Commenti di Facebook, vantaggi e svantaggi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Facebook ha di recente aggiornato il Comments Box plugin alla versione 2.

Pare che in meno di un mese e mezzo dal lancio il plugin sia stato installato su oltre 50.000 siti, “aiutando ad aumentare traffico, engagement e qualità dei commenti” (almeno a detta di Facebook).

Personalmente rimango restio ad installare i commenti di Facebook su questo blog, soprattutto perché (come ho ribadito enne volte) preferisco avere il pieno controllo dei contenuti che transitano su questa piattaforma, e non voglio correre il rischio di ritrovarmi, magari fra qualche mese o qualche anno, senza più un commento grazie a qualche strano ban o cambio delle policy di Facebook.

Un altro punto che mi frena è la questione traffico. Mi chiedevo se l’inserimento del Comments Box plugin in un sito avrebbe dato o meno benefici al traffico, e oggi ho finalmente trovato alcune risposte:

• Examiner.com sta rilevando un traffico in continua ascesa. Il sito ha più che raddoppiato il numero medio dei commenti su base settimanale, e continua a registrare una crescita. Inoltre, si è notato un maggior engagement nelle conversazioni e una significativa diminuzione dello spam. Infine i referral da Facebook sono più che raddoppiati nell’arco di un mese.

• Townsquare Media (una radio locale) ha registrato un aumento medio dei referral da Facebook di oltre il 45% su tutto il loro network di più di 170 siti, quasi il doppio rispetto a sole 3 settimane fa. Circa il 50% dei referral di Facebook sono nuovi visitatori.

• TechCrunch ha invece rilevato una drastica diminuzione del numero dei commenti. E’ vero, sono diminuiti notevolmente spammer e troll, ma comunque a scapito delle pageview. Il calo, secondo alcuni, potrebbe essere dovuto al fatto che Facebook “obbliga” ad utilizzare la propria identità reale, e pertanto tutti i commenti anonimi – inclusi quelli “buoni” – sono spariti da un giorno all’altro.

Quest’ultimo punto potrebbe essere superato con l’aggiunta di nuovi “login provider”: già da ora è possibile commentare loggandosi via Hotmail, AOL e Yahoo!, e l’aggiunta di altre opzioni (per esempio Twitter) potrebbe allargare di parecchio la base dei commentatori che preferiscono non utilizzare il proprio account Facebook per dire la loro.

Facebook fa inoltre leva su altri 2 punti:

• Rilevanza sociale: il Comment Box utilizza alcuni “fattori sociali” per mostrare i commenti di miglior qualità. I commenti vengono infatti ordinati per mostrare agli utenti i commenti più rilevanti degli amici, amici di amici, e i thread più attivi e che ricevono più “like”, mentre i commenti marcati come spam vengono nascosti.

• Distribuzione: i commenti sono condivisi con gli amici o con le persone alle quali piace la tua Pagina su Facebook. Se l’utente lascia il segno di spunta nel box a fianco a “Post to Facebook” quando scrive un commento, il contenuto compare nel News Feed dei suoi amici, indicando che ha lasciato un commento sul tuo sito, e includendo anche un link verso il tuo sito. Gli amici e le persone alle quali piace la tua Pagina su Facebook possono rispondere alla discussione direttamente nel News Feed su Facebook, oppure nel Comment Box sul tuo sito; le discussioni fra i 2 luoghi sono rincronizzate in tempo reale, indipendentemente dal luogo in cui il commento viene inserito.

Se hai implementato il Comments Box Plugin e vuoi condividere i tuoi dati, posta pure un commento… e prova a convincermi ad implementarlo sul TagliaBlog 🙂

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

35 Comments

  • Alcune considerazioni.

    * Non è necessario lasciare il nome reale, basta essere scollegati da facebook o non utenti ed inserire un nikname per commentare.

    * È possibile, come facico sui miei siti, lasciare entrambe le possibilità.
    L’utente in base alle sue preferenze sceglie lo strumento che preferisce.
    Io ho notato una crescita enorme dei commenti.

    * Il problema forse non indicato non è tanto lasciare i commenti a facebook ma piuttosto lato SEO. Spesso alcuni articoli sono visibili proprio grazie ad alcuni commenti (domande o richieste). Ovviamente google non vede nulla nell’iframe dei commenti FB, o no?

    Reply
  • Secondo me nella scelta si deve considerare quanto sia importante la percezione dell’autenticità dei commenti.

    Esempio concreto: i commenti nelle pagine di un sito di e-commerce. Per decidere un acquisto vi fidereste più del commento una persona iscritta a FB (quindi identificabile e contattabile) o di quello di un “Marco da Milano” che a naso attento puzza di fake lontano un miglio?

    Sulla “proprietà” dei contenuti condivido le paure, ma “cederli” a FB credo possa considerarsi una sorta di rischio imprenditoriale da assumersi a fronte di eventuali benefici. Se date un’occhiata a Mozzarella Shop vedete che in tutte le pagine si fa riferimento ai commenti su FB e si invita a guardarli.

    Reply
  • l’unico vero problema é che non sai chi commenta ne dove commenti. x il resto é una figata!…
    … anzi se avete un’idea su come fare ad avere traccia dei commenti e dei content in cui si trovano, fatemelo sapere. Mi basta solo l’elenco delle url in cui ci sono commenti.
    il resto va benissimooo!

    Reply
  • L’ho installato da poco e all’inizio ero restio, ho avuto una notevole crescita dei commenti e i troll ne stanno alla larga. Certo ho inserito tutto il 14 Aprile quindi mi riservo il diritto di trornare a commentare 🙂

    Reply
  • Assolutamente NO:

    – i commenti di un sito sono una risorsa preziosa, perchè regalarla a Facebook?
    – sembrerà strano, ma non tutti hanno un account su Facebook, o comunque non vogliono lasciare il proprio nome reale
    – se Facebook non funziona perdi potenziali commenti
    – e se ti disattivano l’account? Addio commenti?

    Non trovo un solo motivo buono per implementarlo.

    Reply
  • @ Taglia, sulla tua domanda riguardo Intensedebate: no, non mi pare proprio e io lo toglierò.

    Reply
  • @Andrea: il tuo commento verrebbe pubblicato nel tuo profilo FB solo nel caso tu lo decida.

    Reply
  • Se si e’ interessati alla profilazione utente sono molto interessanti.

    Reply
  • sono andato a guardare giusto x curiosità il sito repubblica e su content aperti uno aveva il facebook comments box.

    Reply
  • Non sono mai stato convinto nell’usare sistemi esterni di commento soprattutto se un blog è così tanto commentato come il tuo. Potresti solo prevedere la possibilità di commentare attraverso Facebook (ma poi devi aggiungere Twitter, Google, eccecc) per comodità e basta.
    E poi insomma così hai la mia email con Facebook Connect qualcosa in meno 😉

    Reply
  • No ai commenti di Facebook. Ho già sperimentato il fatto di “regalare” contenuti a Facebook e di vedermi sospeso l’account. Ho perso mesi di lavoro.

    Reply
  • @Taglia, se vuoi ti convinco a non metterlo 🙂 :

    The content is King, i miei contenuti sono miei e non li regalo a Facebook o qualsiasi altro sito internet, i pochi che commentano sul mio blog…non commentano su Facebook.

    Inoltre ci sono varie ricerche DNS, script caricati che “possono” rallentare il caricamento quindi influenzare il ranking su Google.

    Inoltre, volendo essere fiscali al 100%, secondo la legge Italiana, visto che gli utenti verrebbero profilati tramite il proprio sito internet (da Facebook ma sul proprio sito) non so quali sanzioni si potrebbero rischiare, se c’è un avvocato che risponde mi toglie anche la curiosità 🙂

    Ciao,
    Yuri.

    Reply
  • La logica di fb è ovvia, con la piattaforma Open Graph: strappare brandelli di sottografi al web, e il recente aggiornamento della Box Comment va in qs direzione. Condivido le tue perplessità, accennando brevem al modello matematico-statistico che c’è dietro. Fb ha capito bene come utilizzare l’algoritmo di condivisione news/comment/msg. Affacciandosi al Web ha come obbiettivo di espandere la logica di condivisione appunto a gruppi di siti che adottano la Open Graph e le Api di fb. In qs modo può controllare la comunicazione tra qs siti (specialmente Blog e siti di News) e gli account fb di quegli utenti che visitano/commentano qs siti abitualmente. E’ vero che potenzialmente i benefici possono essere sia di fb che del proprietario del sito, il quale potrebbe aumentare i visitatori, grazie appunto all’apertura della sua lista di commentatori vs nuove ramificazioni costituiti da gruppi di nodi fb (ossia gli ‘amici’ dei commentatori di quel sito). Ma è altresì vero che i filtri, ossia il modello statistico da applicare per visualizzare cosa/quando lo decide in definitiva fb all’interno del proprio plug-in, in relazione ai sui interessi commerciali e alle sue policy. Quindi il manico del coltello ce l’ha sempre in mano fb, e qs limita l’autonomia del proprietario del sito.

    Reply
  • Per ora non li metterei, come dice da sempre il Taglia è meglio avere il controllo dei “propri” contenuti.

    Reply
  • Io sono contrario, molte persone, come me, non vogliono vedere nel momento stesso in cui commentano, il proprio commento anche sul profilo di facebook, quindi sarebbe una perdita notevole di commenti.
    A facebook quello che è di facebook. E’ già tanto che hanno il tasto like e share sul mio sito. Ed è soltanto per una questione di marketing, non di qualità.

    Reply
  • @jscm non solo le grandi aziende lo bloccano anche quelle medio-piccole lo so per certo 😉

    Reply
  • @ikki_83
    anche io sono io :D… e non ho + il problema dell’antispam e della moderazione dei commenti.

    Una cosa è sicura, con l’aggiunta dei Facebook Comments Box gli utenti commentano molto meno. Ma questo non è necessariamente un male.

    TechCruch non è l’unico ad adottare tale via, anche l’italianissima fanpage.it è stata fin d’all’inizio compiacente con i plugin facebook. Anzi direi che hanno fatto concretamente una scelta azzeccata, visti i risultati.

    Reply
  • Facendo riferimento a TechCruch. Il grande portale è passato a facebook comments box per ridurre i problemi di trolling e la cosa è andata bene. Successivamente ha abbandonato i facebook comments (forse x i problemi indicato da tagliablog) ed ha iniziato a provare altre piattaforme tipo disqus, o tornare indietro.

    Sono appena andato su TechCruch e aprendoquasi tutti i content in cima alla lista della frontpage, hanno entrambi il Facebook Comments Box e direi che i commenti al loro interno non si sprecano affatto.

    TechCruch è tornato sui suoi passi ricollocando pare definitivamente i facebook comments box. Come mai? Avrà notato particolari benefici?

    Reply
    • A proposito di “commenti sociali”, tempo fa valutai sia Disqus che IntenseDebate, ma non mi convinsero del tutto.

      Qualcuno ha esperienze con questi 2? riescono a miscelare i benefici della parte social con quelli del commento “tradizionale”?

      Reply
  • In effetti non credo sia vantaggioso legarsi ad una piattaforma specifica per contenuti così importanti per un sito..
    Il rischo come giustamente hai fatto notare, potrebbe essere di non avere più niente, o di non essere il proprietario di tale contenuto!

    La piattaforma fb probabilmente è ben indicizzata, ma non so sulla distanza se sia positvo o no.
    Nel mio caso una cosa che ho notato è che soltanto condividendo il link dei post del mio blog, la gente se commenta solitamente mi commenta il post su fb invece che nel sito. Questo a scapito dell’immagine, popolarità e contenuti del sito stesso.

    Probabilmente deve essere valutata anche la tipologia di utenti del sito, magari se sono molto legati ad un eventuale pagina fb del prodotto/servizio offerto

    Reply
  • Se metti su un qualunque sistema che renda obbligatoria l’identificazione, io non sarò così genuino come lo sono adesso.

    Pungente, spesso controcorrente, ecc.

    Ma tenderò ad essere come molti propugnatori del dover metterci la faccia su tutto: diplomatico e populista.
    Anzi, siccome non mi piace doverlo essere, è più probabile che smetta di commentare.

    Fra i vari contro tieni presente pure questo, lo dico non per quello che possono valere i miei commenti, ma perché potrebbe essere un esigenza condivisa pure da altri (semi)anonimi.

    Reply
  • Secondo me e’ anche una questione di posizionemento, di target che vuoi mantenere sul tuo sito: io credo che questo blog sia di un certo livello, quindo che senso ha aprire i commenti di fb solo per avere piu traffico se il risultato e’ inflazionare la qualita’ dei contenuti?
    Se fosse un blog che parla di animali ad esempio il target sarebbe differente, e ci sarebbe un motivo ad usare fb per raggiungere anche lamcasaliga di Voghera che sta solo su fb.

    Ma al sito poi, quanto servirebbe avere i commenti della rispettabilissima casalinga succitata?

    Rimango molto scettico sull’uso di fb in siti che offrono contenuti di qualita su cui basano la propria identita’: fb e’ ancora percepito come luogo di cazzeggio e se aggiungiamo l’incertezza delle sue politiche future in merito ai contenuti che lui detiene, non credo che sia prudente affidargli la vitalita’ del blog!

    Reply
  • sinceramente non la vedo una gran cosa questo plug-in per i motivi già citati..

    Certo se si volesse incentivare la gente a commentare sul proprio blog perchè ci sono pochi commenti forse si potrebbe provare…

    Installando questo plug-in, i commenti dove vengono indicizzati? avendo tantissimi commenti, posso dire che a livello di posizionamento aiutano un bel po… e con questo comment box mi da proprio l’idea che l’unico vantaggio che da è avere i refferal da Facebook che a mio avviso per piccoli blog non è che portino tutte queste visite…. vedi il pulsante mi piace….

    Poi sicuramente ognuno avrà le sue esperienze, ma guardando da Analytics e dal nuovo strumento di Facebook che ti permette di installare l’Insights sul tuo blog…arrivo alla conclusione che installare questi plug-in fa da contorno al nostro blog e si deve valutare bene i vantaggi/svantaggi che portano questi plug-in, soprattutto in termini di velocità del sito…

    Reply
  • E l’indicizzazione dei commenti?
    Il comment box è fatto in javascript no?

    Reply
  • a Silvia, non é corretto. Solo alcune grandi aziende impediscono l’utilizzo di diversi servizi x necessità di sicurezza. Aziende come banche, società di telecomunicazioni.

    Reply
  • Ero tentata di implementarlo su un sito profit ma ho desistito in base a questa considerazione spesso trascurata: che ne è degli utenti che commentano da pc su rete aziendale che blocca fb? In quel caso sarebbe impossibile commentare. Secondo alcuni il blocco è attuato da un’azienda italiana su due. Avete dati più precisi?

    Reply
  • Il box è sicuramente comodissimo per chi usa quotidianamente fb ma il rischio di poter perdere i posts per qualche capriccio di BigF non mi stimola ad aggiungerlo. Preferisco avere il completo controllo del blog.

    Tempo fa il blogger Claudio Messora (www.byoblu.com) l’aveva inserito subito dopo la fine dei suoi articoli. In breve tempo la maggior parte dei nuovi commenti transitava dal nuovo box generando invece una drastica riduzione dei commenti proprietari (che si trovavano poco più in basso).
    Forse l’ha rimosso proprio per questo motivo.

    Ma se parli di incrementi di referral a 2 cifre di cui un 50% di nuovi visitatori…. mmmh….

    Reply
  • Noi nel sito de Il turista informato non abbiamo implementato il comment box ma abbiamo preferito lasciare solo il fan box. Penso che sebbene fb sia uno dei piu’ importanti social network stia o voglia o lo stiamo facendo diventare un po’ troppo onnipresente. Concordo con il post riguardo alla perdita di controllo dei commenti e secondo me fb fa queste piccole modifiche per sembrare piu’ social degli altri ma a mio parere e’ solo per convogliare piu’ contenuti possibili. Con questo non voglio dire che non sia importante implementarlo ma voglio solo dire che dovremmo farne un uso piu’ ragionato.

    Reply
  • L’aspetto del tuo blog è molto pulito, semplice e ricco di contenuti…lo lascerei così!

    Reply
  • Sul tuo blog io non metteri i commenti di facebook…
    I tuoi utenti sono piuttosto propensi a postare commenti. 🙂
    Ma in un nuovo blog (e con altri argomenti)… e’ un altra cosa: da piccole mie osservazioni sembra che gli utenti facebook siano piu’ propensi a postare commenti (o forse e’ solo il proprietario del blog che chiede a tutti i suoi amici di postare).

    Approfitto per chiedere un piccolo parere tecnico: ma come si mette la moderazione dei commenti? Ho provato a seguire le istruzioni http://developers.facebook.com/docs/reference/plugins/comments/ ma non funziona…

    Reply
  • io uso molti plugin di facebook sul mio network. la prima cosa che ho notato é che l’upgrade del comment box ha rimosso tutti i precedenti commenti (credo). questo xò non mi ha scoraggiato e sto adottando il comment box di facebook ovunque, sia x l’immediatezza e l’efficacia del servizio, sua xké mi consente di rimuovere strumenti come filtri antispam e captcha. Il comment box di facebook fa già tutto di suo. Proprio in questo xiodo sto rimuovendo tutti i vecchi commenti inseriti senza facebook dal DB, evitando così anche il lancio di query non + necessarie e liberando spazio nei vari DB.

    Reply
  • Pure io sono abbastanza scettico sull’adozione del sistema di commenti: si escluderebbe, oltre all’utenza che vuol rimanere anonima, anche quella costituita da chi non vuole registrarsi a facebook… invece, caro Tagliaerbe, che ne pensi del plug-in per gli articoli correlati lanciato qualche tempo fa da facebook?

    Reply
  • veramente speravo mi convincessi tu

    speriamo qualcuno nei commenti

    appunto

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Commenti di Facebook, vantaggi e svantaggi
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi