Content is Not King

Ho pensato parecchio su questo argomento. Il Contenuto non è il Re. Tu lo sei. Il Contenuto è “valuta”. Tu sei il Re.

Il Contenuto è un mezzo per fa nascere interesse. E’ un luogo di ritrovo per te e per le persone che tu speri di intrattenere, attrarre, educare. Ma tutto questo non lo rende Re.

Il Re regna. Il Re prende decisioni difficili. Il Re cerca di fare il bene di un Paese. I Re hanno dell’ego, fra l’altro. E’ parte dell’essere regale.

Ma il Contenuto? E’ un tesoro. E’ un balsamo. E’ il legno per il camino intorno al quale si raccontano grandi storie.

Lavora duro sui contenuti, ma concentrati sulle relazioni. Sii un buon Re. Sii un servo. Sii un assistente per i tuoi lettori.

E usa bene il Contenuto.

Fonte: Content is Not King, di Chris Brogan.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

23 Comments

  • C’è qualcosa di poetico in questo articolo! E non sto scherzando.

    Tra l’altro è una visione molto interessante, da l’idea di una persona estremamente appassionata ( ma soprattutto addentrata ) nel ruolo che gioca.

    Complimenti.

  • Quindi, sintetizzando, i contenuti devono far emergere la personalità con cui instaurare (e catalizzare su di se), relazioni sociali.

    Più o meno…no? 🙂

  • Il contenuto non può essere re,

    se anche quello che lo scrive non è re,

    o comunque un buon blogger con tutta la sua personalità, la sua cultura, la sua esperienza …

  • Straordinarie parole, che possono aiutare a capire e integrare certe disfunzioni, allorquando non vediamo i risultati sperati e ci vediamo come mai, avendo un eccellente contenuto, non riusciamo a “catalizzare”. Le frasi contenute in questo post poetico, possono darci una risposta, Grazie. Ciao!!

  • Giustissimo, contenuti e relazioni!

    La vita del SEO penso sia agli sgoccioli applicazioni di ricerca sempre più avanzate lo costringono già da adesso a simularsi come un ligio redattore di contenuti sani e autorevoli.

    In fondo cosa è necessario sapere oltre a questo?
    La mia è una provocazione ma sempre più spesso parlo con professionisti che oltre a consigliare qualche contenuto si sono ridotti a fare un pò di article marketing e promozione basandosi su una lista di centinaia di directory su un foglio di excel.

  • Ha importanza chi sia il Re? Ma Internet non doveva essere quel luogo in cui vinceva la democrazia e non dovevano esserci differenze, tutto doveva essere gratis, non dovevano esservi limiti e censure?

    Allora perché ci preoccupiamo di chi o cosa sia il Re?

    Per i fungaroli, il Re è il porcino…

  • Non sono d’accordo…

    O per lo meno, non è sempre così…anzi, non lo è quasi mai…

    Se un utente è fidelizzato al tuo blog, allora il re naturale sei tu e il tuo spazio e ogni articolo scritto sarà un nuovo premio che darai per continuare la “relazione”…

    Ma, in ottica di visitatori esterni, provenienti da motori di ricerca, commenti su altri blog, da guest post, ecc…Il contenuto (o il contenuto del proprio parere) è e rimane il re…Il blogger e il suo blog sono solamente l’ombra che viene proiettata dal contenuto…
    Più il tuo contenuto saprà tenere incollato l’utente alla pagina e il tuo articolo riuscirà a svelare di tanto in tanto la tua filosofia, più l’ombra si allungherà e farà vedere la vera forma del tuo “castello”…
    Se, invece, il tuo contenuto è povero o non centra nulla con ciò che sto cercando, la tua ombra sarà solamente un contorno nero attorno a un post, e tutti i tuoi tentativi di creare socializzazione o illustrare la tua filosofia saranno invani…

    Tutti i blog a cui mi sono legato (tra cui anche questo) sono stati “scelti” non per il contorno, ma per i contenuti che daje e ridaje sono stati sempre di buona qualità e mi hanno dato spunti…

    Alex

  • Bene bene, proprio un bel post! 🙂 Per me è uno di quei post che vale almeno 10 post , lo ritengo un “post milestone”, insomma un discorso che è fondamentale da fare e che apre un sacco di bei orizzonti!

    Mi piace, mi piace proprio tanto. Domina il tuo blog, non lasciare che gli utenti ti conducano dove tu non vuoi andare. Mi piace proprio 🙂

  • Ciao!

    C’è un post che ho letto stamattina che fa capire molto bene che il vero King è il capitale umano, la persona intesa come rapporto.

    Tanto che il termine stesso “persona”, prendo da Wikipedia, deriva dal greco πρόσωπον, prósōpon cioè maschera dell’attore, termine entrato in Italia tramite l’etrusco phersu: ovvero strumento di rapporto con gli altri, relazione e comunicazione.

    Ecco il post, bellissimo:
    http://blog.estrogeni.net/recensioni/tutte-le-palle-del-marketing/

    Ciauz
    Marco

  • Contenuti e Re: unione indissolubile. Non credo ci possano essere buoni contenuti se gli stessi non sono stati realizzati da un buon re. Il tempo però è il vero sovrano. Anzi, il tiranno.
    Gestire il proprio tempo per seguire al meglio il proprio regno (sito o blog che sia) e le relazioni sociali che ruotano attorno (sudditi (?) ) è il vero punto cruciale di ogni webmaster(?).

  • Non so mi sembra un po’ una generalizzazione. Se il discorso si intende per i blog, chiaramente le relazioni (al pari dei buoni contenuti) hanno un’importanza fondamentale. Un blog non lo scrivi per te stesso (almeno non nel 99% dei casi), ma per condividere qualcosa con gli altri (quindi ecco che entra in gioco l’elemento “relazioni”); però del resto nessuno vorrà “relazionarsi” a lungo con il tuo blog se i contenuti che offri sono poveri e banali.

  • Secondo me il Re è sia il contenuto, sia chi lo crea, sia chi lo legge e approva, sia chi diffonde. E’ tutta una cosa sola, inscindibile. :-*

  • Io non sono molto d’accordo su quanto asserito in questo post. Dipende ovviamente se si considera il contenuto avulso dall’individuo, cosa piuttosto difficile. Mi pare ovvio che il contenuto e cioè il messaggio o la “valuta” come giustamente la chiami sia l’espressione dell’individuo. Però ricordati che più conoscenza hai, più parole sei in grado di usare e quindi il tuo vocabolario è ricco, con più riesci a “regnare” o a dare forza al tuo pensiero.
    Quindi, il contentuo, nel contesto comunicativo, può essere considerato sì Re, nel contesto di una pluralità di messaggi.

    Scusa il disturbo!

  • Grazie a tutti per i commenti (anche a quello di Egidio… la prossima volta, però, sforzati di più e scrivi il motivo 🙂 ).

    Premessa doverosa: il post è la traduzione di un articoletto di Chris Brogan (e infatti in coda c’è il link), articoletto che mi è piaciuto molto. Non tanto perchè sia d’accordo al 100% con quanto dice Brogan, quanto perchè stimola la discussione e il confronto su un tema sempreverde, quello del “che cosa è il King”.

    Personalmente credo che siano necessarie “3 gambe” per fare il Re: Contenuto (originale, di alta qualità), Link (naturali, da siti a tema) e Brand (grosso lavoro su se stessi e sul proprio sito). E noto che col passare del tempo quest’ultimo punto sta assumendo una importanza sempre maggiore…

  • Questo post è stato certamente scritto sotto l’effetto di sostanze allucinogene 😀
    Questa volta condivido in pieno. In pieno pieno.

  • Secondo me dipende tutto dall’approcio al web che si ha e dal progetto che si stà seguendo, comuqne io continuo a pensare a un approcio integrato come quello del CSPR, il contenuto solo fà poco ma sicuramente in molti caso spesso non è possibile sviluppare un sito intorno a network di relazioni sociali ^^

  • Sono assolutamente d’accordo con quanto scritto in questo articolo. Il Re è, fra virgolette, il proprietario di un blog, il contenuto è lo strumento attraverso il quale “il Re si ingrazia il popolo!”

  • “il Re è nudo”.
    Non ha molto senso e forse è anche OT ma era una via che volevo scriverlo in un blog importante.

  • Scusate ma mi è venuto il latte alle ginocchia, Il re fa innanzitutto il suo interesse e di una cerchia ristretta di oligarchi, più che quello del paese, comunque che il contenuto di qualità non fosse poi così importante lo si era capito, basta navigare un po’, ora mi aspetto che si dica che non c’è nemmeno il re, così passeremo alla repubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy