Come Avere Successo (e Fare Soldi) su Internet

Successo & Soldi

Successo & Soldi

Questo post è una risposta pubblica a tutti quelli (tantissimi) che mi chiedono come fare ad avere successo sul web (o più spesso come riuscire a guadagnare online), lasciando intendere che da me si aspettano una risposta in “stile Re Mida” (che tocca il loro sito/blog da 4 soldi e magicamente lo trasforma in oro), o se preferisci in “stile Genio della Lampada” (che esaudisce all’istante 3 desideri impossibili).

Ebbene, non funziona così. Un sacco di gente scrive continuamente su Google cose come:

  • fare soldi online
  • fare soldi su Internet
  • guadagnare soldi online
  • guadagnare soldi su Internet

pensando di trovare ricette rapide e gratuite. E invece è affatto semplice.

Io ho una mia idea ben consolidata su questo tema, e se avrai la pazienza di leggere tutto questo lungo post, te la svelerò passo-passo, in 3 soli punti.

1. Passione, Pazienza, Perseveranza, Pratica

Qualcuno dice che queste siano “le 4 P del Successo”.

Le prime 2 sono talmente collegate che, in lingua inglese, si pronunciano quasi allo stesso modo: Passion e Patience. Se non hai problemi a comprendere tale lingua, in questo video



Gary Vaynerchuk spiega molto bene i 2 termini, nonché il suo concetto di hustle e di pazienza. E’ un video che ogni tanto riguardo, perché dà molta carica.

Sono stufo di leggere email di persone che mi scrivono chiedendo ricette rapide e miracolose.

Più passa il tempo, e più Internet si riempie di prodotti, servizi e persone che cercano di vendere qualcosa a qualcun altro. Se vuoi emergere in questa folla, devi differenziarti, applicarti, mollare i tuoi inutili interessi ed hobby e dedicarti per almeno un anno, tutti i santi giorni, ad un obiettivo. E’ la terza P, quella della Perseveranza.

Non ti dico di lasciare il tuo lavoro attuale, ci mancherebbe! Ma quando termini la tua giornata lavorativa, anziché andare al bar o metterti davanti alla TV, dovrebbe partire il tuo “secondo turno” (come lo chiamo io).

Se non avessi fatto così, sarei rimasto a fare l’impiegato anonimo di una multinazionale in quel di Milano. Invece anni fa ho passato tutte le mie notti, per mesi e mesi, a studiare e capire come cavare dei soldi dalla Rete, e nel 1995, con tutti i miei pochi risparmi e tutto l’entusiasmo possibile, ho aperto uno dei primi nodi Internet in Italia:



in poche parole, ho messo in Pratica (la quarta P) tutto il know-how acquisito con tanto tempo e tanta fatica. Non sono diventato ricco e famoso, per carità, ma posso affermare che oggi, dopo più di 19 anni e nonostante la crisi economica, faccio ancora qualcosa che mi piace molto – il consulente in ambito web marketing – e che mi permette di vivere dignitosamente.

2. NON Essere Invidioso, Mai

“L’invidia è una confessione d’inferiorità”, diceva Honoré de Balzac.

Se sei fra le tante persone che “rosicano”, che non vedono l’ora di vomitare odio verso chi ha successo online, smetti subito.

Fare continui sforzi per cercare di capire se tizio o caio ha avuto successo, soldi o grande visibilità mediatica grazie alla spinta di parenti o conoscenti, grazie al fatto che è ricco di famiglia, o grazie ad un semplice colpo di fortuna, è tempo perso. Tempo perso a consumarsi d’invidia. Tempo perso a non agire, a non fare.

Conosco tante persone che si sono fatte da sole. Che non hanno nessuno alle spalle. Che oggi hanno un buon successo, o perlomeno un buon lavoro e una buon personal brand. E che appena aprono bocca su Internet ricevono insulti di ogni tipo. Più salgono la scala della visibilità, più vengono odiati. Tutto ciò non ha assolutamente senso.

Distogli le tue energie da queste pratiche. Siamo noi gli artefici della nostra fortuna, che dobbiamo costruire giorno dopo giorno. “Non aspettare che il vento gonfi la vela della tua fortuna. Soffiaci dentro te”, diceva Ugo Ojetti.

3. Studia e Prendi Spunto

Pertanto, quando vedi qualcuno che ha sta avendo successo online, in un settore affine a quello di cui sei appassionato, inizia a studiarlo. Non ho detto invidiarlo o odiarlo, ho detto studiarlo.

Se produce dei video, guardali. Se fa dei podcast, ascoltali.

Se ha un sito web, un blog, un forum, dal quale ricava dei soldi, sezionalo chirurgicamente. Leggi tutto quello che scrive, osserva come “si muove” sui social.

Guarda cosa fa, NON con l’idea di criticarlo, ma con quella di comprendere quali sono le leve che gli hanno permesso di arrivare dov’è arrivato, e quali cose invece potresti fare meglio di lui.

Una cosa che dico spessissimo, è che qui in Italia una delle poche fortune che ci è rimasta è quella che quanto accade nel mondo anglofono (principalmente negli USA), arriva da noi con qualche mese/anno di ritardo.

Siti web editoriali dal taglio o dal tema particolare, applicazioni, giochi, software, prodotti e gadget tecnologici, nascono solitamente negli Stati Uniti, o comunque hanno la prima scintilla di successo in quel Paese.

Ma attenzione: NON copiare in modo troppo preciso cosa fanno e cosa funziona negli USA. Nonostante il loro modello economico sia di stampo occidentale, e quindi piuttosto simile al nostro, ci sono parecchie cose che non possono essere fotocopiate e riproposte pari pari in Italia.

Ad esempio, in ambito web marketing fra America e Italia ci sono alcune grosse differenze; fra queste:

  • la dimensione (del mercato) e quindi la velocità (di applicazione/test)
  • l’apertura e la predisposizione alla collaborazione e al co-marketing
  • la cultura della predisposizione al rischio

Enrico Madrigrano approfondisce benissimo l’argomento in questo video:



Per Concludere

Nessuno ti piazzerà in mano la bacchetta magica del successo, o quella che produce una montagna di soldi.

La probabilità di fare 6 al SuperEnalotto è di 1 su 622.614.630, che è la stessa di arricchirti se ti affidi totalmente alla sorte.

Pertanto, se preferisci credere a certi guru delle “rendite automatiche”, o a certi venditori di “olio di serpente” (snake oil salesman, come dicono gli americani), forse è meglio mettersi a giocare d’azzardo. Hai probabilmente più probabilità di guadagnare.

Se invece vuoi provare a costruire la tua fortuna e il suo successo mattone dopo mattone, con fatica e sudore, sacrificando tempo libero e hobby, la strada è quella indicata qui sopra.

A te la scelta.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

17 Comments

  • Complimenti bell’articolo, me lo salvo e lo condivido quando mi capitano richieste simili anche a me…

  • Sante parole e concetti che dovrebbero essere replicati anche alle aziende che vogliono guadagnare con il web. Le richieste di base sono le stesse

  • “L’invidia è una confessione d’inferiorità”. Bellissima citazione. aggiungerei, alle 4 P, una cosa meno tecnica: cerca di divertirti a fare quello che fai. Quando leggo un blog, o un sito, mi accorgo se chi sta scrivendo lo fa perchè deve farlo, o perchè si diverte a farlo.
    Buona giornata a tutti.
    Giovanni

  • Gran bell’articolo.

    Sono un tuo lettore da qualche anno (amavo un sacco quando scrivevi tutti i giorni e tutte le mattine mi leggevo ben volentieri il tuo post) e non posso che farti i complimenti per aver costruito qualcosa che “regala qualcosa” e di aver generato un’attività che dura da 19 anni.

    Davvero tanti complimenti, e buon proseguimento di blogging!

  • Da stampare e incorniciare con la pelle del culo di tutti quelli che pensano che internet sia un “bottone magico”.

  • Concordo con l’amico Benedetto: Da stampare e incorniciare. Non esistono formule magiche senza impegno, lavoro, e pratica.
    Sui tempi sono più elastico, credo dipenda molto anche dalla personalità e da cosa offri.
    Personalmente ci ho messo 6 mesi per vedere delle entrate (inaspettate) dalla rete, ma forse perché non vendo niente, ma proprio niente e mi sono scelto il target giusto.
    Sei mesi con un blog su wp non ottimizzato e con tw e usando il più delle volte solo lo smartphone nei ritagli di tempo. Però sei mesi preceduti da qualche mese su tw a cercare di capire come funzionasse la rete.

  • Ottima sintesi. Posso anche dire che il modello è applicabile anche (e soprattutto) a chi vuole cambiare lavoro, a chi si vuole evolvere e fare qualcosa di suo. Oggi oltre a dare un servizio come quello della consulenza, potete anche pensare di realizzare un manufatto, saltando tutte le problematiche della produzione di massa e usando tecnologie e strumenti per la desktop fabrication. Ne conosco tanti che oggi si divertono a fare il lavoro dei loro sogni. Fatelo. Fatelo ora.

  • Sacrosanta verità! Un bel +1 virtuale sul commento di Benedetto Motisi 😉

  • Ciao Davide, ottimo articolo come sempre!
    Per me l’imperativo categorico è studiare, studiare, studiare e lo applico sia per quanto riguarda il web che nella vita quotidiana e sappi che sto studiando anche te 😉

  • Ok torniamo seri: dammi la bacchetta magica per fare soldi. Forza! Sò che te l’ha prestata Larry Page 19 anni fa che a sua volta gliela aveva data Steve Jobs. 😀

    Scherzi a parte.
    Complimenti per l’articolo. Si legge che c’è del vero sentimento e le emozioni di vita vissuta con quel modo di ragionare che ti ha portato dove sei ora.
    😉

  • Post molto interessante. Sul web come nella vita senza quelle quattro P non si ottiene nulla!

  • Mitico Davide, hai fatto bene a scrivere un post definitivo sull’argomento, così almeno quando ti rompono le scatole gli giri questo post e risparmi 20 minuti di tempo perso.

    Ne parlai anch’io qualche anno fa su Blographik (a chi interessa leggerlo il link è in firma) sulla mia esperienza di blogger che mi porta clienti, nella lunga discussione c’era anche il tuo intervento, e quindi l’argomento non cambia mai.

    Davide, non sarebbe male per te, crearti una bella pagina FAQ, e andare a linkare tutti gli articoli che risolvono questo problema di un blogger di fama, che non ha sempre tempo di stare a rispondere a tutte le domande che gli arrivano via email, a cui si vuole una risposta gratuita. Che ne pensi? Forse sono andato un pò fuori tema ;).

  • Bisgona sicuramente mettere in chiaro una cosa: “non esiste nessun bottone magico”. Bisogna lavorare, sul web ci sono molte opportunità e i guadagni generalmente arrivano (se arrivano) a medio lungo termine…tralasciando certi metodi ed eccezioni!

  • @Mirko: per esperienza posso dirti che puoi creare tutte le FAQ che vuoi, ma troverai sempre gli utOnti che non leggono nulla 😀

    Purtroppo, come indicato anche nel pezzo, l’idea della “scorciatoia” è sempre quella che vince nella testa di certuni: l’illusione di avere successo e guadagnare con Internet senza fare praticamente nulla, stando seduti al bordo di una piscina bevendo un cocktail, è difficile da sradicare dalla testa di tanti…

  • Complimenti per l’articolo, hai scritto in poche parole ciò che realmente penso anche io del successo su internet. Io ho vissuto sulla mia pelle per un anno intero quello che hai citato nell’articolo, nel senso che tempo fa aprii un sito di tecnologia investendo più di un anno di lavoro ed avendo risultati bassissimi dopo circa 9 mesi, ma alla fine ho ceduto proprio perchè quei risultati non mi invogliavano a lavorare. Ora quel sito non esiste più perchè feci scadere il dominio e non lo rinnovai, ma ora sto lavorando su un altro sito appena aperto per cercare di riprovarci anche se questa volta parto da un dominio gratuito.

  • Grazie per il post, l’ho trovato molto utile e soprattutto da suggerire….

  • Mah… io credo che esista chi è portato a fare successo nella vita e chi no. L’impegno non basta, altrimenti dovrei essere presidente del mondo solo per quello.

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social
Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor

Sponsor

Scroll to Top