Bruno Vespa, Porta a Porta e i blog…

Nel 1995 mi guadagnavo da vivere vendendo abbonamenti ad Internet (connessioni dial-up via modem, al PoP che avevo nella stanzetta di casa mia 🙂 ).
Per quanto operassi nella “grassa ed evoluta” provincia di Varese, vi posso garantire che praticamente nessuno capiva ed intuiva le potenzialità della rete: ricordo infatti frasi profetiche del tipo “Internet farà la fine del Videotel” o dimostrazioni di ignoranza assoluta come “Internet??? No, grazie, quest’anno non sponsorizzo squadre di calcio (!!!)”.
Qualche anno più tardi, i giornalisti (cartecei e televisivi) individuavano in Internet la fonte di tutti i vizi e il luogo di residenza di pornografi, pedofili e truffatori di ogni genere: per me, che in Internet ci lavoravavo tutti i giorni, non era affatto facile spiegare (soprattutto ai più anziani) che la mia fonte di reddito era proprio quella terra di perdizione, quel “sodoma e gomorra” di cui parlavano a sproposito giornali e TV.
Ma arriviamo ai giorni nostri.
Nel 2008, 13 anni dopo, pensavo che le cose fossero cambiate… e invece mi sbagliavo.

Un misto di ignoranza, arroganza e supponenza, un minestrone di luoghi comuni da far rabbrividire, una rassegna del peggio della vecchia TV e del vecchio giornalismo che (mi auguro) arrivino in fretta al capolinea.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

30 Comments

  • Ciao Taglia 🙂
    E raccapricciante vedere come, oltre ai giornalisti la cui ignoranza sulla materia è purtroppo cosa nota, anche gli ‘esperti’ portino avanti discussioni a dir poco retrograde!
    I punti sui quali davvero non riesco a farmi capace sono questi:
    – la dottoressa non fa distinzione tra blog, sesso e prostituzione;
    – il luogo (troppo) comune, secondo cui ‘in Italia le cose arrivano sempre dopo, in America chissà da quanto tempo esisteranno i blog!’
    – ‘perché quest ragazzi avranno bisogno dei blog?’… non saprei, tu perché hai bisogno di Porta a Porta per dire certe fesserie, non avresti potuto startene a casa tua dove nessuno ti avrebbe criticato?
    – i ragazzi hanno una doppia vita sui blog, una parte visibile dai genitori e una a rischio promiscuità e prostituzione… posso avere il feed della parte nascosta di questo blog? 😀
    – ‘si servono dei blog quelli che non riescono ad andare ai reality’… confesso, ho iniziato anch’io a fare il webmaster dopo che non ho superato il provino per il Grande Fratello… 😀
    Un saluto

  • Anch’io mi sono affacciato sul mondo di internet alla fine del lontano 1994 (per giocare a Ultima Online, il primo mmorpg della storia) quindi anch’io ho seguito la diffusione della rete e la sua discriminazione… pensa che io e la mia futura moglie (tra pochi mesi) ci siamo conosciuti proprio in rete e proprio tramite un blog… una cosa del tutto casuale, nè io nè lei eravamo lì alla ricerca di chissà quale “perversione sessuale”… ma vallo a spiegare ai suoi o ai miei genitori, diciamo semplicemente che ci siamo conosciuti “tramite amici” 🙂

    Perchè a parte i pregiudizi, è vero che internet è una cosa ancora troppo lontana dalle menti della “old generation”.

    La cosa che mi da fastidio è però quando la gente comincia a intrufolarsi in un mondo che non conosce e lo giudica… e in questo caso lo fa solo per fare spettacolo, solo per trattare un tema “caldo”… sono loro a creare il fenomeno “internet = perversione”, e in un circolo vizioso poi lo usano per vendersi… La trasmissione di Vespa mi piace anche se devo dire che lo preferisco quando parla di politica… quanto alla signora bionda mi verrebbe di fare qualche battuta poco elegante sui suoi continui rimandi alle “perversioni sessuali”… ma mi astengo, perchè noi “gente di internet” sappiamo soppesare le parole e i giudizi che diamo 😉

    Complimenti per il blog, lo seguo costantemente da diverso tempo e sto cercando di applicarne i consigli.

  • “Usano i blog quelli che non riescono ad andare ai reality”. Splendida. Alla televisione invece finisce chi vuole informare..

    Qualche buono spunto comunque c’e’. La questione della visibilita’ e’ un ottimo argomento su cui si potrebbe discutere per giorni e giorni. Di sicuro pero’ non in TV.

  • Chi gestisce il potere in Italia ha molta paura di internet perchè non può controllarlo come verrebbe …

    questo è il vero motivo per cui non c’è interesse alla diffusione di cultura tecnologica.

    In questo video c’è il riflesso della nostra mediocrità italiana (purtroppo)
    -Poca informazione (in malafede)
    -gente ignorante
    -il peggio del peggio al potere

    Chissà come finiremo

  • Non pensavo esistesse ancora una tale ignoranza, sbandierata poi con la scusa di essere “antichi”.

    Sei antico? Aggiornati! Non è certo una scusa per dire cose strampalate ad un pubblico che magari ne sa ancora meno di loro e prende le cose dette alla televisione per verità sacrosante (come si sente “l’han detto in televisione…”)

    Questa parte dal blog e arriva all’autodistruzione in 10 parole, probabilmente vuole creare notizia intorno a se.

    L’unico che ha una vaga idea di quello di cui sta parlando è il personaggio che dice “stiamo mescolando cose diverse”, il resto dei presenti sono ignoranti che non sanno da che parte sono girati.

  • quanto possono essere stupide le persone, soprattutto la bionda del video. Il blog non significa prostituzione, il blog significa tutt’altro… Divertirsi, imparare a scrivere, confrontarsi con altra gente, imparare a leggere bene, tenersi aggiornati su ciò che ci circonda e tantissime altre cose….

  • Ti pareva che la sessuologa rapportava tutto al sesso. Non sapevo di dare una “esposizione provocativa” di me nel mio blog, non si finisce mai di imparare… Io la mia parte nascosta del blog comunque la sto cercando non si sa mai. Danno l’idea di sparare la prima cosa che gli viene in mente, al momento, si vede che non hanno idea di cosa stanno parlando. L’ammetto, mi hanno segato al provino per “Gran Hermano 7” e ho aperto un blog per “espormi”. E tu Vespa, che in teoria fai il giornalista: Aggiornati!

  • Una cosa giusta l’ha detta: “io sono nato alcuni secoli fà”.

    E’ proprio vecchio (non si offendano gli anziani, essere vecchi è altro),
    e dato che ne è consapevole, che vada in pensione così la smette di fare disinformazione.

  • Guardi, anzi guarda, mi permetto il tu caro TagliaBlog, approfitto del commento a questo post, di cui condivido tutto al 100%, per farti i complimenti per come scrivi e per come gestisci il blog stesso, di cui sono diventato da circa quattro mesi un affezionatissimo lettore e che trovo – oltre che dispensare sempre consigli utilissimi e intelligenti – permetta una lettura gradevole, importante e nello stesso tempo leggera, con cui termino solitamente la fine della mia giornata lavorativa.

    Io non credo di essere molto obiettivo sul tema in questione, essendo un fan sfegatato di internet e in particolare dei blog a carattere giornalistico, ma forse proprio per questo – come ricordava ancora anni fa una vera grande giornalista come Oriana Fallaci, guai a cercare l’obiettività se si vuol fare giornalismo serio – maggiormente autorizzato a dire qualcosa.

    Non avevo visto questa trasmissione (guardo assai di rado “Porta a Porta”) e mi sembra in effetti che Bruno Vespa abbia dato il peggio di sè, come fa quasi regolarmente quando nella sua tronfia e superba ignoranza si atteggia nel costume molto italiano di fare il forte con i deboli.
    Atteggiamento che riesce a renderlo quasi più inviso di quando, quella è una sua specialità, fa il debole con i forti.
    Vedasi le domande sussiegose preparate per i Berlusconi e i Veltroni di turno.
    Anche se in questi casi quello che fa più rabbrividire non è tanto la dipendenza intellettuale – Vespa non è stupido, nè gli altri due sono dei genii sul piano speculativo – quanto la sudditanza psicologica, che del resto è la qualità che ha permesso a Bruno Vespa, caso più unico che raro tra i lottizzati della Rai, di sopravvivere a due, cosiddette, repubbliche di politici.

    Il punto è certamente, caro TagliaBlog, quello individuato dal tuo lettore Leo Serrabrotto, anche se l’aspetto direi comico e paradossale dell’ignoranza di Vespa è che se lui si rendesse solo per un attimo conto della forza di Internet, cambierebbe atteggiamento a 360 gradi, cercando in qualche modo di ingraziarsi anche la Rete, per poter disperatamente sopravvivere all’ennesimo cambiamento di potere….

    Purtoppo per lui – ma non per tutti quei cittadini che ragionando con la propria testa credo ne abbiano oramai le scatole piene di un giornalismo che come dice un mio amico ( che non cito per riservatezza avendo lui un ruolo importante in un importante giornale italiano ) vive più nell’irrealtà che nella realtà ( per cui, credetemi, almeno il 90% dele notizie pubblicate dalla stampa cosiddetta ufficiale, sono false ) – ingraziarsi internet non è possibile!

    Ora vedi, internet non è certamente Dio, ma c’è qualcosa di divino nella sua “immaterialità” e come tutte le cose divine, almeno in parte chè il Paradiso non è certamente di questo mondo, renderà giustizia di tante cose.
    Forse sarà una giustizia alogica o imperscrutabile, ma sicuramente tra molto meno tempo di quanto tanti possano oggi immaginare, dei vari Bruno Vespa non si sentirà più parlare…a meno che lui ci legga e rifletta: in quel caso si getterà a genuflettersi di fronte a Murdoch o a Larry Page e chissà che a noi non tocchi di ritrovarcelo a dirigere…qualche piattaforma di blog !

    Un caro saluto e un ringraziamento per i consigli SEO, non è il mio lavoro, ma da dilettante ne sono anch’io un grande appassionato.
    Gli uomini oggi non vivono spesso molto bene ( ma è colpa loro, non di internet ) e a volte è più divertente cercare di parlare con i motori di ricerca che non con gli uomini stessi.
    E’ un po’ assurdo, ma come si dice in un film di Visconti, l’aquila vola sola.
    Arrivederci, chissà, alla prossima.

    Gord

  • Vabbè Taglia facciamoli contenti,metti qualche pornazzo da scaricare su sto blog suvvia 😀

    Cmq Vespa è un cazzopode!

  • Mah, direi che le cose vanno prese nel loro contesto e nella loro totalità, ed è per questo che non amo questi stralci presi da Youtube.

    Il problema comunque è che non c’è dialogo, commentare: Un misto di ignoranza, arroganza e supponenza, un minestrone di luoghi comuni da far rabbrividire, una rassegna del peggio della vecchia TV e del vecchio giornalismo che (mi auguro) arrivino in fretta al capolinea.
    testimonia quello che è secondo me l’errore che spesso facciamo quando ci occupiamo di internet: dire noi siamo il nuovo, noi siamo il bello, noi siamo il puro.
    Quando invece si parla di comunicazione, bisognerebbe sapere affrontare un dialogo anche con chi la pensa in maniera diversa: io questo dialogo non lo vedo. Troppo spesso parliamo come si trattasse di mondi diversi: internet e ciò che c’è fuori. Così facendo perderemo sempre una fetta di quello che è l’unico Mondo, fatto di spicchi e angolature diverse, di diverse visibilità ma anche e soprattutto di diverse visioni.

  • Vedi stepius, Bruno Vespa di professione fa il giornalista (con tutti gli annessi e connessi), e conduce una trasmissione seguita (credo) da qualche milione di persone, pagata anche dal MIO canone.
    Quando parla di politica, invita a parlare i politici, giusto?
    Mettiamo ora che una sera voglia parlare di astronomia… cosa fa, invita i politici e chiede loro un parere sulle macchie solari e la fascia degli asteroidi? non credo proprio… un furbo giornalista/moderatore 1) si documenta abbondantemente prima sull’argomento e 2) invita alla trasmissione astronomi, astrofili, astronauti (per avere pareri autorevoli e fornire una informazione corretta).
    Invece qui assistiamo ad una sessuologa che si improvvisa esperta di blog, e ad un moderatore (= Vespa) che continua a ripetere (giustificarsi?) che non capisce una mazza di Internet.
    Io questa TV non la voglio, nè vedere (e infatti non la vedo 🙂 ), nè pagare (e purtroppo il canone lo pago…).
    Rileggendo il post, quello che ho scritto è anche troppo moderato.

  • @stepius:

    e cosa ti aspettavi ?

    Purtroppo è un atteggiamento estremamente diffuso nella maggior parte dei blog di settore: criticare criticare e sempre criticare dall’alto di una aura splendente.

    Sarà sempre così, mettiti il cuore in pace.

  • La dottoressa ha affermato: “Oggi, molti giovani e meno giovani, esistono in quanto sono visibili su Internet”; io affermo “Oggi, molti giornalisti esistono in quanto…”

    La frase è in sospeso; potete completarla voi, sia mentalmente che lasciando un commento qui (eventualmente evitamo commenti “da querela”).

  • A proposito di querela, secondo voi, ci sono i termini per querelarli ? Sarebbe davvero figo…

  • Accident, mi devo informare di quali ragazze in classe mia hanno dei blog, secondo quanto dice la sessuologa potrei essere fortunato in amore (perlomeno carnale :D)

    Apparte gli scherzi, certe cose mi fanno rabbrividire, avvolte sti video nn riesco nemmeno a vederli tutti perchè mi verrebbe da prendere lo schermo e sbatterlo nel muro.
    Certo menomale che Vespa nn è venuto a conoscenza dell’esistenza dei forum sennò era la fine.
    Sta difatto che io il merito dei miei 8/9 ai temi è grazie alla mia iscrizione 2 anni fa a un forum che tratta un pò di tutto, nel quale ho imparato a scrivere (oltre 10.000 post 😀 ) e dove mi informo di attualità per poi approfondire i temi in classe.
    Grazie a internet so anche una miriade di cose che credo altrimenti nn avrei mai saputo a 17 anni.

    Va bè, di cose da dire ce en sarebbero molte ma il tempo è poco, scusate se nn ho scritto in modo chiarissimo ma sono di fretta. Bye!

    P.s. Complimenti per il Blog, fantastico 😀

  • Vorrei chiedere perchè le telefonate in diretta sono un diritto solo dei vip che sanno orari e date… e, perchè non fate le trasmissioni in diretta?…A noi Cittadini non è permesso esprimere nessun parere sulle trasmissioni da voi proposte…Tutte in differita….Non vale proprio la pena di vederle…Eppure sarebbe molto interessante partecipare a livello telefonico.

  • Volevo chiedee al Sig. Vespa perchè non invita in studio Federico Guiglia, giornalista serio e concreto. Una volta tanto potremmo avere una persona discreta dire qualcosa di interessante. Grazie

  • carissimo dott. Bruno Vespa io vedo sempre la sua trasmissione ma più vado avanti più mi rendo conto che non si riuscirà mai avere una porta porta con persone comuni che sicuramente insegnerebbero ai nostri politici molte cose ci pensi sarebbe MOLTO INTERESSANTE

  • Bravissima Anna Perolini…è da tempo che scrivo a Vespa nel perorare che tante volte invita nel suo salotto personaggi veramente insulsi…starlette che che occupano solo una poltroncina e che non conoscono nulla…Mi dispiace per Vespa, lo reputo un giornalista ..scrittore e conduttore serio…Ho anche scritto che dovrebbe invitare anche i cittadini che sono veramente i più idonei a parlare attraverso la voce del popolo e come diretti rappresentanti di tale voce…ma???…Evidentemente il salotto di Vespa è solo per pochi eletti, anche se muti..basta che ci sia un Vip..c’è audience e a loro basta questo…Che delusione…Fra un pò spegneremo le TV…Soprattutto tali programmi che dovrebbero soprattutto coinvolgere i cittadini…Mi son resa conto che siamo solo: VOCI NEL SILENZIO…Grazie Vespa…Credevo che fossi uno dei più seri rimasti…Evidentemente e. come al solito noi italiani viviamo solo di sogni…Essenziale che restiamo svegli anche nel sogno.
    PS. Non credo,
    possiate pensare che siamo dei megalomani e/o mitomani che vogliono usurpare posti che spettano solo ai vip (anche di bassa lega)..Credo solo che da cittadini anche noi abbiamo un ruolo in società e libertà di replica anche contri i “famosi”…Grazie dell’attenzione. Giovanna.

  • Egr. Dr. Vespa
    ieri sera ho visto per l’ennesima volta Porta a Porta ed è stata la conferma assoluta di quanta ignoranza c’è da parte dei suoi ospiti (giornaleisti e politici) in materia di intercettazioni telefoniche anche se ritengo che c’è qualcuno che sa ma fa finta di “non sapere” per questioni di comodo (vedi Magistrati).
    La prossima volta domandi a questi “signori” cosa sono i “brogliacci”; le conversazioni intercettate non sono fonti di prova, ma servono per il proseguo delle indagini. In pratica qullo che si dice per telefono bisogna riscontrarlo nella realtà. Le coversazioni private “non devono essere trascritte” ma sono annotate nel “brogliaccio” in modo sintetico. Esempio: che senso ha trascrivere una conversazione fra due donne che si danno appuntamento per andare a fare la spesa? Tutto il periodo investigativo le intercettazioni sono coperte da segreto, è come dire che un Magistrato prima di emettere un provvedimento di cattura telefona al catturando.
    Un suggerimento: faccia intervenire alla sua trasmissione gente veramente preparata e non soggetti che non hanno idea di cosa sia intercettare, indagare… ci sarebbe da dire molto ancora…

    Da chi ha svolto questo lavoro per 30 anni

  • Chiedo scusa ma la tastiera che non trascrive bene er cui rettifico il mio nome e la mia mail

  • caro vespa, non so se mai leggerà queste mie righe mi auguro di si almeno x il fatto che siamo conterranei. ho una specie di sfida da proporle : xchè invece dei soliti faccia a faccia tra politici che tanto ,se la suonano e se la cantano sempre tra di loro, xchè non fa un faccia a faccia tra un politico che conta e un semplice cittadino che magari ha tanti problemi che magari parla terra terra così tutti capiscono. ai nostri politici è chiaro che la gente quella vera sta con il cu……….. x terra o bisogna aspettare ancora ,sopratutto qui in abruzzo visto la bellissima notizia di oggi ancora una volta possiamo vantare il record di politici disonesti ,terremoti, politici disonesti, fabbriche chiuse, zone industriali deserte non ci siamo fatti mancare niente!!!!!!! qualcuno mi sa rispondere c’è ancora qualcuno che può affermare di conoscere un poiltico ONESTO? allora vespa è disposto a raccogliere la mia sfida? o io sono una povera illusa che crede ancora nelle favole?

  • un giornalista, che siede accanto al premier ,e non batte ciglio,mentre questo infama le strasmissioni di approfondimento giornalistico,definendole pollai,che guarda ai toni Di di Pietro anzichèi contenuti,paragonandoli a Matteotti,e dimenticando la mortadella ,alla caduta di Prodi,era forse quello un’esempio di eleganza?

  • Di fessrie ne ha sentite tante ma non cessano per il fatto che esistano i blog ANZI!!!!!!!!!!!!!!

  • la seguo sempre con interesse sia a porta a porta,sia in radio;ieri sera,con la ciufini,Lei ha spiegatgo perchè non può invitare in trasmissione uno qualunque,potrebbe però,fare dei collegamenti con una e-mail in modo che se Lei lo ritiena possa leggere il mio pensiero ed eventuali suggerimenti buoni o errati che siano. La ringrazio anticipatamente Giuseppe F.Sena

  • “La visbilità è più importante della qualità della persona.”
    Mi faccia il piacere!
    Si sbaglia con determinate trasmissioni ha sbagliato tema questa!
    Fa specie che c’è gente che ancora non ha capito!
    Internet libero sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Max Valle

Max Valle

Da oltre 20 anni, fornisco consulenze per aziende e professionisti, che vogliono sviluppare il loro business, 
aumentando i clienti, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia.

Seguimi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Main sponsor

Scroll to Top

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy & Cookie policy