Google Chrome e i SEO

L’immagine qui sopra dice tutto: ad una settimana dal lancio, i lettori del TagliaBlog che utilizzano Google Chrome sono quasi 1 su 10.

Forse si tratta di una “euforia” iniziale, o più probabilmente il pubblico dei miei lettori affezionati è costituito da parecchi early adopter, con una particolare attenzione per tutto ciò che proviene dai laboratori di Mountain View.

Sta di fatto che anche se il mondo del Search Marketing pare abbia apprezzato in modo particolare il nuovo browser di Google, ci sono almeno 3 “difettucci” che non lo rendono perfettamente SEO friendly… eccoli:

1. Title

Dall’italia e dall’estero ci si interroga sulla nuova collocazione delle linguette e sul limitato spazio che Chrome riserva al titolo.

La barra dei titoli di Google Chrome

Si ipotizza che la cosa potrebbe portare alla creazione di title più corti e concisi, e (forse) ad un diverso posizionamento del nome che identifica il brand all’interno del titolo

2. Omnibox

E’ la classica barra degli indirizzi del browser, ma in Chrome particolarmente “potenziata”: include infatti l’autocompletamento, i suggerimenti di ricerca, le pagine più visitate/popolari e una ricerca nella cronologia.

La “Omnibox” di Google Chrome

La mossa non è particolarmente piaciuta: secondo Aaron Wall è semplicemente un sistema per sdoganare Google Suggest, con tutte le implicazioni che ciò comporterebbe lato SEO

3. Toolbar

In Chrome non è presente la Google Toolbar: se provi ad installarla (perchè so che ci proverai 😀 ), ti compare questo simpatico messaggio:

Ecco cosa accade se cerchi di installare la Google Toolbar su Chrome…

L’impossibilità di avere la barretta verde su Chrome, per alcuni, sta già a significare la prossima fine del PageRank… per altri sarà probabilmente un incentivo a NON passare al nuovo Gbrowser.

E tu, che rapporto hai con Google Chrome? 🙂

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

19 Comments

  • Per i SEO non lo so, ma per gli sviluppatori web siamo lontani anni luce. Dopo 2 ore di utilizzo ho scoperto un BUG che per me lo classifica come inutilizzabile:

    arrivate in una qualsiasi pagina web che riceve dei valori da un metodo POST (per esempio una form). Se volete vedere il sorgente della pagina Chrome commette un errore clamoroso, anzi due.

    A) ricarica la pagina, causando una nuova richiesta al server

    B) nel farlo si dimentica pure di rimandare i parametri POST, generando cosi’ una pagina completamente diversa da quella di cui volevo vedere il sorgente.

    Difetto non da poco direi. Voi SEO non guardate mai il sorgente delle pagine HTML?

    PS: non so se e’ molto piu’ veloce del fratellino safari, ma di fatto il motore di rendering e’ identico, con gli stessi identici problemi.

    Buona serata a tutti (sono nuovo) e complimenti davvero all’autore del blog (l’unico che seguo in assoluto).

  • Uso Chrome, Firefox e Safari. 🙂
    Ai due browser “classici” (che uso per diversi motivi, quello di Apple supporta FF) ho aggiunto il nuovo prodotto di Google per curiosità. In seguito, l’ho mantenuto perchè rispetto a Safari o a FF ho una velocità del sistema (per l’assenza di addons e i nuovi motori, probabilmente) e una visuale di navigazione (assenza della barra di stato, compattezza delle barre superiori, di quella dell’indirizzo e dei tab) più ampia, che torna utile su notebook. ;O)

    PS: ho su anche IE 8. Mi piace essere aggiornato ed avere tutte le opzioni disponibili (il piacere della scelta…) 😛

  • Purtroppo sono uno dei pochi sfortunati che non puo’ provare al momento Chrome dato che utilizza un Mac, quindi la mia impressione e’ solo diciamo “riflessa” e non empirica.

    Divido la mia risposta a punti secondo le considerazioni proposte da Davide.

    1- Struttura dei tab, direi che la scelta di renderli “corti” puo’ avere un significato interessante soprattutto se lo leggiamo indirettamente insieme al progetto boilerplate.

    Guardando lo screen che Davide ha postato si evince una cosa interessante, SEOMoz, che e’ uno dei siti GURU del mondo SEO, utilizza dei title non SEO friendly, ovviamente relativamente a Chrome e con una bassa possibilita’ di smentita anche a Google (Sempre che le linee guida aziendali vengano seguite da tutti i reparti della grande G).

    Non sara’ che quindi Google voglia premiare dei title significativi, lasciando magari la parte costante nei title (eg. SeoMoz ) in disparte o nella parte piu’ a destra del title.

    2 – Praticamente un google suggest ottimizzato ad personam.
    Un sistema che andra’ a penalizzare la vastita’ della scelta che internet offre a sfavore di un ristretto numero di siti.
    Certo e’ che se si riesce a posizionarsi nelle prime posizioni per una determinata key, dato la serp “corta” si avra’ un maggior tasso di entrate al vostro sito, rispetto le serp classiche.

    3 – Non sono un amante della Google Toolbar, anzi, preferisco altri metodi per monitorare il PR dei siti, anche se magari sono sistemi meno immediati.

    Arrivando ad una considerazione finale posso dire che da utilizzatore di Safari, non avrei molte difficolta’ a passare a Chrome, manca delle feature e plugin seo tanto quanto Safari.

    Certo e’ che lascerei perdere totalmene Safari solo se avessi la garanzia di un sistema stabile e piu’ veloce di safari, ma questo vale per un rimpiazzo totale.

    C’e’ da dire che una volta rilasciato Chrome e’ uno strumento indispensabile per i SEO, soprattutto per fare un po’ di pratica e reverse engineering “light” per capire come fare per migliorare la propria posizione nelle microserp.

    Ultima considerazione, vedo molti siti che parlano di quote di Chrome in forte aumento giorno per giorno, sento persone non addette ai lavori e nemmeno molto avvezze al mondo dei pc e di internet che pero’ sono a conoscenza del progetto e sarebbero interessate a provarlo, cosa vuol dire tutto cio’?

    Che le quote di IE sono a rischio secondo me, il panel dell’utenza interessata a provare a cambiare comprende anche gli utenti base, cosa che invece non accadeva con il rilascio delle prime versioni di Firefox.

    Davide per curiosita’, dal rilascio di Chrome ad oggi qual e’ stato il browser che ha perso piu’ quote guardando le statistiche del Tagliablog?

    Firefox o IE?

    Sicuramente che il predominio di IE e’ a forte rischio, quindi il principale competitor di Chrome, non e’ tanto Safari o Firefox, che bene o male (Firefox meno) sono una nicchia, ma il

  • Esatto, Davide hai descritto il mio profilo: sono un early adopter con una predilezione particolare per ciò che proviene da Mountain View, inoltre devo necessariamente controllare che i siti che creo abbiano la stessa resa grafica su più browser contemporaneamente. Però dopo 2 giorni che usavo chrome l’ho impostato come predefinito sia in ufficio che a casa. Poi, quando mi viene voglia di dare un’occhiata alle barrette verdi, apro firefox 😛

  • Interessanti statistiche.. Bhe probabilmente un tasso cosi elevato sull’uso del nuovo browser è dovuto principalmente ai fattori “prova,curiosità”. Magari un analisi tra circa un mese può dare dei risultati più coerenti.

    Del resto, per quanto mi riguarda, mi trovo bene 🙂 Per ora..

  • L’ho abbandonato per diversi motivi

    1) usando il cellulare la navigazione è lentissima (scambierà molti dati con qualcuno?)
    2) ha molti bug su applicazioni che uso: Gmail, wordpress, vari login

    Per ora non mi ha ancora convinto…sono in attesa di nuove migliorie…

  • @Matteo Crippa: rispondo volentieri alla tua domanda (visto che ho fatto uno screenshot delle statistiche proprio prima del lancio di Chrome: https://blog.tagliaerbe.com/wp-content/uploads/2008/09/tagliablog-browser-war.png).

    Prima dell’avvento di Chrome: Firefox: 55,26% IE: 38,82%

    Ad una settimana dal lancio di Chrome: Firefox: 47,27% IE: 37,09% Chrome: 9,34%

    Conclusione? mi pare fin troppo ovvia: Chrome si mangia le quote di Firefox, chi utilizza IE rimane dov’è 🙂

  • Devo ammetterlo …
    Chrome è ottimo per navigare, veloce, usabile e tutto …
    ma da addetto ai lavori non posso dimenticarmi di tutti i plug-in ed estensioni
    di FFox …

    Per quanto riguarda la toolbar e il discorso PR, non sarei così sicuro, era comunque uno strumento molto utile durante la navigazione … quindi mi aspetterei magari qualcosa di nuovo fra qualche tempo ma non dovermi tenere aperto o dovermi aggiungere nei link preferiti gmail e gli altri servizi …

    A presto e buon lavoro a tutti …

    Daniel – GenitronSivluppo.com

  • @Tagliaerbe: interessante il confronto, certo è che il panel di user del Tagliablog è sicuramente un’utenza “avanzata” per quanto riguarda il web: seo, sperimentatori del web, etc etc.

    Su siti con utenza più low-entry secondo me le differenze però son a svantaggio di IE, più che di FF.

  • Su un mio sito di auto, l’uso di chrome nell’ultima settimana è dell’ 1%

  • è un peccato vedere opera sotto a safari e google chrome 🙁

  • Tagliaerbe: “Prima dell’avvento di Chrome: Firefox: 55,26% IE: 38,82%

    Ad una settimana dal lancio di Chrome: Firefox: 47,27% IE: 37,09% Chrome: 9,34%..”

    Bhe è evidente che Firefox è usato maggiormente dagli “addetti ai lavori” i quali usano prettamente firefox… Sono curioso di vedere i risultati tra circa un mese o più.

  • Personalmente sono un early adopter informatico. Mi ricordo ancora la prima versione di safari per windows che era tutto un crash. E chrome mi è piaciuto. Tuttavia come molti hanno sottolineato, senza tutti i tool di firefox è un po’ troppo essenziale e sterile. Però mi è piaciuto e ogni tanto lo uso.

  • Ciao a tutti,
    Qualcuno sa come si visualizza il PR su Crhome?

  • lo sto usando proprio ora, versione beta per mac uscita oggi. Finalmente!

    Ma quanti difetti!!!
    Nel bookmark non c’è nemmeno la possibilità di fare “open all in tabs”, devo aprirmi i collegamenti salvati nelle cartelle uno per uno…
    non c’è la google toolbar, ma questo lo sapevo già 🙁

    Per ora lo metto li nell’angolino, e aspetto che cresca ancora un po’.

  • Ho usato per un po il nuovo chrome ma è molto inferiore. Non si installa la toolbar di google, con windows 7 mi si è piantato. Aspettiamo e vediamo. Per ora l’ho tolto.

  • Chrome sta due tacche sopra gli altri browser…
    Quando uso firefox oramai mi addormento, IE … fa lo stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy