Google Panda lanciato in tutte le lingue, anche in italiano!

Il momento più temuto dai webmaster di tutto il pianeta è arrivato: pare infatti che da poche ore il Google Panda sia attivo su tutte le lingue del mondo, ad eccezione di Cinese, Giapponese e Coreano.

Se dunque gli scossoni di un paio di mesi fa erano solo un falso allarme, ora abbiamo la conferma ufficiale dell’allargamento del Panda Update proprio dalla bocca di Amit Singhal, conferma prontamente tradotta anche sul blog di Google Italia:

“Per portare avanti il nostro impegno, oggi estendiamo questo aggiornamento ad altre lingue, tra cui l’italiano.”

L’unica cosa di realmente interessante nel post di Singhal è comunque la minore incidenza del Panda sulle lingue non anglofone:

“Per la maggior parte dei Paesi, solo una piccola percentuale (6%-9%) di ricerche effettuate sarà interessata da questo aggiornamento, di molto inferiore al 12% rilevato quando Panda é stato introdotto per ricerche in lingua inglese.”

Questa frase potrebbe far pensare a 2 cose:
• da un lato, che le content farm – o più in generale i contenuti di scarsa qualità – sono prodotti in misura molto maggiore in inglese
• dall’altro, che il Panda non sia ancora così “a punto” nelle altre lingue (a meno di non voler pensare che chi non scrive in inglese sia più “virtuoso” e produca contenuti di miglior qualità 🙂 )

E tu, sei fra i colpiti dal Google Panda?
Hai notato miglioramenti/peggioramenti nel ranking del tuo sito (al netto del calo fisiologico che molti siti italiani registrano nel mese di Agosto)?
Racconta tutto nei commenti!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

123 Comments

  • Io in questo mese ho avuto un aumento degli acessi del 10% rispetto al mese scorso… sarà un caso? Comunque il primo commento sul blog di google è fichissimo! ^_^

  • Il fatidico momento è arrivato!!

    Comunque un paio di miei siti sono migliorati.

  • In barba a paure, moniti e sentenze i miei siti web sono saliti. Diciamo che Google ha penalizzato alcuni concorrenti NON di qualità!

    Se si è lavorato bene Google Panda può solo portare benefici 😉

  • Ieri i sitelink, oggi panda, domani i sitepanda!!! 🙂

    Ho ricevuto miglioramenti. Comunque aspetto prima di cantar vittoria…

    In ogni caso ho notato che la maggior parte degli utenti, come si può dire “standard” non sono contenti dell’aggiornamento. Bah…Vai a capire!

  • Calo del 25% circa rispetto a ieri…però oggi è il venerdi del weekend di ferragosto…come si possono fare delle valutazioni oggettive?

  • Che strano … coincide con la modifica del conteggio delle visite di GA … 🙂

  • Ho dovuto guardare gli orologi del PC, della TV, e sul calendario, perché non riuscivo a crederci … un nuovo articolo sul Tagliablog di sabato?!? E invece è proprio sabato.

    Tutto ok per quanto mi riguarda, il Panda è mansueto, per ora.

    Buon ferragosto!

  • Ieri aumento delle visite del 39% rispetto al giorno precedente, ed era venerdì 12/08 (?!?!?!), quindi non un venerdì qualsiasi e oggi, sabato 13/08, alle 06.50 ho già raggiunto quasi il 50% delle visite di ieri!?!?!?!?!?

  • Scusate la domanda stupida… sull’argomento ne so poco: Panda agisce in modo istantaneo (cioè fa i cambiamenti e li vedi subito) oppure le modifiche di indicizzazione si vedranno piano piano nel tempo da oggi in poi, mentre lui scandaglia sito per sito?

    grazie

  • Prima i complimenti: è più di un anno che ti seguo e il tuo blog e le tue informazioni lo seguo sempre con grande attenzione.
    No io non ho visto nessun cambiamento nei mei siti. tutto ok!

  • stando a quello che era successo dai colleghi oltreoceano, i cambiamenti sono stati repentini e quando panda colpiva c’era un crollo negli accessi anche dell’80%, questo perchè il sito spariva per le query di ricerca più “comuni” e che portavano più traffico.
    io ho avuto sott’occhio personalmente il sito di una mia cliente, un resort in italia ma che aveva il sito in inglese, che è stato penalizzato di 60 posizioni perche’ le stesse descrizioni erano state riprese da dei siti partner che rivendevano la sua struttura e che evidentemente avevano piu’ “trust” rispetto al sito del resort.

  • Dai magari noi italiani siamo meno spammosi! Ancora non si è suicidato nessun collega o amico 😀

  • Accessi aumentati in questi giorni, nonostante il periodo di ferie :))

  • per il momento procede tutto bene sui miei siti, nessun peggioramento ma neanche sensibili miglioramenti…

  • ieri 9.000 visite contro il solito trend di 6.000 … speriamo continui così 🙂

  • Anche nel mio sito sui videogiochi, non ci sono stati particolari cambiamenti finora…

  • Ciao,
    anche io +25%.. ma è comunque sabato prima di ferragosto.. gli unici su internet siamo noi!!! 🙂

    E poi anche io avevo lo stesso dubbio di qualcuno più sopra: ma il Panda UpDate ha già aggiornato tutto per ciò che riguarda i siti in italia? Non è che gli effetti si vedranno via via nel tempo?..

    Buon ferragosto a tutti!

  • Woooooooow, non aspettavo altro che arrivasse questo momento anche in Italia, voglio proprio vedere se alcuni siti di mia conoscenza fanno una brutta fine o no, intanto per me tutto bene, ho guadagnato posizioni su posizioni ed adesso praticamente il 90% dei miei articoli si trovano in prima pagina con una buona percentuale nelle prime 3 posizioni, solo uno è completamente sparito dalla serp, il che è proprio strano, non capisco assolutamente il perchè visto che è originale al 101%!

    Staremo a vedere, per il momento me la godo 🙂

  • E’ presto per fare una statistica, però:
    Da noi, cose strane:
    – aumento delle visite (giornaliere) del 12% circa;
    – diminuzione del 40% dei followers su twitter;
    – aumento del 30% dei fan sulla facebook fan page;
    In parte dipende dai circa 70 iscritti al giorno per il Magazine che uscirà a settembre.
    Invece, sembrano meglio indicizzati i blog residenti su piattaforma Blogger di Google, forse è solo la mia percezione…

  • Francamente ho visto grandi miglioramenti durante la settimana scorsa. Per il resto tutto regolare. Vediamo nei giorni successivi se ci saranno ulteriori cambiamenti o no. Se dovessero scomparire tutti gli aggregatori e comparatori che risultano prima del mio sito sarei molto contento …

  • Nulla di strano; per adesso noto solo la concomitanza con Tremonti. Ma il Panda è molto piu mansueto

  • Io ho guardato le query per “assicurazioni online” e “assicurazioni on line”, che sono sempre combattutissime e in questo momento vedo solo aziende in prima pagina, nessun comparatore (assicurazioni.it è un intermediario assicurativo riconosciuto) o sito di affiliazioni. Me ne aveva parlato un conoscente e direi che al momento gli affiliati non sono proprio felici.

  • Secondo me pensare di fare delle verifiche sul 12 agosto, il giorno di maggior esodo di tutto l’anno, non è proprio una buona idea per avere un riscontro affidabile, visto che vi è un naturale abbattimento delle visite e fare -30% potrebbe in gran parte essere dovuto all’esodo e non a panda. Ovviamente chi ha fatto +30% nonostante l’esodo, potrebbe prenderlo come un segnale estremamente positivo, poi dipende dall’argomento.
    Salvo che uno non faccia monitoraggi precisi delle serp come il caso che riporta Andrea Scarpetta, per valutare l’impatto dal punto di vista del traffico, bisogna aspettare la prima settimana di settembre, una volta terminato l’effetto ferie di massa.

  • Infatti
    ora le visite sono sballate principalmente per 2 fattori
    1) Google ha modificato il conteggio delle visite con Google Analytics, se confrontate le visite con GA, i dati non sono coerenti, maggiori info su http://www.goanalytics.info/importante-modifica-al-calcolo-delle-sessioni-in-ga/

    2) ci sono le ferie in giro, quindi dati un po’ sballati.

    Occorre aspettare Settembre per fare analisi serie, e comunque di update tosti Google (prePanda) ne ha già fatti in italia che qualcuno hanno colpito

  • Premesso che il mese di agosto è il mese meno indicato per fare delle considerazioni in merito alle visite, posso comunque affermare che i miei siti (nessuno legato al turismo a ad argomenti “estivi”) hanno tutti avuto una diminuzione meno considerevole rispetto al passato in questo mese di agosto…
    Potrebbe anche essere che la crisi ha abbassato il numero di persone che son partite per le vacanze e quindi stiamo avendo un agosto con più visitatori…
    Non ci resta che aspettare settembre!

  • Ragazzi, non è difficile fare paragoni per chi ha siti avviati da almeno 2-3 anni. Basta aprire Analytics, vedere com’è andata l’anno scorso il 12 Agosto e capire se ci sono miglioramenti o peggioramenti. Al momento ho notato una ventina di siti geek con visite crollate..

  • Io ho avuto un crollo di più del 50% dal mio sito di tecnologia negli ultimi 2 giorni, anche rispetto all’anno scorso… sono passato da 7-8000 giornalieri a 3500-4000 giornalieri… segnale preoccupante in quanto inserisco ogni giorno 5 articoli originali e sto sempre molto attento anche ai link che inserisco e che inseriscono nei miei commenti…
    Spero solo sia una fase di assestamento di panda e che tutto si risolva presto

  • Sembra proprio che siano stati colpiti i siti geek
    Qualche altra conferma?

  • Al momento, tra i siti che ho visto “colpiti” dal panda ci sono: IdeaGeek, StileGames, NavigaWeb, Anarchia, GeekItaly, MaestroAlberto (in maniera molto forte), Webbando, MondoCellulari, Vari Aggregatori, Vari Social Bookmarking… chi più ne ha, più ne metta…

  • @Alex
    Ho dato un’occhiata ai siti che indichi nel tuo commento, e ho notato:
    1) alcuni hanno testi molto brevi, composti da pochissime righe (non superano le 500 battute);
    2) alcuni siti hanno tantissima pubblicità, a volte si è costretti a scrollare moltissimo per trovare il testo (esperienza lato utente pessima);
    3) alcuni siti vivono di contributi esterni, per Google è un’indicatore di scarsa qualità?
    4) Non so quali sono gli aggregatori colpiti ma dovrebbero rispondere al punto 1, quindi è normale.

  • Salve

    vorrei capire una cosa, questa pagina, come altre il questo blog è una pagina molto utile scritta bene ecc ecc , mi spiegate cosa cambia al contenuto della pagina se sotto il titolo ci sta un banner adsense al centro un altro banner e alla fine un terzo banner ? io per leggere i commenti scrollo fino alla fine della pagina quindi più commenti ci sono più mi fa perdere tempo ? mi spiegate perché della pubblicità in questa pagina che pubblicizza un esperto seo o un libro sul posizionamento non deve essere utile o pertinente ? per come la vedo io le linee guida anzi la linea guida deve essere il contenuto solo quello . Giusto che siti che copiano siano scomparsi nelle serp , pero’ ho notato che siti come Navigaweb , almeno fino a ieri, era stato un po penalizzato dal Panda, quindi questo sito non è utile all’utente xke ha 3 banner adsense ? ma google non ci dice che li possiamo mettere 3 ?

  • Questo è il periodo meno adatto per valutare un ipotetico calo di visite, per la maggiorparte dei siti questi giorni sono i giorni dell’anno in cui si ha il più basso numero di visite in assoluto.

    Poi mi chiedo: Ma come fate a valutare che siti altrui ieri hanno avuto un calo delle visite? E’ normale che ci sia un calo nel periodo di ferragosto…e se il sito non è tuo non si possono valutare correttamente i dati. Mi sembra si stia parlando un pochino a sproposito…

  • @nata100: uno dei problemi pare essere l’eccessiva pubblicità “above the fold”, ovvero all’interno della porzione di pagina che vedi appena atterri su un sito.

    Se leggi questo pezzo: http://searchenginewatch.com/article/2076480/The-Panda-Enigma-An-Overview-of-Major-SEO-Factors , ad un certo punto viene citato un consiglio del quality team di Google AdWords che dice di fare in modo che la pubblicità above the fold sia minore o uguale ai contenuti.

    In pratica, se hai un pagina che nella parte alta ha più del 50% di pubblicità rispetto ai contenuti, non va bene. Ovviamente non è automatico pensare che “eccesso si pubblicità = penalizzazione di Google Panda”, però… 😉

  • @Andrea: d’accordo, il periodo per fare una valutazione non è certamente il migliore, però il calo percentuale di traffico proveniente da Google dovresti notarlo molto facilmente… intendo dire:

    se normalmente, in questo periodo, fai 100 visite al giorno di cui 90 da Google, e di colpo le visite da Google scendono della metà, qualche dubbio mi verrebbe…

  • @Tagliaerbe, si ma mi riferivo in particolare a chi parla di cali di visite di siti non suoi, come fa a sapere la differenza di percentuale di visite che provengono da Google? Tutti i siti che non parlano di argomenti prettamenti estivi hanno un forte calo in questi giorni, anche oltre al 50%, e chiaramente la cosa si nota di più su siti che hanno migliaia di visite rispetto a quelli che ne hanno poche centinaia. Ma come dici tu dipende cosa cala….è una situazione che va valutata dall’interno con le statistiche delle proprie visite. Visto il periodo molto particolare dire: ho visto che il sito “xyz” ieri ha avuto un calo di visite, non serve a niente se il sito non è tuo.

    Io in questi due giorni ho avuto un calo del traffico del 55%, tuttavia le visite provenienti da Google sono sempre l’80% del totale, come negli ultimi 2 anni.

  • Bah… non sono d’accordo, alcuni siti come Anarchia.com hanno pochissima pubblicità e solo Adsense… e tanti articoli con lunghe guide, Navigaweb.net forse un po’ più di pubblicità ma lunghi articoli originali e non copiati… altri siti più o meno nelle stesse condizioni.
    Il Panda si è rilevato per quel che è: incapace di distinguere siti buoni da altri meno buoni… forse nel tempo le cose miglioreranno. Per chi è stato colpito ingiustamente è un disastro immeritato…

  • @Andrea: Se vuoi avere successo online devi conoscere la concorrenza meglio del tuo sito. Io per esempio monitoro una trentina di siti geek con tool professionali e ti so dire ognuno di loro quante visite fa. (Non con alexarank e simili schifezze eh..)

    Buone vacanze a tutti!

  • Non ho notato particolari scossoni nella serp ( almeno nel settore travel che seguo )
    Segnalo solo uno strano aggiornamento pr
    Blog di appena 20 giorni passato da 0 a 2

  • @Alex … puoi darci qualche dritta su questi tool professionali? Personalmente mi baso su AdPlanner di Google, ma ovviamente i dati sono sempre ritardati. Esiste qualche altro strumento?

  • Pierpaolo: Basta monitorare le serp dei propri avversari con i tool di SeoMoz , con WebCeo e altri tool. Conoscendo i movimenti in serp hai anche un idea sull’andamento delle visite 😉

  • @Nat
    Il problema di un sito come anarchia.com è che è un sito generalista in cui l’impressione che si ha è che gli articoli siano scritti proprio per i motori di ricerca.

  • @Alex … ah beh ok … io uso RankTracker. Come avevi scritto pensavo ad un tool che rispondeva direttamente ai quesiti sulle visite.

    P.S.
    Finora i miei competitor non hanno avuto nessuna variazione. Solo il mio sito è salito su quasi tutte le SERP 🙂

  • Aspettate un secondo, un chiarimento è necessario per capire meglio come funziona questa cosa dei contenuti, cioè se io blogghettaro della domenica ho come passione quella dei prodotti apple e quella di wordpress non posso scriverci nulla su un singolo blog perchè gli argomenti non sono compatibili? Cioè vi sembra normale che un blog simile venga penalizzato nelle serp solo perchè non parla solo di una cosa? tralasciamo il fatto che targhettizzare gli utenti verso una sola tipologia di contenuti è indubbiamente vantaggioso in termini di pagine visualizzate, permanenza sul sito e più tematicità degli ads, ma da qui a classificare un blog che tratta due o tre argomenti di natura diversa come una schifezza di blog ce ne passa, cioè non trovo affatto giusta questa cosa, se un contenuto è meritevole deve comparire nella giusta posizione in serp, no che devono venire avvantaggiati sempre e comunque i siti che trattano quello specifico argomento a discapito della qualità finale, qualcuno è cosi gentile da spiegarmi bene come funziona?

  • Wow, chiedo scusa per il numero esagerato di ”cioè” son sveglio dalle 4 e il sonno si fa sentire…

  • @Will
    Sì può darsi ma è uno dei siti che spesso frequento ed ho sempre visto pochissima pubblicità… qualcuno ha dati su Tuttogratis? Allora lì il crollo dovrebbe essere verticale…!

  • Curo qualche blog di mia proprietà, sto notando delle differenze tra loro che non mi sarei mai aspettato. Tralasciamo il fatto che siamo nel pieno delle vacanze, l’aggiornamento in ogni caso si è fatto sentire, e anche di molto.

    Su 5 siti 2 trattano argomenti tecnologici e recensioni di vario genere, tutti articoli unici e di lunghezza non inferiore alle 500 word. Hanno perso il 30-35% dal 12 Agosto, eliminiamo il 10% per via delle vacanze, rimane il 20% di perdite. Mentre su altri 3, il primo, il 50% dei contenuti sono copiati, essendo un sito di testi musicali, nessuna perdita. Il secondo tratta gossip e gli accessi sono rimasti uguali, e vale la stessa cosa per il terzo.

    Ora mi chiedo, siamo sicuri che questo aggiornamento doveva colpire le content farm?

    ecco le perdite effettive:
    1. 23.000 visite, ne sta facendo 15-16.000 dopo l’aggiornamento (argomenti generici in ambito tecnologico)
    2. 13.000 visite, siamo scesi a 8.000(argomenti generici in ambito tecnologico)
    3. 10.000 visite, stabile (gossip)
    4. 1.800 visite, stabile (testi musicali)
    5. 1.000 stabile (console)

    Noto sempre di più che i siti con un determinato target non hanno subito cali, mentre siti generici, come i primi due nell’elenco, hanno perso un sacco.

    Sinceramente mi aspettavo una gestione differente. Direi di attendere e vedere come muta dopo le vacanze.

  • Si ma se postate le statistiche dovete postare anche la differenza di visite provenienti da Google rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, o comunque la percentuale di visite provenienti da Google rispetto al totale, e vedere se questa percentuale è in linea con i mesi scorsi.

    Serve a poco guardare le sole visite, un calo del 35% per un sito che parla di tecnologia in ferragosto può essere assolutamente normale, io in questo periodo da 3 anni ho un calo di oltre il 50%, e Google Panda non c’entra niente.

  • 9% di accessi in più da Google rispetto all’anno scorso. Nel mio caso Google Panda thanks 🙂

  • @Nat: tuttogratis nessun crollo, lo so per certo. Mi stupirei se qualcuno dei grandi portali italiani avesse delle conseguenze importanti visto che c’è stato tutto il tempo per prepararsi. Io sarei più curioso di sapere di liquida, invece.

  • Ma come faccio a capire se i miei contenuti sono di bassa qualità?
    Per certo la voglia di scrivere in questi giorni l’ho sotto le scarpe.
    Visite dimezzate a partire da giorno 12.
    L’anno scorso avevo avuto un leggero calo solo per il 15.

    Ma cosa c’è da fare?
    Buttare tutte le pubblicità sulla barra di destra o sinistra?

    Ce lo dicessero chiaramente al posto di lasciarci interpretare a modo nostro.
    Non mi ispira molta fiducia l’assistenza italiana.
    Scrivo con blogger e tutti i problemi mi sono sempre stati risolti dagli anglofoni.

    Questo mi fa pensare che, se c’è un problema, resterà tale!!

  • Difficile fare valutazioni oggettive per me, sarebbe utile un bell’articolo che spieghi come farle utilizzando GA.

  • @Andrea
    i siti sono online da svariati anni, mai avuto crolli così significativi, neanche il giorno di Natale!

    I cali son dovuti per la maggior parte all’aggiornamento e non per le vacanze, questa è sempre una mia considerazione eh…

  • Allarme rientrato per il mio sito (almeno al momento) con un aumento consistente di visite di oltre il 50%… speriamo continui così… sicuramente il panda non aveva finito tutti gli aggiornamenti

  • @Stilegames

    Sarebbe una notizia fantastica.
    Anche perchè io sono molto sconfortato.
    Mi spiace che sono andato addosso all’assistenza italiana.
    Era solo per sfogarmi.
    Sono sicuro che loro facciano il loro meglio.

    Speriamo bene per tutti coloro che ce la mettono sempre tutta per far bene!

  • Sono da evitare isterismi, bisogna fare delle rilevazioni approfondite, non basta vedere un calo delle visite a ferragosto per dire che si è stati colpiti da Google Panda. Prima di fare azioni avventate come togliere la pubblicità, cambiare radicalmente la struttura del sito, minacciare i dipendenti di Google, lasciate passare dei giorni e controllate per bene le statistiche che riguardano LE VISITE CHE PROVENGONO DA GOOGLE, non le visite globali, meglio se il tutto si valuta a settembre dopo le ferie. Ribadisco ancora una volta che secondo la mia esperienza un calo generalizzato delle visite, anche del 50%, per certi siti è assolutamente normale a ferragosto.

  • si certo, è presto per fare affermazioni esatte, ma ho voluto esporre la mia situazione, visto che un calo così non mi era mai capitato neanche a ferragosto, del resto attenderò pazientemente senza apportare alcuna modifica…
    Buon ferragosto a tutti.

  • @Will
    Se non crollano almeno dell’80% portali come TuttoGratis, Liquida e similari la tua ipotesi è sbagliata. Secondo me Panda colpisce un po’ a caso: TuttoGratis e Liquida sono stiuazioni incredibili hanno tutte le caratteristiche algoritmiche di siti spam che dovevano essere penalizzato da anni… altro che Panda

  • @nat, senza polemica, ma quali caratteristiche di spam avrebbero tuttogratis e liquida? Non ti fa onore dire che panda colpisce a caso solo perchè non ha fatto quello che avresti voluto tu, panda è un algoritmo, non una punizione divina 🙂

  • Tutto gratis è sceso in terza pagina per sms gratis, quindi è stato colpito (almeno un po’). Liquida da tempo sta comprando visite a 1 cent su edintorni, quindi ha comunque visite.

  • @ massj

    La tua risposta mi sorprende, davvero… da quanto tempo lavori in questo campo?
    Sono portali generalisti costruiti per Google, e pieni di pubblicità. Proprio ciò che si prefigge di combattere Panda, ma se non vengono penalizzati la cosa mi lascia davvero perplesso, visto che altri portali sono stati colpiti…

  • Liquida e Tuttogratis a mio parere sono molto diversi dai blog network come iSayblog, che mi auguro seriamente vengano colpiti visto che li trovo inqualificabili (a mio parere sono la causa dell’abbassamento di qualità delle risorse sul web). Creare un portale in un unico dominio e puntare tutte le energie in quello (a livello di aggiornamento contenuti, link building etc.) permette di renderlo molto forte e spinto ed è più difficile venga penalizzato…Soprattutto se usa un organizzazione “strategica” usando i sottodomini (ricordate il post del Taglia su eHow e i sottodomini?).

  • fino a settembre inoltrato mi sembra impossibile fare delle analisi serie…

  • @Nat
    Certamente mi aspetto che anche tuttogratis sia colpito in modo pesante.
    Purtroppo non controllavo serp in cui compariva in prima pagina quindi non so se sia stato colpito.
    Un altro che mi aspetto perda molto è ilbloggatore che comunque è già in calo da alcuni mesi.

  • @nat lavoro nel web dal 1997 ma non penso che questo sia un titolo di merito. Conosco bene sia tuttogratis che liquida e la loro storia seo, sono due siti oggi piuttosto puliti come tecniche seo, sicuramente niente di black. Sono cambiati molto negli ultimi 2 o 3 anni, probabilmente non li visiti approfonditamente da un po’. In ogni caso essendo due siti con alto trust, almeno secondo gli algoritmi pre-panda si sono potuti permettere di fare delle cose che altri siti non possono. Entrambi in passato sono stati penalizzati da google per eccessivo numero di pagine, tuttogratis nel 2005 e liquida nel 2009 (se non ricordo male), quindi non sono intoccabili. Cmq continuo a pensare che sia presto per fare valutazioni vere, bisogna aspettare almeno lunedì prossimo.

  • @massj

    Più o meno stesso anno mio (ho cominciato nel ’96) ed hai dato una risposta valida… rimaniamo con forti divergenze su questi portali, ma ci può stare.
    Buon Ferragosto

  • @massj
    Secondo me non c’è bisogno di aspettare.
    Le valutazioni vanno però fatte sui movimenti che sono avvenuti nelle serp e non sulle variazioni di traffico.
    Seguendo determinate chiavi si possono determinare i cambiamenti che ci sono stati.

  • Buon ferragosto,

    francamente non riesco proprio a capire cosa stia accadendo sul mio blog. da qualche giorno è come se i nuovi articoli non venissero indicizzati. E’ un effetto del Panda? Qualcuno ha riscontrato un’anomalia analoga?

    Luca

  • A luca,

    stai tranquillo.
    E’ una cosa che accade periodicamente.
    In questo cade coincide con PANDA. (aiuto)

    ________________

    Concordo con Will.
    Io ho salvato le statistiche di qualche giorno fa.
    Aspetto domani per vedere cosa caspita è successo il 12.
    Ho una paura assurda

  • @will: d’accordo con te che le variazioni andrebbero rilevate sulle posizioni nelle serp e non come volumi di traffico, se la vediamo da un punto di vista strettamente dell’osservazione seo. Io lavoro principalmente sul risultato finale del traffico, per cui sono più sensibile a questo dato che alla posizione effettiva sulla serp, avendo poi in gestione grossi siti con decine di migliaia di keyword trafficate, difficilmente lavoro sulla posizione della singola keyword, in genere lavoro per aree tematiche. Scusatemi per la grossolanità.

    Comunque guardando un po’ di serp a me familiari veramente non mi pare di vedere degli sconvolgimenti, anche se ora sono in ferie e non ho sottomano una serie di dati storici. Fra l’altro continuo a vedere sitarelli di seconda fascia dal contenuto di dubbia qualità e dubbia originalità posizionati a colpi di link da siti di article marketing su keyword precise… mi aspettavo di vederli saltare e invece più o meno sono ancora lì. Qualcuno ha notizie di crolli all’americana del 90%?

    Sui dati analytics che ho sottomano io su diversi siti, tra l’11 agosto e il 12 agosto la % di traffico che arriva da google ha dei delta trascurabili +- 5%, massimo +- 8%.

    Cifre che potrebbero anche essere semplicemente fisiologiche del cambio di calcolo delle visite di analytics, quantomeno nei casi di aumento.

    Mi viene da porre una domanda, come provocazione: quali sarebbero i siti italiani di alta qualità che sarebbero dovuti venire alla luce grazie a panda? Davvero oggi nella 30esima posizione in serp troviamo dei contenuti che meriterebbero di stare in prima posizione? Io personalmente faccio fatica a trovare… gradite segnalazioni 🙂

  • @Anonimo capita periodicamente anche sul mio blog, non ci fosse stato di mezzo il lancio del malefico orsacchiotto, certamente non sarei entrato nel panico. La percentuale di traffico da G resta invariata, come più o meno è lo stesso il posizionamento su alcune key storiche. Resta il fatto che i post nuovi non vengono indicizzati. Attendiamo fiduciosi che tutto si risolva per il meglio, altrimenti sono volatili per diabetici.

    Luca

  • Ragazzi,
    ho fatto impostato i cambiamenti delle chiavi di ricerca dall’11 al 13 agosto.
    La schermata era quasi tutta ROSSA
    Non credevo di essere una così gran sega
    Accidenti che batosta

    A questo punto sarei curioso di vedere chi ci ha guadagnato.
    Magari imparo qualcosa.
    Accidentaccio ancora

  • Liquida direi che è stato colpito, prima usciva in terza posizione per la search di facebook (insieme a fanpage che direi che è stato colpito), micheal jackson e silvio berlusconi ….

  • Ragazzi
    che novità mi portate?
    Come vanno le visite?
    Il blog.tagliaerbe.com è stato colpito?

  • @Massimo: analizzando, a livello percentuale, gli accessi da Google.it nei 3 giorni dal 12.08 al 15.08 (2010 e 2011), registro un +0,35% (contro un aumento globale di tutto il traffico in ingresso, incluso Google, di circa il 50%): ergo nessuna penalizzazione da Google Panda per il mio blog.

  • Alexa (per quanto sia affidabile) da in calo sia Liquida che Ciao.it

  • Due note. 1) Che Google possa voler penalizzare i siti generalisti mi sembra strano, dovrebbe uccidere Wikipedia…. Qualità non significa monosettorialità. Ci sono mini siti iper specifici che non servono a nulla e portali generalisti di alto livello. 2) un calo netto nel periodo di ferragosto è fisiologico, considerate che quest’anno si è sommato il fine settimana e molto sono partiti il giovedi e soprattutto il venerdi.

  • Taglia, sei un grande.
    Che dire?
    Purtroppo io sto piangendo come un bambino (metafora….ma neppure così lontana dalla realtà).
    CMQ oggi poco poco poco meglio

  • Dopo qualche giorno di analisi (anche se è ancora presto) su circa 80-90 siti che gestiamo non ho notato alcuna perdita di posizioni o di traffico (in rapporto al periodo)

    Anzi, molti miglioramenti! Con SEOJedi abbiamo notato dei salti enormi per alcuni siti su molte keyword di riferimento, soprattutto in ambito SEO, a dimostrazione e conferma del fatto che molti parlano di SEO senza saperla fare 😀 😀 Molto felici di aver visto perdere traffico Liquida e altri aggregatori ben mascherati! Evviva Panda!! 😀

  • @Adriano

    Premessa, non lavoro per liquida ne per altri aggregatori, anzi un mio network ha avuto un aumento anche su chiavi che sinceramente non se lo meritavano poi cosi’ tanto, ma tante’…

    A me spiace che tu sia felice che aziende perdano traffico come se a te ti tornasse indietro qualcosa. Internet e’ talmente vasto e da lavoro a tantissimi soggetti. In un periodo di crisi come questo gustarsi poi delle chiavi perse e’ quanto meno risibile. Liquida avra’ investito dei soldi e ci lavorera’ dietro un team quindi prima di fecilitarti io conterei fino a 10 e poi sparerei la cavolata di turno. ovviamente IMHO.

  • Master, Liquida ha dietro una società con milioni di euro di capitali investiti… perchè un povero webmaster come me non dovrebbe essere felice se hanno perso qualche posizione a vantaggio di chi non ha milioni di euro ma cura un blog di qualità?

    E poi… chi sei tu per dire cosa devo scrivere? E per dire che io dico cavolate? Firmati con il tuo nome e linka il tuo blog, altrimenti evita di sentenziare 😀

    Proprio perchè internet è così vasto, c’è spazio per le “cavolate di turno” di tutti.

  • Non voglio buttarla con i latini “mors tua, vita mea” perché non è carino né puccioso, né share 2.0 però..

    ..l’idea dell’ “internet è grande e possono mangiare tutti” la trovo, nel lungo termine, dannosa. Per tutti.

    Proprio perché c’è ancora un clima pioneristico (almeno in Italia), chi si avvicina a questo mondo può essere tranquillamente solato dai “cercatori d’oro fasullo” che rifilano servizi in ambito web marketing a dir poco scadenti.

    Parlavo giusto in questi giorni con un vecchio amico che mi ha chiesto un consiglio per la scuola di teatro che frequentava, in quanto per APRIRE e basta la pagina Facebook avevano fatto un preventivo e pure bello esoso.

    Che fanno il paio, IMHO, con quelli che ti garantiscono di essere INDICIZZATO (e non posizionato su Google al massimo nelle prime tre pagine (sic!)) oppure ancora che ti infiocchettano l’infoprodotto con LA FORMULA SEGRETA DI GOOGLE.

    Per ‘sta gente l’unico spazio consono è nelle televendite di TeleCannuccia assieme al mago Crispino che fa le carte.

    In quest’ottica, ben venga il Panda con tutto ciò che ne consegue. Se si scalano le SERP mica è per “merito” attuale, al massimo “pregresso” per aver ben lavorato quando tutti stavano a fare le formulette di Harry Potter.

    La verità è che si scala per demerito altrui, di chi ha cincischiato stando immeritatamente su, sfruttando le inevitabili falle di un mastodonte come la grande G.

    Per questo non ci sono formule, lozioni e trucchi. Solo lavoro, impegno, passione, e quando arriva il Panda, se Google vuole, vieni ripagato.

    In quest’ottica uno può esultare si, non tanto per la caduta del singolo competitor. Anzi, personalmente prego sempre in competitor il più cazzuti possibile, che almeno imparo qualcosa, altrimenti resto una mezza pippa pur’io, via 😀

    Tutto ‘sto papello pre-cena per dire: no, per fortuna stavolta non c’è trippa pe tutti, solo per chi sa strapparne un pezzo ;)) Google gratias, altrimenti tanto valeva scegliere la fantozziana via..

  • p.s. con questo non volevo essere eccessivamente cattivo o Sith che dir si voglia, ognuno può dire e pensare ciò che vuole, è che mi piacerebbe davvero che si smettesse di pensare a chi lavora su internet come a un ciarlatano..

  • Allora allora…

    mondoinformatico.info a detta loro -75% (da 33.000 ??? a 8.000 ???). Ovviamente tutti dati fasulli…il calo è stato di circa il 30% e quei mumeri sopra citati non sono per nulla veritieri.

    Poi mi chiedo, come è possibile che geekissimo sia calato così pesantemente e ziogeek sia salito così pesantemente? Tutti e 2 fanno articoli unici, originali, fatti bene e hanno bene o male la stessa struttura.

    Guardate l’above the fold di ziogeek e ditemi se è stato valutato per panda…

    Onestamente ci sto capendo molto poco…

  • Aranzulla…ma saperlo.it mica era una tua startup? non mi sembra abbia fatto un bel passo avanti sto giro…

  • Ma ancora date credito agli “esperti” che credono di sapere vita, morte e miracole dei siti altrui solo perchè utilizzano un tool “professionale”? Quei dati riportati nel link di Salvatore Aranzulla sono tutti sballati.

  • Io ho accesso ai dati analytics di alcuni dei siti inclusi nelle liste e anche io devo dire che i dati di searchmetrics non corrispondono alle variazioni che vedo su analytics e sono sballati di tanto. Per quanto mi riguarda non sono dati affidabili, sicuramente non in valore assoluto e percentuale, ma solo come tendenza… io ho un -5% reale laddove searchmetrics ipotizza un -46%…

    Qualcuno sa che come rilevano questi dati? Hanno delle toolbar o cosa?

  • La metodologia dietro i dati di analytics è searchmetrics… ma la trattazione su commento è commento è complessa, ora vedo di scriverci un post di approfondimento.

  • @Massimo Fanti: ho parlato nei giorni scorsi con Robin Good, il quale mi ha detto che anche lui si era focalizzato in modo prevalente sull’above the fold… e invece (riporto la discussione, nell’attesa che Robin approfondisca meglio con un suo post sul http://www.masternewmedia.org/it ):
    [15/08/2011 13.49.40] Robin Good: ho scoperto
    [15/08/2011 13.49.50] Robin Good: che non sono gli ads nell’above the fold
    [15/08/2011 13.49.51] Robin Good: !!!!!
    [15/08/2011 13.49.58] Robin Good: mi ci sarei giocato le palle
    [15/08/2011 13.50.05] Robin Good: e invece ho toppato
    [15/08/2011 13.50.14] Robin Good: perchè ho i dati di alcuni siti Italiani
    [15/08/2011 13.50.18] Robin Good: con l’adsense come il mio
    [15/08/2011 13.50.24] Robin Good: che sono schizzati su a palla
    [15/08/2011 13.50.29] Robin Good: quindi NON è quello

  • @Andreascarpetta, approsimativi? io direi proprio errati in quanto ci sono discrepanze di oltre il 50% rispetto ai dati reali. Ho accesso alle statistiche di uno dei siti elencati che è indicato aver perso oltre il 50%, in realtà confrontando i dati con quelli dell’anno scorso, le visite provenienti da google segnalano un +0,5% rispetto alle visite globali del sito. Se vogliamo star qui a fare ragionamenti su quei dati facciamoli, ma è tempo sprecato perchè sono dati completamente sballati, o almeno non riferibili a Google Panda.

  • @andrea : tutte le stime esterne sono per definizione, approssimazioni 🙂
    Sopratutto queste che si basano su un “potenziale mensile” quando non è ancora passato un mese!

    Stavo scrivendo il post con il metodo di calcolo usato da searchmetrics, ma mi hanno messo il server in manutenzione, dovrete attendere il pomeriggio.

  • Cmq fare i confronti di traffico su questi giorni di ferie di massa, ripeto, non ha senso. In uno dei siti che seguo una parola chiave che era nelle top 10 è crollata dell’80% in corrispondenza di panda… vado a vedere sulla serp e scopro che è migliorata di posizione (era 5, ora è 2).

    Più che di google panda direi che si tratta del terribile algoritmo italian holidays…

    Come mi è stato (giustamente) obiettato qualche commento fa, bisogna controllare i posizionamenti e non solo in traffico che in questo periodo, nei confronti, inganna più che mai.

  • Sono completamente d’accordo con massj. Ad esempio qualcuno nei commenti precedenti notava che un suo sito che parlava di tecnologia aveva avuto un calo, mentre un’altro che parlava di gossip era stabile nonostante il periodo vacanziero. Ad una analisi molto spicciola si potrebbe pensare che il blog con il calo di visite sia stato colpito da Panda. Invece potrebbe essere spiegabile semplicemente con il periodo estivo, in estate ed in vacanza la gente è molto più portata al gossip rispetto ad altri argomenti che in estate hanno una fisiologica flessione, anche importante. Tutto questo per dire che se non si analizzano bene tutte le variabili si rischia di prendere fischi per fiashi molto facilmente, per non parlare poi delle stime buttate la a casaccio utilizzando tool esterni tanto per essere i primi a parlarne.

  • Grazie mille per il post su searchmetrics, Andrea, mi spiego molte cose. Si trascura il CTR che è molto importante, soprattutto con le rich snippet, e si trascura l’impatto della universal search soprattutto quella di google news che per alcuni siti costituisce oltre il 50% del traffico.

  • Buongiorno, sono il titolare di guidaconsumatore.com, sito inserito nella tabella searchmetrics dei siti penalizzati. Posso fornire in linea i dati: da una media di 18.000 unici giornalieri siamo scesi a una media di 12.500 (mi riferisco al canale principale, escludendo tutti canali tematici che fanno conteggio a se). Anche se attualmente ho dei dubbi sul fatto che questa discesa sia anche frutto del periodo estivo/ferragosto. Il calo era infatti iniziato già dal 10 agosto, proseguito l’11, ancora il12 e minimi 13-14-15. Quello che mi lascia perplesso è il fatto che i 10 articoli top-visite degli ultimi 30 giorni oggi sono ancora nello stesso identico posto nelle serp, idem per una selezione campione di quelli in posizione media in termini di visite. Per contro abbiamo notato un aumento netto di commenti su guide poco o nulla commentate prima. Ciò che mi fa pensare a un influsso, oltre che di Panda, anche del periodo estivo, è che abbiamo un boom di visite su guide relative alla Dogana o argomenti legati al viaggio e alle vacanze, con un calo su tematiche di arredamento, casa, lavori in casa, etc.

  • Ragazzi come va con le visite?
    Oggi è il 10 giorno di inferno….ma sono in risalita rispetto a 7 giorni fa.
    Qualcosa come il 15%.

  • Qualche stat penso si avvicini alla realta’. Abbiamo un blog dedicato al geek che hanno rubato parecchie chiavi addirittura su prima pagina. Il network e’ molto grande e tratta di un argomento specifico che non ha nulla a che vedere con il mondo geek. Stiamo studiando la questione anche perche’ ci sono salite diverse chiavi che ripeto non se le meritavano cosi’ tanto.

    Se e’ da aiuto a qualcuno. A giugno abbiamo elminiato intere sezioni e vari aggregatori automatici che vivevano la per diverse ragioni. Abbiamo pulito e cancellato articoli con poco ranking e sitemappato tutto.

  • ho vari siti, è ho notato un raddoppio delle visite giornaliere, ma vorrei capire ogni quanto google panda passa, cioè fa una spece di scansione o cosa?ogni quanto bisogna allarmarsi?

  • @alain: stando a quello che diceva Matt Cutts, l’algoritmo veniva fatto girare ogni tot di settimane, non era attivo in continuazione.

  • @Andrea Scarpetta Buongiorno Andrea, mi permetto di segnalarti che, per “prezzo assicurazione”, il primo risultato è per un comparatore di prezzi… Io ci lavoro, stiamo facendo vari controlli e i risultati sono diversi, a seconda del sito. In ogni caso, seppure di poco, l’impatto c’è stato. Mi aspettavo anche un aumento della qualità del traffico, a dispetto di un minor traffico… ma questo, per ora, non si è verificato.

    Marco

    PS io uso alcuni “tool” per garantire risultati “neutri”, credo che Google capisca solo la zona di provenienza dell’IP.

  • @marco grazie dell’informazione, molto interessante.

  • Salve ragazzi,

    tocca ripetermi perché la situazione resta invariata. Il mio sito (video-blog da 15.000 unici) non è stato colpito nelle query, quelle sono più o meno invariate. Dal 12 i nuovi articoli semplicemente non vengono più posizionati. Stiamo parlando di argomenti su cui ho lavorato da anni, per i quali la prima pagina è sempre stata una garanzia.

    C’è qualcuno colpito da Panda che evidenzia una difficoltà con i nuovi contenuti? Forse sono alle prese con un altro tipo di penalizzazione?

    Grazie, Luca

  • Queste stime che si basano sulle SERP non hanno nessun valore nel determinare se un sito è stato colpito o meno da questo Panda, anche perchè stiamo parlando di un update ad un algoritmo segreto di Google, che ha già 200 variabili logico-relazionali…. ora ce ne un’altra in più ??? Ve lo do io un dato visto con miei occhi… ho visto sparire circa 700 milioni di pagine dalle SERP di Google con la keyword = SEO in sole 48 ore!!!

  • Riporto anch’io la mia esperienza: con l’aggiornamento Panda, ora Google riporta prima nella SERP gli articoli dal mio sito e non come prima che i siti “aggregatori” addirittura offuscavano i miei articoli.

    Di fatto è quello che ci si aspetta: chi aggiunge il proprio feed ad un aggregatore lo fa con la speranza che chi si trova per caso sul sito dell’aggregatore, sia poi attirato dalla notizia presa dal nostro feed e ci venga a far visita.

    Invece il comportamento più diffuso era quello di vedere penalizzato il nostro sito per “copia” laddove era addirittura l’originale.
    Viva il Panda !

  • Trattandosi di un comparatore di prezzi, ette.it ha subito una penalizzazione del 90%. Certo, i contenuti non sono originali, come però non lo sono quelli Google Shopping 😉

  • Adesso mi spiego perché il 12 agosto la mia recensione de “Il cigno nero” è passata dalla prima posizione alla terza (senza prendere in considerazione youtube). Maledetto Panda!

  • Solo miglioramenti. Raga mettete contenuti originali e non copiati e attinenti.

  • Io ad agosto ho avuto un picco assurdo con quasi mille visite in un giorno, ma le visite normali erano di 4 o 5 centinaia al giorno. Oggi mi ritrovo con al massimo 80 visitatori unici….
    Sono caduto in depressione 🙁

  • A me sembra oramai molto chiaro che Google abbia completamente cambiato la propria strategia (viene da sè che abbia poi il diritto di farlo). Come qualcuno ha già detto chi basa il proprio business sul traffico gratuito deve cambiare strategia. Che poi sia “gratuita” una cosa ottenuta con anni di lavoro e passione avrei da ridire anch’io.. ma non si può fare granchè. Google è un’azienda, il suo obiettivo è di fare utile. Tempo fa c’era un criterio che premiava l’intelligenza e abilità di un SEO, ora meno, e non è questione solo di contenuti.
    Non penso ci sia da aspettarsi grandi cambiamenti ora, probabilmente gli utenti premieranno la nuova strategia: in fondo chi cerca Fiat è più contento se trova il sito della Fiat. O no?

  • Riesumo questo post dopo mesi…e non mi par cambiato nulla, anzi è peggio.

    Alcuni clienti che seguivo mi paiono stabili nei posizionamenti, io personalmente un po’ di visite e posizione invece le ho perse ne 2011.

    Google Panda o no…mi pare proprio che alcune serp siano peggiorate a favore dei contenuti copiati, invece che a SFAVORE.

    E’ statistico.

    Provate a scrivere:
    “realizzazione siti internet a varese”
    o “realizzazione siti internet a Belluno” o similia e troverete sempre le stesse aziende che hanno creato un circuito di siti web spam tutti uguali e privi di contenuto utile.

    Mi sembra di essere tornato all’epoca delle doorway pages di 10 anni fa.

    Alla faccia della meritocrazia e del contenuto originale.

    Ho segnalato le serp inquinate a Google che mi ha ignorato.

    Sarei ben contento ( mal comune mezzo gaudio) se qualcuno mi comunicasse che incontra la stesso problema con altre chiavi, altri argomenti in serp….accodandosi alle lamentele dell’estate scorsa.

    Sarebbe interessante fare segnalazioni di massa…

  • x Alex Designer. Condivido. Da tempo seguo, per esempio, la serp per “scarpe hogan”. il primo risulta è un fasullo sito “ufficiale” che si ripresenta nella serp con diversi nomi.. E’ un sito credo cinese, ha link fasulli che fanno rabbrividire Matt Cutts, ma è sempre lì da più di un anno. Va da se che le segnalazioni fatte non sono servite.
    Google ha fatto delle scelte. Credevo per favorire google Shopping, ma mi pare che quest’ultimo sia un po’ un fallimento. Questo cambio di “filosofia”, cioè smetterla con la meritocrazia, in un momento di crisi come questo, non so più quale obiettivo abbia. Veramente non lo so. A noi e-commerce ha fatto danni notevoli, capisco che può sempre dirti che era prima che “regalava” traffico.. boh.. ho i miei dubbi irrisolti.

  • ecco…volendo fare il maligno mi verrebbe da pensare che si disinteressi della qualità della serp appositamente per costringere i Seo ed aziende a spostarsi più sul SEM ed investimenti adwords.

    Mi verrebbe voglia di investire tempo nel fare siti-clone anchio…però poi scommetto che con la fortuna che ho mi piazzano primo nella lista del 0,001% dei siti da penalizzare.
    :-/

  • @Alex quoto il tuo post.
    Alcuni dei miei clienti sono aziende che avevano siti un pò “statici” nei contenuti e così anche tutta la loro concorrenza.

    Dopo essermi sbattuto nella creazione di contenuti originali, arricchimenti, approfondimenti la delusione è che in prima posizione ci sono i soliti competitor (alcuni dei quali non hanno neanche il minimo testo).

    Alla fine credo proprio di non aver capito niente di SEO etc.. ma insisterò!

  • Io invece credo che tu di Seo e di uso etico del web abbia capito bene i principi base, peccato che Google ultimamente fa “il parroco che predica bene ma razzola male”

    😀

    p.s. però il tuo sito è costituito da una pagina sola!
    😉

  • @Alex

    Per carità non guardare il mio sito… come si dice “il calzolaio và in giro con le scarpe rotte!” 🙂 … non ho tempo (per fortuna) …

  • Conosco diversi miei amici/colleghi che sono stati colpiti dal panda, secondo me è solo un’ottimo aggiornamento che finalmente ripulirà la serp di google 🙂

    In qualsiasi caso mi sapete indicare una guida dettagliata su come uscire da una penalizzazione dovuta al panda?

  • Noi siamo abbastanza confusi.. inizialmente il traffico è diminuito di molto ma poi è anche incrementato di molto.. boh 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy