Come devono essere i contenuti mobile?

Per mesi (anzi per anni) mi sono chiesto se e come i contenuti mobili, ovvero quelli che si fruiscono dentro gli smartphone, debbano essere diversi da quelli prodotti per schermi più grandi.

Nel tempo mi sono fatto varie idee sul tema, ma mi mancavano le conferme alle mie molte elucubrazioni. Queste conferme sono arrivate venerdì, durante lo IAB Seminar sul Mobile Marketing & Advertising:

13 Regole per i Mobile Content


A parte le 13 regole qui sopra, nell’ottimo intervento di Simona Zanette, Country Manager e Amministratore Delegato di alfemminile.com, sono emersi tanti altri tips and tricks che dovrebbero adottare tutti gli editori che vogliono portare i loro contenuti dal website all’m-site.

In particolare:

1. Contenuti. I contenuti per l’utenza mobile devono essere diversi, in toto o in parte, rispetto a quelli proposti sul web. Ciò significa che la redazione deve selezionare accuratamente quali contenuti trasferire all’m-site, scegliendoli fra quelli più significativi. Oppure produrne di nuovi.

2. Ricerca. All’interno di un m-site si effettuano molte più ricerche rispetto ad un tradizionale sito web. Pertanto è sempre utile inserire un box di ricerca all’interno di ogni pagina del sito mobile, possibilmente in coda.

3. Struttura. Il layout di un m-site deve avere una struttura molto più semplice di quello di un sito web pensato per grandi schermi. Menu di navigazione, icone, disposizione dei contenuti non possono essere speculari a quelli dei vecchi website. In generale, la struttura deve essere snella, veloce, accessibile: pensata per un dito e non per un mouse.

4. Applicazioni. Un’ottima strategia è quella di creare delle applicazioni verticali, che non ricalchino tutti i contenuti del sito ma solo i topic principali di discussione. Nel caso di alfemminile.com, per esempio, sono state create 2 app verticali, su gravidanza e cucina. La prima, in poco più di un anno, ha già totalizzato ben 32.000 download e 3,7 milioni di pageview.

Qui puoi scaricare la presentazione completa.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

3 Comments

  • Sono felice di constatare che in questo periodo di corsa alle apps, si cominci anche a guardare concretamente alle modalità di stesura di contenuti per gli m-site e alle relative best practices!

  • pensavo che trasformare il sito “ufficiale” nella versione mobile bastasse…

    invece si parla di url diverse, contenuti diversi: pesante il discorso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy