Facebook: i vecchi cliccano i banner, i giovani il “Like”

Gli anziani sono più inclini a cliccare sugli annunci pubblicitari di Facebook rispetto ai giovani, che invece preferiscono interagire con i brand su Facebook e sono più propensi a cliccare su “Mi Piace”.

Questi sono i dati che emergono da una ricerca condotta dell’agenzia SocialCode sui Facebook Ads di 50 clienti, e focalizzata su quelli che includevano un immagine, del testo e il bottone “Mi piace”. Lo studio ha analizzato quanti utenti hanno cliccato sull’annuncio, e da questo quanti hanno poi fatto “Like” sulla pagina dell’azienda.

La ricerca ha rilevato che le donne sono più inclini a cliccare sui banner di Facebook, anche se uomini e donne hanno la stessa propensione a farlo quando ci hanno cliccato almeno una volta. Il CTR (click-through rate) medio delle donne di tutte le età è dello 0,029%, mentre quello degli uomini dello 0,026%. Il tasso di “Like” fra chi ha cliccato un banner è del 39% per le donne e del 38% per gli uomini.

I più anziani sono più propensi a cliccare sui banner: il CTR fra i 18-29enni è infatti dello 0,026%, ma sale allo 0,033% per gli over 50.

Tuttavia, gli under 50 sono più inclini a dare il “Mi piace” ad un brand: i 18-29enni e i 40-49enni lo fanno per il 40%. I 30-39enni hanno invece un “like rate” del 38%, mentre gli over-50 si fermano al 36%.

Questi dati dimostrerebbero che i più giovani, stando su Facebook più a lungo, hanno più propensione ha mostrare il loro supporto ad un brand tramite un “Like”, e lo fanno più spesso; i più anziani sembra invece che preferiscano cliccare sui banner per informarsi meglio, per studiare il brand.

I marketer potrebbero sfruttare queste informazioni per creare campagne su Facebook focalizzate alle 2 tipologie di utenti, e quindi aumentare da un lato i “Like” e dall’altro il CTR: per esempio, per raggiungere un pubblico più adulto, i brand potrebbero ottimizzare le landing page in modo che l’utente possa trovare più informazioni senza cliccare sul “Like”. Se il target del brand è più giovane, e magari maschile, potrebbero invece focalizzarsi ad ottenere “Like” all’interno dell’annuncio.

Liberamente tradotto da Age, Gender Affect Whether Consumers Will ‘Like’ an Ad.

Condividi questo articolo:
Default image
Max Valle
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.