Google penalizza la “troppa SEO”?

Lo scorso 10 Marzo, durante un panel dell’SXSW dal titolo “Dear Google & Bing: Help Me Rank Better!“, Matt Cutts ha gelato il sangue del pubblico SEO annunciando l’arrivo di una nuova penalizzazione di Google per i siti che si presentano sovraottimizzati o “overly SEO’ed”.

“Parliamo di chi ottimizza in modo davvero pesante facendo un sacco di SEO. Normalmente non annunciamo in anticipo le modifiche, ma ultimamente stiamo lavorando a qualcosa che verrà rilasciato fra poche settimane/mesi. Stiamo cercando di livellare un po’ il campo di gioco a favore di chi lavora per creare ottimi contenuti e ottimi siti, rispetto a chi eccede con l’ottimizzazione e con la SEO. Stiamo cercando di rendere il Googlebot più furbo/intelligente, migliorare la rilevanza e anche cercare coloro che esagerano con le parole chiave all’interno di una pagina o con lo scambio link, andando oltre a quello che normalmente ci si aspetterebbe. Ci sono molti ingegneri del mio team che ci stanno lavorando.”

Barry Schwartz su Search Engine Land, fa notare che già 3 anni fa Matt Cutts parlò di sovraottimizzazione

ma in quell’occasione disse che, per quanto l’over-optimization non sia una cosa buona e giusta (soprattutto agli occhi dell’utente), Google non aveva una penalizzazione ad hoc.

I tempi però cambiano, e dopo il Panda, gli scraper e l’eccesso di banner above the fold, ecco che Google andrà a pizzicare chi esagera con la SEO: come sempre gli onesti non dovrebbero temere nulla, ma visti i precedenti credo che qualcuno si stia già segnando…

Condividi questo articolo:
Default image
Max Valle
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.