Il CPM della display advertising

Un paio di settimane fa ho parlato di alcune tipologie di notizie che, a livello di RPM, rendono molto più di altre.

A quel post voglio oggi “abbinare” questa slide,

Categorie e CPM più remunerativi

estratta dalla recente presentazione di Mary Meeker (dalla quale avevo già tratto quest’altra slide giovedì).

Il dato che salta immediatamente all’occhio è il bassissimo CPM (rispetto all’altissimo numero di impression generate) dei social: si parla di $ 0,55 contro un 27% della fetta globale degli annunci pubblicitari (numero curiosamente vicino al 24,27%, che corrisponde alla percentuale di pageview che Facebook genera sul totale di tutte le pagine visualizzate negli States).

Di converso, ci sono ambiti molto più piccoli ma molto più remunerativi, come quello del business/finance (che cuba “solo” per il 2% ma segna un CPM medio di $ 10,41, 19 volte superiore a quello dei social network).

“Nella botte piccola c’è il vino buono”, verrebbe da dire. “Ma in quella grossa ce ne sta comunque di più”, direbbe qualcun altro. Tu quale botte preferisci? 🙂

Condividi questo articolo:
Default image
Max Valle
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.