet (inclusi millantatori e truffatori, che con Internet fanno finta di campare 🙂 ).

Negli USA hanno coniato vari termini per definire questo modo di vivere e di lavorare online: laptop lifestyle, time freedom e location freedom, giusto per citarne tre.

Tutto molto bello, se non fosse che questo stile di vita è il risultato di un processo estremamente duro e faticoso, che purtroppo viene spesso venduto e raccontato come la cosa più semplice del mondo.

E infatti siamo circondati da un sacco di giovani che ancor prima di aver guadagnato un euro online pensano a comprare:

  • una bella auto (Audi, BMW o Mercedes, rigorosamente a rate indebitandosi fino al collo);
  • vestiti all’ultima moda;
  • tecnologia Apple (perché se non hai l’ultimo modello di Mac e iPhone non sei nessuno);
  • biglietti per partecipare a tutti gli (inutili) eventi di networking e meetup del settore.

E poi c’è questa moda del “viaggiare il mondo”. Premesso che credo sia pure una forma verbale errata – viaggio PER il mondo, ATTORNO al mondo… ma non posso viaggiare IL mondo! – non è che ci sia un collegamento diretto fra il viaggiare e il guadagnare, anzi: viaggiando spendi un sacco di soldi e di tempo, e se non sei ben organizzato e focalizzato lavorerai molto peggio e renderai molto meno rispetto a farlo da casa tua (magari dalla tua cameretta, dove vitto e alloggio sono garantiti dai genitori).

Se ti hanno illuso che lavorare su Internet sia una sorta di luna park, mi spiace deluderti. Faccio il consulente freelance da parecchi anni (ho iniziato nel lontano 1995), e Dio solo sa quante ore di media ho fatto (e continuo a fare) ogni santo giorno davanti ad uno schermo.

Purtroppo siamo letteralmente circondati da personaggi che mettono l’enfasi solo sul lato bello del lavoro online, sui big money, sui kapponi, sul si sboccia poveri, e non su tutto il lunghissimo e durissimo percorso necessario per riuscire a scollinare (e a mantenere poi il risultato raggiunto).

Ebbene: sappi che le Ferrari o le Lamborghini sono tranquillamente disponibili a noleggio, ed è addirittura possibile fingere di viaggiare su un jet privato (grazie a Private Jet Studio). Alcuni anni fa fece un certo scalpore il caso di una 25enne che finse un bellissimo viaggio di 5 settimane in Asia… in realtà non uscì mai dalla sua casa di Amsterdam, era solo molto brava ad usare Photoshop.

Il successo e i soldi non arriveranno magicamente dal giorno alla notte. La bella vita – tra l’altro, ostentarla non è che sia obbligatorio… – è il risultato di un lungo e tormentato cammino dove le cadute e i fallimenti saranno numerosi. NON è premessa, e NON ci sono garanzie di farcela!

Come disse Arnold Schwarzenegger, quando si pose l’obiettivo di diventare il bodybuilder più titolato al mondo:

Non c’è assolutamente nulla se non duro, duro lavoro: no pain, no gain (nessuna sofferenza, nessun risultato).

Non puoi salire la scala del successo con le mani in tasca.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

11 Comments

  • Quanta verità in questo post. Guadagnare online richiede un grande lavoro, un lavoro continuo e serio. Il resto sono favole.

  • Bell’articolo! Come detto qualche giorno fa su Facebook raccontando la mia storia sotto il tuo post, non posso che confermare. Per fare il gran salto da dipendente a imprenditore con tanto di famiglia a carico, ho passato 3 anni di notti e di weekend a testa bassa e pedalare studiando e testanto e soprattutto fallendo.
    Ogni giorno assisto sui social al fenomeno del lavoro dal pc in piscina e fai benissimo a ribadire il concetto di fatica e perseveranza.

  • E se invece che lavoro da bordo piscina fosse un banalissimo products placement del chiosco li a fianco?
    Una cochetta gratis ogni 7 post.. O giu di li?

  • Bellissimo il passaggio sugli INUTILI eventi di networking!

  • Attenzione pero, illudere che sia facile è una cosa, dire che sia impossibile è altrettanto sbagliato.
    Io personalmente ho 34 anni e davvero ti sto scrivendo dalla spiaggia e dopo anni di duro lavoro adesso sono una persona completamente libera e posso non aprire il pc per una settimana senza che accada nulla. Poi ovviamente la passione per quello che fai e il senso del dovere ti porta a lavorare e a creare nuove cose. Ma la libertà esiste ragazzi, dovete solo crederci. Si può uscire dalla ruota del criceto. E’ fattibilissimo <3

  • Certamente Adriano, ma alla mia veneranda età, visto che molte delle persone che mi leggono potrebbero essere miei figli, mi rifiuto di vendere illusioni.

    Il raccontare sempre e solo il lato bello della storia, nascondendo con cura il lato brutto, deve finire.

    Penso che anche tu hai provato la fatica, il fallimento, le notti insonni, lo stare in casa quando gli altri vanno in giro a divertirsi, il risparmiare ogni singolo euro, il lavorare 16 ore al giorno (inclusi i sabati e le domeniche). Il successo e i soldi sono arrivati molto dopo.

    Ultimamente, invece, vedo girare solo personaggi fatti con lo stampino, che ostentano auto, vacanze e bella vita, e che a occhio e croce non hanno MAI guadagnato davvero online. E pretendono però di insegnarlo agli altri.

  • Peggior di chi mostra di fare una bella vita solo con il computer mentre fa il manovale alla mattina, è chi pretende anche di insegnare agli altri come si fa pur non riuscendo se stessi.

    Pazzo chi ci crede

  • Adriano é anche vero però che tu sei una mosca bianca. Dietro di te, se non sbaglio, ci sono tante altre persone che quotidianamente lavorano x te.
    Il. messaggio che sta passando (o che si vuol far passare perché conviene farlo) è che lavorando in determinati settori (come ad esempio il tuo) in poco tempo si diventa ricchi e si smette di lavorare. In realtà, fino a che non sei in cima alla piramide (ed è lo stesso discorso di una classica azienda) bisogna essere tutti i giorni (o quasi) sul pezzo. Controllare le campagne, lanciarne di nuove, modificare landing, controllare l’efficienza di un funnel, ecc… Alla fine ci si sgancia dalla quotidianità lavorando con i propri orari ed il proprio metodo. Ma dire che si sta tutto il giorno a bordo piscina a non fare niente… può farlo solo un imprenditore arrivato.

  • Alessandro, posso assicurarti che non lo fanno neppure gli “imprenditori arrivati” (se non in rarissimi casi).

    Più sali la scala, più ti vengono in mente nuove sfide e più si alzano gli obiettivi: quindi il cervello e le mani continuano sempre a lavorare (magari con tempi e modi diversi, magari delegando a collaboratori fidati, ma non si molla mai).

  • Ciao Davide,
    detto da un professionista del tuo calibro ha un valore enorme. Oggi è pieno di “persone” che dicono di essere diventati imprenditori con un paio di click e di guadagnare migliaia di € senza fare nulla o comunque con pochissimo sforzo. Riguardo a questo c’è anche una tua intervista video sul “Gruppo Da Zero a Seo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy