Come rendere fruibile un form molto lungo

Web Form

Ci sono web form – o se preferisci moduli di contatto – che devono essere più lunghi del normale. Se un ecommerce può limitarsi a email, indirizzo di consegna e forma di pagamento, altre tipologie di siti necessitano di più informazioni.

Per esempio, i siti turistici (o quelli finanziari) hanno moduli che spesso risultano molto, anzi troppo, lunghi: al punto che il 13% degli utenti abbandona la prenotazione proprio perché il processo risulta troppo lungo e complicato.

Come è possibile rendere più “appetibili” questi moduli?

Spezzetta il form in più parti

Se è necessario chiedere molte informazioni, una buona tecnica è quella di suddividere le richieste su più pagine.

Nell’esempio qui sotto vediamo che il form è diviso su 4 pagine, in ognuna delle quali vengono chieste poche informazioni.

Form spezzettato

In questo modo l’utente ha l’impressione di dover fare meno fatica/lavoro, e quindi è più portato a completare la compilazione.

Elimina tutti i campi non necessari

In prima battuta, chiedi solo le informazioni necessarie a completare il processo di vendita.

Form con menu a tendina

Il classico “dove hai sentito parlare di noi?” è uno di questi campi: magari puoi chiedere queste informazioni in seconda battuta, una volta che hai già fidelizzato il cliente.

Semplifica l’inserimento dei dati

Usa bottoni, o “tendine”, che permettano all’utente di scrivere il meno possibile.

Form con bottoni

Nell’esempio qui sopra, il modulo suggerisce addirittura il contenuto del campo man mano che l’utente lo sta compilando.

Usa un sistema di validazione passo-passo

Un utente può sentirsi parecchio frustrato – e abbandonare il sito – se, dopo aver compilato un modulo molto lungo, compare un errore non meglio identificato che lo resetta totalmente.

Form con validazioni

Nel modulo qui sopra, notiamo invece che compare un segno di spunta a fianco dei campi compilati correttamente, mentre viene evidenziato il campo che necessita di correzione.

Mostra il tempo necessario per la compilazione

Potresti pensare che questo possa scoraggiare alcuni utenti, ma spesso può essere utile far sapere loro in anticipo quanto tempo necessitano per la compilazione completa del modulo, soprattutto se si tratta di un tempo piuttosto lungo.

Form che indica il tempo di compilazione

Nell’esempio qui sopra notiamo che in coda alla pagina vengono chiaramente indicati i minuti necessari, assieme a tutto ciò che è necessario avere sotto mano per completare correttamente la richiesta.

Recupera gli utenti che abbandonano

Un utente potrebbe abbandonare la compilazione del modulo per i più svariati motivi.

Email per recuperare gli utenti che abbandonano il form

Se salvi la sua mailbox mentre lo sta compilando, potresti inviargli una email che lo invita gentilmente a completare la procedura… magari inserendo all’interno della comunicazione un piccolo incentivo.

Pensa a chi usa uno smartphone

I dispositivi mobili vengono sempre più spesso utilizzati per acquistare oggetti o prenotare viaggi: ecco perché è necessario che non solo i siti web, ma anche i moduli di contatto, siano totalmente mobile-friendly.

Form per utenti mobile

Qui sopra un ottimo esempio di calendario “usabile” (non sempre è così su mobile) e di tastierino numerico che compare automaticamente quando viene richiesta la carta di credito.

Liberamente tradotto da How to make longer web forms easier for users, di Graham Charlton.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

3 Comments

  • Come compilatore piuttosto “pigro”, non posso che concordare 😛

  • Attenzione perché “nascondere” la maggior parte delle domande che saranno poste all’utente, potrebbe comunicargli un’immagine di scarsa trasparenza. Non va bene che l’utente non possa sapere in anticipo cosa gli sarà chiesto.

    A volte capita che certe aziende furbette chiedano informazioni obbligatorie troppo personali alle quali l’utente non vuole rispondere, ma le chiedono solo alla fine, quando l’utente ha già fornito i suoi dati di contatto e non sa se questi saranno acquisiti in caso di abbandono. Roba da segnalare al Garante della Privacy.

  • incredibile come il tuo blog capiti sempre a fagiolo per dare spunti e suggerimenti!!!
    Grazie come sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy