Logo Tagliaerbe

Più traffico su Facebook = meno traffico sul sito

Home » Social Network » Più traffico su Facebook = meno traffico sul sito

Un recentissimo whitepaper di WebTrends/Adgregate (The Effect of Social Networks and the Mobile Web on Website Traffic and the Inevitable Rise of Facebook Commerce segnalato anche da Mauro Lupi) ha evidenziato il ruolo di Facebook nella diminuzione del traffico di diversi siti web.

Monitorando per 3 mesi un campione di 44 aziende (22 classificate come “ecommerce” e 22 come “non ecommerce”), si è notato che:

• 18 società (circa il 40%) hanno mostrato un traffico estremamente elevato sulla loro pagina Facebook rispetto al traffico del sito web
• fra i 22 “non ecommerce”, 13 (circa il 65%) ricevono più utenti unici sulla pagina di Facebook che sul sito

Variazione di traffico sui siti non ecommerce

• Coca-Cola e Disney hanno un traffico estremamente elevato su Facebook (rispetto al sito)

Gli enormi picchi di traffico Facebook di Walt Disney e Coca-Cola

• fra i 22 “ecommerce”, solo 5 ricevono un discreto traffico sulla loro pagina Facebook, mentre i restanti (il 77%) fanno traffico principalmente sul sito

Variazione di traffico sui siti ecommerce

Ma anche sul lato ecommerce le cose stan già cambiando: Booz & Company stima il mercato del “social commerce” in crescita del 56% entro il 2015,

La crescita del social commerce dal 2011 al 2015

e Adgregate Market ha osservato questi importanti trend:

• i Facebook store consentono di acquisire visitatori con un basso investimento; utilizzando i “wall post”, si sono osservati picchi di traffico sugli store fino al 1.673% dopo queste azioni
• dopo il primo mese di lancio del negozio, il livello base del traffico va dall’1% al 10% dei fan
• mediamente gli store su Facebook generano il 17% di “social engagement” (Mi piace/Condivisioni per visitatore)
• i Facebook store hanno generato una media di “Earned Media Reach” di amici e fan pari al 25% della base fan
• i Facebook store hanno generato una media di 5,9 pagine viste per visita
• il dwell time sui Facebook store è di 2:50 a visita, in crescita del 50% negli ultimi 3 mesi
• i tassi di conversione dell’ecommerce su Facebook variano dal 2% al 4%, alla pari con i tradizionali siti ecommerce (Forrester/Shop.org stima una media del 3,4%)
• l’ordine medio è di 104 dollari, con una crescita del 24% da un mese all’altro (in larga parte dipende da vendite al dettaglio e “verticali”)

Infine il tasso di acquisizione dei Facebook store “MAUs” (utenti attivi mensilmente) registra una media di oltre il 2% (e tende a salire),

Facebook Store Mau - Fan Acquisition Rate

a dimostrazione dell’efficacia di Facebook come canale di acquisizione clienti.

Come scrivevo poche settimane fa, Facebook vuole mangiarsi il web. E ora, pian piano, pure gli ecommerce.

Articoli correlati