Come raddoppiare i click e le conversioni di una newsletter

ctr conversioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Su questo blog ho parlato più volte del CTR di un banner. Abbiamo visto come il sesso femminile funzioni sempre, e come servano alcuni elementi e anche alcune paroline magiche per spingere l’utente al click.

Oggi aggiungo al tutto un piccolo case study (di cui mi ha fatto partecipe un amico), che mostra come l’aggiunta di 3 semplici elementi al banner di una newsletter abbia letteralmente fatto esplodere i click sull’annuncio, e soprattutto le conversioni della campagna pubblicitaria.

Il fatto

La campagna (di circa 7 settimane) era tesa a promuovere un concorso fotografico, tramite banner (su un sito perfettamente in target), annuncio su un forum di discussione e un paio di newsletter inviate ad un cospicuo database di utenti. La prima newsletter è stata schedulata all’inizio della campagna; la seconda a circa una settimana dalla fine.

La modifica

I click ricevuti sul banner incluso nella prima newsletter (nonchè gli iscritti al concorso che questa aveva generato) non sono stati completamente soddisfacenti, ed hanno convinto l’editore (di concerto con l’inserzionista) ad effettuare alcune piccole ma significative modifiche alla creatività da inviare nella seconda newsletter.
Sono stati aggiunti 3 piccoli elementi:

  1. “Fretta”: è stata inserita una scritta del tipo “ultimi giorni per partecipare al concorso”
  2. “Premio”: è stata inserita sullo sfondo del banner una grossa immagine del premio in palio (non presente nella prima newsletter)
  3. “Vinci”: è stata indicata chiaramente la possibilità di vincere il premio (cosa mal esplicitata nella prima newsletter)

Il risultato

Nonostante i destinatari della seconda email fossero gli stessi della prima (cosa che, solitamente, abbassa di molto il CTR), e nonostante la campagna fosse già attiva sul sito, tramite banner e annuncio sul forum, da circa 6 settimane (cosa che, solitamente, genera banner blindness), i risultati conseguiti dal secondo invio della newsletter sono stati notevoli:

  • click: +257% (rispetto alla prima newsletter)
  • conversioni (=iscritti al concorso): +211%

L’incremento relativo alle conversioni è ancora più significativo, visto che è stato ottenuto da una singola newsletter e in una sola settimana di tempo (più che raddoppiando i risultati della prima newsletter, sommati a quelli della campagna banner e dell’annuncio sul forum).

La lezione? molto semplice:

  • rendi espliciti e diretti i tuoi messaggi pubblicitari, evitando possibili fraintendimenti: l’utente medio dedica pochissimi istanti alla visualizzazione dei banner, e il messaggio che questi contengono deve essere quindi preciso e accattivante.
  • crea un pò di fretta, di ansia: frasi come “ultimi giorni per partecipare” o “sono ancora disponibili solo x posti” possono generare nell’utente un irrefrenabile impulso a cliccare per evitare di perdere una preziosa occasione.

Ovviamente, collegata al banner, deve esserci una ottima landing page per completare adeguatamente la conversione… ma questo è un altro discorso 🙂

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

3 Comments

  • Parafrasando Giulio:
    +211% significa che da 100% si è passati a 311%, quindi 3,11 volte di più.
    Se invece il risultato è il 211% del valore originale allora è +111%. Quel + è importante.

    Per esperienza, comunque, le conversioni verso la data di scadenza di un concorso sono sempre maggiori, indipendentemente dalle azioni svolte. Chi intende partecipare mantiene le vecchie newsletter non lette e prima della scadenza, se riesce, le completa.

    Sicuramente le azioni fatte sono importanti e fondamentali, ma non credo che si possa assegnar loro la responsabilità di tutto l’incremento.

    Reply
  • Ciao Davide, sempre interessanti i tuoi articoli.
    Una annotazione 200% + 4 volte non il doppio, meglio così ! 😉

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Come raddoppiare i click e le conversioni di una newsletter
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi