Come far indicizzare un sito nuovo da Google (fra miti e leggende)

Avete appena finito di creare le pagine web del vostro nuovo sito.
Avete preparato tutto offline, e ora vi accingete a scagliare la vostra nuova creatura nei meandri del web.
Aprite il client FTP, uppate i file, aprite quindi il browser, ed ammirate il nuovo nato.
Ora, però, desiderate che anche Google venga a vedere il frutto del vostro duro lavoro.
Come fare?

10 tecniche per farsi notare dal GoogleBot in meno di 24 ore

Queste le indicazioni, parecchie delle quali più mitologiche e leggendarie che realmente funzionanti, che potrebbero farvi entrare in Google in poche ore… in ogni caso, applicare tutti i punti del decalogo non dovrebbe causarvi alcun danno 🙂 :

  • Usare la funzione Aggiungi la tua URL di Google
    Si dice che ormai non serva praticamente a nulla, anche se Google insiste a mantenere una pagina con scritto “Ti invitiamo a segnalarci la tua URL”…
  • Inserire l’indirizzo in una mail di Gmail
    Alcuni asseriscono che Google ficchi il naso in tutti gli URL che transitano all’interno di Gmail… sarà vero?
  • Inserire l’indirizzo in Gtalk
    C’è chi giura di aver visto passare il GoogleBot sul suo sito appena dopo aver messaggiato l’URL in Gtalk… sarà un caso?
  • Inserire l’indirizzo in Twitter
    “Google indexes the hell out of Twitter – new posts appear almost instantaneously in Google’s indexes” (riporta un articoletto intitolato How to get indexed quickly by Google using Twitter)… da provare!
  • Cercare l’URL del sito in Google
    Qualcuno sostiene che inserendo l’URL completo del nuovo sito (es.: http://www.nuovosito.it) nella ricerca di Google, produca l’automatica indicizzazione dello stesso… sarà vero?
  • Visitare il sito con la Google Toolbar attiva
    Su questa affermazione c’è pure una smentita ufficiale, ma è una credenza molto dura a morire…
  • Inserire sul sito i banner di AdSense
    AdSense ha il suo crawler (Mediapartners-Google/2.1), che legge il contenuto della pagina per determinare gli annunci pubblicitari da esporre. Qualcuno però è convinto che Mediapartners-Google/2.1 “parli” spesso col suo amico GoogleBot…
  • Fare una campagna AdWords che punta al nuovo sito
    Acquistare una campagna AdWords significa creare link (e di conseguenza visite) verso il sito contenuto negli annunci. E link e traffico sono sicuramente osservati da Google…
  • Inserire la sitemap del sito in Google Webmaster Tools
    Creare e inserire la sitemap.xml del proprio sito all’interno degli Strumenti per i Webmaster di Google, consente al motore di conoscere l’elenco completo degli URL del sito, la frequenza con cui cambiano le pagine, la data in cui ciascuna pagina è stata modificata e anche l’importanza relativa alle singole pagine del sito. E’ quindi francamente impensabile che l’uso della sitemap non sia collegato in qualche modo all’indicizzazione del sito stesso.

Qualcuno di voi dirà “ehi, i suggerimenti non sono 10, sono solo 9”… infatti manca quello più importante.
Se volete esser certi di finire indicizzati senza troppa fatica, la parola magica è link:

  • da siti/blog di buona qualità
  • dai profili dei vari social network ai quali siete iscritti
  • dalle firme dei forum nei quali postate abitualmente

State solo attenti a non cercare link in siti troppo spammosi o completamente fuori tema… per il resto fatevi linkare senza ritegno!
Lo suggerisce (più o meno…) anche Google… 😉

Post ispirato parzialmente da 7 Steps to Get Your New Site Indexed in 24 hours e Google Indexing Sites in 1 Day Again.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

38 Comments

  • > Alcuni asseriscono che Google ficchi il naso
    > in tutti gli URL che transitano
    > all’interno di Gmail… sarà vero?
    Affermazione plausibile, ma non ho le prove…

    Al contrario, ho le prove che Google sbirci con tecniche quasi umane all’interno di Gmail..
    Ho inviato una mail ad un amico in cui chiedevo se conoscesse qualcuno adatto per un lavoro; andando in “posta inviata” ed aprendo la mail (neanche dopo 10 sec. dall’invio) ho notato che la pubblicità era tutta relativa ad offerte di lavoro… La cosa strana è che nella mail non c’erano frasi tipo “offerta lavoro”, “cerco lavoro” etc. la parola “lavoro” compariva un paio di volte… Il testo della mail era molto più compatibile con sviluppo siti web, programmazione etc.

    Tornando al post, credo che a parte il primo punto gli altri sono tutti abbastanza attendibili (la segnalazione diretta non la uso da una vita)…

  • Ottimo post … soprattutto il finale …

    Un consiglio per tutti, continuate a leggervi i consigli di Google, lo ritengo il miglior maestro di SEO in assoluto!

    Buon lavoro a tutti!

    Daniel – GenitronSviluppo.com

  • sarà stato un caso, ma con me ha funzionato il “Cercare l’URL del sito in Google”…

    ora sono passati diversi anni, e non ricordo se avevo in quel periodo già iniziato ad inserire in giro un po di link del sito in questione…

  • Io ho da poco aperto un blog a mia madre e in uno o due giorni google già lo indicizzava.
    Effettivamente ho usato (più o meno volontariamente) molti dei suggerimenti che indichi.
    Credo comunque che il fatto di aver usato WordPress aiuti molto anche un non esperto come me 😉

  • io continuo a essere convinto di una mia teoria. Se il sito ha RSS, autoiscriversi allo stesso su Google Reader. In quel modo G è COSTRETTO (per servirlo a voi stessi tramite Google Reader) ad indicizzare almeno gli item dell’rss. da lì al resto il passo è breve 🙂

    Ah, anche Analytics ha la sua parte nel mito dell’indicizzazione 😉

  • .. aggiungo alla lista “mistico religioso” le seguenti:

    * inserire il link all’interno di una googlepages (big G asserisce di indicizzarle quasi istantaneamente)
    * Inserire il link in Jaiku (attualmente vengono indicizzati in meno di 20 minuti)

    Ave ;-)!

  • forse è un tantino OT ma ci sarebbe anche un bel discorso da fare sui cookie di google che a detta di molti sarebbero un tantino invasivi per ricerche a scopi di marketing… 🙂

  • Tra le tecniche per farsi indicizzare da google ed aumentare il page rank fondamentale è farsi linkare da siti che hanno un PR pari o superiore al nostro e comunque con contenuti attinenti.
    Al tempo stesso google fa una campagna contro i link a pagamento.
    I link reciproci, anche con lo stesso PR non hanno moltissimo effetto in quanto nel calcolo entrano in gioco i link in entrata ed in uscita.
    Ultimamente poi google ha rivisitato tutti i PageRank, evidentemente ha cambiato algoritmo di calcolo e molti siti si sono visti diminuire a dismisura il PR.
    Il mio ad esempio è passato da 4 a 3. Forse ci si sta fasciando troppo la testa per cercare di incrementare il PR e dare troppa importanta all’argomento.

  • Ciao Filippo!
    quello che dici… sopratutto l’ultima frase…

    l’unica cosa che mi spiace è che sono ancora in molti che basano le loro speranze su questo elemento, lasciando i veri fattori importanti che portano il tanto amato successo reale solo di lato…

  • Perchè google non dovrebbe usare la toolbar per capire quali siti sono visitati e quali no?in fondo quello che la gente naviga è quello che interessa alle persone e non il sito + linkato!

  • Se non sbaglio, in fase di installazione della GoogleToolbar, viene richiesto se inviare o meno a google info sui siti visitati.

  • io ho appena creato un sito: http://www.ecomilano.it
    è in rete ma google non ne vuole sapere di indicizzarmelo!. Sto provando di tutto ma non riesco. Se sapete qualcosa da fare ve ne sarei molto grato

    ps. Ho aggiunto anche le meta-Keywords oltre a fare tutto quello detto prima ma niente da fare

  • ancora aspetto che il mio sito viene indicizato spero a breve

  • Anche le pagine di Google Profiles adesso hanno la loro importanza..

    G spinge su queste pagine come alternativa ai social network e c’è da aspettarsi che dia molta fiducia a chi pubblica dei contenuti

  • Ho lanciato da poco un blog e inizialmente indicizzava ogni pagina nuova con una velocità stupefacente.. stentavo quasi a crederci.. ora non capisco perchè abbia praticamente smesso di indicizzarmi.. proverò a seguire qualcuna di queste linee guida.. speriamo bene!?

  • Ho seguito i vostri consigli per indicizzare il mio sito, speriamo in qualche risultato……………………

  • Normalmente ottengo indicizzazioni in pochissimo tempo. Questa volta mi ci sta volendo più di 3 giorni…
    Vediamo un pò se i vostri consigli aiuteranno…!
    Grazie!

  • Ho da poco creato un sito: è online ma google non vuole sapere di indicizzarlo.
    Potete aiutarmi ad indicizzarlo?
    Grazie

  • salve,

    ho un sito on-line da circa 2 mesi ma google non me lo indicizza. Ho seguito tutti i vostri consigli ed in piu’ ho molti link in entrata ed non uso frameset.
    il sito è quello in firma e credo che ci sia qualcosa a livello codice che non va.
    avrei due question:
    mi consigliate un programma che mi controlli gli errori a livello codice e magari mi dica come corregerli
    è importante inserire il file robots.txt nella root del sito?
    grazie ed a presto

  • sto cercando di indicizzare il mio sito in firma ma non ci riescoooooooooo!

  • @Eleonora

    Con quali parole chiavi stai cercando di indicizzare quel blog?
    Vedo che è uno studio legale che si occupa di ricorsi alle sanzioni amministrative…

  • vorrei condividere con voi una cosa che mi è capitata oggi:
    per cira 4 ore mi è scomparsa la home page e sono finito dalla 4° posizione con chiave” vendere usato” alla 18° posizione. qualcuno sa spiegarmi il perche? sia perche mi è scomparsa la home sia se è normale che questo mi abbia fatto perdere 14 popsizoni? ringrazio e saluto

  • Ciao,
    mi unisco anch’io ai commenti. Nel sito in firma succede una cosa insolita: è stato indicizzato rapidamente, ma adesso le nuove pagine vengono indicizzate con meno frequenza, nonostante non vi sia stato un calo nella pubblicazione di articoli (a parte la pausa estiva).
    In alcuni casi le pagine risultano nel database di google se si cerca il titolo ma non se si cerca l’url.
    Preciso che, dalle mie verifiche, non sono in atto penalizzazioni.

  • Grande post taglia. Ma porca miseria…Noi abbiamo un sito che è un sacco di tempo che è uscito e non è ancora stato visitato. Che sia finito in “sand box”?
    Eppure non c’è stata nessuna sovraottimizzazione anzi…mi sa che è meglio cercarsi qualche forum a tema va…:)

  • Anch’io non riesco a vedere il mio sito in google a distanza di qualche giorno. Spero di non dover attendere mesi. L’url è in firma.

  • ho creato il blog dell’Associazione e vorei indicizzarlo sui motori di ricerca di google ed ho seguito i vari consigli. Cosa fare di piu?

  • Il tuo blog mi è uscito come primo risultato cercando “come indicizzare un sito” quindi probabilmente stai facendo un buon lavoro anche tu 🙂

  • Ciao a tutti,

    mi unisco anch’io ai commenti. Nel sito in firma mi è successo che sia stato indicizzato molto velocemente ma adesso, ogni pagina che aggiungo ha molte difficoltà ad entrare nelle SERP di Google..secondo voi come mai?

    Mi succede come Vivo Gratis..

  • Ho seguito i consigli anch’io… sono passati 3 giorni, il mio sito è stato indicizzato da Google, ma non compare ancora nei risultati, anche con ricerche specifiche. Attendo e incrocio le dita 😉

  • Ciao a tutti, ho fatto questo sito per una mia amica, ma non sono affatto esperta. Ho indicizzato il sito, su google c’è ma di posizionamento ricercando parole chiave nemmeno l’ombra. Chi mi sa aiutare?

  • Ciao a tutti, una domanda da inesperta, secondo voi per indicizzare il mio sito è sufficiente che provi a mettere il link nei vari blog o è meglio pagare agenzie specializzate?
    Grz

  • Grazie proverò a cercare link allora, il mio sito non è ancora indicizzato ho fatto anche la richiesta a google ma il profilo twitter no, ho provato anche a leggere la pagina dove c’è il link che doveva spiegare il metodo da usare con twitter ma mi sembra che porti ad un altro sito di vendita di siti internet, nessuna informazione su twitter.

    Grazie comunque per l’articolo proverò a metterlo in pratica.

  • Oggi Google indicizza i nuovi siti da solo senza nemmeno più bisogno di inviare sitemap o link appena creati. I Google Bot sono avidi di nuovi contenuti e non intendono farsene scappare nemmeno 1 🙂 Oggi il problema è l’inverso…..limitare l’accesso di Google ad alcune pagine specifiche!

  • a me si indicizza ma non aggiorna???Cosa bisogna fare affinché le modifiche sul sito vengano visualizzate su google in maniera rapida?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy