Chiude Google Answers

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

“Google Answers is no longer accepting questions.
We’re sorry, but Google Answers has been retired, and is no longer accepting new questions.”
Così ci accoglie (tristemente) da qualche giorno Google Answers, con tanto di “distacco della spina” annunciato sul blog ufficiale di Google.
Il progetto, pur essendo di vecchia data (2002), e nonostante fosse concepito dalla mente di Larry Page in persona, viene quindi “congelato” (nel senso che le domande e risposte postate nel corso di questi 4 anni rimarranno online), ed ecco che, immediatamente (nemmeno il tempo per le condoglianze…), dal blog di Yahoo! parte una mano tesa agli (ex) sviluppatori di Google Answers per entrare in Yahoo! Answers (lo speculare servizio di Yahoo! che, a differenza di quello di Google, è in crescita verticale).
3 piccoli spunti di riflessione:

  • Google, per la prima volta, ha chiuso ufficialmente un suo servizio;
  • Yahoo! (lontano inseguitore di Google nel campo dei motori di ricerca), ha dimostrato che può riuscire dove fallisce un colosso;
  • circa 1 anno fa, i 2 servizi avevano lo stesso market share… ma guardate in pochi mesi l’impennata di Yahoo! (e la lenta, inesorabile discesa di Google):

 

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.
×
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

5 Comments

  • Perdere del tempo per fare un video per salvare un servizio (che peraltro essendo gratuito possono chiudere, ribaltare, cancellare come e quando vogliono) mi sembra veramente da americani.

    Reply
  • Certo Tambu, ma credo che il “rumore di fondo” sia ampiamente filtrabile.
    Intendo dire: su di un campione di (poniamo) 100 risposte, si estraggono quelle 2-3 autorevoli, e le si utilizzano per le l’integrazione dei risultati nelle SERP.
    La domanda è: siccome Google lo sta già facendo (l’integrazione nelle SERP) con i blog, perchè non ha pensato di farlo anche con answers?

    Reply
  • oddio! dire che Yahoo ha centrato l’obiettivo mi pare un po’ esagerato, considerando la quantità di domande inutili postate da ragazzini, o le domande/risposte fatte solo per incrementare il punteggio, o peggio le domande che sono chat verso altri utenti.

    TristeZZ!

    Reply
  • Sisi, allo IAB Forum c’ero, e ricordo bene Yahoo! e il suo simpatico stand (mentre di Google neanche l’ombra ;-)).
    La cosa che mi suona strana (e, per certi versi, incompresibile), è che Google non ha intuito come Answers poteva essere un servizio ottimamente integrabile nelle SERP del suo motore…

    Reply
  • Non ci credo, hanno fatto un video (bello, peraltro) e un sito per salvare Google Answers!

    Saaaave Google Answers, my frieeeeend…. ah ah ah!

    Frivolezze a parte, Yahoo sta investendo tantissimo sul suo servizio Answers (c’eri tra gli stand dello IAB forum?), mentre Google l’ha lasciato da parte… magari suona un poco incomprensibile, ma evidentemente a Mountain View hanno altri fronti sui quali intendono investire.

    Reply

Rispondi

Max Valle
Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziendee professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Iscriviti alla Newsletter
Main sponsor
logo kleecks

Sponsor

Chiude Google Answers
Scroll to Top