Logo Tagliaerbe

Consulente Google Ads: la guida per una scelta consapevole

Home » Digital Marketing » Consulente Google Ads: la guida per una scelta consapevole

Ogni attività economica si ritrova ormai a fare i conti con una realtà sempre più digitalizzata e in continua espansione. I canali di trasmissione dei messaggi pubblicitari tradizionali hanno ceduto il passo agli eterogenei strumenti messi a disposizione dall’universo di internet e dei motori di ricerca.

Ad oggi, un’impresa non può prescindere dall’elaborazione di una strategia di marketing online che ottimizzi il posizionamento dei propri prodotti e contenuti sui motori di ricerca principali. La predisposizione della giusta strategia, che possa adattarsi al mercato in cui l’impresa opera, è un’operazione tutt’altro che agevole. Spesso succede che la campagna pubblicitaria vincente sia il frutto di un’accorta analisi e di un meticoloso studio dei mercati e dei corretti target di riferimento.

Un buon esperto sa come sfruttare l’azione combinata e ben bilanciata di una pluralità di strumenti tra cui non può non citarsi uno dei più rilevanti, stiamo parlando di Google Ads. Prima di entrare nel vivo della questione, ossia come scegliere un valido professionista nell’utilizzo di Google Ads, è opportuno chiarire brevemente di che si tratta.

Che cos’è Google Ads?

Google Ads, originariamente Google AdWords, è un software mediante il quale è possibile inserire spazi pubblicitari a pagamento all’interno delle SERP (Search Engine Results Page) e non solo, intercettando i bisogni del proprio target di riferimento.
Ad aumentarne la fama è stata l’invenzione del sistema PPC: il fruitore del servizio paga l’inserzione solo nel momento in cui il cliente accede all’annuncio e non per la semplice visualizzazione dello stesso.
Con lo scopo di renderne meno oscuro l’utilizzo, ampliando la platea di utilizzatori, è stato istituito Google Partners, un programma di certificazione di partner di Google Ads. Si tratta infatti di uno strumento con molte sfaccettature, dunque per evitare di sperperare infruttuosamente le proprie risorse, è opportuno affidarsi a un esperto qualificato che possa vantare una certa dimestichezza nel suo utilizzo.

Chi è il consulente Google Ads?

Il consulente Google Ads è un esperto di pianificazione delle campagne di marketing online. Elabora strategie finalizzate all’ottimizzazione degli investimenti in pubblicità, sfruttando in maniera mirata il potenziale della piattaforma. È un professionista con competenze trasversali, nonché un osservatore in grado di interpretare e analizzare nitidamente i comportamenti umani e la realtà circostante. Normalmente i suoi clienti principali sono aziende o anche web agency.

Accade di frequente infatti che le agenzie di marketing online richiedano l’ausilio, nell’elaborazione di piani pubblicitari per il proprio portfolio di clienti, di un consulente esterno. Questo garantisce standard qualitativi elevati ai propri servizi in maniera tempestiva, risparmiando in termini di formazione di un proprio consulente interno. La figura del consulente google ads nasce per offrire al cliente un supporto professionale nella generazione del traffico a pagamento, evitando a quest’ultimo ingenti esborsi a fronte di risultati poco soddisfacenti.

Quali sono le competenze di un consulente google ads?

Un consulente google ads di comprovata affidabilità e che ispiri fiducia alla propria clientela, è generalmente un professionista con un background composito e non standardizzato. Deve necessariamente essere una figura poliedrica e in grado di stabilire connessioni proficue tra le varie competenze acquisite. A titolo esemplificativo non può definirsi un esperto di Search Engine Marketing (SEM), se non mostra padronanza anche delle logiche di Search Engine Optimization (SEO) o non è in grado di gestire strumenti come Google Analytics. Non è raro che questi possegga nozioni base di materie ulteriori, che esulano dal marketing in senso stretto, come le scienze economiche e statistiche, la matematica o i linguaggi di programmazione. Altri requisiti da non trascurare afferiscono invece alle capacità di analisi e previsione dei bisogni dei consumatori. Non si trascuri infatti che la disposizione alle creazioni di annunci che siano appetibili per i potenziali clienti, passa inevitabilmente per la messa a punto di strategie di comunicazione persuasiva. Tutto ciò rende fondamentale lo sfoggio di doti empatiche e in generale di una buona conoscenza dell’antropologia e della psicologia umana.

Cosa fa un consulente Google Ads?

Entrare nel vivo delle molteplici attività svolte da un consulente google ads, specie se si tiene conto dei differenti background di provenienza citati poc’anzi e del fatto che ciascun esperto opera secondo un proprio metodo, è un’impresa alquanto ardua. Tuttavia è possibile tracciare un quadro sommario, finalizzato alla comprensione delle richieste indirizzabili al consulente prescelto. In primo luogo il consulente dovrà procedere allo studio delle caratteristiche dell’azienda cliente, orbene se trattasi di un’impresa di piccole o grandi dimensioni, il mercato in cui opera, il target a cui desidera rivolgersi, in modo da personalizzare la campagna di marketing.

Successivamente il primo passo nella definizione della strategia è rappresentato da un’allocazione ottimale delle risorse in parole chiave. La scelta delle keywords, e soprattutto del grado di corrispondenza adatto agli obiettivi strategici del cliente, è indispensabile e permette di scegliere il target a cui si desidera arrivare. Ci sono delle keyword che costano tantissimo, guarda questo nostro articolo con le parole chiave più costose così da farti una idea di come a volte una strategia su Google Ads può costare davvero tanto.


A seconda del tipo di corrispondenza concordata è possibile infatti stabilire su quali pagine di ricerca comparirà l’annuncio. Adatta ad evitare che l’annuncio compaia su una SERP specifica è la corrispondenza inversa. Si parla invece di corrispondenza esatta allorché un annuncio potrà essere visualizzato solo per keywords simili, appartenenti alla medesima area semantica della parola chiave originariamente scelta. La corrispondenza esatta dunque permetterà alle aziende di raggiungere un target più mirato, ma possibilmente più interessato all’acquisto. Viceversa la corrispondenza generica persegue esattamente l’obiettivo opposto, ossia generare una maggiore visibilità sul sito cliente. Pertanto è agevole comprendere come il tipo di corrispondenza debba essere parametrato agli obiettivi stabiliti congiuntamente con l’azienda cliente (la definizione degli obiettivi è un altro tassello necessario del lavoro del consulente ads): di vendita, di traffico maggiore, lead, promozione di app, promozione e visite ai negozi locali, brand awareness, etc. Aspetti ulteriori di una campagna Google Ads riguardano il contenuto e la destinazione degli annunci, il budget da investire e il territorio in cui comparirà l’inserzione.

Come capire se abbiamo scelto bene il nostro consulente Google Ads?

Innanzitutto egli saprà individuare le tipologie di campagne promozionali più adatte alla tua azienda. Non si limiterà a quelle PPC, intercettando la domanda degli utenti sulle pagine di ricerca, ma utilizzerà, laddove necessario, anche le campagne display, targetizzando l’utenza mediante banner, le campagne video su YouTube e le campagne google shopping, molto utili soprattutto negli e-commerce.

Saper leggere le metriche è una cosa molto importante per valutare correttamente l’andamento di una campagna, qui puoi leggere le metriche più importanti di una campagna su Google Ads.


Il consulente Google Ads dovrebbe inoltre predisporre una strategia di Remarketing, così da inseguire quei clienti che, pur entrando sul sito, non hanno dato seguito alla propria azione, riducendo la percentuale di clienti completamente persi. Nella ideazione dell’idonea strategia l’essenziale è la continua implementazione e il continuo aggiornamento della stessa, anche grazie ad un buon sistema di tracciamento dell’utenza. In particolare è importante il monitoraggio del tasso di conversione, del costo di conversione, del ritorno sulla spesa pubblicitaria e della percentuale di clic.

Egli dovrà testare periodicamente le parole chiave mediante gli strumenti di Google Analytics (con i quali è possibile avere un’idea del comportamento degli utenti), in tal modo potrà comprendere se le keywords utilizzate siano effettivamente adatte al business di riferimento.
In sintesi si può certamente affermare che, attesa la complessità della materia, non si può fare a meno di un valido professionista anche se non è facile sceglierne uno davvero esperto.


Chiaramente un consulente serio non promette risultati miracolosi in poco tempo, ma si riserva di testare ciascuna strategia, fornendo dei report periodici e provvedendo ad “aggiustare il tiro” ove ne ravvisasse l’esigenza. È bene inoltre fare affidamento su soggetti esperti che possano vantare un determinato bagaglio esperienziale, in questo senso non è di per sé motivo di accredito la sola certificazione Google Partner. Per evitare i millantatori sembra opportuno verificare il tipo di esperienze, ad esempio i clienti per cui hanno lavorato e soprattutto quanto budget hanno gestito. Una web agency come Bitmetrica, per fornire un esempio, non solo è una società Premier Partner di Google ma gestisce più di 1 milione di euro l’anno su Google ADS.

Se stai quindi cercando un consulente Google Ads puoi sicuramente rivolgerti a loro che sono una agenzia strutturata. Infine un ultimo consiglio è quello di prediligere un incontro dal vivo con l’aspirante consulente o, nel caso in cui non sia possibile, anche mediante strumenti digitali, al fine di verificarne la concreta professionalità così da non incorrere in problemi per la gestione delle tue campagne pubblicitarie e per arrivare subito a profitto.

Articoli correlati

Ciclo di vita di una startup - Tagliaerbe

Ciclo di vita di una startup

Una startup dalla nascita fino al consolidamento sul mercato o almeno fino alla perdita dei requisiti propri di una startup, attraversa diverse fasi, le quali