Come avere successo su Internet

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Jeff Walker è noto negli ambienti del web marketing (soprattutto anglofoni) per Product Launch Formula, un serie di tecniche e strategie da lui sviluppate per lanciare un prodotto online e ottenerne il massimo profitto.

Walker è stato di recente definito da Forbes “$400 Million Dollar Man”: 400 milioni di dollari pare infatti sia la cifra che han generato i suoi business su Internet, da quando ha iniziato nell’Agosto del 1996.

Il primo “Internet business” di Jeff risale infatti a 16 anni fa – ehi, io iniziai oltre un anno prima di lui! 😀 – come 16 sono le regole che Walker ci consiglia di osservare se puntiamo ad avere successo su Internet. Eccole tradotte (liberamente da me) in italiano:

Crea sempre una tua lista e una relazione con gli iscritti alla tua lista

Raccogliere indirizzi email e creare una mailing list è fondamentale, e ancor oggi in molti non l’hanno capito.

La lista è in molti casi l’unico patrimonio che una azienda che opera online può considerare proprio al 100%. E non va dimenticato il rapporto da instaurare con gli iscritti, che è probabilmente più importante della dimensione della lista stessa. [Guardacaso, anche io ho attivato una mia newsletter qualche mese fa 😉 ].

Vendi solo ciò che vuole il mercato

Ho imparato questa lezione nei primi mesi della mia prima attività, osservando le pagine del mio sito che ricevevano più traffico. Ho capito che c’è un modo semplice per raggiungere le persone interessate ad un determinato argomento, e ho anche capito che ci sono argomenti dei quali mai mi sarei immaginato ci fosse interesse. Ho imparato a leggere i dati, anziché seguire i miei istinti.

La lezione è che bisogna vendere ciò che il mercato vuole, e non ciò che vuoi vendere tu… o pensi che voglia il mercato. Puoi ottenere un sacco di feedback e dati statistici dalle tue attività online, e non c’è ragione per non utilizzarli.

Sii lungimirante – Vinci grazie alla strategia

Un sacco di persone rovinano il loro posizionamento, brand e reputazione correndo dietro alle ultime mode/tattiche o ai soldi. Se cerchi di sviluppare la lungimiranza (e in questo campo, per lungimiranza può voler dire 3 mesi di vantaggio sugli altri…) allora rimarrai fuori da questo rischio.

La chiave è quella di offrire sempre qualità ed essere coerente. Correre troppo dietro al fatturato può avere brutti effetti collaterali: regalare il tuo prodotto di punta del mese scorso come bonus per stimolare le vendite di questo mese, avrà un impatto terribilmente negativo sul lungo periodo.

Non dipendere da una sola fonte di traffico

Se dipendi esclusivamente dal posizionamento nei motori di ricerca, non hai un business: hai solo vinto una lotteria temporanea… e la cosa potrebbe non durare. Lo stesso dicasi per tutte le fonti di traffico… nessuna è permanente.

Diversifica le fonti di traffico: se ti appoggi principalmente a una sola di queste, rischi di avere i giorni contati.

Vendi i tuoi prodotti/servizi (e i prodotti/servizi di altri)

Se vuoi avere un controllo totale sul tuo business, devi vendere i tuoi prodotti. Se non li hai, creali.

Nel frattempo, puoi vendere prodotti di terzi – sia come affiliato, sia vendendo spazi pubblicitari sul tuo sito. Ciò può essere utile per diversificare le tue revenue, e anche perché non sarai in grado di creare tutti i prodotti che il tuo pubblico desidera acquistare.

Scopo della vendita è generare fan

Quando hai fatto la prima vendita, il lavoro è appena iniziato. Oltre a dare un prodotto eccellente, devi fornire all’utente una grande “esperienza”. L’acquirente deve diventare un tuo fan, che di conseguenza acquisterà anche tutti gli altri tuoi prodotti, e che diventerà un tuo evangelist presso i suoi amici e conoscenti.

È tutta una questione di relazioni

Io non uso mai il termine “competitor”. Penso sempre in termini di “partner” o “futuri partner”.

Cerca di fare lo stesso… il tuo patrimonio equivale alla tua rete di contatti.

Parti dal guadagnare un dollaro

Per qualsiasi prodotto, voglio cavarci almeno un dollaro. Sento spesso parlare di progetti grandiosi che non sono mai decollati… spesso perché son troppo grossi, o perché non hanno un reale modello di business.

Il pericolo di ogni nuova attività cresce esponenzialmente di giorno in giorno se non ci sono entrate. Sforzati sempre di capire come iniziare a guadagnare qualcosa nel più breve tempo possibile.

Il rapporto costo/opportunità è la cosa più importante

Ci sono sempre più opportunità di quanto sia il tempo per attuarle.

Si può fare ben poco: ogni volta che decidi di dedicarti ad un progetto, devi togliere tempo ad un altro. Scegli dunque con saggezza.

Esci di casa e vai agli eventi

Il mio business è cambiato radicalmente da quando ho cominciato ad andare ad eventi, nei quali si incontrano persone dal vivo, si creano connessioni reali e si chiudono affari.

La stragrande maggioranza dei miei partner nasce proprio da questi incontri.

La potenza del Mastermind è enorme

Non sarei dove sono non avessi partecipato a vari mastermind group nel corso degli ultimi 13 anni. [Un “mastermind group” è un gruppo di persone dove una di queste presenta un’idea o un problema di business, e tutto il resto del gruppo fa brainstoming sull’idea presentata].

È molto più facile vendere con un “tocco umano”

La “Corporate Voice” è morta. Scrivere in modo impostato, dicendo “noi” nelle email (anche quando si è soli), non funziona.

Da quando ho iniziato a scrivere email come se le scrivessi al mio migliore amico, le cose sono cambiate. Le persone vogliono connettersi alle persone, non alle aziende.

Vivi al di sotto delle tue possibilità

Quando i soldi iniziano a girare, è facile cambiare il proprio stile di vita… non farlo.

Ricorda la regola n.3, quella sulla lungimiranza: è molto più facile fare le cose giuste e prendere le giuste decisioni quando non corri troppo dietro al fatturato.

Fai piccoli passi

Se il tuo primo sito, la tua prima email o la tua prima lettera di vendita non sono andate bene, non importa.

L’importante è avere un piano d’azione solido, e continuare ad andare avanti. Ci arriverai… devi solo partire: sii gentile con te stesso, perdonati gli errori, non aspettare di essere perfetto – pensa solo ad andare avanti, a mettere un piede davanti all’altro.

È tutta questione di creare valore

Nel breve periodo, puoi anche utilizzare trucchi e tattiche per cercare di ottenere un certo livello di successo.

Ma se lo stai facendo senza fornire un valore reale, stai solo facendo girare la ruota del karma… e sul lungo periodo non funziona.

Il percorso verso il successo è quello di creare un enorme valore per i tuoi clienti… e i tuoi clienti sono gli unici che possono misurare il tuo valore.

Investi su di te

Ho speso un sacco di tempo, energie e soldi per aumentare le mie competenze e conoscenze.

Lo sto facendo dall’inizio, e non ho intenzione di smettere… nessuno può togliermi ciò che ho imparato.

Ho avuto la fortuna di avere successo, ma ho anche avuto dei momenti di pausa. Ho visto entrate notevoli sparire da un giorno all’altro, ma la cosa non mi ha mai fermato.

Non mi sono preoccupato perché sapevo di avere la capacità di riportare le cose in positivo: se hai lavorato duramente per sviluppare le tue competenze, hai il pieno controllo del tuo destino.

2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Autore
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
2dc13395536c431966c0b7bc5282437b
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
Latest Posts
  • Strumenti in google search console per webmaster
  • intervista alessia martalò
  • web stories
  • seo checklist

15 Comments

  • In riferimento al punto 13…. ma quando è che i soldi cominciano a girare ? Con la crisi, la concorrenza e la fatica che si fa ogni giorno anche solo per ottenere un contatto nuovo, vedo il giorno in cui i soldi cominceranno a girare cosi tanto, tanto lontano…

    Reply
  • L’elenco presentato in questo articolo è utili per tutti quelli come noi fanno di Internet il proprio lavoro. Aggiungerei un paio di cose: metodo e pazienza.

    Il metodo server perché se non si ha un bel piano di marketing da applicare nel medio e nel lungo periodo si fallisce di sicuro. Pazienza perché soprattutto all’inizio i risultati non sono così facile da ottenere.

    Queste due cose vengono in qualche modo citate nell’articolo, ma mi piaceva sottolinearle con forza.

    Reply
  • Davide hai iniziato un anno prima di lui ma ti sei deciso solo nel 2012 a aprire la newsletter 😀

    Tu sei troppo sano di mente, ma su internet bisogna essere pazzi furiosi 😀 😀

    Cmq scherzi a parte articolo interessantissimo da rileggere varie volte!

    Grazie come sempre

    Reply
    • @Adriano: è che io son troppo onesto per vivere di business online… ma come dico sempre, “morirò povero, ma felice” 😉

      Reply
  • Bellissimo articolo!
    Investire su se stessi è la migliore cosa che si possa fare, perchè troverai in te tutto quello che ti serve per affrontare la vita di tutti i giorni.
    E’ anche molto importante il discorso del Karma perchè se non dai valore le persone che ti seguono non avranno ragione di restare nella tua lista

    Reply
  • Complimenti, stupendo articolo!

    “La chiave è quella di offrire sempre qualità ed essere coerente”, da scolpire sulla pietra viva!

    Reply
  • Ma sinceramente niente di nuovo, lo strumento più potente è l’azione.
    Pianificazzione si ma elastiche e pronte ad essere cambiate.
    Quello che a gente vuole non lo sa neanche lei fino a che non glielo fai vedere , irei di apettare ad abbandonare l’istinto.
    Tante regole generiche che non aiutano se non è la prima volta che lggi una pagina su internet. Non credo abba fatto 400 milioni di dollari con queste regole. Credo che come li ha fatti non lo dirà mai a nessuno. Poi sono stufo di sentire dire che la competizione non esiste ma che c’è la cooperazione. Uno se ne frega dell’altro. Non ho niente da imparare di quello che viene insegnato su internet. E l’internet marketing non è fatto di persone che vogliono collaborare. Le persone spenono più per i loro desideri che per i loro bisogni altri menti nessuno si comorerebbe un orologio sopra i 10 euro, e magari neanche quello visto che l’ora c’è anche sui cellulari.

    Reply
  • Faccio sempre abbastanza fatica a capire l’espressione “fare ciò che chiede il mercato”. Il mercato è il risultato della personalità di tutti quanti gli individui, non è un’entità esterna che fa domande, è un punto immaginario che costituisce un incontro tra domanda e offerta, per questo e mille altri motivi non vedo il senso di affermare qualcosa del tipo “vendere ciò che chiede il mercato”. Bisogna ovviamente essere consci che seguire il proprio istinto e le proprie inclinazioni (anche culturali) potrebbe portare a dover fare grandi sacrifici economici, ma per chi ha una personalità che non dipende dai report di Gartner mi sembra un sacrificio fattibile.

    Reply
  • Bel post, ho un paio di domande per Davide :
    1. E’ possibile che una newsletter contenente messaggi pubblicitari possa essere vista come qualcosa di particolarmente invadente anche da chi si è iscritto volontariamente?
    2. Vendi solo ciò che vuole il mercato? E i prodotti di nicchia che fine fanno? Non c’è speranza per chi vuole lanciare qualcosa di nuovo che il mercato non ha mai visto?
    Saluti!

    Reply
    • @Valentino: 1. Certo che sì, e infatti in ogni buona newsletter bisogna dare principalmente valore e contenuto di altissima qualità, e non messaggi pubblicitari.

      2. Il tuo mercato può essere anche quello delle tua piccolissima nicchia. Ovviamente c’è sempre la possibilità di lanciare un prodotto mai visto e mai “pensato prima” dal proprio mercato (Steve Jobs diceva “nella maggioranza dei casi, le persone non sanno quello che vogliono fino a che non lo si mostra loro”), ma si tratta di casi più unici che rari. Come dico spessissimo, la fortuna (si fa per dire…) di vivere in Italia è quella che basta “copiare e adattare” quello che vediamo succedere oltreoceano, visto che siamo indietro di qualche mese/anno rispetto ad altre realtà 😉

      Reply
  • Articolo interessante in stile “vecchio blog taglia”. Mi manca il vecchio blog del taglia più o meno giornaliero!

    Reply
  • Le liste di buoni propositi e modi d’agire sono sempre esistite.
    Nei nostri tempi del web, ormai se ne fa un vero e proprio abuso tanto che tutti questi buoni spunti non sono altro che cose già dette, risapute e tritate.

    Potrei scrivere 20 punti uguali, belli e impacchettati, alla luce della mia esperienza sul web.

    In sostanza il vero valore di queste liste non risiede nei fantomatici segreti o passi da seguire, ma nell’esperienza di vita impressa.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Wordlift
Prova Seozoom
Come avere successo su Internet
Scroll to Top

Vuoi capire perchè il tuo sito non traffica?

REPORT SEO a soli 47€

anzichè 197€+iva
Giorni
Ore
Minuti
Secondi