Come vendere banner sul proprio blog

Qualche mese fa, abbiamo cercato di scoprire quanto può vale un banner sul nostro blog.

Ora dobbiamo capire come riuscire a venderlo… magari con 5 piccoli suggerimenti:

1. Vendere direttamente?

Non sempre vendere banner direttamente è la scelta più giusta.
Innanzitutto, se vendi qualcosa dovresti avere anche la possibilità di fatturarla (normalmente, l’acquirente ha bisogno di un giustificavo…).
Secondariamente, la “comodità” di certi sistemi (come AdSense, dove una volta inserito il codice dell’annuncio te ne puoi praticamente scordare) non è sicuramente paragonabile a doversi gestire tutto da soli (trattativa con gli inserzionisti, attivazione/disattivazione degli campagne pubblicitarie, scadenziario, modifica dei banner e/o dei link in corso d’opera…).
In terzo luogo, dovresti sapere come “esporre la merce”… passiamo quindi al punto 2.

2. La pagina “Pubblicità”

Come la pagina dei contatti serve per farsi contattare, la pagina “Pubblicità” serve per poter vendere i propri banner.
Dal mio punto di vista, dovrebbe includere:

  1. una breve storia del blog
  2. i contenuti trattati
  3. il pubblico al quale si rivolge
  4. qualche dato statistico (relativo al traffico)
  5. formati e posizionamenti dei banner (o di altre creatività)
  6. contatti (email e/o modulo)
  7. prezzi (possono anche non essere indicati, se si preferisce lasciar spazio alla trattativa e/o ad offerte ritagliate su misura in base al calibro dell’interlocutore)

Se il blog ha una certa importanza, suggerisco infine di raccogliere tutti questi dati in un bel Media Kit, ovvero in una presentazione scaricabile (generalmente, in formato PDF).

3. Cercare gli inserzionisti

Se gli inserzionisti non arrivano, puoi sempre andarli a cercare: uno dei posti migliori dove trovarli, a livello italiano, è l’ADV Store di alVerde.
Se preferisci invece interagire via forum, puoi fare riferimento alla sezione “Comprare o vendere pubblicità online” (sempre sul forum di alVerde) o a “Link e Pubblicità: aste, vendita ed acquisto” (sul forum GT).
Attenzione: un banner è considerato da Google alla stregua di un link testuale (visto che, ovviamente, include un link verso un URL esterno).
Se non vuoi ricevere qualche brutta sorpresa (=penalizzazione del PR visibile sulla barretta) da parte di Google, dovresti quindi fare in modo che non passi PageRank, “sterilizzandolo” con l’attributo rel=nofollow.

4. Spazi pieni o spazi vuoti?

Se esponi diversi banner 125×125 (come il TagliaBlog 🙂 ), ti suggerisco di riempire tutti gli spazi pubblicitari, lasciandone però libero uno sul quale autopromuoverti.
I motivi? almeno 2:

  1. l’idea che ci sia un solo spazio vuoto, crea più “ansia” agli occhi del prospect (che sarà quindi più propenso a chiederti informazioni)
  2. mettere in tutti gli spazi liberi un banner del tipo Your Ad Here, da un senso di “desolazione” (della serie “ho un blog talmente scarso che nessuno mi prende in considerazione”), che scoraggia l’advertiser a fare la prima mossa

Ovviamente il suggerimento non è di occupare tutti gli spazi con annunci senza senso, ma di trovare buoni inserzionisti (magari tramite programmi di affiliazione) in target col tuo blog: in tal modo, potrai contare su una fonte di revenue alternativa alla vendita diretta, ma ugualmente interessante.

5. Il giusto prezzo

Questo è probabilmente il punto più difficile.
Indicare un prezzo troppo alto ti pone irremediabilmente fuori mercato; sparare una cifra troppo bassa potrebbe invece agevolarti nella vendita degli spazi pubblicitari, ma col rischio che il tuo blog venga valutato dall’inserzionista come qualcosa di “poco pregiato”, amatoriale… per non dire di scarsa qualità.
Come trovare quindi il giusto prezzo?
Un buon sistema è quello suggerito al punto 3: studiando i siti che compaiono nei servizi di compravendita di banner e link, puoi facilmente capire in quale range è posizionato il tuo blog, e trovare di conseguenza il prezzo “di mercato” dei tuoi banner.

Conclusioni

Alcuni giorni fa, ho pubblicato sul TagliaBlog la mia prima pagina pubblicitaria, ed ho iniziato a ricevere la prime richieste di informazioni: è chiaro che non sempre si concretizzano in vendite, ma il solo fatto che ci sia dell’interesse mi rende fiducioso per il futuro 🙂

Se vuoi mostrarmi la tua pagina “Pubblicità”, postala pure nei commenti… così possiamo confrontarci su metodi, strategie, tattiche 🙂

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

25 Comments

  • E’ da circa un anno che mi sono avvicinato al mondo dei blog, ma negli ultimi tempi sto maturando l’idea che il mio sia un blog decisamente atipico; pur con visitatori in costante crescita il numero di commenti è decisamente basso e i numeri li faccio su accessi provenienti da Google. Tutta questa introduzione per farmi/ti una domanda: mettere una pagina pubblicità sul mio sito significherebbe sperare in un accesso di un qualche figura impiegata in un’azienda del settore, situazione che IMHO non si verificherà mai.

    I contatti che hai ricevuto sono arrivati da esponenti del settore SEO? O ti hanno contattato anche per settori diversi?

  • Bobo, la questione è piuttosto semplice: più un blog è di nicchia, più attira un pubblico di nicchia, e quindi inserzionisti di nicchia (che a quel pubblico vogliono rivolgersi).
    E’ quindi fisiologico che la maggior parte dei contatti provenga da advertiser in qualche modo legati a ciò di cui parli sul blog, e che vedono nei tuoi utenti dei potenziali (ed interessanti) prospect.
    E’ comunque vero che se (ad esempio) hai un pubblico molto giovane e prevalentemente maschile, dovresti attirare anche inserzionisti che trattano automobili, motociclette, vestiti o prodotti/servizi legati al mondo dello sport, indipendemente dall’argomento principale che tratti sul blog.

  • mi piace la tua pagina pubblicitaria, e condivido l’idea su come dovrebbe essere. Quando avrò i numeri giusti seguirò il tuo esempio, per il momento vado ancora “a sentimento” 🙂

  • Ottimo articolo, concordo con Marco.

    Dovrò decidermi anche io a organizzare qualcosa per tomstardust.com, al momento faccio qualche esperimento sul blog personale che ho appena aperto 🙂

  • Interessante articolo complimenti, ed infatti ero interessato all’implementazione nel mio blog. Ho un paio di punti da “risolvere”: una volta fatto tutto questo penso occorra decidere quanto tempo si vuole che i banner rimangano se si decide per esempio di farsi pagare “a tempo”, oppure in base ai click ed impressions (e quindi occorre sistema di tracking)

  • Confermo l’ottima iniziativa, a cui ho partecipato anch’io! Forse sono il primo.. Di certo la mia scelta è stata dettata dell’alto contenuto di nicchia, indispensabile per vendere un prodotto..

  • E per chi è sprovvisto di partita IVA come la mettiamo? 😀

    Si tratta cmq di attività d’impresa per la legge fiscale italiana… purtroppo

  • Ciao,
    da alcune settimane a questa parte il mio blog ha in media 110-120 visitatori al giorno.
    Cosa mi consigli di fare, se un domani volessi vendere degli spazi sul mio blog?

  • @Realizzazione siti: prova magari prima AdSense, in vari formati/posizioni, e vedi come va.
    Poi segui i consigli esposti in questo post 🙂

  • Avrei bisogni di un aiuto per il mio progetto in cui intendo mettere sponsor…io però non ho partita iva…come posso fare?!

    Grazie, vi chiedo gentlmente un suggerimento.

  • Ciao, sono un’appassionata di programmazione web alle prime armi (definirmi programmatrice sarebbe troppo), ho partita IVA e sto valutando l’idea di provare a guadagnare qualche extra. Ho appena aperto un blog e ci ho inserito gli adsense. Ora sto pensando di farmi un vero e proprio sito internet grazie al quale vendere spazi pubblicitari e altro.
    La mia necessità e proprio quella di riuscire ad avere un’entrata extra oltre lo stipendio.
    Visto che mi sembri abbastanza esperto puoi darmi suggerimenti su come procedere? Cosa fare, cosa non fare, come impostare al meglio il sito, ect…
    Grazie.

  • Era quello che cercavo, ottimo articolo, darò un’occhiata alla tua pag pubblicità ed agli altri articoli…

  • Su un mio sito dedicato al mondo del pianoforte, io e il mio staff stiamo cercando di fare di tutto per cercare di vendere degli spazi pubblicitari diretti.

    Nonostante il nostro sito sia il numero uno del settore sotto qualsiasi apsetto (qualità post, seo, visite, ecc..) facciamo mlta fatica ad attrare inserzionisti.

    Hai per caso qualche consiglio da darmi? Perchè davvero non capiso il motivo del perchè nessuno vuole investire su di noi!

  • Sì, d’accordissimo sul fatot che Adsense non debba essere l’unico advertising presente su un sito web, ma sinceramente trovarne uno ugualmente produttivo è molto difficile… per quanto riguarda la vendita di spazi banner direttamente non è che sia poi così difficile: quello che è difficile è farsi pagare bene! Io ho ricevuto delle proposte da siti si gioco online ma non ho mai venduto uno spazio perchè non conveniente…

  • Complimenti per l’articolo.
    Sto realizzando un nuovo Blog/Portale di nicchia, con l’Architettura come punto fermo.
    Credo che a breve, (massimo una settimana spero) sarà online, e dovrei aver completato il necessario affinché il sito possa svilupparsi adeguatamente.
    Stavo pensando infatti di inserire la pagina degli sponsor o pubblicità, tuttavia, trattandosi di un sito nuovo, non esistono dati statistici storici.
    Secondo voi è utile inserire comunque la pagina della pubblicità oppure ne faccio a meno finchè non avrò dati alla mano?

    Grazie a tutti

  • Ciao, ottimo articolo!
    Ragazzi, basta perseverare, io ho creato un portale web di nicchia nella nicchia del mondo del fuoristrada, in tre anni ho raccolto piu di 200 aziende inserzioniste, da ogni parte del mondo! Il mio metodo? 365 giorni di spazio illimitato e gratuito. Comunque ho delle domande da porre al padrone di questa casa!
    Thanks.
    Buon tutto.

  • Quando un articolo è un evergreen è un evergreen, non c’è niente da fare 😉
    Nonostante siamo nel 2015 in un mio articolo (http://lucaspinelli.it/come-guadagnare-con-un-blog/) ho avuto la necessità, più il piacere devo dire, di citarti per approfondire l’argomento di cui stavo parlando.

    Un saluto,
    Luca.

  • Ho creato questo sito di annunci da tempo per gioco, adesso mi chiedevo se fosse possibile vendere spazi pubblicitari e a che prezzo.

  • Ciao @tagliaerbe ti ho letto con molto interesse. Ho aperto il mio blog un anno fa per gioco ma oggi mi rendo conto che faccio bei numeri ed è ben seguito. Proprio perché l’ho aperto per gioco ho usato Blogger. Ora volendo provare a vendere spazio per pubblicità mi consigli di passare tutto su un “vero” sito web oppure continuare così? Grazie per l’aiuto!

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social
Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top