Google Search plus Your World favorirà l’ascesa di Bing?

Google ha fatto vari errori in passato.

Vedi Wave. Vedi Buzz. Si dice anche che abbiano accettato annunci pubblicitari illegali, o addirittura fatto scraping dei dati di una startup keniota.

Ma il core business di Google è il motore di ricerca, responsabile della maggior parte del traffico/ricavi/profitti, e fino ad oggi non è mai stato minacciato.

Bing è stato un discreto tentativo, ma nessuno – al di fuori della stessa Microsoft – ha davvero creduto che fosse davvero meglio di Google, al punto di spingere gli utenti a passare dall’altra parte.

Almeno fino a qualche giorno fa, quando Google ha iniziato a integrare Google+ nei risultati delle ricerche.

Da allora è successo che Mat Honan su Gizmodo ha definito Bing – a livello di motore di ricerca – migliore di Google, e Dave Winer su Scripting News ha detto di essere infastido dal casino inserito dentro Google, e di star valutando di passare a Bing.

“Google Just Made Bing the Best Search Engine” titola Gizmodo, mentre Scripting News si domanda “Could Bing seriously challenge Google?”

Questo è un fatto senza precedenti.

Nell’ambito tecnologico, non perdi se fai arrabbiare i tuoi concorrenti. Perdi se fai arrabbiare i tuoi clienti.

Google è un brand incredibilmente forte, e i 2 siti qui sopra non rappresentano tutti gli utenti di Internet. Ma sono comunque 2 dei siti tecnologici fra i più influenti del web, che si sono a messi a tifare per Bing.

E questo è lo scenario nel quale Microsoft ha sempre vinto. Viene identificata una opportunità. Nasce un competitor, che gradualmente cresce. E quindi Microsoft si siede e aspetta che il concorrente inciampi. E’ accaduto con Netscape, AOL, Sony.

Microsoft ha perso il suo tocco magico negli ultimi anni, ma forse questa è la volta buona.

Teniamo sott’occhio i numeri del “search engine market share” di comScore nei prossimi mesi: vedremo se si tratta solo di un paio di blog che han fatto un po’ di rumore, o se Google ha davvero commesso un grosso errore.

Liberamente tradotto da Google May Have Made The Worst Mistake In Its History This Week, di Matt Rosoff.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

11 Comments

  • Concordo anche io! La qualità di google si è abbassata molto, a partire dall’introduzione di Panda…

  • @Diego: che dati oggettivi hai per affermare che Panda ha abbassato la qualità di Big G?? A me, sinceramente, sembra vero l’esatto contrario…

  • io non so se la qualità della ricerca si sia abbassata o sia superiore, mi pare sempre più evidente che il predominio di google sia dato più da una situazione di egemonia di mercato che da effettiva qualità.

    Mi pare sempre più evidente che le “migliorie” di google si subiscano più che apprezzino e non mi pare un punto a favore di google.

    Maurizio ZioPal

  • Per me è irrilevante che i proprietari di 2 siti si mettano a tifare per Bing, e l’introduzione della search plus non è un cambiamento così importante.

    Piuttosto costituisce l’ennesimo ingrediente che Google butta nel minestrone delle SERP, ormai davvero indigesto:
    universal search, personalized search, instant, search plus, abbondante utilizzo di ajax e javascript …

  • Dai.. speriamo che il prossimo motore di ricerca da utilizzare non sia nè Google nè Bing bensì Volunia!!!

  • Niente dura per sempre…
    (studiare la storia del web x conferme)

  • Bing??
    cos’è uno scherzo?

    Un motore praticamente funzionante solo in USA, che anche in inglese da risultati pessimi e che non porta nulla di innovativo.

    Se le cose stanno così, Google ha vita facile ancora per decenni.

  • Io Bing non lo sottovaluterei. Sembra promettere bene, ma i risultati sono ancora meno rispetto a Google, comunque sarà questione di tempo.

  • Beh, vogliamo considerare la scemata delle keyword (not provided)?
    Ok, questo è per gli addetti ai lavori, ma comunque una scelta riprovevole e che penso possa anche portare, appunto gli addetti ai lavori – percentuale bassissima dei clienti di google-, a considerare un cambiamento.

  • Inserire una novità solo per raggranellare utenti su G+ è una mossa infima, sarei ben felice di vedere qualche concorrente per Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy