Cambiare il mondo, è (anche) una opportunità

Tutti noi abbiamo la tendenza a credere di vivere in un’era tecnologicamente avanzata. Siamo tutti entusiasti delle novità tecnologiche che abbiamo ricevuto a Natale e di tutti i gadget che saranno disponibili nel prossimo futuro.

In realtà, tutte queste cose diventeranno diverranno incredibilmente vecchie e noiose più velocemente di quanto mai possiamo aspettarci.

Non importa quando sei nato: i ragazzi che hanno terminato negli anni ’80 le scuole superiori, vivevano in mondo completamente diverso. Queste persone sono nate prima del World Wide Web, dell’internet wireless, degli smartphone, dei tablet, delle TV ad alta definizione e hanno visto avvenire cambiamenti inimmaginabili.

Senza dubbio ognuno di noi può ricordare cose che erano nuove ed eccitanti quando si era bambini, e che ora sono solo vecchi ricordi.

Il cambiamento tecnologico non sta rallentando, anzi, probabilmente sta accelerando. Nella nostra vita raggiungeremo un punto in cui ci lasceremo alle spalle Facebook, Twitter e tante altre tecnologie che oggi sono ubique e onnipresenti. Guarderemo al digitale allo stesso modo con cui oggi guardiamo all’analogico. Le cose cambiano.

E questo non è un problema, ma una enorme opportunità. C’è chi 12 anni fa riusciva ad immaginare cose che noi non riuscivamo. O chi combina insieme vari elementi in qualcosa di nuovo, che noi non riusciamo a vedere. Ciò mi ricorda una delle mie frasi preferite, “se cerchi la “next big thing” nel posto in cui tutti la stanno già cercando, significa che la stai cercando nel posto sbagliato”.

La verità è che nessuno di noi è nato nel mondo in cui ora vive.

Liberamente tradotto da You Don’t Live in the World You Were Born Into, di Mark Cuban.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

2 Comments

  • Bellissimo post. Mi ricorda una frase della Montessori (deformazione professionale, sorry) che diceva “Non sappiamo come sarà il mondo nel quale vivranno i nostri bambini. Allora, insegnamo loro ad adattarsi”.

    Ne approfitto per farti tanti auguri per il nuovo anno

    Claudia

  • Uhm? Solo perché abbiamo il www e il telefonino (termine davvero molto obsoleto)?
    Continuiamo a vivere nel mondo in cui siamo nati e lo faranno anche i nostri nipoti: tagliare la storia e le radici non è possibile e per fortuna…
    Solo che questo mondo, nostro e altrui, è sempre più pieno di opportunità. Così pieno di opportunità che a me talvolta manca il fiato.
    Come dice un mio affermato collega, io oggi possiedo con facilità cose che 100 (ma anche 50) anni fa un re nemmeno poteva immaginare di avere 🙂 🙂 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy