Facebook prepara il suo motore di ricerca?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ai primi di Febbraio Zuckerberg depositò la documentazione per l’IPO, e contestualmente postò sulla sua bacheca di Facebook questa foto:

La scrivania di Mark Zuckerberg

Quasi tutti si focalizzarono sul motto “Stay Focused & Keep Shipping”, ma qualcuno notò invece che lo schermo sulla destra, per quanto sfocato, riportava nella parte superiore della finestra del browser un strisciolina bianca piuttosto lunga, molto simile al modulo per inserire le query nei vari motori di ricerca.

Secondo Bloomberg Businessweek, questa potrebbe essere la prova che Facebook sta lavorando ad un proprio motore di ricerca, dopo aver utilizzato per anni Bing per le ricerche web interne al social network (ricerche che, secondo comScore, son state “solo” 336 milioni a Febbraio).

Ma le cose potrebbero cambiare. Due dozzine di ingegneri, guidati dell’ex-Googler Lars Rasmussen, pare siano – silenziosamente – al lavoro su un motore che “dovrebbe aiutare gli utenti a setacciare meglio il grande volume di contenuti pubblicati sul social network, come gli aggiornamenti di stato, gli articoli, i video, nonché altre informazioni presenti sul web e che vengono votate con l’onnipresente pulsante “Mi piace””.

Analizzando bene questa frase, parrebbe dunque che il search engine di Facebook sarà studiato per cercare meglio all’interno del social, ma anche – direi soprattutto – per restituire contenuti presenti su siti esterni, dei quali Facebook conosce la “bontà” grazie ai click registrati sul suo bottoncino.

Cammino contrario a quello di Google, che con Google+ prima e Search Plus Your World poi sta integrando funzionalità social all’interno del motore di ricerca.

Ma c’è un motivo principalmente economico sul perché Facebook potrebbe buttarsi nella search. Il mercato della search advertising muove infatti circa 15 miliardi di dollari, mangiati per la stragrande maggioranza proprio da Google. E se davvero Facebook sbarcherà in Borsa il mese prossimo, dovrà fare i conti con gli azionisti, che vorranno vedere bilanci solidi e revenue crescenti.

Da un motore di ricerca potrebbero dunque venire nuovi importanti introiti, soprattutto se abbinato ad un meccanismo stile AdWords-AdSense (magari estendibile anche su siti web esterni al motore): un mese fa pronosticai che Facebook avrebbe lanciato il suo AdSense. Scrissi che “in vari modi i suoi widget/gadget sono presenti nella stragrande maggioranza dei siti web del pianeta, e non credo sia un problema per Facebook riuscirci ad appendere dentro anche un bannerino”.

Più passa il tempo, più questo pronostico mi sembra stia prendendo forma 🙂

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Strumenti in google search console per webmaster
  • intervista alessia martalò
  • web stories
  • seo checklist

4 Comments

  • @Taglia: Mi aspettavo un pesce d’aprile. Come mai cosi serio quest’anno?

    In ogni caso non credo che FB riesca a realizzare un motore di ricerca al livello di G. Come non credo che G riesca a creare un social paragonabile a FB. Sono due realta diverse, ci proveranno a far venire paura l’uno all’altro, ma alla fine nel campo del loro core business saranno imbattibili.

    Reply
  • Non mi sorprende. I pulsanti sociali per conoscere i gusti degli utenti, il motore per “aiutarli nelle ricerche” e, infine, un sistema di pubblicità simile a quello di Google dentro la SERP, nelle pagine e nei profili. Facebook fa già paura e tra poco ne farà ancora di più.

    Il problema è cosa farà Google per contrastare tutto questo, non vedo vie di fuga per Mountain View.

    Reply
  • Eh si, il like button è stato il vero cavallo di Troia per uscire dal walled garden e conquistare dati social su tutto il web. Google con Search plus your world sta facendo il percorso inverso ma in teoria FB parte avvantaggiato. Vinca il migliore!

    Reply
  • Facebook sta studiando il modo per farci rimanere constantemente all’interno del suo social. Ogni qualvolta cercheremo qualcosa di esterno a Facebook nel suo motore di ricerca, non usciremo mai da li’, perché nell’header avremo sempre la barra blu di facebook per tornare in fretta e furia al social! Facebook sarà Internet.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Wordlift
Prova Seozoom
Facebook prepara il suo motore di ricerca?
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi