Home » Digital Marketing » BuzzParadise: gli angeli del passaparola

BuzzParadise: gli angeli del passaparola

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

BuzzParadise è un sito che propone ai consumatori influenti di partecipare ad eventi esclusivi, di testare prodotti o di ricevere informazioni in anteprima da parte delle marche.
In cambio, gli aderenti al servizio sono invitati ad esprimere la propria opinione, a condividere l’esperienza con il loro entourage e a generare passaparola sulle marche e i prodotti.
In pratica:

  • si compila un form nel quale è necessario inserire il proprio profilo, selezionando interessi e gusti;
  • se si viene accettati (e si diventa quindi BuzzAngels), si riceveranno alcuni prodotti in omaggio (in base alle campagne di proprio interesse), sui quali si dovrà generare “buzz”.

BuzzParadise, disponibile da circa 3 mesi anche in italiano, può forse essere accostato a prima vista a servizi come PayPerPost, considerati poco “etici” (almeno secondo alcuni punti di vista).
Errore: le 3 promesse di BuzzParadise sono più simili a quelle di ReviewMe, ovvero al concetto di libertà d’opinione e d’azione: “i nostri BuzzAngels sono liberi di prendere parte ad una campagna, di comunicare o meno su un prodotto/servizio e nella maniera che ritengono più appropriata” e ancora (dalla home page) “i BuzzAngels vengono invitati a testare nuovi prodotti/servizi nelle aree che preferiscono e a diffondere la propria opinione liberamente e onestamente in esclusiva sul proprio blog e presso il proprio entourage”.
Nell’attesa di trasformarmi pure io in un angelo del passaparola, vi lascio con una piccola esclusiva: il rappresentante italiano per BuzzParadise, sarà (udite udite) Luca Conti. 🙂

Max Valle
Max Valle
Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, aumentando i clienti, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Altri articoli correlati

Ciclo di vita di una startup - Tagliaerbe

Ciclo di vita di una startup

Una startup dalla nascita fino al consolidamento sul mercato o almeno fino alla perdita dei requisiti propri di una startup, attraversa diverse fasi, le quali

5 risposte

  1. Io non lo conoscevo, ieri sera ho provato ad iscrivermi ed oggi con gran stupore nella mia casella di posta un email da parte dello staff alquanto positiva.

    In più la signorina Miriam mi ha anche lasciato un commento sul mio blog 😀

    Questo è il bello della rete e soprattutto dei blog, tutti lontani ma tutti vicini.

    Spero di avere subito nuovi prodotti da testare, recensire, giudicare!

  2. In realtà non sempre si tratta di recensire oggetti, quanto di partecipare al lancio di prodotti o servizi particolari (e parlo con cognizione di causa, essendo uno dei primi “Angels” italiani dopo Luca).
    Io ho partecipato sia al lancio dell’LG che a quello di France24, ma nel secondo, ad esempio, abbiamo avuto accesso ad una serie di informazioni e video “in anteprima”, abbiamo ricevuto una cartella stampa con comunicati ed info e… per ringraziarci, anche una bottiglia di champagne Moet&Chandon… 😀

Lascia un commento