I Fan su Facebook non hanno alcun valore…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

…soprattutto ora che al posto di “Diventa fan” è comparso un bel “Mi piace” 🙂

Ma facciamo prima un passo indietro. Un paio di mesi fa, scrissi che neppure i Follower su Twitter hanno valore, visto che molti account sono “seguiti” da migliaia di “bot” (e visto che puoi acquistare finti seguaci a mazzi per pochi euro).

E, se non lo sapessi, puoi comprare anche i Fan su Facebook, fan dei quali qualcuno si è messo a calcolare con precisione il corrispettivo economico: la bellezza di 3,6 dollari cadauno 🙂

Da qualche ora, però, le cose sono cambiate.

Sulle Fan Page (pardon, da un po’ di tempo si chiamano Pagine ufficiali, o almeno credo…) il vecchio bottone “Diventa fan” si è trasformato in “Mi piace”, uniformandosi alla logica in base alla quale, su Facebook, puoi dare un “like” a qualsiasi elemento (pubblicità inclusa).

Alla cosa si erano adeguati già da tempo altri noti social. Anche YouTube ha eliminato le stelline in favore dei pollici,

Youtube, dai voti con le stelline al Mi piace

seppure con un distinguo: puoi dare un bel “pollice verso” ad un video che non ti piace, cosa impossibile sul FacciaLibro. E comunque su YouTube parliamo di votare un contenuto, NON una persona o un marchio: dire che una canzone piace (o non piace) è ben diverso dall’essere fanatico (o meno) di un cantante.

Torniamo ora ai “fan” di Facebook, divenuti da un giorno all’altro “piacioni”: concorderai che c’è una bella differenza fra l’ammettere di essere fan di un personaggio/brand, rispetto al semplice dire “mi piace”. Per uno come me, dichiarare di essere fan di qualcuno/qualcosa è un atto piuttosto impegnativo, una azione che presuppone un coinvolgimento nei confronti dell’altro. E questo coinvolgimento dovrebbe durare nel tempo, dovrebbe essere messo costantemente alla prova. Periodicamente dovresti confermare di essere fan di quella pagina, magari interagendoci una volta ogni tot: non cliccare “mi piace”, e dimenticartene per il resto dei tuoi giorni. Il “like”, nel mio cervello, si trova diversi gradini sotto, non è equiparabile al concetto di fan.

Facebook invece, sull’argomento “Diventa fan vs Mi piace”, ha tirato fuori questa mini-FAQ, che verte semplicemente sul concetto di “standardizzazione” del concetto di “like”:

Perché “Diventa fan” si è trasformato in “Mi piace”?
Per migliorare l’esperienza degli utenti e assicurare la coerenza all’interno del sito, abbiamo modificato la dicitura per esprimere l’apprezzamento di una Pagina da “Diventa fan” a “Mi piace”. Abbiamo apportato questa modifica linguistica per consentirti di connetterti con persone, cose e argomenti che ti stanno a cuore modo più “leggero” e omogeneo.

A cosa equivale cliccare su “Mi piace” su una Pagina?
Quando clicchi su “Mi piace” su una Pagina, stabilisci una connessione con essa. La Pagina verrà visualizzata sul tuo profilo e, al tempo stesso, il tuo nome comparirà tra quelli delle persone a cui piace la Pagina. La Pagina potrà inoltre pubblicare contenuti nella tua sezione Notizie.

Posso ancora cliccare su “Mi piace” su una notizia relativa a uno dei miei amici a cui piace una Pagina?
No. Quando vedi una notizia relativa a uno dei tuoi amici a cui piace una Pagina, non ci sarà più nessun link per commentare la notizia. Tuttavia, se passi il mouse sopra il nome della Pagina, visualizzerai una piccola finestra di anteprima della Pagina contenente anche il numero di persone a cui piace. Hai la possibilità di cliccare su “Mi piace” per aggiungere tale Pagina al tuo profilo oppure puoi semplicemente visitare la Pagina.

Esiste una differenza tra il cliccare su “Mi piace” su un elemento pubblicato da un amico e su una Pagina?
Sì. Se “ti piace” una Pagina, ti connetti con essa. Quando ti connetti con una Pagina, questa verrà visualizzata sul tuo profilo e, al tempo stesso, il tuo nome comparirà tra quelli delle persone a cui piace tale Pagina. La Pagina potrà inoltre pubblicare contenuti nella tua sezione Notizie.
Se invece “ti piace” un elemento pubblicato da uno dei tuoi amici, fai semplicemente presente a tale persona che ti piace il suo post, senza lasciare alcun commento.

In estrema sintesi, Facebook preferisce migliorare l’esperienza dell’utente e promuovere la “coerenza” sul suo sito, uniformando le persone ai contenuti, e alleggerendo un concetto (quello di “fan”) che invece andrebbe appesantito.

“Vantaggi”? l’unico che ho potuto notare con l’introduzione del “Mi piace”, è quello di questo nuovo box sulla mia “Pagina ufficiale”,

Box sulla Fan Page del Tagliaerbe

il quale dimostrerebbe che solo 1/4 dei miei contatti di Facebook sono anche Fan della mia Fan Page.

In pratica, ho molti più fan (pardon, “piacioni”) che amici, e 3/4 dei miei amici non sono miei fan: bella consolazione 🙂

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

20 Comments

  • In realtà è un discorso di pubblicità nato negli States e in Italia ancora sconosciuto! Si tratta semplicemente della nuova frontiera della pubblicità: cioè un like di un amico su un prodotto commerciale viene visto e tollerato meglio di un post direttto di un’azienda! Il fatto di avere nuove immagini, nuovi spot “simpatici” e virali fa si che l’utente con i suoi like sia il vero tramite tra l’azienda e gli amici dell’inconsapevole malcapitato che farà il gioco delle multinazionali comparendo nelle bacheche degli altri con: a Mario Rossi piace Gnutella etc

    Reply
  • Siamo diventati tutti dei piacioni !!

    Ormai viaggiamo tutti quanti a una strada a senso unico !!

    L’internet …. linguaggio nuovo …. i pionieri siamo noi !!

    Stiamo scrivendo il vocabolario ….. di una lingua
    che nessuno conosceva …. ci vuole pasienza !!

    Reply
  • A questo punto verrebbe da chiedere, o creare un’articolo apposito. I canali youtube hanno valore ? Io ho avuto un riflesso positivo sul mio blog proprio a seguito del mio canale Youtube, che da dicembre 2009 ad aprile 2010 è passato da page rank 0 a 5.

    Reply
  • Da una parte trovo che il “mi piace” usato per singoli URL (invece che per brand, siti ecc) abbia notevoli potenzialità, sia per facebook che per gli sviluppatori, e la velocità per l’utente di condividere con un singolo click senza popup promette molto bene.

    Dall’altra …. ho provato a implementarlo e ho imprecato contro il team di di facebook appena ho visto le decine di richieste di file CSS strapiene di KB di codice inutilizzato per un semplice bottoncino. Assurdo! Licenziateli!

    Reply
  • Secondo me la potenzialità delle ex pagine fan rimane invariata. Il grande vantaggio di avere delle pagine di questo tipo è quello di avere una specie di sottoprofilo.

    Ogni messaggio inserito nella bacheca della pagina dall’amministratore compare nel flusso degli aggiornamenti dei propri contatti proprio come se fosse lo stato condiviso di un proprio amico.

    E’ un buon avviso di aggiornamento che prescinde dalla concezione di “fan” o “piacione” 😉

    Reply
  • Concordo con te. Ho già fatto esperienza negativa con Face e ultimamente con Google. Quest’ultimo si è anche dimostrato disonesto. Mi sono chiesto che serviva avere “il mi piace” sulla pagina fans. Essere fans è, come dici tu, più impegnativo.
    Aderiamo a servizi che ogni giorno impongono regole diverse senza dare la possibilità di pianificare una strategia nel tempo.
    Mi resta Twitter anche se si appresta a cambiare anche lui con l’introduzione della pubblicità tra i post. Vedremo.
    Dico sempre…. un blog si scrive per passione. Per soldi è meglio fare altri mestieri.
    Ciao …. Dany 🙂

    Reply
  • La reale motivazione della modifica è incrementare la quantità dei dati riferiti agli “Interessi” degli utenti al fine di poter meglio profilare il target della campagne Facebook ADS (i collegamenti sponsorizzati).

    Il “mi piace” viene quindi equiparato ad una “espressione di interesse” dell’utente per un determinato argomento. Tale argomento può essere un fattore importante nella profilazione dell’utenza. Più gente si connette alla pagine più dati sugli interessi saranno a disposizione degli inserzionsiti.

    Il problema sta nella reale motivazione degli utenti che si connettono o meno ad una pagina. Come dice Davide prima diventare fan comportava un maggior impegno rispetto ad esprimere semplice gradimento.

    Reply
    • @Alessandro Sportelli: c’è MOLTO di più. Il “bottone mi piace” sta uscendo prepotentemente da Facebook, andando ad invadere siti dove si riversano le opinioni degli utenti (vedi l’implementazione del “Like” su Yelp.com).

      Facebook sta iniziando a raccogliere/gestire una quantità di informazioni sulle preferenze/gusti/desideri degli utenti che richiederebbe un immediato intervento da parte di chi si occupa di privacy e questioni simili, altroché Grande Fratello…:

      “In the future all that public identity information, including Likes, will become available to Bing and maybe Google. Likes will also be enshrined in a specific area on your Facebook profile.

      You must still authorize the sharing of your digital identity and public information with publishers. I asked Facebook about the following scenario: A user on Yelp “Likes” a sushi restaurant; can Urbanspoon later access my Yelp Likes (e.g., that sushi restaurant) to personalize Urbanspoon? The answer is yes.

      In the Open Graph Urbanspoon can get access to my Likes on Yelp and any other site on which I’ve clicked the Like button. But Urbanspoon still needs my permission and authorization to access that data. This wasn’t entirely clear from the presentations or press conference. I had to talk to multiple people to gain clarity on the permissions and privacy issues.” (questo e altro su http://searchengineland.com/facebooks-alternative-internet-vision-and-its-search-implications-40420 )

      Reply
  • Mi sono sempre chiesto perché delle persone assolutamente comuni (magari carine, simpatiche, intelligenti, comunque comuni) sentano il bisiogno di creare delle pagine “fan”. La mia logica è sempre stata che posso essere Fan di David Sylvian ma NON del tipo che magari ho conosciuto a un bar camp che non aveva nemmeno organizzato.
    Insomma il discorso delle pagine-fan mi è sempre sembrato surreale e ora mi pare diventarlo ancora di più.

    Reply
  • Ciao, speravo qualcuno scrivesse qualcosa in merito, già avevo notato cambiamenti l’altra sera, poi tornato tutto alla normalità. Invece ieri la (triste) sorpresa.
    Concordo con te. FAN>MiPiace un milione di volte.

    Reply
  • Migliorare esperienze utenti…seee, per me l’hanno fatto per piazzare pubblicità contestuale 😉

    Ciao,
    Yuri.

    Reply
  • Fuffa! Ancora fuffa! Nient’altro che fuffa!
    E se la mia posizione in merito ai sn vi sembra eccessivamente disincantata sappiate che perlomeno è coerente: ho da poco chiuso il mio account su ff.

    Reply
  • daccordo sul fatto che “mi piace” non abbia niente a che vedere con “diventa fan”, nessun dubbio però sui motivi del cambio.
    Nell’avviso che compare nelle pagine che si gestiscono è scritto chiaramente “Speriamo che questa azione risulti più “leggera” e consenta di aumentare il numero di connessioni create sul sito.”
    Insomma si punta ad aumentare i fan indiscriminatamente.
    Non sono però daccordo sul non valore dei fan, soprattutto se la pagina ti serve per diffondere contenuti…

    Reply
  • In effetti è meno impegnativo ed aumenta le possibilità di stabilire connessioni.

    Reply
  • Grande notiziona da approfondire Davide.
    A dire il vero mi piaceva di più il diventa fan che “mi piace”. Spero che ritorni come prima.
    Un saluto Mary

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

I Fan su Facebook non hanno alcun valore…
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi