FeedBurner e i problemi … risolti?

Google inghiotte FeedBurner :-)

FeedBurner ci ha oramai abituato ai suoi problemi ricorrenti: i più tipici sono i giorni nei quali le statistiche impazziscono e il numero dei reader cala vistosamente, causando in chi utilizza il servizio brontolii e mugugni di vario genere.

Anche durante la settimana scorsa abbiamo assistito a ben 5 giorni di “drop”, che hanno generato ondate di richieste di chiarimenti nel FeedBurner Help Group, e l’apertura di chilometrici thread in parecchi blog, italiani e non.

Per cominciare, partiamo dai fatti:

Ha colpito (quasi) tutti!

E non solo quelli migrati di recente a feedproxy.google.com
Intendo dire: ho notato che in molti hanno associato i problemi al fatto di aver spostato nei giorni immediatamente precedenti il proprio account di FeedBurner sotto il cappello di Google.

Non è così!

Il calo dei subscriber ha colpito ad ampio raggio, incluso il mio account (migrato sotto feedproxy dal 18.12.2008).
C’è chi (e parliamo di TechCrunch, uno dei pochissimi siti ad avere quasi 2 milioni di FeedBurner reader) si è trovato l’account azzerato, chi ha perso subscriber in misura più o meno ampia: pare infatti che nei giorni del 20, 22 e 23 gennaio si siano accavallati un pò di problemini

Come comportarsi in questi casi?

Cerca conferme ufficiali

Meglio evitare di farsi condizionare da voci di corridoio recuperate qua e là sul web.

FeedBurner ha un sito, vero? e pure un forum di supporto, giusto? e quindi è lì che ci puoi trovare le spiegazioni del caso.

Per il futuro, ti consiglio di tenere d’occhio anche The FeedBurner Status Blog, fonte ufficiale aperta qualche giorno fa da Google per fornire technical updates sullo stato di FeedBurner.

Il mistero dei 3 URL

1) Google ha confermato che feeds.feedburner.com/ilnomedeltuofeed continuerà a funzionare in eterno.

2) Nell’email che Google mi ha inviato a seguito della migrazione (avvenuta il 18.12.2008), si diceva:

Here is the feed we moved for you:
http://feedproxy.google.com/tagliaerbe (Tagliablog)

3) Da alcune parti, incluso questo post sull’ufficialissimo blog di Google AdSense for Feeds e all’interno del proprio account di FeedBurner

FeedBulletin “consiglia” feeds2.feedburner.com?

si linkano URL che iniziano con feeds2.feedburner.com

Quale sarà l’URL da utilizzare? io voto per il 2), ma credo (anzi spero!) che funzionino (e continuino a funzionare a vita) tutti e tre (con i rispettivi redirect 🙂 ).

Dal 22 gennaio è tutto OK?

Il problema si è protratto dal 17 al 21 gennaio, dal 22 il conteggio di subscriber e reach è tornato ad essere regolare.

Statistiche di FeedBurner

Anzi, a dire il vero i reach erano comunque correttamente conteggiati anche durante i giorni di “buco” (come puoi notare dall’immagine qui sopra).
Il conteggio errato dei subscriber era invece causato da un problema di Feedfetcher, che non contava in modo esatto i feed presenti sotto Google Reader e iGoogle.

Cosa accadrà in futuro?

Che dovrai obbligatoriamente migrare il tuo account da FeedBurner a Google entro il 28 febbraio 2009 (meglio farlo subito, con davanti un mesetto di tempo, piuttosto che all’ultimo momento).

Che probabilmente ci sarà una integrazione Google Analytics-FeedBurner (la nuova grafica delle statistiche di FeedBurner mostra sin d’ora una grossa somiglianza con quelle di Analytics).

Che quasi sicuramente ci saranno prima o poi altri problemini con FeedBurner… basta non farsi prendere dal panico e continuare a produrre contenuti (i lettori del tuo feed non ti abbandonano certamente da un giorno all’altro, anche se FeedBurner ti dice il contrario 😉 ).

P.S.: a proposito di lettori del feed: il TagliaBlog si sta avvicinando a quota 1.400… di questo passo il traguardo dei 2.000 reader entro fine anno rischia di non essere più un’utopia 😀

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

14 Comments

  • Bel post, ne ho scritto anche io nei giorni passati cercando qualche alternativa.
    Hanno messo su un blog che riassume gli errori e lo status di FeedBurner: http://feedburnerstatus.blogspot.com/

    Per la migrazione ad Analytics: non sono convinto del tutto che sia “totale” ma forse solo un integrazione di alcuni dati.

  • Anche io dopo il passaggio da feed.feedburner a feed2.feedburner ho avuto dei problemi di statistiche: 64 lettori, 30 e poi di nuovo 50 etc… Non sono grandi numeri, però 30 lettori scomparsi in meno di 24h non mi sembra normale.
    Comunque, conoscendo Google, quando FeedBurner sarà completamente su macchine targate G non ci saranno più problemi (spero).

  • A me hanno spostato su feed2.feedxxxx…. chissà perché tutti questi problemi..
    Diciamo che non è da Google!

    Ricordate con Google Docs da Writely? Il passaggio è stato una meraviglia!

  • Io appena passato ho avuto un improvviso calo da circa 60 a 12, ora finalmente è tutto tornato al suo posto, però devo dire che lì per lì mi sono agitato abbastanza..

  • I problemi non son finiti.
    Il conteggio dei “reach”, quelli che cliccano dal feed verso il sito, ancora non funziona.

  • @gigicogo: a me si aggiornano una decina di ore dopo i subscriber… es.: se vedi i subscriber del giorno prima aggiornati alle 11:00, prova a vedere se i reach vengono messi nel grafico verso le 21:00…

  • Che dire?

    “Mal comune mezzo gaudio” anche il nostro contatore nell’ultimo mese sembra davvero viaggiare sulle montagne russe. In alcuni casi Feedburner ci segnala anche degli errori di timeout in lettura che però non corrispondono a reali problemi di connettività…

  • ciao Taglia, scusa la domanda banale, ma considerato il punto 1) è davvero necessario fare la migrazione?

  • @NBWeb.it: io lo farei subito, in quanto non voglio immaginare cosa accadrà il giorno della migrazione, quando sposteranno milioni di account tutti insieme 😀
    A parte gli scherzi, spero/credo che inizieranno a migrarne un pò alla volta: per esempio, il mio account è stato migrato il 18.12.2008, senza che io chiedessi nulla.

  • Grazie.
    In cosa consiste esattamente il passaggio? Quanto tempo richiede?

  • Io ho erroneamente spostato i feed da feedbuner a un account di Google con il quale NON gestisco AdSense, per cui non posso usare AdSense per i feed. Qualcuno sa come spostare i feed da un account di Google ad un altro account di Google? Grazie.

  • Io ho sistemato il servizio My Brand, così l’indirizzo è rimasto sempre legato al dominio e il trasferimento risulta invisibile per i lettori! 😉
    Ciao,
    Emanuele

  • Ciao, ho fatto il passaggio, terminato in 10 minuti (3 feeds).
    Domandina: bisogna cambiare il codice di iscrizione nelle pagine del blog?

  • Ragazzi scusate ma ho un grosso problema: ho fatto la migrazione più di un mese da e tutto funzionava, fino al 23 Gennaio; da allora i miei feeds FB non vengono più visualizzati, ogni volta che aggiorno la pagina mi ritorna un ‘errore 500′. Nel pannello di controllo dell’ account FB, i miei subscribers risultano essere 0, ma nella pagina ‘publicize>email subscriptions’ sono tutti correttamente elencati. E’ come se FB non riuscisse a ‘vedere’ il mio feed originario, che però continua a funzionare correttamente. Ho provato a fare Ping, Synchronization ma nulla. La cosa strana è che il Feed Bulletin non rileva nulla. Qualche esperto che possa aiutarmi? Dal gruppo di supporto Google, che pure ho sollecitato varie volte, nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy