Come ottimizzare la scheda prodotto di un eCommerce

scheda prodotto ecommerce
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Posizionare un eCommerce è un’attività particolarmente difficile.
Uno dei problemi più tipici è che in alcuni ambiti (come quello dei prodotti informatici) le Product Detail Page degli articoli hanno contenuti pressoché identici, in quanto spesso sono estrapolate dalle stesse fonti (=il magazzino del grossista).

Io suggerisco, nei limiti del possibile, di personalizzare almeno un poco le descrizioni (utilizzando, ad esempio, sinonimi) e di arricchire la pagina con ulteriore contenuto (uno standard ormai consolidato è quello di inserire le recensioni dei clienti che hanno acquistato quell’oggetto, un elenco dei prodotti simili e pacchetti sconto con prodotti correlati); in questa immagine trovate invece 5 semplici consigli da tenere a mente durante la creazione della scheda prodotto:

5 suggerimenti per ottimizzare una scheda prodotto

  1. Titolo della pagina
    Deve includere il nome del prodotto/servizio, mettendo all’inizio i termini più rilevanti.
  2. Nome del prodotto
    Utilizza possibilmente il tag H1.
  3. Descrizione del prodotto
    Se ti è possibile, includi nella descrizione anche la categoria del prodotto/servizio.
  4. Immagine del prodotto
    Il nome del file dell’immagine deve essere il nome completo del prodotto. Assicurati che includa anche il tag ALT.
  5. Navigazione “a briciola di pane”
    Includi un menu di navigazione del tipo Bread Crumb, che mostra su ogni pagina il punto esatto in cui ci si trova.

Immagine tratta da: Search Illustrated: Five Tips For Optimizing An eCommerce Product Detail Page

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

7 Comments

  • io vorrei sapere una cosa, ho importato nel mio blog una serie di prodotti esterni con foto e link che rimandano al sito, se io copio la descrizione del prodotto in termini SEO vengo penalizzato da google ?

    Reply
    • Sempre meglio evitare che la scheda sia duplicata al 100%: cambia un po’ il testo, inserisci parti di contenuto prese dall’esterno (come ad esempio recensioni di utenti che hanno acquistato quel prodotto), ma non lasciare la descrizione copiata integralmente da altre fonti.

      Reply
  • Ciao, vorrei sapere se è considerato contenuto duplicato il riportare la stessa descrizione di un’azienda nell’iscrizione di più portali. Secondo voi è meglio “imbrogliare” Google cambiando ad esempio qualche parola nonostante il significato sia lo stesso?? Aspetto un vostro chiarimento

    Saluti

    Reply
  • Sulla scheda prodotto ci sarebbero un migliaio di TIP almeno da indicare. Bravo Taglia ad iniziare con alcuni, seppur tradotti da un altro autore.

    La scheda prodotto, però, non deve essere affrontata solo sotto il piano tecnico. L’arma vincente consiste nella conoscenza psicologica dell’utente. Le schede sono spesso sbagliate sotto questo aspetto e per inciso è proprio quest’aspetto quello più difficile.

    La stessa descrizione, non è giusto che sia lunga, non è giusto che sia corta, non è giusto che sia tecnica, non è giusto che sia emotiva. Dipende. Solo con uno studio dell’utenza, si può comprendere quale sia quella giusta. Il resto è solo presunzione.

    Sono responsabile web marketing di 6 siti di commercio elettronico e non ve ne sono due che seguano gli stessi criteri.

    Ogni volta che facciamo panel test, ogni volta che osserviamo un potenziale cliente navigare una nostra scheda o quella di altri e-commerce, individuiamo nuovi fenomeni e comprendiamo precedenti errori.

    Per fare un esempio. L’immagine in certi casi è distraente. Meglio toglierla del tutto. In altri casi, è distraente la descrizione. Meglio la sola immagine.

    A giugno abbiamo tenuto un corso sulle schede prodotto e devo dire che in aula ci siamo divertiti molto. Sono emerse importanti esperienze anche da parte degli allievi (erano gestori di importanti siti di marchio). Abbiamo insegnato, ma anche imparato.

    Se volessi aggiungere un TIP, direi – renditi conto che la tua scheda non piace e studia tutti i giorni i tuoi navigatori, osservandoli, non facendogli domande.

    Reply
  • Beh Luke, non tutti hanno il tempo/voglia/capacità di leggere le fonti originali in inglese… e allora, ogni tanto, prendo quelle che ritengo più interessanti, le traduco, e ci aggiungo qualcosa di mio: anche questo è un “servizio” per chi mi legge 🙂
    (e comunque mi impegno a scrivere qualche post più “brillante”, stanne certo… 😉 )

    Reply
  • Sai fare di meglio taglia… permettimi una critica, sono abbonato al tuo feed da più di un anno, però negli ultimi mesi, spesso e volentieri i contenuti che trovo sul tuo blog, non sono altro che traduzioni esatte di quello che posso leggere seguendo il blog di Matt Cutts e tanti altri che parlano di SEO, SEM, ecc ecc… peccato.

    Si fare di meglio e essere brillante di tuo 🙂

    Reply
  • Molto interessante, non avevo mai affrontato nulla sull’argomento 🙂

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Come ottimizzare la scheda prodotto di un eCommerce
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi