Arriva Google Sidewiki… cosa ci aspetta?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

E’ bene chiarirlo da subito, Google Sidewiki NON è affatto una novità: è solo uno dei tantissimi servizi di Web annotation presenti in internet, ovvero un sistema che consente di visualizzare, aggiungere e condividere commenti accanto a qualsiasi pagina web.

In pratica, una “evoluzione sociale” del vecchio Google Notebook, nonchè un nuovo sistema per rilanciare la vecchia Google Toolbar (Sidewiki è infatti disponibile come nuova funzione integrata nell’ultima versione della Toolbar di Google).

Ma secondo alcuni è molto di piu.

Leggendo e rielaborando un articolo di Gab Goldenberg (Google SideWiki Extorts Google Network Participation), ecco quello che potrebbe accadere… nella peggiore delle ipotesi 🙂 :

1) Per utilizzare Sidewiki, è necessario un Google Profile. Questo consentirà a Google di entrare in competizione con gli altri social.

2) Google “costringerà” i webmaster ad utilizzare Sidewiki: è infatti assai probabile che i gestori di parecchi siti web si butteranno ad “autorecensire” i propri lavori, per evitare che qualcun’altro lo faccia prima di loro (magari con un commento negativo).

3) Se si vuole che il proprio commento compaia in modo più visibile, above the fold, è necessario essere dei sidewikier di qualità. Ciò significa che bisognerà utilizzare Sidewiki in modo massiccio, scrivendo ottimi commenti, i quali riceveranno parecchi apprezzamenti (ovvero click su “this was helpful”) e contribuiranno alla crescita del proprio “karma”.

4) Dove si parla del tuo brand o della tua azienda, sarai portato ad intervenire, a partecipare… e quindi a scrivere nuovi commenti.

5) Per ottenere traffico verso il tuo sito, inserirai dei link nei commenti (già mi vedo l’invasione degli Spamwikier…).

6) Si cercherà di associare il proprio nome a quello di brand molto forti (ad esempio, tutti i SEO, i blogger e i Web Marketer commenteranno via Sidewiki il TagliaBlog 😀 ).

7) Si creerà un “voto di scambio” (se non addirittura una compra-vendita di voti) fra sidewikier, un pò come accade in altri servizi di news rating (Digg, OkNOtizie, etc.).

Vedi altri inquietanti scenari? 🙂

P.S.: bloccare i commenti in arrivo da Sidewiki sembra sia possibile, ma certamente non è una operazione alla portata di tutti i webmaster…

Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Strumenti in google search console per webmaster
  • intervista alessia martalò
  • web stories
  • seo checklist

14 Comments

  • http://it.wikipedia.org/wiki/Google_Sidewiki
    che ho scritto quasi interamente io elenca tutti i modi di cui sono venuto a conoscenza per gestire i sidewikicommenti.

    In particolare consiglio di scaricare il plug-in di firefox che in modo semplice aggiunge una iconcina in basso a destra nella barra di stato che se cliccata apre sidewiki a sinistra e permette la lettura/scrittura dei commenti senza installare la Google Toolbar. Altri modi sono scritti nella voce di wikipedia.

    Reply
    • … e anche Google Sidewiki chiude:
      ==========================
      Prossima chiusura di Google Sidewiki – come esportare le tue voci

      Gentile collaboratore di Sidewiki,
      Hai ricevuto questa email perché hai contribuito con una o più voci a Sidewiki. Abbiamo deciso di chiudere Sidewiki (post sul blog), quindi vogliamo assicurarci che tu abbia la possibilità di esportare i tuoi preziosi contributi.

      Per esportare le tue voci Sidewiki, visita l’indirizzo http://www.google.com/sidewiki/ e segui le istruzioni. Se desideri esportare le tue voci Sidewiki, dovrai farlo prima del 5 dicembre 2011, in quanto dopo tale data interromperemo il supporto per Sidewiki ed elimineremo tutti i contenuti.

      Vorremmo cogliere l’occasione per ringraziarti per avere utilizzato Sidewiki e per avere contribuito a renderlo un prodotto interessante.

      Grazie,
      Il team di Sidewiki

      Reply
  • Io non la vedo così grigia come per alcuni di voi… Penso che mamma google penserà a gestire via software lo spam mediante filtri… Non è un grande problema 😉
    Poi nessuno ha detto che i post della sidewiki verranno utilizzati per determinare il PR dei siti web… Staremo a vedere…

    Reply
  • da una parte mi pare uno strumento interessante per webmaster e giornalisti che possono cosi’ seguire “in diretta” i commenti dei lettori. Dall’altra, il pericolo peggiore mi pare il solito spam, tipo “fotomodella per hobby conoscerebbe…” o altra pubblicità che infesterebbe e renderebbe inutile lo strumento… o no?

    Reply
  • l’ennesima riprova che google mira ad accaparrarsi tutto anche i social, anche se dovrà fare i conti con facebook che è il social n1.
    dubito però che il servizio di google abbia la stessa semplicità di uso di altri strumenti offerti da facebook.
    google nasce come motore di ricerca e facebook come social, ormai hanno un’etichetta ben distinta.
    qualcuno potrebbe anche dirmi che google non pensa di sostituire facebook (forse vuole comprarlo, anzi se non sbaglio ci aveva pure provato);
    la mia opinione è che la concorrenza di Bing (motore di ricerca di microsoft e yaooh) anche se piccola inizia a minare delle piccole picconate alla supremazia di google.
    ecco perchè a google se le inventano tutte per sconfiggere la concorrenza sul nascere.

    Reply
  • e lentamente i siti si riempiono di strumentini social un pò ovunque (spesso davvero brutti esteticamente parlando), che alla fine sembrano prendere il sopravvento sui contenuti… o magari è solo la mia impressione di utente…

    Reply
  • Ottima segnalazione, ignoravo l’esistenza di questo tool. C’è qualche dato sull’effettivo utilizzo di questo tool da parte degli utenti o è solo un tool per aumentare la poplarità dei siti web…nel senso che + commenti ha una pagian e + google la interpreta come importante?

    Reply
  • Ma dai… commenti, voti sui commenti, scambio commenti, agenzie che pagheranno ottimi commenti e sidewikier famosi che camperanno solo di questo…

    Ottimo, potrei fare il sidewikier!

    Reply
  • Quindi dopo i famosi annunci sui forum “Offro scambio-link” si cominceranno a leggere “Offro google-sidewiki a volontà”.

    Pessimo…

    E poi, pensavo: è anche un bel modo per abbattere la concorrenza scomoda. O no? 🙂

    Reply
  • Mhà…io oserei preannunciare che sarà l’ennesimo flop di Google…poi potei sbagliarmi 🙂

    Reply
  • rispetto alla tua lista aggiungerei solo la fine del mondo… 😀
    Forse sei stato un po’ catastrofico.

    Nuove posizioni legate al web… Gli SPAM TRASHER…
    Più posti di lavoro… 😀

    Reply
  • Si può usare solo attraverso la google toolbar, mi pare di capire…
    Quindi se io non volgio la google toolbar mi perdo anche la wiki, o c’è un modo per usarla lo stesso?

    Reply
  • Un interessante features messa a disposizione da google. Non funziona ancora con Chrome .. strano, sistemeranno.

    Cmq, il 26 avevo postato il primo commento sulla home del Tagliablog e non sapevo di questo post di oggi.
    Per una volta tanto sono arrivato primo 😉

    Reply
  • Condivido le considerazioni di Tagliaerbe, aggiungo che accedendo come proprietario del sito compare la scritta:
    “In qualità di proprietario della pagina, puoi scrivere una voce speciale che rimarrà la voce principale per questa pagina.”

    Per me è uno strumento con notevoli pontenzialità di sviluppo:
    – feed RSS per sito e per pagina;
    – API per integrarne i commenti direttamente sotto gli articoli dei blog;
    – integrazione con bookmarks;
    – integrazione con i risultati di ricerca personalizzati;
    – utilizzo dei commenti e delle valutazioni da parte del motore di ricerca;
    – motore di ricerca dei commenti;
    – (possibile) assolverimento della normativa sul diritto di rettifica senza oneri di vigilanza;

    Perché si affermi occorre che superi una massa critica, strumenti del genere sono utili solo se usati da tante persone, credo che il marchio Google e la promozione che può farne, possa superarlo.

    L’unica mia perplessità è che rende il web ancora più google centrico, ma spero che prima o poi si affermi uno standard e un po’ come con openid ognuno si potrà scegliere il fornitore del servizio.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi