Creare un sito con WordPress utilizzando il tema GeneratePress e il plugin Elementor

WordPress, GeneratePress e Elementor
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

WordPress è una piattaforma estremamente semplice e potente per pubblicare contenuti online ma allo stesso tempo non possiede la stessa semplicità nel momento in cui dobbiamo personalizzare il suo aspetto grafico. Nella maggior parte dei casi si fa affidamento a temi grafici a pagamento che non sempre soddisfano i nostri gusti.

Una tendenza in forte crescita è quella di utilizzare dei particolari plugin chiamati page builder che permettono di progettare e creare layout di pagina in modo facile e veloce spesso mediante drag and drop.

I benefici di un Page Builder
Molto spesso i page builder vengono utilizzati sia per personalizzare una pagina che gli articoli di un sito ma anche per customizzare la sidebar e il footer. Il beneficio principale di questi plugin è la possibilità di creare layout complessi anche a coloro che non sono dei grandi intenditori di linguaggi Javascript, HTML, etc.

Page Builder

Esistono diversi page builder, alcuni gratis e altri a pagamento; bisogna scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, ma che non crei alcuna dipendenza o forma di uso esclusivo, poichè qualora si presentasse la necessità di cambiarlo, la sostituzione potrebbe rivelarsi onerosa. Questo rapporto di dipendenza è chiamato plugin lock-in. Ad esempio i plugin utilizzati per la condivisione sui social network hanno un lock-in pressochè nullo, mentre altri, come la gestione multilingue di un sito, lo hanno decisamente molto alto.

I Page Builder più importanti per WordPress

Sul web ci sono diversi page builder disponibili e in questo articolo voglio fornirti una breve panoramica di quelli che ho personalmente testato e soffermarmi, più avanti, sull’utilizzo del plugin Elementor. Dalla mia esperienza ti posso dire che la scelta non si deve solo basare sul prezzo ma soprattutto sull’interfaccia di amministrazione che molte volte può risultare abbastanza complessa.

Visual Composer
Plugin a pagamento creato da WPBakery ed è uno dei più famosi in ambito WordPress. Dispone di oltre 40 moduli da inserire all’interno della propria pagina ed è possibile personalizzarla con numerosi layout, lavorando sia in editor front che in back end. Lo svantaggio di Visual Composer è che, qualora si decidesse di interromperne l’uso, i contenuti all’interno del sito diventerebbero subito inutilizzabili, creando in questo modo un lock-in fortissimo;

Divi Builder
È un prodotto di Elegant Themes. Dispone di 46 moduli di personalizzazione della piattaforma WordPress (post e pagine), ma i contenuti creati da questo plugin sono utilizzabili solamente quando il suddetto è attivo. Inoltre è impossibile l’inserimento dei widget dentro un layout di WordPress in modo diretto, ma è necessario creare prima un’area widget personalizzata da aggiungere all’interno della pagina desiderata;

SiteOrigin Page Builder
Plugin gratuito, ha il vantaggio di essere leggero e di facile utilizzo, dando la possibilità agli utenti di creare layout personalizzati. Il lato negativo di SiteOrigin è l’impossibilità di passare dalla modifica standard di WordPress al page builder e viceversa per la stessa pagina. Anche questo plugin crea lock-in, ma essendo gratis si può provare e capire se è in grado di soddisfare le proprie esigenze;

Live Composer
Anch’esso gratuito e dispone di circa 30 moduli per la personalizzazione della propria piattaforma WordPress. È un page builder che consente la creazione dei template direttamente sulla pagina e questi possono essere esportati anche su altre pagine/siti web. La nota dolente è la sua interfaccia d’amministrazione, la quale può necessitare di molto tempo per la creazione del proprio template. Inoltre, Live Composer non si occupa solamente di creazione layout, ma anche di contenuti da utilizzare in questi ultimi, pertanto un cambio di plugin può creare numerosi disagi;

Themify Builder
Altro plugin a pagamento e ha 15 template per la creazione di pagine responsive. Con Themify Builder è possibile aggiungere altri add on che permettono di personalizzare ulteriormente il proprio sito, per esempio i listini prezzi, i grafici e quant’altro;

Beaver Builder
Plugin dal semplice utilizzo che non crea alcun lock-in, in quanto, in caso di cambio soluzione, i contenuti di WordPress rimarranno attivi. Con questo plugin è possibile utilizzare sia dei layout già pronti che crearli dal nulla. Inoltre supporta altri plugin (WooCommerce o WPML), shortcode, widget ed è espandibile;

Thrive Content Builder
Plugin particolarmente adatto per le landing page. Il rischio di lock-in è molto alto, poichè i contenuti creati tramite Thrive Content Builder sovrascrivono la pagina WordPress e una volta interrotto il suo utilizzo andrebbero irrimediabilmente persi;

L’accoppiata vincente: GeneratePress + Elementor

In passato ho costruito diversi siti utilizzando decine di temi a pagamento ma quando ho deciso di insegnare a costruire un sito con WordPress (e dovevo farlo a persone che non avevano particolari abilità informatiche), mi sono reso conto che mi serviva un tema semplice e leggero e che poteva essere accoppiato ad un page builder intuitivo e facile da usare.

GeneratePress + Elementor

Ho trascorso diversi mesi a sperimentare e provare diversi temi e plugin che potessero soddisfare le mie esigenze. Dopo diversi tentativi credo di aver trovato una soluzione molto interessante. Di seguito infatti voglio presentarti quella che secondo me è l’accoppiata vincente per poter personalizzare il layout di un sito fatto con WordPress.

Per farti capire meglio il concetto, voglio farti un paragone: immagina quando si costruisce una casa: si inizia con le fondamenta e si costruiscono successivamente i pilastri e le travi, poi si passa alla costruzione dei muri e di tutte le rifiniture interne. Ora devi considerare che con il tema andremo ad impostare lo scheletro del nostro sito mentre con il page builder realizzeremo tutte le rifiniture grafiche.

Il tema GeneratePress
GeneratePress è un tema veloce, performante, facile da usare e con infinite possibilità di personalizzazione e sviluppo. Lo si può scaricare gratuitamente tra i temi che WordPress mette a disposizione e già nella sua versione free è possibile notare la sua grafica minimale.

Tema GeneratePress

Il tema è al 100% responsive e il layout può essere personalizzato in modo preciso attraverso il Theme Customizer di WordPress. Ogni modulo dispone del suo set di impostazioni: dall’header al menu di navigazione fino alle sidebar e al footer. Anche i colori possono essere definiti dal Theme Customizer. GeneratePress supporta pienamente i principali plugin di WordPress, da WooCommerce a WPML, bbPress e BuddyPress.

Alcune caratteristiche di GeneratePress
Il tema dispone di un set di oltre 600 icone di Font Awesome e la scelta del layout e le dimensioni delle sidebar possono essere impostate direttamente dal Theme Customizer. Il tema inoltre si avvale dei microdata di schema.org, grazie ai quali il motore di ricerca può comprendere meglio i dati e le informazioni presenti nelle pagine web ed eventualmente utilizzarli per creare rich snippet particolari, come i risultati delle ricette ad esempio oppure il prezzo di un prodotto. Il tema è stato scaricato oltre 1 milione di volte ed è costantemente aggiornato dal suo sviluppatore e viene distribuito sia nella versione free e sia in una versione pro a pagamento.

Una delle caratteristiche più importanti del tema GeneratePress è sicuramente la sua velocità di caricamento. Nella maggior parte dei casi infatti i temi multi-purpose hanno bisogno di includere un mucchio di codice ridondante per funzionare e di conseguenza sono lenti e inefficienti. Ad esempio il peso di GeneratePress è di circa 1,9 mb mentre il tema Avada pesa 19,4 mb (tra i temi premium più utilizzati). Naturalmente la dimensione del codice di un tema non è l’unica caratteristica da tenere in considerazione ma quello che posso dirti è che i siti web costruiti con GeneratePress si caricano in circa 1-2 secondi, mentre i siti costruiti con il tema Avada si caricano in 5-8 secondi.

Caratteristiche GeneratePress

Un altro aspetto interessante di GeneratePress è il fatto di possedere tutti gli strumenti di personalizzazione direttamente nel pannello di controllo di WordPress. Questo rende la personalizzazione del tema facile e veloce, avendo il vantaggio inoltre di vedere le modifiche in tempo reale sul sito.

Il page builder Elementor
Elementor è un page builder facile da usare con il quale puoi creare articoli e pagine di un sito WP attraverso instant drag and drop permettendoti quindi di vedere in tempo reale le modifiche effettuate. Questa caratteristica lo rende divertente riducendo il tempo necessario per la progettazione. Lo puoi scaricare direttamente dal sito ufficiale o tra i plugin di WordPress. È gratuito e puoi estendere le funzioni di base acquistando la versione Pro.

Page Builder Elementor

Un aspetto che fa veramente la differenza rispetto ad altri page builder è il fatto che Elementor non sporca il codice di una pagina e questo permette di alleggerirla notevolmente a beneficio della velocità di caricamento.

Tra le caratteristiche uniche di Elementor vi è la possibilità di creare siti che hanno quel certo tocco di design, infatti tra i widget disponibili ci sono gli effetti di testo, di sottofondo, effetti hover, divisori, box shadows, icon box, toggle per la visualizzazione o meno di contenuti specifici, slider, progress bar, counter per le statistiche, icone sociali, box per l’inserimento di video da YouTube e Vimeo o per l’inserimento di codice HTML personalizzato. Utilizzando Elementor, in pratica, puoi far meno di tanti altri plugin visto che consente anche di creare gallery o caroselli di immagini.

Elementor

Un’altra caratteristica importante di Elementor è quella di poter creare pagine eliminando l’header, il menu di navigazione o il footer. In pratica scegliendo il modello Elementor Canvas tra le opzioni di pagina è possibile creare velocemente squeeze page o landing page.

Elementor include inoltre anche una nutrita libreria composta da template pronti all’uso che possono servire come base per i propri progetti, ma che comunque puoi personalizzare e salvare per successivi utilizzi. Posso inoltre confermare che lavora molto bene anche su mobile poiché mette a disposizione la visuale responsive che permette un totale controllo del layout.

Conclusioni
Questo articolo non vuole assolutamente essere una guida esaustiva sul mondo dei page builder ma ho voluto fare solo una breve panoramica di questi strumenti. Mi sono soffermato invece sull’utilizzo combinato del tema GeneratePress e il plugin Elementor. Quello che ti consiglio di fare quindi è di provarli entrambi nelle loro versioni free. Fai una prova, e fammi sapere cosa ne pensi!

Autore: Luciano Caruso di LavoroCreativo.it, per il TagliaBlog.

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Strumenti in google search console per webmaster
  • intervista alessia martalò
  • web stories
  • seo checklist

26 Comments

  • Ciao, avrei intenzione di utilizzare l’accoppiata Elementor+GP.
    E’ sufficiente utilizzare Elementor Pro con GP Free o è meglio utilizzare GP Premium?
    E in questo caso, perchè?
    In pratica volevo capire quale combinazione FREE/PRO dei due strumenti mi consigliate in modo da avere un’accoppiata completa e risparmiare anche qualcosa, grazie mille

    Reply
  • Ho installato Generate Press e elementor pro. Quando creo un nuovo articolo, utilizzando la modalità a blocchi di wordpress, mi restituisce errore in fase di salvataggio. Devo per forza utilizzare la vecchia modalità editor classico. Come mai?

    Reply
  • Ciao vorrei realizzare il mio sito con GENERATEPRESS ED ELEMENTOR VERSIONE FREE, volevo sapere se questo tema e il pagebuilder essendo gratuiti sono comunque sempre aggiornati e se posso utilizzare un plugin per creare il sito anche multilingua e se si quali.. grazie

    Reply
  • Ciao ottima spiegazione, una domanda ma GENERATE PRESS sia nella versione Free che Pro possono essere usati per infiniti siti ? Lo stesso per Elementor ?

    Reply
    • GeneratePress, nelle versioni gratuite e premium, può essere utilizzato illimitatamente.
      Per quanto riguarda invece Elementor, i prezzi sono i seguenti:
      – 49 dollari/anno per 1 sito
      – 99 dollari/anno per 3 siti
      – 199 dollari/anno per siti illimitati

      Reply
  • Ciao , scusa la domanda: utilizzando generate press come tema, in tal caso la versione premium, e un page builder come Elementor, anche per quest’ultimo e’ consigliato utilizzare la versione a pagamento o puo’ bastare quella free? grazie per la risposta

    Reply
  • Ciao, ho seguito i tuoi consigli e realizzato un piccolo sito basandomi su GP+Elementor
    Per il momento è una presenza in rete costruita su pagine statiche. Mi chiedevo se fosse possibile con la versione FREE (dato il budget…) creare una sezione “dal blog” con gli ultimi post. Il widget articoli recenti è troppo scarno però…
    Fino ad oggi pensavo di essere costretto a pagare la licenza di Elementor ma se ho capito bene ci sono plugin di terze parti di Elementor, e alcuni sono FREE.
    Hai qualche suggerimento?

    Reply
  • Interessante articolo, alcuni temi wordpress come generatepress già nelle versioni free presentano delle funzionalità davvero superiori rispetto ad alcuni temi a pagamento. Personalmente io ho usato il tema sydney nella versione gratuita con elementor e sono stato davvero soddisfatto del risultato.
    In questo periodo vorrei utilizzare prestashop con elementor, non ho però una buona conoscenza di prestashop e vorrei sapere se per caso esistono dei temi di qualità gratuiti dove sia possibile in un secondo momento passare alla versione pro a pagamento come avviene con wordpress per i temi generatepress e sydney,
    Grazie.

    Reply
  • Direi che questo Page Builder è nettamente migliore del suo rivale Visual Composer, più “leggero” e più performante. La nota dolente è la community di devs che non è attivissima ma pian piano si svilupperanno sempre più Addons per questo Plugin fantastico!

    Reply
  • ciao, ho provato elementor è solo che ho difficoltà ad applicare le modifiche che ho fatto….

    Reply
  • ciao Davide,
    ho aiutato un’amica nella gestione del suo sito su WordPress. Ti dirò la verità: non solo ci è voluto tanto tempo per crearlo, ma persino l’aggiornamento della pagina news e del blog richiedeva intere giornate. Ora sto creando il sito per il mio business, e vorrei sceglierne uno semplice, veloce e sopratutto facile da aggiornare. La mia idea è quella di dedicare la maggior parte del mio tempo ai contenuti. Cosa pensi invece di Squarespace?

    Reply
  • Ciao Luciano, grazie per l’interessante suggerimento.
    Ti chiedo se secondo te, utilizzando Elementor PRO, ha senso installare la versione premium del tema GeneratePress.
    Grazie

    Reply
  • Ciao Luca, vorrei chiederti un consiglio, sono agli inizi e devo preparare una landing page ed una squeeze page per il mio nuovo blog e tu nell’articolo dici che scegliendo il modello Elementor Canvas tra le opzioni di pagina è possibile creare velocemente squeeze page o landing page.
    Ora è vero che non sono pratica, ma non so dove si trova questo modello (forse solo nella versione Pro).
    Puoi darmi le indicazioni necessarie.
    Grazie

    Reply
  • molto utile grazie, anche io insegno ad usare WordPress. Mi sembrano plugin e tema utili, userò queste tue info nel corso delle mie lezioni,

    Reply
  • Ciao Luciano, personalmente non conoscevo Elementor, e neppure GeneratePress, e più in la appena avrò un tantino di tempo li proverò personalmente, e volentieri. Rimanere al passo con le novità della rete diventa sempre più difficile 🙂 Però devo contraddirti su una cosa che hai scritto, perché non è vera. Quando scrivi che “i siti web costruiti con GeneratePress si caricano in circa 1-2 secondi, mentre i siti costruiti con il tema Avada si caricano in 5-8 secondi” molto probabilmente, inconsapevolmente, non dici il vero. Ho lavorato con decine e decine di temi per WordPress, ovviamente anche con i più famosi tipo Avada, The7, BeTheme, Salient, Divi, e via discorrendo, e ti posso garantire che sono tutti ottimi temi, con ottimi page builders. Ma soprattutto ti posso garantire che anche con questi temi il tempo di caricamento può tranquillamente scendere sotto il secondo, perché dipende solo da chi ha realizzato il sito web. Ho visto il tuo sito web, e ho letto che ti piace il buon vino, guarda caso ho realizzato recentemente un sito web per una cantina con il tema Avada, e il suo tempo di caricamento è di un secondo (qualche volta anche meno) https://tools.pingdom.com/#!/eJ5GXu/http://poggiolaluna.it/. Nel sito oltre al tema Avada, sono installati plugin abbastanza pesanti come WPML, Woocommerce, Wordfence, e tanti altri, Tutto questo per dire che alla fine il vero responsabile della lentezza di un sito web è solo di colui/colei che ha realizzato e messo online il sito web. Poi magari, a parità di contenuti, l’accoppiata GeneratePress eElementor, e realmente più veloce di Avada o di altri temi, ma questa è tutta un’altra storia.

    Reply
  • già di per se generate press è alatamente componibile come elementi. poi sicuramente se aggiungi elementor la divi ha che cosa invidiare. devo fare la prova assolutamenete! Grazie!

    Reply
  • Ciao Alberto, ho utilizzato Visual Composer per diversi progetti. Lo ritengo troppo macchinoso e pesante. Ti consiglio di provare la versione gratuita di Elementor e ti renderai conto che è un pagebuilder facile e intuitivo.

    Reply
  • Elementor vs Visual Composer?
    Non per il lato economico, perchè vedo che anche Elementor ha licenza ma quale consigliate a livello di espandibilità di widget e pulizia codice?

    Reply
  • Ciao Luca, il nuovo widget menu da poco rilasciato è una svolta, io preferisco per comodità gestire il menu con GeneratePress. Grazie per la segnalazione della tua community, mi sono appena iscritto.

    Reply
  • Ciao Lucy, non conosco Cornerstone ma da una rapida ricerca su YouTube ho visto che promette bene. Tu lo stai usando? Come ti trovi?

    Reply
  • In realtà Elementor non ha bisogno di alcun tema, grazie all’Elementor Canvas e al nuovo widget menu è possibile gestire un sito in modo completo.
    Dopo più di 10 anni di css è stata una svolta, credo che tra 3-4 anni max lo sviluppo web sarà stravolto come quando sono sorti i primi cms open source.
    Se volete seguire notizie su Elementor in Italiano abbiamo creato da poco una bella community, siamo già in 200 🙂

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Wordlift
Prova Seozoom
Creare un sito con WordPress utilizzando il tema GeneratePress e il plugin Elementor
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi