Come velocizzare il tuo blog su WordPress

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Aumentare la velocità... di WordPress

“Ho un blog su piattaforma WordPress, ma è molto lento. Ho saputo che la velocità di caricamento delle pagine influisce sul posizionamento in Google. Come posso fare per aumentare la velocità del mio blog e quindi migliorare il mio posizionamento?”

Uhm… la domanda che mi ha posto il lettore è un pò confusa. Innanzitutto, affrontiamo il discorso “miglior velocità = miglior posizionamento”. Poi vediamo come velocizzare WordPress…

Velocità del blog e posizionamento in Google
Il tema è ricorrente (ne ho parlato diversevolte su questo blog), e anche stavolta il buon Matt Cutts ha detto la sua

In sunto: se un sito impiega 20-30 secondi per rispondere alle richieste potrebbe essere un problema. Ma se impiega uno piuttosto che due secondi, questo non influisce sul ranking. Google desidera per il futuro un Web sempre più veloce, con siti sempre più performanti, ma al momento questi parametri non influiscono sul posizionamento.

Come puoi verificare la velocità del tuo sito agli occhi di Google? personalmente ti suggerisco di utilizzare gli Strumenti per i Webmaster di Google (sotto Statistiche->Statistiche scansione): a colpo d’occhio puoi verificare l’attività di Googlebot sul tuo sito, e guardando sotto “Tempo trascorso per il download di una pagina (in millisecondi) farti una idea di eventuali problemi:

La velocità di download del TagliaBlog secondo gli Strumenti per i Webmaster di Google

Ed ora, mettiamo mano a WordPress…

1. Occhio all’hosting
La prima scelta deve essere quella di un buon hoster. Il mio consiglio è quello di chiedere ad amici/conoscenti, con un sito/blog piuttosto trafficato, come e dove si trovano, e quanto pagano. Se non hai questo genere di conoscenze, puoi leggere un pò di pareri all’interno di qualche forum specifico (come quello di Hosting Talk), o consultare uno dei tanti servizi di hosting compare presenti sul web (ultimamente va di moda Hostarting). Infine, in questo mio vecchio post trovi un elenco degli hoster prediletti dalle blogstar.

2. Aggiorna WordPress all’ultima versione
A parte che aggiornare è sempre utile (e consigliato) per risolvere i ricorrenti problemi di sicurezza, ogni nuova versione di WordPress contiene piccoli miglioramenti anche dal punto di vista delle performance. Inoltre, le ultime versioni permettono un “auto-aggiornamento” dei plugin installati, cosa che contribuisce a migliorare le prestazioni (vecchi plugin su nuove release del CMS possono infatti causare diversi grattacapi e rallentamenti inspiegabili).

3. Contenuti “pesanti”
Scaricare centinaia di righe di testo non è un problema. Ma scaricare qualche decina di immagini, si (specialmente per i poveri sfortunati che non hanno ancora la banda larga). Non riempire i tuoi post con troppe foto, loghi, disegni… e se lo fai, ottimizzale con un buon programma di grafica (in modo da preservarne la qualità riducendone però le dimensioni).
Circa il contenuto testuale, nel video qui sopra Matt Cutts faceva riferimento all’uso di GZIP per comprire il codice delle proprie pagine. I vantaggi sono principalmente 2: da un lato si rende la navigazione più veloce per l’utente, dall’altro si risparmia banda. Verifica se il tuo hoster supporta GZIP (il mio lo fa) e prova ad attivarlo sulle pagine del tuo sito: poi controlla i risultati con PipeBoost, e noterai quanti preziosi KB risparmi!

GZIP fa risparmiare 3/4 di banda!

Per altre dritte su accellerazione & compressione, ti consiglio questa lettura.

4. Plugin
A proposito di plugin: WP Super Cache è uno dei più famosi, e permette di trasformare in statiche le pagine generate dinamicamente da WordPress, alleggerendo di conseguenza di parecchio il carico sul database: anche se non lo attivi, può essere utile averlo “a portata di mano” nel caso il tuo blog riceva una ondata di traffico enorme e improvvisa. Ad esempio, se non vedi alcun problema facendo una media di 100 pagine al giorno, potresti averne parecchi quando le pagine diventano 10.000 (magari a causa di un link/citazione su qualche importante sito): in questa evenienza, l’uso di WP Super Cache potrebbe aiutarti ad evitare (o quantomeno arginare) l’effetto Slashdot (come si diceva ai miei tempi 😀 ).
Per i più fanatici esistono plugin per ottimizzare qualsiasi cosa, dal database al CSS, ma francamente credo che installarne troppi finisca con l’essere controproducente…

5. Widget
Sul TagliaBlog ho installato Google Friend Connect e MyBlogLog. Punto e basta. Ci sono tantissimi altri widget che potrebbero interessarmi, ma non amo l’effetto “Albero di Natale”, e non voglio appesantire il blog con quintalate di inutile codice (leggi a tal proposito un bell’articolo scritto da chi si è messo a pesare gli script. Inoltre, si aggiunge il rischio del Megamenu!
Se comunque non riesci a fare a meno di appendere l’ennesimo bubbulino colorato, considera la possibilità di installare WP Widget Cache, in pratica il WP Super Cache dei widget.

Conclusione: un sito veloce serve probabilmente più agli utenti che ai motori. Pensa a quante volte hai chiuso il browser (o hai cliccato su “Indietro”) quando ti sei trovato davanti ad una pagina che faceva fatica ad aprirsi… fai quindi in modo che quella pagina non sia la tua 🙂

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

22 Comments

  • E’ vero, avere un blog veloce è molto importante e sicuramente, ha un impatto positivo anche a livello SEO e sulle conversioni. Mi permetto di aggiungere qualche altro piccolo consiglio, oltre a quelli di Davide:

    a) Ottimizzare le immagini prima di caricarle sul blog è fondamentale; “Short Pixel” dai miei test è è il miglior tool di compressione del momento; volendo, c’è anche il plugin per WordPress;
    b) E’ consigliabile disattivare dal pannello di WP – Impostazioni -> trackback, pingback e smilies (un javascript in meno);
    c) Se utilizzate Google Analytics, avrete notato i javascript aggiunti al sito da un semplice test con GT Metrix o Pingdom; provate il plugin gratuito “Complete Analytics Optimization Suite” per ottimizzare il codice di Google Analytics e caricare il file .JS direttamente dal vostro server, evitando di richiamarlo come risorsa esterna;
    d) Provate il plugin “Disqus Conditional Load”; oltre a risolvere in un batter d’occhio il problema dello spam, risulta anche più veloce dei commenti nativi di WP ed ha il “lazy loading” integrato;
    e) Utilizzate “Plugin Organizer” (gratis) o Gonzales (è a pagamento) per caricare determinati javascript e css, sono nelle pagine in cui realmente servono (risparmierete kb preziosi);
    f) Occhio a configurare W3 Total Cache in modo corretto, spesso potreste avere dei malfunzionamenti e performance non eccezionali. Provate anche Cache Enabler o WP Fastest Cache; se avete la possibilità di spendere qualcosa, la miglior scelta è sicuramente WP Rocket;
    g) Invece di inserire i “pesantissimi” box (iframe, etc) dei vari Social (Facebook, Google+), perdendo secondi preziosi, perché non fate uno screenshot dell’immagine linkandola al vostro profilo o pagina fan?

    Buona ottimizzazione 😉

    Reply
  • Salve ragazzi, ho installato supercache ma non riesco a capire cos’è la funzione “Blocco di protezione: Disattivato “.
    Ho cercato in rete ma nulla, voi ne sapete qualcosa?
    Grazie

    Reply
  • Ho un Mac

    con wordlpress

    posso fare tutto?

    c’è da qualche parte un sistema per mandare una newsletter?

    Reply
  • Ah installato l’aggiornamento 2.8.1 di WP e le statistiche di scansione stanno tornando come prima…di certo non un caso!
    ciao

    Reply
  • Ciao,
    Ho verificato oggi le statistiche scansione del mio blog e mi sono accorto di un aumento repentino del tempo di scansione da circa 1000 msec a più di 1600 msec nell’ultimo mese, non credo sia un dato preoccupante…solo vorrei capire da cosa possa essere dovuto, visto che unici cambiamenti “grossi” per quanto riguarda il blog sono stati: l’aggiornamento a wp2.8 (che pare consumi molta memoria in più) e un aumento del numero di post settimanali (da 2 a 4).
    Ah in realtà non ho mai capito quale sia la soglia oltre la quale iniziare a preoccuparsi 😀

    Reply
  • Una cosa però non mi è chiara… come si attiva la compressione gzip in WordPress 2.7?

    Reply
  • beh allora mi candido per il primato di “superidiota”, l’unico a non essere riuscito ad impostare proficuamente wp super cache, tanto che dopo enne tentativi ho preferito disintallarlo.
    Comuque in “Statistiche scansione” di Strumenti per i Webmaster di Google, flashmotus viaggia alla media di 2.6 sec e questo risultato soprattutto dopo l’aggiornamento alla wp 2.7.1 (good!) posso star tranquillo per il momento 😉

    Reply
  • Ottimo l’articolo ma non sono d’accordo sul google friend connector..è pesantissimo!!! non trovate?

    Reply
  • Azzo pensavo che mi avevi rubato l’idea per un bel post (poche conferme a riguardo) invece sono salvo 🙂 .

    Ciao taglia!

    Reply
  • Anche l’ottimizzazione del codice lato server è importante, lavorando ormai solo su quella (il resto l’ho già fatto) ho portato i tempi di download medio a 110 ms, e voglio farli scendere ancora.

    Reply
  • Davvero un ottimo post ;), avevo già letto gli articoli segnalti di Ikaro, ma ora li riconsulto con calma.
    Su blographik avevo proavato ad installare wp super cache, ma nn so per quale motivo, mi ha dato dei grossi problemi in quanto la home page non si aggiornava più, anche se scrivevo nuovi articoli.

    Direi che se qualcuno ha delle guide (meglio in italiano) su come utilizzare la meglio questo plugin senza fare disastri, sarebbe ottimo.

    Ho buttato la palla per scrivere un ebook in merito.
    In questo caso, per chi lo creerà, metto a disposizione il mio blog per la sua diffusione su larga scala ;).

    Buon blogging a tutti

    Reply
  • Figurati, la prima cosa che disse il prof di Fisica1 è che se avesse letto accellerazione, ci avrebbe bocciato, capisci che è rimasto impresso -.-

    Reply
  • Ciao!
    mesi fa ho dedicato un po’ di tempo a migliorare le prestazioni di alcuni miei blog wordpress e ne ho tratto un report che ho pubblicato qui:
    http://www.wordpressmania.it/2009/01/20/come-ho-velocizzato-ottimizzato-wordpress/

    In linea di massima, per un utilizzo di un utente “standard” la mia esperienza è che 3 fattori che incidono come il “piombo” sono proprio i tempi di risposta del servizio di hosting, i tanti widget javascript appicicati ovunque e le immagini linkate da altri siti (tipo flickr).
    Se per il primo problema l’unica soluzione è pagare di più e passare a servizi migliori, per il 2 e 3 ognuno di nuoi può fare qualcosa no?
    Infine, WP Super Cache è un ottimo compromesso tra semplicità d’uso ed efficacia.

    Stefano

    Reply
  • Ottimo post. Non credo comunque che i widget in javascript contribuiscano alla cosìdetta ‘penalizzazione da mega menù’.
    In fondo si tratta di link non spiderizzati… o no? mr.Jinx che ne pensa?

    Sicuramente il il motore javascript del browser sforza…. ma anche solo con gli adsense e una manciata di widget tra i più comuni.

    Ultimamemente ho avuto forti problemi di ‘rallentamento’, in ogni caso.
    Ho fatto di tutto per ottimizzare le prestazioni… fino ad avere la conferma dal mio sysadmin che la causa era (ed è) nel motore sql delle loro macchine.

    Insomma…. l’hoster gioca un ruolo importante in questo discorso.

    Anche se, come nel mio caso, anche società serie e normalmente ottime possono avere guasti o normalissimi prolemi tecnici.

    🙂

    Reply
  • Ciao Taglia,
    complimenti per le dritte e per i link, davvero utili 🙂

    Reply
  • Ciao Davide, per velocizzare se non lo hai ancora provato ti consiglio anche il plugin wp widget cache 🙂

    Reply
  • Oltre a diminuire il numero dei Widget, consiglierei anche di limitare l’uso dei plugin e selezionare solo quelli strettamente necessari. Se ogni volta che si apre una pagina del blog, WordPress deve caricarsi una trentina di plugin che fanno centinaia di query, la velocità diminuisce sicuramente.

    Altro consiglio: limitare le query inutili nel template, sostituendo le variabili tipo get_option con il loro valore.

    Infine, accelerare il caricamento del proprio sito, compattando le pagine.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Come velocizzare il tuo blog su WordPress
Scroll to Top